Alert - Nibiru is coming

Il Pensiero di Angeli in Astronave

Angeli in Astronave è distaccato da tutti coloro che professano amore…e in realtà guadagnano con la sapienza che non gli appartiene… ribadisco …nomi altisonanti … artefatti di strani effetti speciali …visivi o non… strumentalizzare… gruppi di appartenenza…donazioni … plagio… bugie da effetto… mancanza di umiltà… falsi nel pubblico…violenti nelle mura domestiche… guru e maestri …diffidate da ogni cosa artefatta… l’Amore unisce in semplicità…non ha bisogno di una carta scritta…la Verità non si vende ne si compra…fatene tesoro… Dolbyjack!

"Con riferimento al Decreto legislativo 9 aprile 2003, n.70 che si occupa di Attuazione della direttiva 2000/31/CE. Facendo anche riferimento al libro verde sulla tutela dei minori e della dignità umana nei servizi audiovisivi e di informazione COM (96) 483, il presente sito web: (Angeli in Astronave) è fruibile a soli Maggiorenni e pertanto proibito a tutti coloro che siano sofferenti psichici o vulnerabili ad informazioni di questo tipo e quindi influenzabili dal punto di vista psicologico.”

Buona Navigazione Cari Angeli, Namasté..

Video Discosure-Nibiru e Mauro Biglino

Riflessioni

La dottrina e pratica più blasfema della Chiesa Cattolica è quella della transustanziazione e del sacrificio della messa. La transustanziazione (fatta dogma dal concilio Lateranense IV nel 1215, elaborata in seguito da Tommaso d'Aquino e sancita definitivamente dal Concilio di Trento) insegna che: il pane e il vino, al momento della consacrazione vengono dal sacerdote cambiati nel corpo e nel sangue di Gesù Cristo (ogni giorno quindi vengono all'esistenza migliaia e migliaia di nuovi Gesù). La Scrittura insegna che nella cena c'è solo la presenza spirituale di Gesù (Luca 22:19-20; Giovanni 6:63; 1 Corinzi 11:26). Inoltre, nell'adorazione dell'ostia, la Chiesa di Roma adora un dio fatto dalle mani di uomini. Questo è il colmo dell'idolatria, ed è completamente contrario allo spirito del Vangelo che richiede di adorare Dio in spirito e verità (Giovanni 4:23-24). Carlo Fumagalli ex prete ed antropologo

Rasoio di Ockam suggerisce che: "tra varie spiegazioni possibili di una data osservazione, quella più semplice ha maggiori possibilità di essere vera".

DA QUANDO E' DIVENTATO REATO AVER CARA LA VITA?

"Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa".

Disclose.tv - ANONYMOUS MESSAGE TO NASA ABOUT ETS
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/104638/ANONYMOUS_MESSAGE_TO_NASA_ABOUT_ETS/ Agenzia spaziale più importante del mondo, ti abbiamo osservato e ascoltato per molto tempo, siamo contrariati dalle tue costanti smentite e insabbiamenti, sappiamo tutti i tuoi piccoli e sporchi segreti e i trucchetti che usi. Sappiamo come hai falsato tutte le immagini della superfce dei pianeti e dei satelliti che li circondano, sappiamo come hai falsato e nascosto la verità al mondo. Ora abbiamo abbastanza filmati immagini e informazioni che tu non hai. Saremo capaci di mostrare la verità e lo faremo presto, pensi che stiamo bleffando? allora ascolta, la complessità della loro abilità è incomprensibile[...]l'ormeggio dei loro veicoli sembra molto NASA(non diciamo di più) è per i tuoi trucchi?Sappiamo anche come hai rilasciato strani fotogrammi che mostrano dischi che visitano e poi lasciano la terra e hai consigliato agli astronauti di menzionare volta per volta gli ufo, questo è per far credere che sai molto poco di quello che stà accadendo (mentre altri pensano di aver trovato la verità) ma in realtà la verità è così incomprensibilmente vasta e così semplice che sfugge anche ai migliori dispositivi e menti. Ora, sai che facciamo sul serio. Ora ci rivolgiamo a tutti i cittadini del mondo, le entità extradimensionali non sono malvagie come vogliono farvi credere, al contrario, hanno creato il nostro universo quindi sono presenti da prima di noi, non c'è nienti di cui temere, questo è l'inizio della rivoluzione spirituale ed evoluzione della specie umana Traduzione per Angeli in Astronave Raffaele V.

video prova

La morte non esiste è una invenzione della Chiesa Cattolica - Guarda il video e capirai| Nuove tecnologie ci renderanno liberi

sabato 19 marzo 2011

Meteo Sole…14/03/2011….soho.nascom.nasa

soho.nascom.nasa

L'APOCALISSE È GIÀ QUI

L'APOCALISSE È GIÀ QUI

fonte: il manifesto

di Guido Viale

Apocalisse significa rivelazione. Che cosa ci rivela l'apocalisse scatenata dal maremoto che ha colpito la costa nordorientale del Giappone?
Non o non solo - come sostengono più o meno tutti i media ufficiali - che la sicurezza (totale) non è mai raggiungibile e che anche la tecnologia, l'infrastruttura e l'organizzazione di un paese moderno ed efficiente non bastano a contenere i danni provocati dall'infinita potenza di una natura che si risveglia. Il fatto è, invece, che tecnologia, infrastrutture e organizzazione a volte - e per lo più - moltiplicano quei danni, com'è successo in Giappone, dove la cattiva gestione di una, o molte, centrali nucleari si è andata ad aggiungere ai danni dello tsunami.
Non è stato lo tsunami a frustrare anche le migliori intenzioni di governanti, manager, amministratori e comunicatori: l'apocalisse li ha trovati intenti a mentire spudoratamente su tutto, di ora in ora; cercando di nascondere a pezzi e bocconi un disastro che di ora in ora la realtà si incarica di svelare. È un'intera classe dirigente, non solo del nostro paese, ma dell'Europa, del Giappone, del mondo, che l'apocalisse coglie in flagrante mendacio, insegnandoci a non fidarci mai di nessuno di loro. Solo per fare un esempio, e il più "leggero": Angela Merkel corre ai ripari fermando tre, poi sette, poi forse nove centrali nucleari che solo fino a tre giorni fa aveva imposto di mantenere in funzione per altri vent'anni. Ma non erano nelle stesse condizioni di oggi anche tre giorni fa? E dunque: c'era da fidarsi allora? E c'è da fidarsi adesso?

Per chi non ha la possibilità o la voglia di sviluppare un pensiero critico e si lascia educare dai media, sono gli scienziati e i tecnici a poterci e doverci guidare lungo la frontiera dello sviluppo. I risultati di quella guida sono ora lì davanti ai nostri occhi. L'apocalisse ci rivela invece che sono gli artisti, con la loro sensibilità e il loro disinteresse, a instradarci verso la scoperta del futuro. Leggete Terra bruciata di James Ballard o, meglio ancora, La strada di Cormac McCarthy; o andate a vedere il film tratto da questo romanzo. Vi ritroverete immediatamente immersi in panorami che oggi le riprese televisive della costa nordorientale del Giappone ci mettono davanti agli occhi. E con McCarthy potrete rivivere anche il senso di abbandono, di terrore, di sconforto, di inanità che solo una irriducibile voglia di sopravvivere a qualunque costo e il fuoco di un legame affettivo indissolubile riesce a sconfiggere.

L'apocalisse ci rivela che la normalità - quella che ha contraddistinto la vita di molti di noi per molti degli anni passati, ma che non è stata certo vissuta dai miliardi di esseri umani che hanno fatto le spese del nostro "sviluppo" e del nostro finto "benessere" - è finita o sta per finire per sempre. È finita per il Giappone - e non solo per le popolazioni sommerse dallo tsunami - che ora deve fermare le sue fabbriche, sospendere le sue esportazioni, far viaggiare a singhiozzo i suoi treni, chiudere le pompe di benzina, spegnere le luci, bloccare tutti o quasi i suoi reattori nucleari; senza sapere con che cosa sostituirli e senza sapere se e quando potrà riprendersi da un colpo del genere (un destino simile a quello che potrebbe far piombare di colpo la Francia nelle condizioni di un paese "sottosviluppato" se solo le accadesse un incidente analogo). I tanti programmi di «rinascita del nucleare» varati negli ultimi anni - che sono la risposta più irresponsabile e criminale alla crisi economica mondiale - si rivelano una truffa: il tentativo di far credere che con l'atomo consumi, sviluppo ed "emersione" di paesi che annoverano miliardi di abitanti possano riprendere e continuare a crescere come prima. Tant'è che quei programmi stavano andando avanti - e forse verranno mantenuti ancora per un po' - soltanto nei paesi senza nemmeno la parvenza della democrazia (tra cui l'Italia). Ma adesso tutti, o quasi, si dovranno fermare.

Ma non saranno rose e fiori neanche per i paesi che viaggiano a petrolio, metano e carbone, come il nostro. Il Medio Oriente è in fiamme e se - o meglio, quando - crollerà il regno saudita, anche il petrolio arriverà con il contagocce. Soprattutto in Italia; ma anche in Europa. E allora addio sogni di gloria per l'industria automobilistica: non solo quelli di Marchionne (che sono un mero imbroglio), ma anche per quelli di tutta l'Europa. Per non parlare degli Stati Uniti: a giugno dovranno rinnovare una parte del loro debito, che è ben più serio e in bilico di quelli di tutti i paesi dell'Unione europea messi insieme; ma forse nessuno lo vorrà più comprare. Il che significa che un nuovo crack planetario è alle porte.

Insomma, niente sarà più come prima. Era già stato detto all'indomani dell'11 settembre; ma poi ciascuno ha continuato a fare quello che faceva prima. Comprese le guerre; compresa le speculazioni finanziarie e la reiterazione della crisi che essa si porta dietro; e che è stata invece trattata come «un incidente di percorso», da cui riprendere al più presto la strada di prima, discettando sui decimali di Pil che da un momento all'altro potrebbero invece precipitare di un quinto o di un terzo.

Quello che l'apocalisse dello tsunami in Giappone ci rivela è la "normalità" di domani. L'apocalisse è già tra noi, in quello che facciamo tutti i giorni e soprattutto in quello che non facciamo. Dobbiamo imparare ad attraversare e a vivere dentro un panorama devastato, dove niente o quasi funziona più: non solo per il crollo o il degrado delle sue strutture fisiche; o per l'intasamento della loro "capacità di carico"; ma anche e soprattutto per la manomissione delle linee di comando, per la paralisi delle strutture organizzate, per la dissoluzione dello spirito pubblico calpestato dalle menzogne e dall'ipocrisia di chi comanda.

