Alert - Nibiru is coming

Il Pensiero di Angeli in Astronave

Angeli in Astronave è distaccato da tutti coloro che professano amore…e in realtà guadagnano con la sapienza che non gli appartiene… ribadisco …nomi altisonanti … artefatti di strani effetti speciali …visivi o non… strumentalizzare… gruppi di appartenenza…donazioni … plagio… bugie da effetto… mancanza di umiltà… falsi nel pubblico…violenti nelle mura domestiche… guru e maestri …diffidate da ogni cosa artefatta… l’Amore unisce in semplicità…non ha bisogno di una carta scritta…la Verità non si vende ne si compra…fatene tesoro… Dolbyjack!

"Con riferimento al Decreto legislativo 9 aprile 2003, n.70 che si occupa di Attuazione della direttiva 2000/31/CE. Facendo anche riferimento al libro verde sulla tutela dei minori e della dignità umana nei servizi audiovisivi e di informazione COM (96) 483, il presente sito web: (Angeli in Astronave) è fruibile a soli Maggiorenni e pertanto proibito a tutti coloro che siano sofferenti psichici o vulnerabili ad informazioni di questo tipo e quindi influenzabili dal punto di vista psicologico.”

Buona Navigazione Cari Angeli, Namasté..

Video Discosure-Nibiru e Mauro Biglino

Riflessioni

La dottrina e pratica più blasfema della Chiesa Cattolica è quella della transustanziazione e del sacrificio della messa. La transustanziazione (fatta dogma dal concilio Lateranense IV nel 1215, elaborata in seguito da Tommaso d'Aquino e sancita definitivamente dal Concilio di Trento) insegna che: il pane e il vino, al momento della consacrazione vengono dal sacerdote cambiati nel corpo e nel sangue di Gesù Cristo (ogni giorno quindi vengono all'esistenza migliaia e migliaia di nuovi Gesù). La Scrittura insegna che nella cena c'è solo la presenza spirituale di Gesù (Luca 22:19-20; Giovanni 6:63; 1 Corinzi 11:26). Inoltre, nell'adorazione dell'ostia, la Chiesa di Roma adora un dio fatto dalle mani di uomini. Questo è il colmo dell'idolatria, ed è completamente contrario allo spirito del Vangelo che richiede di adorare Dio in spirito e verità (Giovanni 4:23-24). Carlo Fumagalli ex prete ed antropologo

Rasoio di Ockam suggerisce che: "tra varie spiegazioni possibili di una data osservazione, quella più semplice ha maggiori possibilità di essere vera".

DA QUANDO E' DIVENTATO REATO AVER CARA LA VITA?

"Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa".

Disclose.tv - ANONYMOUS MESSAGE TO NASA ABOUT ETS
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/104638/ANONYMOUS_MESSAGE_TO_NASA_ABOUT_ETS/ Agenzia spaziale più importante del mondo, ti abbiamo osservato e ascoltato per molto tempo, siamo contrariati dalle tue costanti smentite e insabbiamenti, sappiamo tutti i tuoi piccoli e sporchi segreti e i trucchetti che usi. Sappiamo come hai falsato tutte le immagini della superfce dei pianeti e dei satelliti che li circondano, sappiamo come hai falsato e nascosto la verità al mondo. Ora abbiamo abbastanza filmati immagini e informazioni che tu non hai. Saremo capaci di mostrare la verità e lo faremo presto, pensi che stiamo bleffando? allora ascolta, la complessità della loro abilità è incomprensibile[...]l'ormeggio dei loro veicoli sembra molto NASA(non diciamo di più) è per i tuoi trucchi?Sappiamo anche come hai rilasciato strani fotogrammi che mostrano dischi che visitano e poi lasciano la terra e hai consigliato agli astronauti di menzionare volta per volta gli ufo, questo è per far credere che sai molto poco di quello che stà accadendo (mentre altri pensano di aver trovato la verità) ma in realtà la verità è così incomprensibilmente vasta e così semplice che sfugge anche ai migliori dispositivi e menti. Ora, sai che facciamo sul serio. Ora ci rivolgiamo a tutti i cittadini del mondo, le entità extradimensionali non sono malvagie come vogliono farvi credere, al contrario, hanno creato il nostro universo quindi sono presenti da prima di noi, non c'è nienti di cui temere, questo è l'inizio della rivoluzione spirituale ed evoluzione della specie umana Traduzione per Angeli in Astronave Raffaele V.

