Alert - Nibiru is coming

Il Pensiero di Angeli in Astronave

Angeli in Astronave è distaccato da tutti coloro che professano amore…e in realtà guadagnano con la sapienza che non gli appartiene… ribadisco …nomi altisonanti … artefatti di strani effetti speciali …visivi o non… strumentalizzare… gruppi di appartenenza…donazioni … plagio… bugie da effetto… mancanza di umiltà… falsi nel pubblico…violenti nelle mura domestiche… guru e maestri …diffidate da ogni cosa artefatta… l’Amore unisce in semplicità…non ha bisogno di una carta scritta…la Verità non si vende ne si compra…fatene tesoro… Dolbyjack!

"Con riferimento al Decreto legislativo 9 aprile 2003, n.70 che si occupa di Attuazione della direttiva 2000/31/CE. Facendo anche riferimento al libro verde sulla tutela dei minori e della dignità umana nei servizi audiovisivi e di informazione COM (96) 483, il presente sito web: (Angeli in Astronave) è fruibile a soli Maggiorenni e pertanto proibito a tutti coloro che siano sofferenti psichici o vulnerabili ad informazioni di questo tipo e quindi influenzabili dal punto di vista psicologico.”

Buona Navigazione Cari Angeli, Namasté..

Video Discosure-Nibiru e Mauro Biglino

Riflessioni

La dottrina e pratica più blasfema della Chiesa Cattolica è quella della transustanziazione e del sacrificio della messa. La transustanziazione (fatta dogma dal concilio Lateranense IV nel 1215, elaborata in seguito da Tommaso d'Aquino e sancita definitivamente dal Concilio di Trento) insegna che: il pane e il vino, al momento della consacrazione vengono dal sacerdote cambiati nel corpo e nel sangue di Gesù Cristo (ogni giorno quindi vengono all'esistenza migliaia e migliaia di nuovi Gesù). La Scrittura insegna che nella cena c'è solo la presenza spirituale di Gesù (Luca 22:19-20; Giovanni 6:63; 1 Corinzi 11:26). Inoltre, nell'adorazione dell'ostia, la Chiesa di Roma adora un dio fatto dalle mani di uomini. Questo è il colmo dell'idolatria, ed è completamente contrario allo spirito del Vangelo che richiede di adorare Dio in spirito e verità (Giovanni 4:23-24). Carlo Fumagalli ex prete ed antropologo

Rasoio di Ockam suggerisce che: "tra varie spiegazioni possibili di una data osservazione, quella più semplice ha maggiori possibilità di essere vera".

DA QUANDO E' DIVENTATO REATO AVER CARA LA VITA?

"Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa".

Disclose.tv - ANONYMOUS MESSAGE TO NASA ABOUT ETS
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/104638/ANONYMOUS_MESSAGE_TO_NASA_ABOUT_ETS/ Agenzia spaziale più importante del mondo, ti abbiamo osservato e ascoltato per molto tempo, siamo contrariati dalle tue costanti smentite e insabbiamenti, sappiamo tutti i tuoi piccoli e sporchi segreti e i trucchetti che usi. Sappiamo come hai falsato tutte le immagini della superfce dei pianeti e dei satelliti che li circondano, sappiamo come hai falsato e nascosto la verità al mondo. Ora abbiamo abbastanza filmati immagini e informazioni che tu non hai. Saremo capaci di mostrare la verità e lo faremo presto, pensi che stiamo bleffando? allora ascolta, la complessità della loro abilità è incomprensibile[...]l'ormeggio dei loro veicoli sembra molto NASA(non diciamo di più) è per i tuoi trucchi?Sappiamo anche come hai rilasciato strani fotogrammi che mostrano dischi che visitano e poi lasciano la terra e hai consigliato agli astronauti di menzionare volta per volta gli ufo, questo è per far credere che sai molto poco di quello che stà accadendo (mentre altri pensano di aver trovato la verità) ma in realtà la verità è così incomprensibilmente vasta e così semplice che sfugge anche ai migliori dispositivi e menti. Ora, sai che facciamo sul serio. Ora ci rivolgiamo a tutti i cittadini del mondo, le entità extradimensionali non sono malvagie come vogliono farvi credere, al contrario, hanno creato il nostro universo quindi sono presenti da prima di noi, non c'è nienti di cui temere, questo è l'inizio della rivoluzione spirituale ed evoluzione della specie umana Traduzione per Angeli in Astronave Raffaele V.