Volenti o nolenti saremo obbligati a cambiare il nostro modo di pensare e dovremo studiare come riorganizzare le nostre vite in termini di una maggiore sobrietà; e in modo che non dipendano più dai grandi impianti, dalle grandi strutture, dalle grandi reti, dai grandi capitali, dalle grandi corporation che li controllano e dalle organizzazioni statali e sovrastatali che ne sono controllate: tutte cose che possono venir meno, o cambiare improvvisamente aspetto dall'oggi al domani.

Dobbiamo adoperarci per mettere a punto strumenti di autogoverno a livello territoriale, in un raggio di azione che sia alla portata di ciascuno, in modo da avvicinare le risorse fisiche alle sedi della loro trasformazione e queste ai mercati del loro consumo e alle vie del loro recupero: perché solo di lì si può partire per costruire delle reti sufficientemente ampie e flessibili che siano in grado di far fronte a una improvvisa crisi energetica, alle molte facce della crisi ambientale, a una nuova crisi finanziaria che è alle porte, al disfacimento del tessuto economico e alla crisi occupazionale che si aggrava di giorno in giorno; e persino a una crisi alimentare che potrebbe farsi improvvisamente sentire anche in un paese del "prospero" Occidente. Le fonti rinnovabili, l'efficienza e il risparmio energetici, il riciclo totale dei nostri scarti, un'agricoltura a chilometri zero, la salvaguardia e il riassetto del nostro territorio, ma soprattutto uno stile di vita più sobrio e restituito alla socievolezza sono i cardini e la base materiale di una svolta del genere. Va bene tutto ciò che va in questa direzione; anche le piccole cose. Va male tutto ciò che vi si oppone: soprattutto la rinuncia a un pensiero radicale.

http://www.ilmanifesto.it/il-manifesto/argomenti/numero/20110317/pagina/01/pezzo/299339/

http://eliotroporosa.blogspot.com/2011/03/lapocalisse-e-gia-qui.html

Terremoto Magnitude 3.3 Bologna,Castel san Pietro…

Magnitude
ML 3.3

Region
NORTHERN ITALY

Date time
2011-03-19 17:05:12.0 UTC

Location
44.42 N ; 11.55 E

Depth
100 km

Distances
19 km SE Bologna (pop 374,890 ; local time 18:05:12.6 2011-03-19)
3 km NW Castel san pietro terme (pop 19,797 ; local time 18:05:12.6 2011-03-19)

Global view

http://www.new-dimension-software.com/seismology/index.php

Terremoto Giappone Magnitude mb 6.0 Region NEAR EAST COAST OF HONSHU, JAPAN

Magnitude
mb 6.0

Region
NEAR EAST COAST OF HONSHU, JAPAN

Date time
2011-03-19 09:56:48.0 UTC

Location
36.82 N ; 140.40 E

Depth
10 km

Distances
35 km NW Hitachi (pop 186,307 ; local time 18:56:48.9 2011-03-19)
7 km NE Daigo (pop 22,310 ; local time 18:56:48.9 2011-03-19)

Global view

http://www.new-dimension-software.com/seismology/index.php

FEMA è in procinto di acquistare grandi quantità di MRE, coperte, sacchi per i cadaveri, e altre disposizioni in previsione della catastrofe potenziale lungo la faglia di New Madrid.

2. Registrata una forte attività tettonica.

Estratto…

Alcuni ricercatori che si occupano dei sismologia, hanno sottolineato il dimostrabile aumento, frequenza e la forza dei terremoti, che nel 2010 ha toccato livelli da record.
Il sisma in Cile e quello in Giappone, hanno scosso il pianeta, facendoci perdere in realtà una frazione piccola della lunghezza del nostro anno.
Questo aumento di attività è esattamente ciò che era stato previsto dal ricercatore scientifico, Lawrence Joseph, il quale ha documentato nel suo libro, "Apocalypse 2012", il fatto che il nostro intero sistema solare sta attraversando una nube interstellare di energia, il che produrrebbe significativi cambiamenti della terra osservabili a partire dall’anno 2009.
Il rinomato fisico, Michio Kaku, ha recentemente avvertito che i forti terremoti che stanno colpendo varie zone del pianeta, minacciano anche le grandi metropoli, aumentando i pericoli.
In aggiunta a tutti questi cambiamenti, è sempre più evidente che l’attività umana dell’estrazione industriale del gas, in particolare in Arkansas, potrebbe aver dato origine a sciami sismici in una regione che non è normalmente attiva.
Ora apprendiamo che la FEMA è in procinto di acquistare grandi quantità di MRE, coperte, sacchi per i cadaveri, e altre disposizioni in previsione della catastrofe potenziale lungo la faglia di New Madrid.

http://angeliinastronave.blogspot.com/2011/03/8-strani-cambiamenti-della-terra-che.html

TERREMOTI: ORA SARA' LA VOLTA DEL 'BIG ONE' IN CALIFORNIA ?

san-andreas-fault-map.jpg

Una grande scossa di terremoto in California, il "Big One", è un evento che gli scienziati ritengono inevitabile.

Non è possibile stabilire con esattezza quando si verificherà, ma dopo i sismi in Cile l'anno scorso, in Nuova Zelanda a febbraio, e in Giappone pochi giorni fa, c'è il timore che l'angolo mancante dei terremoti nel Pacifico sia proprio la costa ovest Usa.

Gli esperti prevedono che la scossa sarà molto forte, pur non raggiungendo l'intensità registrata in Giappone. L'epicentro sarà la parte piu' a sud della faglia di San Andreas e avrà una magnitudo 7.5, ben al di sotto del 9.0 che ha generato la catastrofe giapponese, di una potenza 30 volte maggiore.

Il settimanale Newsweek cita uno studio realizzato nel 2008 per lo US Gelological Survey, ente geologico governativo. La grande scossa in California produrrebbe 2.000 morti e 50.000 feriti, lasciando 250.000 persone senza casa. Verrebbero abbattuti 1.500 edifici e altre 300.000 costruzioni risulterebbero seriamente danneggiate, insieme ad autostrade, linee elettriche, oleodotti, ferrovie, reti di comunicazione e acquedotti.

I danni alle proprietà causerebbero perdite per 200 miliardi di dollari. Nonostante un quadro terrificante, sul piano dei costi umani e dei danni alle infrastrutture, gli esperti sono convinti che l'impianto nucleare di San Onofre reggerebbe l'impatto di una scossa di magnitudo 7.0. Vista la distanza dall'epicentro previsto del sisma, ciò significa che il reattore non correrebbe rischi.

fonte TMNews

http://mysterium.blogosfere.it/2011/03/terremoti-ora-sara-la-volta-del-big-one-in-california.html

8 STRANI CAMBIAMENTI DELLA TERRA CHE DOVREBBERO FARCI RIFLETTERE

8 STRANI CAMBIAMENTI DELLA TERRA CHE DOVREBBERO FARCI RIFLETTERE

Cambiamenti registrati negli ultimi tempi, si stanno verificando per la prima volta nella storia moderna e tutti sembrano indicare una necessità per la civiltà attuale: adattamento. I cambiamenti climatici stanno colpendo tutti gli angoli del mondo

In effetti, molti dei cambiamenti registrati negli ultimi tempi, si stanno verificando per la prima volta nella storia moderna e tutti sembrano indicare una necessità per la civiltà attuale: adattamento. Record di caldo in una parte del globo, di freddo da un’altra, e i cambiamenti climatici stanno colpendo tutti gli angoli del mondo; attività sismiche in molte parti della terra, anche in luoghi in cui le attività sismiche erano sopite da anni; morie di uccelli, di api, pesci e altri animali .... e non se ne conosce ancora la causa.
Vi sono una serie di anomalie mondiali che stanno accadendo in tutto il mondo.

Teoria antropica del riscaldamento globale
Il principio antropico venne enunciato in ambito fisico e cosmologico per sottolineare che tutte le osservazioni scientifiche sono soggette ai vincoli dovuti alla nostra esistenza di osservatori. Si è poi sviluppato come una ipotesi che cerca di spiegare le attuali caratteristiche dell’universo (tratto da Wikipedia).
Molte preoccupazioni sono emerse, nel corso degli ultimi anni, per quanto concerne le emissioni di CO2, come se fosse l’unico vero e grande problema. Certo, molti di questi cambiamenti nel mondo potrebbero essere collegati in qualche modo alle emissioni di CO2, ma l’idea che ci sia una soluzione veloce per fermare questo treno di eventi collettivi è improbabile. Una cosa che possiamo dire è che viviamo in tempi molto interessanti. Questi eventi senza precedenti, stanno aumentando ad un ritmo velocissimo.
Sembra che questo ciclo turbolento sia destinato a continuare e a manifestarsi nonostante i nostri sforzi umani per fermarlo. L’unica cosa che possiamo fare, grazie alle informazioni in nostro possesso, è quella di sperare per il meglio. Certo, gli esseri umani possiedono una capacità di gran lunga maggiore di adattarsi attraverso la tecnologia rispetto al regno animale, ma certamente non può prosperare senza proteggere l’intera biosfera.
Di seguito segnaliamo "8 strani cambiamenti della Terra" che dovrebbero attirare la nostra attenzione:

1. Collasso ambientale.
L’ambiente globale è stato sottoposto ad un ritmo esponenziale di degrado per molto tempo. Il nostro sistema economico può essere paragonato al gioco di Pac-Man, che divora tutto quello che vede, fino a quando non c’è più niente da mangiare ed il gioco è finito.
Solamente che nel gioco di Pac-Man non vengono prodotti rifiuti ad un ritmo impressionante, come invece accade nella nostra economia.
Inoltre non possiamo resettare tutto e ricominciare da capo. Il danno ormai è fatto.
Dalla chimica all’agricoltura, alle imprese industriali, abbiamo distrutto il suolo, l’acqua e la fauna selvatica su scala mondiale; la pesca eccessiva negli oceani, il disastro nel Golfo del Messico, le scie chimice, le miniere all’aperto, l’estrazione indiscriminata di gas naturali, la tossicità dell’acqua, tutte cause che hanno debilitato il nostro intero habitat che sembra avere la necessità di una veloce guarigione, se vogliamo mantenere la vita così come la conosciamo.
Gli ambientalisti veri dovrebbero risvegliarsi dal loro "torpore" e rendersi conto che bisogna fare molto di più per salvare l’ecosistema, di una semplice riduzione della produzione di CO2.