video prova

La morte non esiste è una invenzione della Chiesa Cattolica - Guarda il video e capirai| Nuove tecnologie ci renderanno liberi

sabato 26 settembre 2009

ULTIMATUM ALLA TERRA - ( L'ESERCITO DEI CONSAPEVOLI ) - PARTE 1

 

Buona visione! Dolbyjack

Menphis75 dice: Ciao a tutti,
come accennato nella recenti email ho suddiviso il documentario in 28 parti, così che.. chi non avesse il tempo può vedersi piano piano uno spezzone alla volta. Volevo dividerli in 20 minuti l'uno.. perchè su dailymotion da più spazio rispetto a youtube:
http://dailymotion.alice.it/menphis75
> ma alla fine l'ho fatto in parti da 11 minuti, questo per dar la possibilità a chi divulga i miei video di poterli ricaricare nel suo account youtube, etc..
eccoli caricati:
http://dailymotion.virgilio.it/relevance/search/ultimatum+alla+terra+menphis75
... la parte 9, 27 e 28 la finale, dailymotion purtroppo me l'ha rimossa, quindi la nove l'ho ripresa e tagliando 3 minuti di video al suo interno che credevo fosse responsabile della cancellazione l'ho scoperto quale sia, sostituendolo con un'altro ho potuto ri-caricarlo e me l'ha accetatta, il msg. non è stato alterato in quanto l'audio di quello skatch l'ho lasciato ma inserendolo come parte audio in un'altro video con immagini sempre sul tema.
Ora spero che apportando delle modifiche al video 27 e 28 possano essere online, se questo non sarà possibile per rimanere in linea al tema finale, farò in modo di farvele avere e la carico altrove così che possiate scaricarle tutte e farle conoscere nei vostri spazi avendo tutte le parti in questione.

QUI TROVATE IL DOCUMENTARIO INTERO, HO DECISO DI CHIAMARLO DOCUMENTARIO PERCHE' ESSENDO QUASI DI 5 ORE.. RENDE PIU' L'IDEA.

ULTIMATUM ALLA TERRA - ( L'ESERCITO DEI CONSAPEVOLI ) - PARTE 1
2:21:51
http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.individual&VideoID=63458751
ULTIMATUM ALLA TERRA - ( L'ESERCITO DEI CONSAPEVOLI ) - PARTE 2
2:22:23
http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.individual&VideoID=63462659
> realizzato da Menphis75_

UFO Santa Monica July 2009!!!

MESSAGGI DAL COSMO (visita anche http://ashtarsheran.altervista.org)

MESSAGGI DAL COSMO

(visita anche http://ashtarsheran.altervista.org)

Ashtar Sheran

Comandante Supremo della Flotta Extraplanetaria

AZIONE VENERE

"Queste parole d’oro, trasmesseci per vie angeliche, da lontananze inimmaginabili, dirette come rivelazioni divine all’umanità del Pianeta in evoluzione che si chiama TERRA, io le raccomando alla somma protezione di Dio Onnipotente".

Ringraziamenti:

Per la collaborazione fraterna un ringraziamento a Rolf Linnemann (Dipl.-Ing.) del sito www.psychowissenschaften.de e www.menetekel.de

Ringraziamo Cristina che ha reso possibile l'avvio dell'archivio on-line attraverso la sua gentile concessione dei libri originali dell'associazione ALAYA

Come viene citato all'interno dei messaggi dei nostri fratelli del cosmo, nominati "Santini", essi desiderano un'ampia divulgazione di questi testi.

Andrea&Gerda

Veritas Vincit

Il I° Grande Messaggio dallo Spazio all'Umanità della Terra

Download PDF - 411 Kb

Da Stella a Stella

Una Rivelazione dall'Universo di Ashtar Sheran

Download PDF - 366 Kb

Prima dell'Atterraggio

Terzo Messaggio all'Umanità della Terra

Download PDF - 342 Kb

La Grande Ora X Dell'Umanità

Un messaggio ai responsabili della Terra

Download PDF - 241 Kb

Non di Questa Terra

Un messaggio dall'Istruttore del Mondo Ashtar Sheran

Download PDF - 230 Kb

Non E' Un'Utopia

La schiavitù delle tradizioni

Download PDF - 255 Kb

La Vostra Terra

Download PDF - 279 Kb

Armageddon

Download PDF - 244 Kb

Appello dal cosmo

Download PDF - 271 Kb

Disegni medianici - Messaggeri di Dio

Ricevuti nel cerchio di lavoro di pace "Menetekel" a Berlino attraverso il medium Uwe Speer

Download - 804 Kb

La legge interplanetaria di Dio

Download - 82 Kb

Oberondeva

Dal canale YouTube - Oberondeva

Ascolta in audio i documenti:

Veritas Vincit - clicca qui

Da Stella a Stella - clicca qui

Prima dell'Atterraggio - clicca qui

La Grande Ora X dell'Umanità - clicca qui

Non di Questa Terra - clicca qui

Non E' Un'Utopia - clicca qui

La Vostra Terra - clicca qui

Armageddon - clicca qui

Appello dal Cosmo - clicca qui

http://xoomer.virgilio.it/alternativo/ashtar_sheran.htm

Sulla nostra Luna c’è un elemento che darà energia pulita per 10.000 anni?