video prova

La morte non esiste è una invenzione della Chiesa Cattolica - Guarda il video e capirai| Nuove tecnologie ci renderanno liberi

giovedì 3 novembre 2016

Terremoto, parla il sismologo: “ci saranno dei terremoti molto più forti. Abbiamo la certezza che arriveranno a magnitudo 7”

i terremoti del 26 e del 30 ottobre hanno deformato una zona di oltre 600 chilometri quadrati. E’ quanto emerge dalla prima analisi dei dati del satellite radar Sentinel 1, del programma europeo Copernicus, elaborate dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e dall’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Irea-Cnr). Una prima valutazione delle osservazioni di Sentinel 1 aveva permesso ai tecnici del Consiglio nazionale delle ricerche e dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di stabilire che in alcune zone il terreno si è abbassato fino a 70 centimetri e che l’area interessata dallo sprofondamento è di circa 130 chilometri quadrati.

Terremoto, Norcia si è spostata di 30 centimetri verso Ovest. Procura Spoleto indaga per disastro colposo

Le elaborazioni effettuate dal CNR-IREA utilizzando la tecnica dell’interferometria radar differenziale hanno rilevato, in tutta la sua estensione (circa 1100 chilometri quadrati), il campo di deformazione originato dal terremoto.

L’intervista che segue è stata pubblicata su Quitidiano.net e riguarda le dichiarazioni del Dottor Antonio Piersanti, sismologo dell’Ingv, che parla della faglia di Norcia-Preci, responsabile della scossa di magnitudo 6.5.

Abbiamo certezze che sia stata questa faglia a causare la scossa di 6.5?

«È possibile, ma nessuno allo stato attuale può affermarlo con certezza. Quali faglie si siano rotte, come, e quando, sarà oggetto di un ampio dibattito all’interno della comunità scientifica per i prossimi mesi e probabilmente anni».

Per ora che cosa si si sa?

«Le scosse del 26 ottobre, del 5.4 e del 5.9, sono avvenute nella estremità nordoccidentale di quello che definiamo volume sismognetico attivato. Sicuramente l’area si è ampliata verso nord/nordovest. La scossa di 6.5 di ieri mattina, essendo avvenuta leggermente più a sud, vicino a Norcia, ha invece interessato il volume che era stato attivato precedentemente alla scossa del 26 ottobre, quindi ad agosto. Le scosse di assestamento dopo quella da 6.5 si sono spinte ancora più a sud. Questo significa che di nuovo è stata riattivata tutta l’area meridionale. È l’intero volume, lungo ormai cinquanta chilomentri, che si è attivato. Questo non è un altro terremoto, è la stessa sequenza iniziata il 24 agosto».

Dobbiamo attenderci una lunga serie di repliche?

«Temo di sì, verosimilmente lunga. La possibilità di altre scosse forti non è esclusa».

La Commissione Grandi Rischi aveva visto giusto a prevedere sabato sera la possibilità di nuove forti scosse?

«Il report della Commissione grandi rischi nelle ultime due riunioni ha meritoriamente detto che in questa serie sismica erano possibili scosse molto forti. E così purtroppo è stato, a prescidere se i tre segmenti di faglia loro indicati siano responsabili o meno di questa scossa».

Risultati immagini per terremoto

Il fatto che ci sia stata prima la scossa di Accumuli/Amatrice, poi le repliche del 26 più a nord e ora quella di Norcia un po’ più a sud fa supporre che il terremoto non si stia ‘spostando’ verso nord, come alcuni temevano?