2. Registrata una forte attività tettonica.
Alcuni ricercatori che si occupano dei sismologia, hanno sottolineato il dimostrabile aumento, frequenza e la forza dei terremoti, che nel 2010 ha toccato livelli da record.
Il sisma in Cile e quello in Giappone, hanno scosso il pianeta, facendoci perdere in realtà una frazione piccola della lunghezza del nostro anno.
Questo aumento di attività è esattamente ciò che era stato previsto dal ricercatore scientifico, Lawrence Joseph, il quale ha documentato nel suo libro, "Apocalypse 2012", il fatto che il nostro intero sistema solare sta attraversando una nube interstellare di energia, il che produrrebbe significativi cambiamenti della terra osservabili a partire dall’anno 2009.
Il rinomato fisico, Michio Kaku, ha recentemente avvertito che i forti terremoti che stanno colpendo varie zone del pianeta, minacciano anche le grandi metropoli, aumentando i pericoli.
In aggiunta a tutti questi cambiamenti, è sempre più evidente che l’attività umana dell’estrazione industriale del gas, in particolare in Arkansas, potrebbe aver dato origine a sciami sismici in una regione che non è normalmente attiva.
Ora apprendiamo che la FEMA è in procinto di acquistare grandi quantità di MRE, coperte, sacchi per i cadaveri, e altre disposizioni in previsione della catastrofe potenziale lungo la faglia di New Madrid.

3. Inversione dei poli magnetici.
Vi sono prove evidenti di come i poli magnetici ciclicamente si siano invertiti, nel corso della storia.
Una delle molteplici funzioni del campo magnetico della Terra è quella di fungere da bussola naturale per gli animali che si basano su di essa per la navigazione.
Una seconda funzione sarebbe quella di formare una barriera protettiva contro le eruzioni solari e contro le radiazioni spaziali.
Le notizie recenti parlano di morie di uccelli, pesci, balene spiaggiate, il collasso delle colonie di api, di animali morti in tutto il mondo, periti senza un evidente motivo (cause ancora ignote).
Molte teorie sono state avanzate relative a eventi localizzati, ma la natura globale e generale delle varie morie avvenute in tutto il mondo, stanno ad indicare che la causa sia una sola: ad esempio lo spostamento dei poli. Un interessante articolo su SOTT afferma che "esiste una certa correlazione tra inversioni magnetiche, ere glaciali, innalzamento del livello del mare e probabilmente tutta una serie di altri dati indicativi di attività catastrofiche".
Non vi è alcun dubbio che il polo magnetico nord si stia muovendo rapidamente verso la Russia. La questione è se ciò aumenterà la possibilità di un cataclisma, o se porterà una grande quantità di cambiamenti, come la recente chiusura della pista dell’aeroporto, che richiederà all’umanità di adattarsi in al cambiamento degli eventi.

4. Attività vulcanica.
Vi sono stati recenti avvisi di innalzamento dei livelli del terreno nel parco Yellowstone, situato su uno dei più grandi vulcani del mondo.
Insieme ai terremoti, anche le eruzioni vulcaniche hanno subito drammaticamente un aumento delle attività.
Durante tutto l’Anello di Fuoco, i vulcani dormienti si sono scatenati, e altri hanno aumentato la loro attività.
Questa è un’altra indicazione dei cambiamenti a livello globale della terra. Se dovessero scatenarsi una serie di eventi, la popolazione sarebbe costretta a spostamenti da un territorio all’altro; e nella peggiore delle ipotesi potrebbe minacciare l’intera civiltà.

5. Clima estremo.
Tom Engelhardt ha recentemente scritto : "D’ora in poi, l’aumento dei prezzi, potenti tempeste, siccità e inondazioni e altri eventi imprevisti possono giocare un ruolo catastrofico nel tessuto della società globale".
Engelhardt prevede che i prezzi elevati del petrolio, così come la scarsità di cibo porteranno sicuramente a sommosse in tutto il mondo.
Le condizioni climatiche estreme che in questi ultimi anni, stanno devastando sempre di più il pianeta, sono il frutto di uno o più dei cambiamenti della terra descritti in questo elenco.
Tuttavia, gli effetti sono un segno tangibile che il clima della Terra sta cambiando in qualche modo. Siccità e alluvioni si sviluppano in luoghi insoliti con più intensità, e rigidi inverni artici stanno insolitamente martellando l’Europa, gli Stati Uniti e altri paesi.
Se accettiamo che questo tipo di eventi meteorologici diventino di norma, allora la civiltà deve almeno adattare i propri metodi e luoghi di produzione alimentare.
Stiamo già subendo un pedaggio importante sui prezzi degli alimenti, che possono far precipitare rapidamente la situazione, scatenandouna crisi alimentare mondiale nel 2011.
6. Indebolimento delle correnti oceaniche.
La circolazione termoalina (THC) è il nastro trasportatore degli oceani del mondo, trasferisce il calore dalle acque equatoriali alle regioni più fresche.
Le correnti oceaniche indebolite sono la causa diretta del freddo estremo che ha colpito in Europa e altrettanto responsabili del caldo in Groenlandia.
Come drammaticamente mostrato nel film "The Day After Tomorrow" quando la Corrente del Nord Atlantico si interrompe, così anche il clima globale subisce inevitabilmente variazioni.
Nonostante i picchi record di calore durante le estati, alcuni ritengono che gli inverni più lunghi e freddi siano a causa dei cambiamenti nelle correnti oceaniche; il tutto può tradursi in una nuova era glaciale.
Questa forza sottovalutata è così potente che anche i piccoli cambiamenti costringeranno l’umanità a riscoprire il nomade che c’è in ognuno di noi.

7. Anomalie Galattiche.
La notizia che il sole sorge due giorni prima in Groenlandia ha già fatto il giro del mondo, così come la notizia che potrebbero essere visibili due soli dalla Terra nel 2012 (lo stesso anno della fine del calendario Maya galattico).
E ancora la notizia del ritorno di un pianeta mitico del nostro sistema solare. Tutto sembra rendere i libri di scienze della scuola obsoleti.
Molti hanno speculato sulle ramificazioni dell’avvicinarsi di eventi galattici, ma non ci sono teorie prevalenti o accettate dalla maggioranza della gente.
Tuttavia, c’è una buona probabilità che alcuni effetti fisici si faranno sentire sulla Terra se la forza di gravità verrà alterata da allineamenti planetari e/o dall’avvicinarsi di oggetti celesti.
Tenete d’occhio il cielo e a portata di mano la valigia.

8. Attività solare.
Sembra che il sole sia ancora molto imprevedibile.
Anche se molti hanno predetto che un picco massimo solare avverrà nei prossimi anni e potenzialmente potrebbe causare esplosioni di radiazioni elettromagnetiche che metteranno in tilt tutti i sistemi di comunicazione più importanti e potrebbe aumentarel’attività tettonica.
La NASA sostiene che il sole nell’anno 2006 si sia placato e ha affermato: "Non abbiamo mai visto velocità così basse. . . il rallentamento che vediamo ora significa che il Ciclo Solare 25, un picco intorno al 2022, potrebbe essere uno dei più deboli nella storia".
La NASA ha anche riferito che nell’anno 2001 il sole abbia subìto una rapida inversione dei poli, dichiarando: "il campo magnetico del sole si è invertito". Riferendo comunque che questo evento è normale e che si attende un’altra inversione nel 2012. Anche se dicono che non avrà alcun effetto sulla Terra, la velocità di spostamento dei poli del nostro pianeta è aumentata negli ultimi dieci anni.
Non c’è modo di sapere cosa potrebbero provocare queste anomalie, ma queste tematiche andrebbero indagate in maniera seria. Le sfide che attendono l’umanità sono già abbastanza difficili senza inganni costanti e distrazioni. Collettivamente, dobbiamo chiedere risposte chiare circa le reali minacce che stanno ovviamente cominciando ad influenzare la nostra civiltà. L’adattamento sarà molto meno doloroso se siamo armati di conoscenze e risorse. La cosa migliore che possiamo fare, individualmente, è di ottenere maggiori informazioni a riguardo e diventare autosufficienti il più possibile.
Originale inglese :globalpoliticalawakening.blogspot.com

fonte

http://www.segnidalcielo.it/index.php/segnidalcielo-news/338-8-strani-cambiamenti-della-terra-che-dovrebbero-farci-riflettere

Terremoto Tirreno meridionale…Magnitude 3.4

2011/03/19, 01:21:36 - Magnitude(Ml) 3.4 - Tirreno meridionale B

Posted: 18 Mar 2011 05:00 PM PDT

Lat 38.451, Lon 12.285, Depth 20 Location Map ShakeMap

venerdì 18 marzo 2011

Astronomia, domani arriva la luna gigante - Scienza e Medicina - ANSA.it

Astronomia, domani arriva la luna gigante
Sarà piena e alla distanza minima dalla Terra. Non succedeva da 18 anni18 marzo, 21:07
salta direttamente al contenuto dell'articolo
salta al contenuto correlato


' buttonResetHTML='' buttonDecreaseHTML='' guid="mytextsize">



Indietro
Stampa
Invia
Scrivi alla redazione
Suggerisci ()


Guarda la foto1 di 1La luna

ROMA - Dita incrociate perche' domani sera il cielo sia libero dalle nuvole: si prepara uno spettacolo da non perdere, con una Luna piena gigante. E' un fenomeno molto diverso dalla ''superluna'' degli astrologi, portatrice di sventure e catastrofi, ma un semplice evento astronomico nel quale ogni 19 anni la Luna raggiunge la distanza minima dalla Terra. Quest'anno a renderlo particolarmente interessante e' il fatto che la Luna, cosi' vicina, sara' piena. Raggiungera' il culmine a mezzanotte e, complice il sabato, sara' piu' facile aspettarla senza la preoccupazione di doversi svegliare presto l'indomani. ''Domani sera la Luna raggiungera' la stessa distanza minima dalla Terra che aveva raggiunto 19 anni fa'', spiega l'astronomo Luca Nobili, dell'osservatorio di Padova dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). Questo non significa che in questi 19 anni la Luna non si sia avvicinata alla Terra negli ultimi anni. ''La Luna si e' trovata ad una distanza ancora piu' piccola dalla Terra nel 2008, nel 2005 e nel 1993'', rileva l'astrofisico Gianluca Masi, del Planetario di Roma e responsabile del Virtual Telescope. La distanza minima di domani notte ''non sara' quindi un record'', aggiunge Masi. Domani sera la Luna sorgera' dopo le 20,00 e a mezzanotte raggiungera' la distanza minima, calcolata in circa 353.400 chilometri. Dal punto di vista astronomico, dice Nobili, questo appuntamento si spiega perche' la Luna gira attorno a Terra seguendo un'orbita ellittica. ''Ogni 19 anni - prosegue - l'orbita si sposta per effetto delle perturbazioni causate da altre forse gravitazionali, come quella del Sole, e di conseguenza i punti nei quali la Luna raggiunge la distanza minima (perigeo) e massima (apogeo) si spostano oscillando attorno a un punto medio''. Domani notte la Luna apparira' un po' piu' brillante e appena un po' piu' grande, anche sara' un po' difficile accorgersi della differenza. Sara' solo un bellissimo spettacolo, assolutamente privo di catastrofici effetti collaterali.