Sulla nostra Luna c’è un elemento che darà energia pulita per 10.000 anni?


La conferma non è ancora arrivata ufficialmente, ma molti indizi portano a ritenere che sulla nostra luna (Selene) ci sia un raro elemento che potrebbe risolvere la crisi e l’inquinamento energetico. Stiamo parlando dell’Elio-3. Sarebbe questo il vero scopo delle missioni spaziali che andranno a seguire nei prossimi pochi anni. Scoprire e portare sulla Terra questo importante combustibile pulito. Secondo scienziati della University of Wisconsin-Madison le rocce lunari contengono tutta l’energia che gli Stati Uniti hanno bisogno in questo millennio. “La superficie selenita è colma di Elio-3, fonte d’energia“, dichiara Gerald Kulcinski, professore di Ingegneria Nucleare e direttore del Fusion Technology Institute dell’Università. “Se riuscissimo a far atterrare una navetta spaziale sulla Luna, riempire i contenitori con carico di Elio-3 prelevati dalla superficie e riuscissimo a portare ciò sulla Terra, avremmo risolto il problema energetico per molti anni. L’Elio-3 prevede l’emissione di energia pari ad un milione di volte superiore, per libbra, di quella prodotta da una tonnellata di carbone. E non produce emissioni di gas serra” Ha dichiarato Kulcinski all’agenzia di stampa “Associated Press”. Oltre gli americani, anche i cinesi e gli indiani sono molto interessati all’Elio-3. Secondo quanto riferito all’agenzia di stampa “Xinhua News Agency” il Capo Scientifico del Programma Lunare cinese ha dichiarato che “si studieranno nuove prospettive per l’umanità in fatto d’energia. E questo grazie alla Luna. Quando l’ottenimento di energia nucleare dall’Elio-3 diverrà realtà, l’energia prodotta potrà soddisfare le esigenze dell’umanità per circa 10.000 anni“.

Fonti di informazioni (in inglese) http://www.ap.org/ e http://www.winnipegfreepress.com/opinion/westview/why-race-to-the-moon-59168387.html

venerdì 25 settembre 2009

Interpretazione dell'Apocalisse di Giovanni e del 666

Interpretazione dell'Apocalisse di Giovanni e del 666

DALLE PROFEZIE MAYA UN AVVERTIMENTO ALL'UMANITÀ

DALLE PROFEZIE MAYA UN AVVERTIMENTO ALL'UMANITÀ

L'ERA DEL SESTO SOLE

"... dopo cinquecento anni di oscurità, il sole del Dio azteco Quetzalcóatl ricomincerà a brillare.

La notte finirà, splenderà il giorno e saranno riscoperti i valori positivi...

In preparazione a questo evento è necessario che l'uomo impari ad avere

più cura del pianeta e a dare più allo spirito che al corpo".

L'organo vitale dell'immenso organismo planetario, nel quale orbita anche la nostra terra, è il sole. Sorgente inesauribile di calore e di luce, questo corpo celeste, di incomparabile splendore, ha sempre rivestito un ruolo di primo piano nelle manifestazioni di culto delle antiche civiltà precolombiane. Imponenti costruzioni e raffinate opere d'arte erano dedicate al "prezioso" astro solare, fonte di vita e prosperità. E' per esigenze di ordine religioso, quindi, che gli antichi popoli del Messico seguirono con attenzione il cammino della benefica stella e grazie ad elaborati calcoli astronomici riuscirono a prevedere, con grande accuratezza, il ciclo delle eclissi di sole che, secondo la tradizione precolombiana, segnavano il passaggio tra due ere. Dalla decrittazione del Codice di Dresda, un manoscritto ideografico maya, sappiamo che per l'antica astrologia messicana la terra ha conosciuto cinque soli ciascuno dei quali corrispondente ad un'era. L'oscuramento totale dell'astro solare verificatosi l'11 luglio del 1991 avrebbe dato quindi inizio all'era del Sesto Sole che sarà caratterizzata dal ritorno del "signore delle stelle". "Nell'era del Sesto Sole" - spiega il filosofo e storico Mariano Leyva - "... dopo cinquecento anni di oscurità, il sole del Dio azteco Quetzacoatl ricomincerà a brillare. La notte finirà, splenderà il giorno e saranno riscoperti i valori positivi... In preparazione a questo evento è necessario che l'uomo impari ad avere più cura del pianeta e a dare più allo spirito che al corpo".