«Questo non lo possiamo dire con certezza. Ma stiamo ai fatti. Dopo le scosse da 5.4 e 5.9 che hanno allargato verso nord-ovest l’area, la successiva, quella da 6.5, non ha proseguito l’allargamento verso nord, ma si è spostata leggermente, e le sue repliche sono state ulteriormente più a sud. Al momento l’ipotesi di uno spostamente verso nord non ha riscontri, ma questo non può garantire su quel che succederà in futuro. Purtroppo noi non siamo ancora in grado di prevedere i terremoti».

C’è qualcosa di strano nel fatto che la scossa più forte sia avvenuta oltre due mesi dalla ‘principale’?

«Assolutamente no. È un fatto particolarmente comune nelle sequenze sismiche della nostra sismicità ‘distensiva’ appenninica».

Il fatto che ci siano state quattro forti scosse invece di una sola ci ha salvato da terremoti più distruttivi?

«In teoria sì, ma sul bilancio ha inciso anche la sequenza delle scosse: se la prima fosse stata quella da 6.5 avremmo avuto anche più morti, perché è quasi sei volte più energetica di una di magnitudo 6. Invece è avvenuta ad aree già parzialmente evacuate e non di notte».

Risultati immagini per terremoto sismografo

Qual è il terremoto massimo possibile in Italia?

«In Italia avverranno dei terremoti molto più forti di questo. Abbiamo la certezza che arriveranno a magnitudo 7, che equivale a un fattore + 30 di energia liberata rispetto a una magnitudo 6.0 come quello di Amatrice. I sismi che sono attesi potranno anche essere paragonabili al sisma di Messina del 1908. E quindi è essenziale renderci conto che l’Italia è un Paese ad altssimo rischio sismico e ad alta pericolosità e fare prevenzione. È un compito immane, ma dobbiamo mettere la nostra popolazione in sicurezza».

Spunta vulcanello di fango post-sisma, ma c’è il giallo delle trivellazioni

Terremoto, immagini incredibili dal cuore dell’Appennino: nelle campagne di Santa Vittoria in Matenano il suolo si è improvvisamente aperto e un vulcanello di fango ha iniziato ad eruttare argilla

Santa Vittoria in Matenano è un piccolo comune collinare della provincia di Fermo, nel sud delle Marche: oggi pomeriggio alle 14 nelle campagne dell’Appennino nel territorio di questo comune è successo un episodio incredibile, anche se possiamo considerarlo relativamente “normale” in relazione al forte terremoto di magnitudo 6.5 di domenica mattina. Il suolo all’improvviso s’è aperto per l’impeto dei “fiumi” di fango e argilla in risalita dal sottosuolo: è nato così un nuovo vulcanello di fango nelle campagne del paese, con vere e proprie “inondazioni” fangose. Sul posto gli uomini della protezione civile che monitorano la situazione.

Risultati immagini per terremoto, vulcano fango

Risultati immagini per terremoto, vulcano fango

Il fenomeno è provocato dalla “strizzatura di argille” a seguito del sisma. E’ un fenomeno legato alla liquefazione del suolo (di sabbia monogranulare satura) che a causa della sollecitazione provocata dal terremoto aumenta la sua pressione interstiziale, perde il contatto tra i granuli e si liquefa fuoriuscendo. In alcuni casi può anche essere un fenomeno molto pericoloso, se si verifica a ridosso di abitazioni.

Già nei giorni scorsi, dopo il terremoto di domenica mattina, altri fenomeni analoghi si erano verificati nei vulcanelli (già esistenti) di Monteleone di Fermo, dove l’attività eruttiva s’è improvvisamente intensificata (qui i video).

La colata di argilla è infatti spuntata martedì 1 Novembre 2016 dopo le ultime forti scosse e si pensa sia una conseguenza del terremoto, ma proprio il capofamiglia Fausto Paternesi ha una sua spiegazione: “Esattamente in quel punto diversi anni fa la terra fu bucata per dei sondaggi. Cercavano il petrolio e hanno fatto delle trivellazioni, era poco prima degli anni ’80, ma finora non era successo nulla”.

Redazione Segnidalcielo
http://www.segnidalcielo.it/terremoto-parla-il-sismologo-ci-saranno-dei-terremoti-molto-piu-forti-abbiamo-la-certezza-che-arriveranno-a-magnitudo-7/