FONTE:Astronomia, domani arriva la luna gigante - Scienza e Medicina - ANSA.it

LA VERA CHIESA

LA VERA CHIESA
Pubblicato da Giona a 5/04/2010

La vera Chiesa è il corpo di Cristo, il tempio dello Spirito Santo che è costituito da mattoni viventi, i discepoli di Gesù Cristo, che operano sotto la guida dello Spirito Santo, mentre la chiesa istituzionale è un'organizzazione formata da membri che sostengono le dottrine e gli obiettivi dell'organizzazione. Le organizzazioni nominano le guide secondo le proprie esigenze. La chiesa istituzionale non fa parte della vera Chiesa, il corpo di Cristo.
Nondimeno alcuni membri della chiesa istituzionale possono essere veri discepoli di Gesù Cristo.
La maggior parte delle organizzazioni chiesastiche e i loro ministri praticano la stregoneria per controllare i loro membri.
Di seguito farò riferimento alla chiesa istituzionale come la "chiesa".
L'obiettivo principale della "chiesa" è quello di accrescere il numero dei membri, e quindi il reddito, per sostenere la sopravvivenza dell'istituzione e la sua leadership.
La "chiesa" usa la stregoneria con inganni scritturali e spirituali per lanciare incantesimi sui credenti, per renderli schiavi della "chiesa" e delle sue guide. I membri vengono portati a credere che la "chiesa" ha il potere salvifico e offre loro la salvezza eterna. Questo inganno è supportato con la Bibbia e spesso attraverso la profezia.
Le loro scritture preferite sono quelle relative al denaro e all'assidua frequenza. I membri sono costretti a dare il 10% del loro reddito per investire soldi nel "regno", facendo promesse che Dio moltiplicherà le sementi e dando prosperità a chi semina il seme. Gli unici che però ne traggono beneficio sono i ladri che amministrano la "chiesa". Michea 3:5 parla di questi:

"Così parla il SIGNORE riguardo ai profeti che sviano il mio popolo e che gridano: «Pace!» quando i loro denti hanno qualcosa da mangiare, ma dichiarano la guerra santa contro chi non mette nulla nella loro bocca."
Tra questi ci sono i predicatori della prosperità che ti dicono che Dio vuole farvi ricchi. Gesù è venuto per distruggere le opere del diavolo, liberaci dalla schiavitù del peccato, in modo che possiamo vivere in modo santo e di essere figli di Dio. Egli non è venuto per farci ricchi.
Altre chiese più "spirituali" usano le profezie per manipolare e controllare coloro che vogliono irretire. Citano scritture relative alle maledizioni di Dio su coloro che non seguono le guide nominate e "unte". Essi inoltre annunciano maledizioni su quelli che vi si oppongono. Li rendono loro prigionieri facendoli vivere nel continuo timore di guide che si fanno credere come i diretti oracoli di Dio, ma in realtà sono streghe e stregoni, demoni che si travestono da angeli di luce.
Alcune delle chiese "spirituali" propongono alcune eccellenze esclusive, come il nome ebraico di Gesù, il sabato e altre rivelazioni spirituali. Queste non avvicinano le persone a Gesù, ma piuttosto fungono da distrazioni infruttuose per allontanare dall'obbedienza a Cristo.
Tutte le "chiese" hanno una cosa in comune, non avvicinano le persone a Gesù. Esse lanciano incantesimi per controllare le persone per il loro beneficio. Le persone credono di essere salvate perché appartengono ad una chiesa, pagando la loro quota mentre assistono a delle sedute spiritiche. Adorano in chiesa ma vivono come tutti gli altri. Sono ancora peccatori, perché tutti coloro che appartengono alla chiesa sono peccatori, non sono stati consegnati a Gesù, non si sono mai pentiti del peccato. La chiesa è uno strumento di Satana. Non porta la gente al pentimento dal peccato e ad un vero rapporto con Gesù.
Il corpo di Cristo, la vera Chiesa, non dispone di un orario di servizio stabilito, ma il Suo Spirito dimora in loro, ed è concentrata sul Maestro, sempre in ascolto della voce del Pastore. La vera Chiesa è in costante comunione con il Capo, Gesù Cristo, e ha comunione quotidiana con gli altri membri del corpo di Cristo. Non aspettano una ricorrenza, ma si riuniscono sotto la guida dello Spirito Santo. Non danno la decima alla Chiesa, ma provvedono alle necessità dei fratelli, gli altri membri del corpo, e si prendono cura delle vedove e degli orfani. Si amano con l'amore di Cristo e lo dimostrano attraverso le loro azioni.
Fai parte di una "chiesa" o fai parte del corpo di Cristo?

Non è un peccato appartenere ad una "chiesa"
ma non porta più vicino a Gesù.

Si tratta di una distrazione che può costare l'eternità.

O sei un discepolo di Cristo e parte del suo Corpo
o sei un'ingannato che compiace l'uomo!
http://ultimaepoca.blogspot.com/2010/05/la-vera-chiesa.html

Menphis75 Fans CLUB

http://www.menphis75.com/papa_joseph_ratzinger.htm

Matteo 24:7-terremoti in un luogo dopo l'altro… ipotesi….venerdì 18 settembre 2009 Ipotesi : Rifugio… Accoglienza… buon senso del giusto…

Ciao Angeli… questo articolo fu scritto tempo fa, attinente in questi giorni… buona lettura…

 

venerdì 18 settembre 2009

Ipotesi : Rifugio… Accoglienza… buon senso del giusto…

Salve Carissimi…voglio proporvi un ipotesi… Tempo di catastrofi… La Bibbia dice: che i giorni che precedevano il giorno del passaggio… Matteo 24:7-terremoti in un luogo dopo l'altro… ipotesi…. Terremoti in un luogo…. facciamo finta… che domani un  terremoto colpirà una nazione … Giappone… questo terremoto devasta il 60% del Giappone… in quel momento la macchina dei soccorsi si muove… tutte le nazioni aiuteranno questa Nazione… parte tutto il necessario…. “dopo l'altro” Un nuovo terremoto  a distanza di una settimana colpirà il Messico… /49% del territorio è devastato… Citta del Messico,,, e 30 milioni di Messicani sono senza servizi primari…..Una nuova macchina di aiuti umanitari si muove… dopo un po anche l’Italia viene colpita… dalla Liguria giù fino in Calabria…  Nuova macchina di aiuti umanitari … parte per L’Italia… Dopo un po un Maremoto devasta tutta la costa occidentale Americana…. Milioni di Umani hanno bisogno di aiuto….. Pian piano… tutte le Nazioni avranno guai seri… i militari saranno nelle strade…per mantenere la calma… perchè i governi sanno che non potranno aiutare tutti… non hanno pensato al necessario… comprare più tende … più cibo di scorta… insomma sono lasciati soli al freddo… senza acqua… e ne cibo, dopo tre giorni ….dal  terremoto…

Parlo A Voi carissimi… solo a Voi che avete udito… Voi Amate ciò che è amore… molti in questi giorno vengono allontanati dalla verità… Questo mondo inganna… e ritornano alla schiavitù…perchè non hanno compreso… non fa niente… devono crescere queste persone … si rifaranno in un nuovo tempo…

Un giorno facciamo finta … saremo  colpiti  nelle nostre certezze…casa, lavoro, denaro…  Portiamo con noi solo gli abiti che abbiamo a dosso…   pensate … avrete fame… la sete si farà sentire…ecc…

Coloro che credono a questi eventi…  stanno preparando  IL da farsi… un posto che sia al sicuro… cose essenziali… preparerà in anticipo colui che ha sentito l’avvertimento… crede che i giorni sono corti ormai.

Un Giorno avrete la fortuna e la benedizione di incontrare I Vostri Fratelli umani…che come voi amano i Fratelli dello Spazio… e riusciranno a dare sollievo alla vostra carne… Questi Vostri Fratelli… vi daranno la possibilità di usufruire dei loro BENI  Primari… Cibo… Acqua… Vestiti Puliti… Vado al dunque : Non dobbiamo bramare i loro possedimenti… se lo fai… disonori Te stesso… hai avuto poca Fede ad ascoltare gli avvisi comunicati… e se ora resti pulito… nutrito… e al sicuro dalla folla imbestialita dalla fame… Taci… e renditi utile per quel Fratello… e aiutatevi con amore… Quel fratello è stato attento… ogni oncia di pasta e di acqua… che ti ha donato… già aveva fatto quel gesto d’amore … quando tu dubitavi… il Fratello metteva da parte per te… il cibo e acqua… Più si dubitava … più accumulava amore per voi…

Non guardare se il Tuo Fratello vive in un rifugio migliore del Tuo… non farlo… disonori te stesso  Non essere Geloso … Se non avevi dubbi… potevi renderti utile sia per te stesso che per il Tuo Prossimo… Se un giorno avrai la cattiveria di cacciarlo dal suo rifugio… Tu sarai  lasciato…….

Un Ipotesi…. se accadesse ? Non dovete perdere la Fede… siete cresciuti ormai… conoscete la Verità… noi dobbiamo  liberarci da ogni cattiveria… Se date in quel giorno … riceverete… Niente succede per caso….Ipotesi: Dolbyjack

http://angeliinastronave.blogspot.com/2009/09/ipotesi-rifugio-accoglienza-buon-senso.html

Terremoto Polonia-Magnitude 4.1

Magnitude
M 4.1

Region
POLAND

Date time
2011-03-18 16:33:52.4 UTC

Location
51.52 N ; 16.14 E

Depth
2 km

Distances
34 km NW Legnica (pop 106,033 ; local time 17:33:52.4 2011-03-18)
7 km E Polkowice (pop 21,565 ; local time 17:33:52.4 2011-03-18)

Global view

http://www.new-dimension-software.com/seismology/index.php

I segreti di Science Report Marte (VERSIONE ORIGINALE)

S'è risvegliato il Marsili, vulcano sommerso nel Tirreno: coste a rischio tsunami

S'è risvegliato il Marsili, vulcano sommerso nel Tirreno: coste a rischio tsunami

fonte: SoveratoWeb

L'allarme è lanciato dal prof. Franco Ortolani: "Dobbiamo fare in fretta per essere pronti ad ogni evenienza"

Il Marsili, uno dei vulcani sommersi nel mar Tirreno, s'è risvegliato: è alto il rischio di tsunami in tutto il Tirreno meridionale a causa di possibili eventi franosi lungo i versanti dello stesso vulcano.