La quarta profezia Maya, spiegata dall’ingegner Rodolfo Garrido, intervistato dal giornalista messicano Jaime Maussan , preannuncia che a causa dell’aumento della temperatura planetaria provocata dal comportamento anti-ecologico dell’uomo e della maggiore attività solare avverrà lo scioglimento dei poli. Infatti se il sole aumenta i suoi livelli di attività rispetto alla norma si verifica una maggiore produzione di vento solare, un maggior numero di eruzioni in massa dalla corona del sole, un aumento della radiazione con la conseguente crescita della temperatura del pianeta. Attualmente l’umanità è testimone di un aumento dell’intensità e del numero di uragani che periodicamente lasciano con il loro passaggio distruzione, caos, dolore e desolazione. I Maya predissero che nel periodo dei tredici cieli, che è quello in cui viviamo, sarebbe iniziato un processo di disgelo nel pianeta. Attualmente i satelliti geo-atmosferici della Nasa hanno comprovato la diminuzione dello spessore dei ghiacciai in Antartide. In questa regione è avvenuto il distacco di una massa di ghiaccio di dimensioni colossali paragonata, per estensione di superficie, allo stato del Texas.

I ghiacciai, nei punti più elevati delle cime del mondo, come le Alpi e le Ande, stanno registrando una diminuzione del ghiaccio in maniera continua e irreversibile. Alcuni paesi come Colombia, Perù e Uruguay, che oggi si riforniscono di acqua potabile proprio da questi ghiacciai, hanno rilevato che per l’anno 2020 non avranno fonti naturali di acqua potabile per coprire il fabbisogno delle loro popolazioni. Il cambiamento accelerato del clima planetario sta generando tempeste insolite dove prima quasi non pioveva, inondazioni in alcuni paesi, cosi come gelate altrettanto insolite e di proporzioni quasi apocalittiche. Nei mesi di ottobre e novembre dell’anno 2003 il Centro America, la Spagna, la Cina, il Bangladesh e la zona centrale della Comunità europea sono state vittime di inondazioni che superarono di molto quelle avvenute almeno cent’anni prima. L’aumento della temperatura sta determinando una crescente desertificazione in diverse parti del mondo che, insieme alla deforestazione naturale e a quella provocata dall’uomo, sta accentuando la perdita di terre utili per la semina. Ciò impedisce che il pianeta possa generare i raccolti sufficienti per sconfiggere la fame che ogni giorno diviene uno spettro di morte per milioni di persone. La deforestazione mondiale interrompe i cicli ecologici essenziali per preservare la vita nel nostro mondo.
L’interruzione del suo equilibrio sta creando squilibri spettacolari in tutti i regni provocando sovrappopolazione in alcune specie ed estinzione in altre. La comparsa sempre più frequente di “piaghe” come quella delle locuste avvenuta in Africa lo scorso mese di luglio 2004 è stata di una entità tale da avere precedenti soltanto nei racconti biblici. Questo è un segnale della quarta profezia Maya. Questo squilibrio ecologico è anche all’origine di malattie che si stanno diffondendo tra cui le epidemie di aids, colera, morbillo, febbre gialla, meningite, ebola e antrax che si stanno convertendo in uno dei cavalieri dell’Apocalisse nel nostro mondo. Il Pentagono stesso avrebbe consigliato all’ex presidente George W. Bush di includere nel suo progetto sulla sicurezza nazionale degli Usa i provvedimenti da prendere per combattere il surriscaldamento mondiale perché, secondo i loro studi, sarà il focolaio di conflitti e disordini sociali nel mondo. Per calibrare i loro calcoli e quindi comprendere il comportamento del sole e del nostro pianeta nel futuro, i Maya presero come riferimento il tempo che il pianeta Venere impiega per girare intorno al sole, in media 584 giorni. Venere è facilmente visibile nel cielo dato che la sua orbita si trova tra la terra e il sole.

Nel codice di Dresda lasciato dai Maya questi scrivono che ogni 117 rotazioni compiute da Venere, osservati con la sua apparizione sempre nel medesimo punto, il sole subisce delle alterazioni, per esempio appaiono enormi macchie o eruzioni di vento solare. Questi antichi scienziati notarono poi che ogni 5125 anni avvengono alterazioni persino maggiori e quando ciò accade l’uomo deve stare attento perché è presagio di cambiamenti e di distruzione. Per questo dobbiamo vivere la vita e prendere le nostre decisioni in maniera cosciente.

Bisogna aprire gli occhi e comprendere dove può portarci un mondo nel quale tutti incolpano gli altri di quello che succede.

Tutte le profezie Maya cercano di spingere la mente dell’uomo verso un cambiamento giacché l’Universo sta generando tutti questi processi affinché l’umanità si espanda per la galassia e comprenda così l’integrità fondamentale con tutto ciò che esiste. Per preparare l’umanità a fare questo passo finale, un passo verso il Sesto Sole”.

fonte: segnidalcielo - nonsiamosoli

http://www.segnidalcielo.it/2012_sesto_sole.html

ORIGINI DELLE PIRAMIDI……

 

 

ORIGINI DELLE PIRAMIDI……

Quello che asseriro’ risultera’ alle orecchie dei ricercatori ufficiali di indole canonica un qualcosa di blasfemo…ma non ho potuto fare a meno di notare in tutto cio’ che ho letto nelle mie ricerche,che quando si parla di origine dell’uomo e dei suoi artefatti,si mischiano un cumulo di cognizioni eterogenee molto distanti tra loro nei campi temporali che si arriva sempre a confondere nozioni storiografiche distanti tra di loro decine e piu’ di migliaia di anni.

Infatti mentre si parla di culti dell’uomo megalitico di 25.000 anni fa lo si associa a culti praticati dagli egizi 4.000 anni fa,quindi tutto cio’ non  fa altro che creare minestroni o macedonie di epoche,culti e credenze tanto distanti tra loro nel tempo senza nessun filo logico.

Se dette notizie,scritte per far colpo sul lettore,vengono lette separatamente,il lettore stesso non avverte che la distanza luogo temporale e’ cosi’ distante da non avere nulla in comune su quanto esposto.

Molti sostengono che l’Uomo chiamiamolo primitivo o megalitico che aveva la sola arte di manovrare la pietra grezza,in Europa provenga dal continente Africano.

Io anche se non posseggo cognizioni tali da poter contestare cio’,facendo un ragionamento logico,mi sembra piu’ probabile che l’Uomo megalitico sia venuto giu’ dal piu’ profondo Nord attirato verso un clima piu’ caldo,piu’ dolce e verso terreni piu’ fertili.

Infatti costatiamo che dalle piu’ sperdute terre dell’Irlanda e dell’Islanda lo vediamo emigrare verso la Bretagna francese attraversando tutta l’Inghilterra e poi giu’ per la Francia le Alpi Svizzere e scendere giu’ per la penisola italica.

Siamo gia’ a circa 20.000 anni A.C. e i menhir,i dolmen e i cromlech li riscontriamo con presenze che ci sono arrivate fino a noi.

Qui per l’Uomo megalito inizia una mutazione artistica architetturale,un gruppo di loro muta nelle forme,e pur restando fedele ai riti e alle credenze divine ed astronomiche,inizia a lavorare le pietre e da grezze,come era abituato a infiggere nel terreno,trova una nuova forma : la forma piramidale.

Infatti in liguria riscontriamo il primo menhir piramidale,fortunatamente giunto fino a noi.

Nell’attuale Romagna in provincia di Piacenza in Val Chiarone si trova un monolite di grandi dimensioni piramidale,con incisioni astronomiche e con un incavo tale da accogliere un uomo o donna in posizione fetale,come a significare che la piramide possa essere stata eretta come un captatore di energie astrali per poi trasmetterle verso l’essere che ne doveva beneficiare.

Poi le piramidi e le sfere di pietra che servivano per i cromlech li troviamo disseminate su tutta la penisola fino a Salerno e questa e’ una realta’ di oggi.

A conclusione mi sento di asserire che la cultura piramidea sia una derivazione piu’ artistica della cultura megalitica e che l’Italia ne sia stata la culla.

Presentazione5.jpg

Presentazione9.jpg

SUPPOSIZIONE DEL FUNZIONAMENTO DEL MONOLITO DI PIETRA A FORMA PIRAMIDALE

Secondo i rituali e il credo dell’epoca l’Uomo megalitico supponeva che i Menhir fungessero di captatori di influssi cosmici benefici e detti influssi venivano scaricati a terra grazie a detti pseudo-antenne.