L'allarme è lanciato dal prof. Franco Ortolani, ordinario di Geologia e Direttore del Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio, Università di Napoli Federico II. Ma non bisogna lasciarsi prendere dal panico, anzi, "bisogna al più presto organizzare sistemi di difesa dei litorali" http://www.meteoweb.it, con cui collabora. come spiega lo stesso geologo in uno studio approfondito pubblicato sul MeteoPortale del Mediterraneo,

La chiave di tutto sta nelle isole Eolie che potrebbero svolgere il ruolo di "sentinelle" e annunciare con netto anticipo l'arrivo dell'onda di maremoto: "Uno studio che ho avviato spiega Ortolani - dopo il 0maremoto del 30 dicembre 2002 che interessò Stromboli, le isole vicine e la costa compresa tra Milazzo (Sicilia) e Marina di Camerota (Campania), ha evidenziato che, in base ai dati pubblicati (Tsunamis Research Team, Physics Dept - University of Bologna and National Institute of Geophysics and Volcanology (INGV) - Rome) negli ultimi 2000 anni vi sono stati 72 movimenti anomali del mare che hanno interessato le coste italiane. I risultati della ricerca eseguita con la collaborazione di Silvana Pagliuca del CNR, sono stati presentati al Congresso Internazionale di Geologia tenutosi a Firenze nell’agosto 2004. Il più recente maremoto italiano è stato quello che si è innescato poco dopo le ore 13 del giorno 30 dicembre 2002 nell’area di Stromboli, con conseguente inondazione della fascia costiera fino ad altezza di alcuni metri sul livello medio del mare. L’evento anomalo ha determinato seri danni ai manufatti più vicini al mare e ha provocato il ferimento di alcune persone; esso si è avvertito lungo la costa siciliana nella zona di Milazzo e in quella campana nel porto di Marina di Camerota. Il maremoto è stato innescato da una frana sottomarina. E’ evidente che se l’onda anomala del 30 dicembre 2002 si fosse verificata 4-5 mesi prima (o dopo), durante la stagione estiva, i danni lungo le coste frequentate da migliaia di bagnanti, specialmente alle persone, sarebbero stati molto gravi. Gli eventi, elencati nel catalogo dei maremoti italiani riportato sul sito dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, sono stati analizzati per individuarne le cause, ricostruire le aree interessate dai vari movimenti anomali del mare al fine di delimitare le zone costiere a rischio da tsunami e analizzare le disposizioni attuali per prevenire i danni. Un dato preoccupante è rappresentato dalla evidenza che ben 18 tsunami del passato (di diversa importanza) sono avvenuti nei mesi estivi che oggi costituiscono il classico periodo balneare caratterizzato da centinaia di migliaia di persone distribuite lungo le coste e le spiagge. E’ evidente che l’attuale spinta urbanizzazione e frequentazione estiva delle aree costiere renderebbe notevolmente più grave l’impatto di eventi simili a quelli storici. Le aree interessate sono le seguenti: Liguria (14 eventi); Stretto di Messina- Sicilia Orientale-Calabria meridionale tirrenica- Isole Eolie (23 eventi); Adriatico (10 eventi); Golfo di Napoli (10 eventi); Toscana (3 eventi); Sicilia settentrionale (2 eventi); Sicilia meridionale (2 eventi); Calabria settentrionale ionica (1 evento); Lazio (1 evento). La massima altezza che l’acqua marina ha raggiunto invadendo l’area emersa (Runup) è stata valutata tra 6 e 15 m (si ricordi che lo tsunami del 26 dicembre 2004 verificatosi in Indonesia determino runup massimo di alcune decine di metri di altezza)".
"La correlazione - prosegue Ortolani - tra movimenti anomali del mare, eventi sismici, ubicazione delle strutture sismogenetiche ha consentito di individuare le seguenti cause dei maremoti italiani: terremoti generati da strutture sismogenetiche che interessano in parte l’area costiera emersa e sommersa (Calabria, Sicilia orientale, Gargano, Ancona); grandi e rapide frane sottomarine innescate prevalentemente da terremoti ed eruzioni; grandi frane costiere subaeree; accumulo antropogenico di terreno di riporto sul ciglio della scarpata continentale. La ricerca ha evidenziato che il maggior numero di eventi è stato provocato da grandi e rapide frane sottomarine innescate prevalentemente da terremoti avvenuti anche in aree distanti dalla costa. I fenomeni più gravi si sono verificati nel Tirreno Meridionale-Stretto di Messina-Sicilia Orientale. Il maremoto più disastroso, paragonabile per numero di vittime a quello avvenuto il 26 dicembre nel Sud Est Asiatico, nel Golfo del Bengala, è quello che si verificò circa 10 minuti dopo il sisma del 1908 che distrusse Reggio Calabria e Messina provocando decine di migliaia di morti. Lo studio aveva evidenziato fin dal 2005 che il maremoto del 1908 non fu provocato direttamente dal sisma, come si riteneva, ma da una grande frana sottomarina, verificatasi nello Stretto di Messina a sud di Reggio Calabria, che fu innescata dallo scuotimento sismico. Il dato preoccupante che si porge all’attenzione dei cittadini e dei rappresentanti delle istituzioni è che le aree costiere italiane a rischio da tsunami, già individuate con vari studi, ancora non sono tutelate da interventi strutturali preventivi né da attive misure di monitoraggio, di didattica e protezione civile. La ricerca espletata nelle aree più colpite dai maremoti del passato ha messo in luce che se si ripetesse oggi un evento simile durante il periodo balneare si registrerebbero scene drammatiche e luttuose simili a quelle verificatesi nel sud est asiatico durante il disastroso evento del 26 dicembre 2004. Il rischio da tsunami non è nemmeno preso in considerazione nei piani stralcio per la difesa dal rischio idrogeologico. E’ evidente che bisogna recuperare il tempo perso e attivare idonei interventi di prevenzione al fine di preparare le aree costiere e la popolazione ad affrontare il rischio ambientale derivante da potenziali maremoti. Alla luce dei risultati dello studio si evince l’importanza di elaborare linee guida per la valutazione del rischio da onda anomala delle aree costiere e dell’impatto ambientale sulle infrastrutture di notevole rilevanza (aereoporti, porti, centrali elettriche, impianti industriali, strade e ferrovie ecc.). Vanno altresì messi a punto e attivati adeguati sistemi di educazione ambientale (per es. come comportarsi qualora ci si trovi su una spiaggia d’estate e si avverta un terremoto, oppure si noti un improvviso e sensibile abbassamento del livello dell’acqua) monitoraggio marino e costiero ed elaborati i Piani di Protezione Civile Comunali tesi soprattutto a proteggere la popolazione durante il periodo balneare".

"Temo - conclude amaramente il geologo napoletano - che per introdurre le necessarie “precauzioni” per stare più sicuri lungo le coste e le spiagge i rappresentanti delle istituzioni attenderanno il prossimo maremoto: speriamo che non sia disastroso.

Peppe Caridi (meteoweb.it)

http://www.soveratoweb.it/speciale/36.htm

http://eliotroporosa.blogspot.com/2011/03/se-risvegliato-il-marsili-vulcano.html

Bando armi spaziali: nuovo trattato includerà gli extraterrestri?

Bando armi spaziali: nuovo trattato includerà gli extraterrestri?

E' una buona cosa che le battaglie spaziali in "Guerre Stellari" siano accadute molto tempo fa in una Galassia lontana, lontana - perchè nell'ambito di un nuovo Trattato per le armi spaziali, redatto da esperti aerospaziali e militari, sia agli umani che agli alieni sarebbe, allo stesso modo, vietato fare la guerra sopra la Terra. Il Trattato, preparato con cura, invita tutti i Paesi membri delle Nazioni Unite di essere firmatari - e tutte le "culture cosmiche" di divenire parte - di un piano per creare una struttura "che assicurerà e verificherà che lo Spazio sia e rimanga un regno neutrale, dal quale tutte le classi di armamenti spaziali siano banditi per sempre".

Carol Rosin (vedi immagine sopra), una famosa consulente aerospaziale e fondatrice dello "Institute for Security and Cooperation in Outer Space" , è la forza trainante della "Outer Space Security and Development Treaty of 2011" Tra gli articoli elencati nel Trattato, molti fanno chiari riferimenti agli extraterrestri. Il Trattato chiede a tutte le parti firmatarie di: Riconoscere che non siamo soli nell'Universo, che ci sono culture cosmiche, le quali potrebbero essere importanti per la nostra sicurezza e sviluppo e che le nostre politiche nazionali e internazionali debbano riflettere su questa realtà... Riconoscere che dagli inizi delle sperimentazioni delle armi nucleari, i mezzi extraterrestri hanno dimostrato una capacità di bloccare, selettivamente, le comunicazioni e/o la capacità di partecipazione di unità operative, e sono apparsi (missile balistico intercontinentale) su luoghi di diversi paesi, causando guasti non distruttivi di decine di (missili balistici intercontinentali) - portarli fuori stato operativo per giorni...

Il Trattato dello Spazio proposto ha radici che risalgono quasi a 40 anni fa, quando Rosin collaborava con Wernher von Braun (vedi immagine sopra), il "padre della missilistica" e che fu l'ingegnere capo dei giganti missili Saturn V, che hanno spinto gli astronauti americani sulla Luna. Insieme, von Braun e Rosin coordinarono il pluripremiato "It's Your Turn", programma educativo che ha motivato i giovani, le donne e minoranze nei settori della Scienza e della Tecnologia. "Fui invitata alle Fairchild Industries dove mi presentarono a von Braun, il quale volle qualcuno di cui potesse fidarsi nell'invio del messaggio che non ci possano essere armamenti nello Spazio", ha detto Rosin "Lui diceva cose del tipo: dobbiamo mantenere lo Spazio libero dagli armamenti, in modo che possiamo esplorare gli universi per scoprire chi siamo veramente; il che implica che non siamo soli", ha aggiunto.
Il mese scorso il Pentagono ha chiesto, al governo degli Stati Uniti, il rafforzamento della sua capacità di utilizzare i suoi satelliti come armi spaziali. "E' un dominio, come la terra, il mare e l'aria", ha detto il il generale Kevin Chilton (U.S. Strategic Command), che ha aggiunto: "lo Spazio non è solo una comodità. E' diventato un elemento critico in ogni altro dominio (campo di battaglia)".

Il Trattato è stato redatto da Rosin, dal comandante (vedi immagine sopra) in pensione Scott Jones (Navy Intelligence), da Edgar Mitchell (astronauta Apollo e fondatore dell'Institute of Noetic Science), dal comandante della U.S. Navy in pensione Will Miller e da Abe Krieger, ex dell'esecutivo della Boeing Airspace. Jones, uno dei pilastri del trattato e fondatore della "Peace and Emergency Action Coalition for Earth" , ha avuto diversi incarichi al Pentagono durante i suoi 30 anni di carriera navale, tra cui i servizi segreti. E' stata sua l'idea di includere gli extraterrestri nel testo del Trattato. "Abbiamo ritenuto che non solo era opportuno, ma era tempestivo e assolutamente necessario nel caso in cui il Trattato venga implementato e verificato", ha detto Jones, "le culture extraterrestri sono quelle che sono davvero intenzionate a mantenere ciò in modo onesto, perchè ne hanno le capacità".
Ma, aspettate un minuto. Sta dicendo che ci sono prove effettive di visite ET sulla Terra? E cita come esempio episodi in cui gli UFO sono stati visti sopra siti di missili nucleari. "Penso che sia la prova più potente di contatto con gli equipaggi degli UFO, i quali hanno mandato una sorta di messaggio agli Stati Uniti: se pensate di lanciare un missile per un nuovo combattimento, vi diamo un indizio importante che ciò non potrà mai accadere. E questo è il mio personale pensiero".
Jones è un forte sostenitore pe l'uso pacifico dello spazio esterno, nonchè della totale divulgazione delle prove UFO/ET.
"Dato che credo sinceramente che la divulgazione sia in corso - non in senso formale - ma a causa di cose come un gran numero di avvistamenti di UFO, il rilascio di documenti nel Regno Unito, Francia, Argentina, Nuova Zelanda, chiaramente, questi Paesi, unilateralmente o collettivamente, hanno preso una decisione, ossia quella di iniziare un discorso su questo tema".