Col passare dei millenni e affinando la tecnica dalla pietra grezza alla pietra lavorata,concepi’ un qualcosa di efficiente per amplificare questo suo credo di collegamento astri-terra concependo una macchina monolitica con una base quadrata e una punta rivolta verso il cielo e con pareti inclinate,venendo fuori cosi’ una piramide.

Non possedendo ancora le cognizioni tecniche di rendere il monolito cavo e poter cosi’ sistemarcisi all’interno,concepi’ un incavo a forma di “utero” per collocarcisi nei momenti che riteneva opportuno o adatti a poter venire irraggiato dagli influssi benefici captati da quella macchina monolitica che aveva inventato e che aveva orientato verso la costellazione di Orione,che all’epoca era ben nota e molto sfruttata in qualunque rito propiziatorio.

Desidero far notare che a relativa distanza spostandoci verso ovest in Liguria troviamo il menhir piramidale

Presentazione6.jpg

Spostandoci invece ad est a circa 80 km. ci imbattiamo nella piramide di Vesallo e le relative sfere di pietra scoperta da Simone Corradini

Presentazione7.jpg

Sempre ad est e un po’ piu’ a nord ci imbattiamo nell’ultima scoperta

di Nicola Bastianello

della piramide di Restena che attualmente e’ sotto ricerca

Presentazione8.jpg

http://piramidiinitalia.myblog.it/archive/2009/09/11/origini-delle-piramidi.html

Overclock

 
Un Post veramente bello… Dolbyjack
Overclock

* nonostante il titolo differente, questo è l'articolo di cui avevo accennato
** Overclock: Operazione che consiste nel modificare le impostazioni della scheda madre di un computer. E’ possibile aumentare la frequenza di clock (da cui il termine) cui e' sottoposto il processore, determinando un aumento delle prestazioni del processore. [1]

Photobucket

Overclock è una parola composta da Over (al di là, al di sopra) e Clock (Orologio), quindi, anche se la parola ha un significato strettamente legato alla "frequenza di clock", il termine "Overclock" etimologicamente parlando indica qualcosa che trascende il tempo lineare.
Il 29/08 di quest'anno è stata celebrata un' antica festa, ovvero, quello che un tempo era il capodanno egiziano. I 5 giorni antecedenti a suddetta data vengono chiamati tradizionalmente i "giorni fuori dal tempo", anche gli atzechi avevano nel loro calendario "giorni fuori dal tempo" (come il 25 Luglio): i popoli antichi riconoscevano che in alcuni periodi dell' anno una certa "atemporalità" poteva aver luogo.
Parlando di tempo, quello che viene a mancare sempre piu spesso, l'arrivo dell'autunno ha portato via con se la moda estiva, o meglio, il revival estivo dell' orologio.

Photobucket

L'orologio da polso che ormai è diventato un accessorio quasi obsoleto, un tempo, era impensabile uscire senza l'orologio o da polso o da tasca: oggi il simbolo del tempo viene rilegato nell'angolino in alto a destra del display del telefono cellulare, quasi a simboleggiare che la necessità di sentirsi in contatto con altri esseri umani abbia trasceso la necessità di seguire il flusso del tempo.
In concomitanza di ciò, è in atto un exploit dei filo-pensatori del momento (ambientalisti, rappresentanti di associazioni di volontariato..) in favore dei bisogni dell' uomo e dell' ambiente circostante. è in atto una guerra silenziosa alle abitudini ed alle tabelle di marcia scandite dal tempo, in favore di concetti meno astratti e piu concreti, come l'uomo e la natura.
I bisogni atemporali prendono il posto di rigide abitudini schematizzate, corporazioni che sfruttano il prossimo ed il mondo per i loro guadagni, sponsorizzano furbescamente documentari ambientalisti per essere piu vicine al rinnovato bisogno dell'uomo di sentirsi più al centro come parte integrante di questo mondo.
Esondando dai confini ambientalisti, società legate ad internet ed al transumanesimo come la Casaleggio associati, optano per un deprezzamento del tempo in favore di un futuro a misura d'uomo.

Photobucket

Tratto dal Video Prometeus - The Media Revolution, nella scena finale, l' Occhio di Horus, che come il Sole simboleggia anche il tempo (Horus -> Hours), viene sostituito dalla figura di un uomo.

Secondo Carl Calleman, il tempo lineare è come il denaro, un "valore numerico astratto"..
"Il calendario Maya è basato su un’altra qualità del tempo: non un tempo costruito sullo scorrere prevedibile e continuo della materia (cioè, delle stelle e dei pianeti) dovuto a semplici forze gravitazionali, ma uno fondato su maturazioni energetiche (consapevolezze individuali e di gruppo) che i Greci chiamavano Kairos: il momento giusto od opportuno nel quale qualcosa di speciale accade. Il concetto non è del tutto sconosciuto alla mente occidentale: nel gergo comune, si parla del “tempo propizio” per fare un’azione e si pensa all’”energia sufficiente” perché qualcosa accada. In questo senso, il calendario Maya è quantizzato sia nel tempo sia nell’energia cosmica che esso descrive. In questa visione il tempo non è un flusso continuo come potrebbe essere lo scorrere dell’acqua di un fiume, ma si presenta in “pacchetti” discreti di natura energetica." [2]
Così pensa Carl Calleman, che afferma che probabilmente, verso la fine di quest'anno vedremo un ulteriore deprezzamento dei valori numerici astratti su cui si basa la nostra vita, ed un aumento di valore dei bisogni umani.
Anche secondo Ian Xen Lungold, i soldi (che non sono altro che "numeri") avrebbero perso con il passare del tempo il loro valore in favore di valori più autentici ed umani, come ad esempio l'ammirazione.
Comunque, un fenomeno interessante, legato alla totale reinterpretazione del tempo è l'orologio chiamato Corpus Clock (sotto).

Photobucket

Inaugurato pubblicamente il 19/09/2008 al Corpus Christi College, l'orologio incorpora nella sua parte superiore in bella vista, una creatura mitologica, parte cavalletta, parte pesce, chiamata Cronofago. Man mano che la ruota gira, la creatura divora il tempo, occasionalmente, gli occhi della creatura "lampeggiano" in segno di soddisfazione. La peculiarità di quest'orologio, è che ha un moto che risulta interamente regolare solo ogni cinque minuti: durante il resto del tempo, il pendolo a volte sembra fermarsi, a volte va piu veloce.. quest' irregolarità temporale, a detta di John C. Taylor (il finanziatore del progetto) riflette l'irregolarità della vita.
Inciso, ai piedi dell'orologio, vi è un passo della Bibbia preso da Giovanni 2:17 "E il mondo passa via con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio dimora in eterno.", frase che ricorda come il concetto di "volontà di Dio" sia atemporale.
La fine dei tempi, reinterpretata in senso più ampio e meno ridotto, potrebbe portare proprio, alla fine del tempo come lo conosciamo, ed all'inizio dell' uomo in una dimensione atemporale che esula dal moto meccanico dell' abitudine deumanizzante.
Anno simbolicamente incentrato sul concetto di tempo è il 2010: il decimo anno del ventunesimo secolo risuona con il decimo segno dello Zodiaco, Capricorno, governato da Saturno (e Saturno/Crono, è il Dio Romano/Greco del Tempo).
Nel 2010 come ho gia scritto in precedenza, la sonda Cassini terminerà la sua missione su Saturno. Come scritto nel sito ufficiale della missione, la Nasa potrebbe decidere di far precipitare il Satellite su Saturno, tale evento, che causerebbe senz'altro una grande esplosione sul pianeta viene predetto in 2010: L'anno del Contatto

video

In 2010, l' astronave prende la forma di uno spermatozoo, tale forma, riflette il ruolo della sonda Cassini (Spermatozoo) che nell'impatto feconderebbe in maniera simbolica Saturno (L'ovulo).

Photobucket

In 2010, Giove implode e diventa un secondo Sole: è da notare che il pianeta Giove, nel film, viene usato in sostituzione di Saturno, visto che era praticamente impossibile con gli effetti speciali di un tempo replicare gli anelli di Saturno, pertanto, il "protagonista" del film, dovrebbe essere Saturno. Proprio a causa di questo secondo Sole, nel film, la notte ed il giorno non sono più tali, quest' avvenimento, marca simbolicamente la fine del tempo, e l'inizio di un era senza tempo.
Quello che ci aspetta nel 2010 sul piano simbolico pertanto, è proprio la fine dei tempi.
Elemento che dimostra la natura profetica e sincromistica del film, è la macchia nera del pianeta Giove apparsa realmente a Luglio di quest'anno.