Un altro co-scrittore del Trattato, Miller (vedi immagine sopra), che ha passato 30 anni in posizioni militari e civili, concorda sul fatto che "la militarizzazione dello Spazio si estenda e dimostri i tratti peggiori dell'umanità ad altre culture cosmiche".
Nelle sue dichiarazioni, egli cita il classico film di fantascienza del 1951 "Ultimatum alla Terra", in cui un alieno atterra a Washington D.C. e annuncia che la gente della Terra deve vivere assieme in pace oppure essere distrutta se continuasse ad aggredirli nello Spazio. Miller all'inizio era reticente ad includere gli extraterrestri nel Trattato contro gli armamenti ubicati nello Spazio. "Ho avuto all'inizio qualche perplessità ad aggiungere ciò, ma io sono della ferma convinzione che non siamo soli e che dobbiamo considerare che noi siamo solo una delle tante entità senzienti nell'Universo. Ignorare questo fatto è qualcosa che facciamo a nostro rischio e al pericolo, in certa misura, di altre entità la fuori".

Edgar MItchell (vedi immagine sopra), altro co-scrittore del Trattato, ha dichiarato che "per me è solo questione di elementi di prova, e le prove, per quanto mi riguarda, sono travolgenti". Rosin ha introdotto il Trattato contro gli armamenti spaziali nel corso di un recente Congresso Internazionale di Ufologia che si è tenuto in Arizona. Rosin ha dichiarato che non c'è bisogno di molti firmatari per portare ciò alle Nazioni Unite. "Abbiamo bisogno di solo nove leaders di Stato che firmino e ratifichino il Trattato, per mandarlo poi al Segretario Generale dell'ONU, che è il depositario d'ufficio del Trattato stesso. Da quel momento in poi, tutti gli altri Paesi che in seguito vogliano aderire lo possono fare tranquillamente, ma il fatto più importante è che abbiamo bisogno solo di nove Paesi".
Traduzione, adattamento e sintesi a cura del Centro Ufologico Ionico
Fonte:
Vedi:

http://altrogiornale.org/news.php?extend.6797

"La verità non è sempre bella.. ma la fame di verità sì".

"La verità non è sempre bella.. ma la fame di verità sì".
> Nadine Gordimer - (Premio Nobel Per la letteratura 1991)
http://www.menphis75.com/libri_online.htm

> 21 DICEMBRE 2012 - DIALOGO CON IL RETTILE - VERS. LUNGA 20 MIN.
http://dailymotion.virgilio.it/video/x9xgpj_21-dicembre-2012-dialogo-con-il-ret_news
"Un video sulla fine del Mondo in un armadio blindato della CNN. La CNN ha preparato da tempo un video da trasmettere in caso di fine mondo. " IL VIDEO DELL' APOCALISSE " è un'idea di Ted Turner, il fondatore del network. Il nastro dell'Apocalisse sarebbe conservato in un armadio blindato pronto ad essere usato non appena se ne dovesse presentare l'occasione:" Assomiglia ai filmati che alcune TV usano per congedarsi la sera, dai telespettatori! - Lo  ha rivelato un tecnico che ha visto il video - solo che per la CNN, che non interrompe mai le trasmissioni, questo sarebbe un congedo definitivo".
http://www.menphis75.com/nibiru.htm
http://www.menphis75.com/hercolubus.htm
http://www.menphis75.com/decimo_pianeta.htm
http://www.menphis75.com/verso_il_2012.htm
http://www.menphis75.com/archivio_emergenza_pianeta.htm
http://www.menphis75.com/abduction_apocalisse_2012.htm
http://www.menphis75.com/appello_agli_abitanti_della_terra.htm

MACCHINE SPAZIALI ATTORNO LA TERRA >

http://www.menphis75.com/macchine_spaziali.htm
http://www.menphis75.com/macchine_spaziali2.htm
http://www.menphis75.com/macchine_spaziali3.htm
http://www.menphis75.com/macchine_spaziali4.htm
http://www.menphis75.com/macchine_spaziali5.htm
http://www.menphis75.com/macchine_spaziali6.htm
http://www.menphis75.com/macchine_spaziali7.htm
http://www.menphis75.com/macchine_spaziali8.htm
"Una volta raggiunta la massa critica, di 64.000 risvegliati, ci vorranno circa 10 ore affinche’ tutta l’umanita’ si trasformi nella quarta dimensione. Questo cambiamento avverra’ per mezzo della legge fisica dei simili e di risonanza e sara’ eseguito in modo quantico dolce, sereno, gioioso e festoso. Cosa fare? Mettere in circolo nel pianeta una vibrazione di pensiero per contagiare milioni di persone".
> La fisica e gli esperimenti hanno quantificato quanta energia collettiva occorrerebbe per cambiare la coscienza collettiva mondiale.La percentuale dell’uno per cento (la radice quadrata dell’ 1% ) della popolazione, cioè in una città di un milione di persone negative e paurose ne basterebbero 100 positive e coraggiose.. Quindi se la popolazione mondiale è formata da 6 miliardi 800.000 individui, ne servono 68.000 per raggiungere la massa critica.Ovviamente più si è e meglio è. Attraverso una canalizzazione ci sono giunte queste credibili informazioni.
http://www.menphis75.com/egregore.htm
http://www.menphis75.com/progetto_maha.htm
http://www.menphis75.net/global_consciousness_project.htm

Eccezionale avvistamento UFO in provincia di Caserta

Eccezionale avvistamento UFO in provincia di Caserta

9:41 || 17 marzo, 2011 in Società

Il Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano (CUBMGC) rende note le immagini di un disco volante, fotografato a fianco di un aereo, che si ritengono reali. E’ accaduto che in una splendida giornata di sole, con il cielo sgombro da nuvole, mentre il sig. Golini Alessandro era in volo alla guida del suo aeroplano ultraleggero Maefin Top Fan a circa 2.000 piedi di quota sopra Piedimonte Matese (Caserta) è stato affiancato a sua insaputa da un vero e proprio ovni.

Sul momento non si avvedeva assolutamente di nulla. Intanto dal campo base Matese Flair nel territorio di Alife coordinate 41°, 19 primi, 54 secondi nord e 14°, 21 primi, 58 secondi est, il suo amico Di Muccio Pasquale ugualmente aviatore ed appassionato di volo, come spesso si usa in questi casi, gli stava scattando delle foto con una fotocamera FUJIFILM 10 mega pixels zoom 18 x.
Al momento poi di scaricare le immagini sul computer, i due si avvedevano che in una di esse, alla sinistra leggermente in alto rispetto al velivolo, si palesava uno strano ovni. I due in un primo momento pensavano che potesse trattarsi di un grosso volatile o comunque di qualcosa di convenzionale, addirittura un’impurità attaccata all’obiettivo della fotocamera. Ma perchè al momento dello scatto non era stato notato nulla? Questa anomalia è assente nelle foto precedenti e successive scattate in quella stessa occasione.

Ingrandendo l’immagine della “foto incriminata” rimanevano letteralmente allibiti. Infatti l’oggetto volante non identificato, per così dire si identificava. Si trattava di quello che sembra un vero e proprio disco volante di colore grigio scuro. Al fine di avere la conferma di quanto osservavano davvero difficile da razionalizzare, contattavano il dr. Angelo Carannante Presidente del Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano trasmettendogli immediatamente la foto, che a sua volta provvedeva a girare a Silvestri Carmine esperto in immagini del CUBMGC. I due protagonisti di questa storia sono intervenuti ad una riunione del Centro Ufologico di Benevento per raccontare la loro esperienza e sono persone serie e degne di ogni alta considerazione. Le analisi confermavano quanto fino a quel momento tutto sommato si vedeva abbastanza chiaramente.

Lo strano oggetto involontariamente immortalato sembra a tutti gli effetti nientedimeno che un vero e proprio disco volante, come tra l’altro confermato da foto molto simili presenti nella casistica ufologica. Un ovni in piena regola. Sul sito del CUBMGC www.centroufologicobenevento.wordpress.com al più presto possibile si potrà vedere un’analisi completa della foto e comparazioni con un altro caso simile verificatosi a Venezia. In conclusione si può affermare che interpretazioni diverse da quella dal centro ufologico sannita, sono piuttosto improbabili, ma non per questo impossibili. Il caso va ad arricchire la ricca casistica del giovane centro di Benevento sugli oggetti volanti non identificati e soprattutto conferma che la zona del Matese dal punto di vista ufologico è particolarmente fertile di avvistamenti.

Infatti, diversi mesi or sono, non molto lontano da Piedimonte Matese è stato avvistato da diverse persone un disco volante apparso per pochi secondi a pochi metri da terra generando paura negli sbigottiti astanti. Uno dei testimoni riusciva a fotografare l’ovni. Purtroppo, il file della foto memorizzata sul suo iPhone è andato perso. Ma hanno assicurato che era un vero e proprio spettacolo.

http://www.megamodo.com/201193960-eccezionale-avvistamento-ufo-in-provincia-di-caserta/comment-page-1/

親愛なる兄弟、日本が強くなる...あなたは、偉大な人は...

 

 

ai

自分の手を差し伸べる...あなたのための1つ別の、祈るためにしてください日本語で親愛なる兄弟、..私はイタリアであなたを保持することができれば...私はいつもあなたをサポートする10人を... 5月クリエーターが...私は私の心の中を保持する...愛をこめてDolbyjack

California: preoccupa centrale nucleare costruita su faglia,San Onofre,Golden State,

 

a cura di Redazione MeteoWeb
13.03.2011 ore 19:38



 

Preoccupa negli Stati Uniti la centrale nucleare di San Onofre, concepita decenni fa e costruita all’inizio degli anni Ottanta accanto ad una faglia: e’ una delle due centrali nucleari della California, l’area con maggiori rischi sismici di tutti gli Usa.
E, senza citare nessun caso preciso, il senatore indipendente del Connecticut, Joe Lieberman, e’ sceso in campo chiedendo oggi una moratoria nella costruzione delle centrali nucleari dopo il dramma giapponese. Negli Stati Uniti le centrali sono 104 complessivamente, 23 delle quali di concezione simile a quella nipponica di Fukushima. Gli Usa non hanno al momento preso misure come in Germania dove la cancelliera Angela Merkel ha chiesto una serie di controlli o in Gran Bretagna, dove il ministro dell’energia Chris Huhne ha chiesto di studiare da vicino la crisi in Giappone ’’per imparare la lezione’’ e applicarla nelle centrali britanniche. Il sito di San Onofre, che ospita due reattori, e’ stato costruito a meno di 10 chilometri da una faglia ed e’ concepito per resistere a terremoti di una magnitudo 7 (al massimo) sulla scala Richter (quello giapponese ha raggiunto magnitudo 9). La centrale si trova non lontano dal mare, a meta’ strada tra Los Angeles e San Diego e fornisce elettricita’ a circa 1,4 milioni di persone nel sud della California. E’ quella che inquieta di piu’ gli ecologisti locali, anche se la societa’ che la gestisce, la Southern California Edison, la considera sicura. Un portavoce della Sce ricorda che San Onofre e’ in grado di resistere ad uno tsunami con onde di 10 metri circa, piu’ di quanto le simulazioni prevedano nella peggiore delle ipotesi (poco piu’ di otto metri).
Dopo il terremoto giapponese, la centrale era stata messa immediatamente sotto stretta sorveglianza, nel timore di uno tsunami che poi per fortuna non si e’ concretizzato. Secondo il portavoce, Gil Alexander, una resistenza a un sisma di magnitudo 7 e’ sufficiente. Alla stampa locale Alexander ha spiegato che al momento dell’ideazione di San Onofre, ’’le analisi avevano stabilito che la faglia piu’ vicina, situata a 5 miglia dalla centrale, potrebbe produrre un terremoto di magnitudo 7 al massimo’’. Inoltre in caso di sisma i due reattori si spegnerebbero automaticamente. L’altra centrale nucleare del Golden State si trova a Diablo Canyon, non lontano da San Luis Obispo, in California centrale, circa a meta’ strada tra San Francisco e Los Angeles, anch’essa in un’area a rischio terremoti.
Una terza centrale e’ allo studio nella valle centrale dello Stato, non lontano da Fresno, ma non e’ detto a questo punto che si faccia nei tempi previsti. Negli Stati Uniti comunque, non e’ solo la California a preoccupare. Ci sono timori in Pennsylvania e nel Delaware, dove le centrali sono numerose e dove e’ sempre presente nelle memorie l’incidente a Three Miles Island, nei pressi di Harrisburg, nel 1979. A causa di un errore umano, si verifico’ la fusione parziale del nocciolo del reattore, con la fuoriuscita di radiazioni. Viene considerato infine a rischio sisma anche lo Stato di New York, dove le centrali in funzione sono cinque, e in modo particolare l’Arkansas, colpito in passato da un terremoto di magnitudo 8, e che possiede una grossa centrale nucleare a Russelville, nei pressi di London, risalente agli anni Settanta.
di Emanuele Riccardi - Ansa

http://www.meteoweb.it/cgi/intranet.pl?_tit=California:%20preoccupa%20centrale%20nucleare%20costruita%20su%20faglia&_cgifunction=form&_layout=sezioni&keyval=sezioni.sezioni_id%3D8060

Terremoto Region GULF OF CALIFORNIA Magnitude 4.5…

Magnitude
M 4.5

Region
GULF OF CALIFORNIA

Date time
2011-03-18 01:44:12.0 UTC

Location
25.41 N ; 109.71 W

Depth
10 km

Distances
83 km SW Los mochis (pop 214,601 ; local time 18:44:12.6 2011-03-17)
78 km SW Ahome (pop 10,806 ; local time 18:44:12.6 2011-03-17)
70 km W Topolobampo (pop 7,580 ; local time 18:44:12.6 2011-03-17)

Global view

http://www.new-dimension-software.com/seismology/index.php

Stranezze nel Terremoto del Giappone

Stranezze nel Terremoto del Giappone

Frankpro

Mentre qualcuno sta tentando di pisciare sul sole con l'intento di spegnerlo, ancora si dibatte sulla “sicurezza nucleare”, quando risulta ormai chiaro che il massimo che si può fare per arginare una fusione in atto è gettarci sopra dell'acqua.

Parlando di stranezze, cominciamo col dire che di cose strane se ne sono notate molte già in partenza. Una stranezza riguarda il fatto che si siano costruite delle centrali nucleari proprio davanti al mare.
Sarà pure romantico per qualche coppia di tecnici innamorati nell'ora di pranzo, ma lo è un pò meno allorchè si presenti un maremoto. E qui di maremoti ce ne sono di frequente: oserei dire più maremoti che tecnici nucleari innamorati.
Rainer Kind, sismologo del centro per le ricerche geologiche di Potsdam, con cui siamo stati in contatto in questi giorni, ci ha spiegato quanto segue, facendo il raffronto tra il sisma di Sumatra e quello del Giappone.

A Sumatra la rottura si distribuì equamente su una zona di un migliaio di chilometri nel corso di una decina di minuti, e le scosse di assestamento si distribuirono poi sulla stessa area dell'evento iniziale. In quella occasione  non ebbe luogo alcun precursore sismico.

Nell'evento del Giappone invece la rottura iniziale di Honsu non si è propagata di molto nei primi 90 secondi. Dopodiché la stessa è andata propagandosi per circa un minuto in direzione sud, fino a ben 100 km dal punto iniziale. L'area delle scosse di assestamento in Giappone è stata molto più estesa rispetto all'area di partenza del sisma. In particolare, come detto, in direzione sud.

Inoltre l'evento nipponico ha fatto registrare rispetto a Sumatra un forte precursore,identificato dopo  lo stesso evento, ha tenuto a precisare il sismologo.

Nell'ambito delle particolarità segnaliamo un fatto che ha richiamato alla mente le teorie del Bendandi; il giorno precedente il sisma dell'11 marzo ha avuto luogo il primo grande brillamento solare di classe X dopo anni di 'latenza.'

E il brillamento ha portato una immissione di massa coronale nello spazio tra terra e sole, influendo sul campo elettromagnetico del pianeta.

Qualcuno ci saprà dire, un domani, se un evento del genere possa influire sugli equilibri geologici, oppure se ciascuno di questi fenomeni fisici debba essere necessariamente interpretato solo nell'ambito del ramo scientifico cui fa capo.

Altro elemento da segnalare è un articolo ricomparso in rete proprio in questi giorni, in cui si afferma che:
“Nel 1974 il Dottor Matsushita, scienziato delNational Center of Atmosferic Research,scoprì che dopo i test nucleari effettuati per fini scientifici e militari la ionosfera e il campo magnetico terrestre venivano disturbati per un periodo da dieci giorni a due settimane, portando addirittura ad oscillazioni dei poli terrestri.”

Ed in effetti il giorno precedente il grande terremoto giapponese ha avuto luogo un lancio, da parte del Pakistan, di un missile nucleare a corto raggio chiamato Hataf-2. Un missile che potrebbe aver fatto da innesco all'evento di cui sopra.

Per chiudere la carrellata citiamo un articolo redatto dal canalizzato Matthew Ward. In brevissima sintesi secondo Ward il vertice degli Illuminati avrebbe tentato di segar via l'intero Giappone, ma le entità che ci proteggono nella Galassia gli avrebbero “soffiato sulle miccette” al momento giusto, impedendogli così di realizzare i loro propositi.

Mentre sulla costa occidentale degli Stati Uniti è cominciata la caccia allo ioduro di potassio, sembra evidente che - pure a livello collettivo - continuiamo a camminare sulla spiacevole “linea di minima resistenza*”. In altre parole: finchè non ci s'incendia casa, non vale la pena di spegnere il gas.

* è il riferimento al post: “Tre Domande Strane”

Post correlati: Terremoti: Giuliani il Bendandi del 2000?

http://www.anticorpi.info/2011/03/stranezze-nel-terremoto-del-giappone.html

Terremoti in Italia…

VENIAMO SULLA TERRA…

VENIAMO SULLA TERRA…

Veniamo sulla Terra per realizzare delle opere; per essere caritatevoli, per affrontare la paura e i dubbi che corrodono l’anima; per controllare il nostro corpo e la nostra mente di fronte alla sensualità, all’odio malsano, al rozzo materialismo, alla vita inattiva e alla pigrizia.

E innanzitutto, per vincere l’orgoglio, l’intolleranza e la rigidità; per diluire “l’Io”.
Veniamo sulla Terra per imparare a vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo; ma in ogni caso impariamo sempre ad allontanare l’ignoranza.

Tratto da La Profezia della Curandera di Hernan H. Mamani

http://eliotroporosa.blogspot.com/2011/03/veniamo-sulla-terra.html

La teoria: un legame con il terremoto di Sumatra 2004 - Video - Repubblica Tv - la Repubblica.it

FONTE:La teoria: un legame con il terremoto di Sumatra 2004 - Video - Repubblica Tv - la Repubblica.it

giovedì 17 marzo 2011

Geologo statunitense prevede forte terremoto per il 19 marzo nel Nord America

tratto da: climatrix.org
Fonte: Express-news *

Jim Berkland prevede un forte terremoto tra il 19 marzo e il 26 marzo in Nord America.
A pochi giorni della manifestazione tellurica di Sendai, il geologo Jim Berkland, ora in pensione, ha lanciato un avvertimento circa la possibilità che un altro terremoto di forte intensità potrebbe verificarsi, in particolare in California, il giorno 19 marzo. Berkland ha una notevole fama riguardo la previsione dei terremoti, infatti, fu lui a prevedere il terremoto di Loma Prieta del 17 ottobre 1989, comunemente conosciuta come la ” World Series Terremoto “, e grazie alle sue previsioni molti residenti di San Francisco, che altrimenti sarebbero periti, trovarono rifugio nel Parco stadio Candlestick, al momento del sisma. (Per tale motivo, solo 67 persone persero la vita, nonostante i 6 miliardi di dollari di danni). Berkland aveva avvertito che un tale evento si sarebbe verificato alcuni giorni prima.

Dall”Anello di Fuoco ( è una zona caratterizzata da frequenti terremoti ed eruzioni vulcaniche, estesa per circa 40.000 km tutto intorno all’oceano Pacifico, con una forma che ricorda quindi grossolanamente un anello), sono già scaturiti quattro terremoti dall’anno scorso ad oggi, Haiti, Cile, Nuova Zelanda e, infine, l’evento Sendai.
Nella convinzione che tali eventi seguono un modello, Berkland ritiene che la faglia di San Andreas potrebbe essere la prossima candidata. Inoltre anche Jim Berkland, come altri, sostiene che ci sia una concausa di eventi tra cui l’influenza della gravità lunare in aumento proprio per il giorno 19, l’equinozio di primavera. Il comportamento “strano” di molti animali, con spiaggiamenti di cetacei, moria di sardine e via di seguito, sarebbe conseguenza dello stress in tutta la crosta terrestre che altera i campi elettrici locali. Lo sfregamento nella crosta terrestre, tra masse di granito,quarzo, ecc, produce attività piezoelettrica, così aumenta enormemente la tensione in alcune aree, mentre diminuisce in altre.
Walt Brown del Center for Scientific Creazionismo accetta la maggior parte delle argomentazioni di Berkland, con questa differenza fondamentale: non si dovrebbe limitare il rischio terremoto per la faglia di San Andreas, potrebbe accadere anche nella faglia di New Madrid o in qualsiasi altra parte dell’anello di fuoco nel pacifico.
Brown è inoltre pienamente d’accordo con il ragionamento Berkland riguardo alla luna piena e alle maree equinoziali. Per quanto riguarda il comportamento degli animali aberranti, Berkland suggerisce un’alterazione del campo magnetico terrestre.

Terremoto Giappone oggi, un professore salva la sua classe

GIAPPONE PROFESSORE SALVA ALUNNI / ROMA –Robert Bailey, insegnante d’inglese in un plesso scolastico di Ofunato, Nord-Est del Giappone, venerdì 11 marzo si è trasformato in un eroe. Come ogni mattina si reca presso la sua classe di 42 alunni, mentre fuori il mare ondeggia irrequieto e il cielo sembra sempre più basso. Alle 2,46 la terra tremacon una potenza infernale, gli altoparlanti urlano di scappare e il panico dilaga. Gli studenti sono terrorizzati e restano paralizzati. Bailey si fa forza, guarda i suoi ragazzi e capisce che non può fuggire ma deve aiutarli: li incita a seguirlo e corrono insieme verso il campo da baseball in cima alla collina, trascinandoli in alto e in salvo. Alle 2,54 il mare esplode e inizia a divorare Ofunto e i suoi abitanti. Passano un giorno e una notte prima che il professore decida di scendere di scendere a valle. Queste le sue parole:“Uno spettacolo tremendo e irresistibile. Se non fosse una parola oggi impronunciabile, direi: affascinante. Ero ipnotizzato. Speravo solo che il fango non arrivasse quassù. Il mare si portava via le case facendo volare le macchine sopra i tetti. Quando tutto si è fermato, il villaggio era scomparso”.

 

http://www.notizieitaliane.it/2011/03/17/terremoto-giappone-oggi-un-professore-salva-la-sua-classe/

RIVERSATI 73MILA LITRI DI ACQUA Canada, guasto a centrale nucleare Contaminato il lago Ontario Misurate tracce di trizio in quantità inferiori alla soglia considerata un pericolosa per la salute delle persone

(dal web)

 

News Stefano!

(dal web)

TORONTO - La centrale nucleare di Pickering a 25 chilometri dalla città canadese di Toronto ha riversato nel Lago Ontario 73mila litri di acqua contaminata. Lo ha reso noto la società che gestisce l'impianto, la Ontario Power Generation, dopo averne informato le autorità competenti. Mercoledì l'acqua contaminata è stata «non intenzionalmente» riversata nel lago. Sono state misurate tracce di trizio nell'acqua, ma in quantità molto inferiori alla soglia considerata pericolosa per la salute delle persone. «Dal punto di vista normativo, è un evento di importanza molto bassa. Non vi è alcun impatto sull'acqua potabile», ha spiegato la Ontario Power, assicurando che il malfunzionamento al sistema di scarico è stato nel frattempo risolto.

LA GUARNIZIONE - La centrale nucleare di Pickering, una delle cinque in Canada, è situata a 25 chilometri da Toronto, la città più popolosa del Paese con 2,6 milioni di abitanti. La fuga di materiale radioattivo, provocato da un difetto nella guarnizione della pompa, è stata fermata non appena individuata . «Da un punto di vista normativo, si tratta di un evento a un livello (di pericolosità) molto basso: non c'è alcuna consequenza sulla qualità dell'acqua potabilità», ha detto la società.

Redazione online
17 marzo 2011

http://www.corriere.it/esteri/11_marzo_17/ontario-fuga-acqua-radioattiva_5a8a6f2a-509a-11e0-9bca-0ee66c45c808.shtml

PERCHE' ci dicono come difenderci dagli alieni? E PERCHE' dovremmo difenderci dagli alieni?


UFOalieni, oggetti volanti non identificati: gli abbiamo dato molti nomi e Hollywood ha pensato a fornire loro diversi aspetti, quasi tutti mostruosi.
Le creature di altri mondi hanno infatti occupato una buona parte della produzione cinematografica mondiale in generale e americana in particolare: grazie a questa ricca documentazione, oggi disponiamo di un bel dossier immaginario nel quale andare a pescare soluzioni per sconfiggere gli alieni che, in qualunque forma e con qualunque intenzione, dovessero approdare sulla Terra.

[I FILM PEGGIORI DEL 2010]

Vediamo insieme la classifica dei 10 modi per liberarsi (più o meno facilmente) di un'invasione aliena. Attenzione, in ognuna di queste posizioni sono contenuti grossispoiler sul finale dei film in questione. Noi vi abbiamo avvertito!

10. Indipendence Day (1996)
Le classiche astronavi aliene si posizionano sopra le più grandi città della Terra ed aprono il fuoco: distrutte New York e Los Angeles, rasa al suolo la Casa Bianca.
Come hanno fatto i nostri eroi a sbarazzarsi della minaccia extraterrestre? Infettando i computer delle astronavi aliene con un virus che le priva dei loro impenetrabili scudi difensivi.
La soluzione ci sembra un pò semplicistica, ma forse nel 1996 ancora non erano stati inventati i firewall...



09. Mars Attacks! (1996)
Una risata vi ucciderà, come gli alieni arrivati da Marte, nonostante i tentativi di mediazione del presidente USA, uccidono lui.
In questo caso ad aiutare il mondo è un ragazzo del Kansas, che mentre salva la sua amata nonnina dalle grinfie dei marziani scopre il loro punto debole: i forti suoni a bassa frequenza. L'invasione marziana viene debellata con musica country a tutto volume dagli altoparlanti dell'esercito.
Pronti con la vostra playlist per spazzare via un'altra eventuale invasioni di alieni sensibili d'orecchie?

08. La Cosa (1982)
In questo caso l'alieno è mostruoso e conosce un bel trucco: si sostituisce a qualunque forma di vita rendendola a sua volta mostruosa e ovviamente assassina.
Per fortuna, i cruenti fatti sono per il momento circoscritti ad una base militare in Antartide: per sconfiggere il cattivissimo alieno, i nostri eroi non possono far altro che far saltare in aria la base stessa e condannarsi alla morte per congelamento.
Questo metodo autolesionistico possiamo depennarlo a priori!

07. Ultimatum alla Terra (2008)Qui le cose si fanno molto più serie e la storia invita alla riflessione: l'alieno Klaatu giunge sulla Terra con intenzioni pacifiche, ma accompagnato da GORT che invece è propenso ai metodi distruttivi.
Klaatu accusa gli esseri umani di uccidere il Pianeta che li ospita e li minaccia di sterminare l'intero genere umano se questo continuo omicidio non avrà fine.
Alla fine, si fa convincere da una donna e da suo figlio che nel genere umano c'è ancora qualcosa da salvare e se ne va con GORT al seguito.
Niente soluzione definitiva: potrebbe sempre tornare e stavolta sarebbero guai.



06. Incontri ravvicinati del terzo tipo (1977)Questi alieni non sembrano molto spaventosi, anzi hanno anche un buon orecchio musicale. La soluzione per andare d'accordo con loro sembra fornire cavie umane di tanto in tanto perchè passino anni felici nelle loro astronavi, senza invecchiare.
Ci sembra un buon compromesso!

05. Predator (1987)
In questo caso la soluzione per sfuggire al terribile e malvagio alieno, atterrato in una giungla dell'America Centrale esclusivamente per massacrare esseri umani, è semplicissima: basta assumere Arnold Schwarzenegger, che dopo una lunga e sfibrante lotta fisica e strategica con il mostro, riesce a farlo esplodere e a mettersi in salvo.
Speriamo che gli anni da Governatore non l'abbiano fiaccato e che all'evenienza il buon Schwarzy ricordi almeno i fondamentali...

04. Cloverfield (2008)
Questo film non lascia spazio a grandi suggerimenti, considerando che nessuno ha ancora ben capito come è finito e se ci sarà un sequel (il web parla del 2014, staremo a vedere!). La chiave di volta dell'intera situazione, nella quale come sempre New York è attaccata da un mostro non meglio specificato che sembra a tratti Godzilla, è la ripresa con una piccola telecamera da parte di un gruppo di amici e in particolare di due, Rob e Beth, che si confessano il loro amore poco prima di.... salvarsi? Morire? Non ne siamo certi, quindi aspettiamo il sequel per farvi sapere se è il caso di adottare la tecnica del docu-film per scoraggiare il mostro.



03. District 9 (2009)
Facile avere a che fare con questo tipo di alieni: sono mezzi morti e indifesi, e i generosi esseri umani li lasciano a marcire in una specie di ghetto di periferia.
Quando gli alieni si ribellano e l'esercito è costretto a sedare la rivolta, un soldato si infetta con materia aliena e inizia a trasformarsi in 'gamberone', per usare il termine dispregiativo con cui nel film la minoranza aliena viene chiamata. Insomma, l'essere umano combina dei gran casini, gli alieni scappano da soli appena possono.

02. La Guerra dei Mondi (2005)
Nella versione del 2005 Tom Cruise cerca di salvare se stesso e la sua famiglia dall'aggressione di alieni tradizionali: distruttivi e super tecnologici.
Non al punto però di aver inventato le maschere antigas: sono i germi e i batteri della nostra atmosfera ad ucciderli. Un tentativo con armi batteriologiche 'bianche' va sempre fatto, tanto per sicurezza.

01. Men in Black (1997)
Qui gli alieni fanno parte della vita quotidiana, ma non tutti ne sono a conoscenza. La salvezza del mondo dipende da agenti segreti del MIB, che giorno per giorno sconfiggono le minacce peggiori che provengono dal resto dell'Universo. Il suggerimento di questo film dunque è di ampio respiro: addestrate un intero corpo di servizi segreti a gestire e combattere gli alieni, e in qualche modo il pianeta Terra la farà sempre franca.



Siamo arrivati in cima alla nostra classifica, ma ancora non abbiamo finito con le invasioni aliene. Sta sbancando i botteghini americani e arriverà in Italia il 22 aprile 'World invasion: Battle Los Angeles', dove una flotta di alieni cattivissimi, che già avevano dato un'occhiata al nostro pianeta nel 1942, tornano decisi a cancellarci dall'Universo. Augurandoci che ci sia un lieto fine, siamo pronti a prendere appunti!
Articolo di Francesca Di Belardino