Photobucket

Dal Quartier Generale, viene chiesto all'astronauta di inquadrare la Macchia Nera presente su Giove

Nel libro "The Secret" Byrne Rhonda spiega che per conseguire un obbiettivo occorre prima disegnare ciò che si vuol conseguire..
Bisogna notare che:
I Trogloditi disegnavano immagini di caccia PRIMA di cacciare.
Gli Egiziani dipingevano le Piramidi PRIMA di costruirle.
Gli Atzechi illustravano i sacrifici rituali PRIMA di compierli.
L'èlite mostra su pellicola i propri piani PRIMA di attuarli.
Come l' antica tecnica di "ritualizzare" ed illustrare i propri obbiettivi prima di conseguirli, La parola Media non è così recente come si possa credere, Media era secondo i greci la terra ove abitavano i Medi, un popolo dedito al culto Zoroastrista [3]

L'impero Mediano, 600 AC

I "Re Magi" che noi tutti ben conosciamo erano proprio sacerdoti Zoroastristi. In Erodoto la parola magoi era associata a personaggi dell'aristocrazia della Media ed, in particolare, ai sacerdoti astronomi della religione Zoroastriana, che erano anche ritenuti capaci di uccidere i demoni e ridurli in schiavitù [4].
Se un tempo Media rappresentava l'antica Magia, oggi tali arti si sono rinnovate e tecnologizzate, l'etere, è stato rimpinzato di rituali magici eseguiti dai moderni tecno-stregoni dell'arte e dell'intrattenimento.
La fine dei tempi mediatica, è un preludio simbolico di quello che accadrà.

Photobucket

è scritto nel sito ufficiale del Cern che nell' autunno del 2010, i primi risultati delle analisi fisiche saranno pronti. Quest' evento è straordinariamente collegato alla fine della missione Cassini anche in una quartina di Nostradamus.

Photobucket

Fuggite, fuggite da Ginevra tutti, Saturno si cambiera’ d’oro in ferro, Il contrario RAYPOZ sterminera’ tutti, Prima dell’accaduto il cielo fara’ segni.

Se Simbolicamente la fine della missione Cassini indicherà la "fine del tempo", Allegoricamente l'esperimento di Ginevra, rappresenta la "fine dei tempi", ma la paura del "buco nero che inghiotterà l'universo intero", è spiegabile in termini di sincronicità, ed è l'equivalente di una profezia, vista però in termini allegorici.

Il Sole Nero è anche il simbolo astronomico del Buco Nero al Centro della Via Lattea.

Secondo Wilhelm Landig, membro fondatore dell' unità SS, il Nostro Sole Materiale non è che un riflesso percepibile dai nostri sensi di un invisibile Sole Spirituale (il Sole Nero) che illumina il mondo invisibile celato ai nostri cinque sensi.
Pertanto, la paura di essere risucchiati da un Buco nero che inghiotte e distrugge l'intero universo, potrebbe essere l'allegoria fiabesca di un sistema materialistico e meccanico che viene scardinato dagli stimoli atemporali e dai bisogni emotivi esterni alla realtà dei cinque sensi.
Per capirci meglio, il buco nero (come la "dimensione istintuale" esterna ai cinque sensi) è numerologicamente rappresentato dal numero "0": tutto ciò che viene moltiplicato o diviso per 0, diviene 0.

Photobucket

Photobucket

Tratto da Suspect Zero, Il detective scopre un buco nero dietro l'intonaco.

L' "8" rappresenta l'infinito, perchè simboleggia il moto del Sole (Analemma), ma lo "0" rappresenta l'infinito al di fuori del nostro concetto materiale di Tempo.
[...] Altri effetti fisici [NDR: legati al Buco Nero] sono associati all'orizzonte degli eventi, in particolare per la relatività generale il tempo proprio di un osservatore in caduta libera appare più lento all'aumentare del campo gravitazionale fino ad arrestarsi completamente sull'orizzonte. [5]
Lo 0, è anche ricollegato alla carta dei tarocchi del Matto (Fool o Joker in inglese), "la Fine e l'Inizio di tutto".

Photobucket

La carta del Matto rappresenta gli elementi con i quali forgiare il proprio destino.

Photobucket

La carta del Ciabattino (notare il simbolo dell' infinito sopra il Mago) rappresenta l'abilità nel forgiarlo.

"Questo periodo ha a che fare con il riconoscimento dell'individuo come punto cardine della società. Quasiasi evento, inclusa la morte, è solo un accrescimento della nostra esperienza di vita liberamente dominata e guidata da noi stessi dal principio fino alla fine. " - Aleister Crowley.

http://thesynopticon.blogspot.com/2009/09/overclock_23.html

UFOS SYDNEY INTO THE ALIENS RED DUST STORM 23 SEPTEMBER 2009

UFOS SYDNEY INTO THE ALIENS RED DUST STORM 23 SEPTEMBER 2009

Pausa…

Salve! Finisce la Maratona…

Il blog sarà aggiornato come sempre…

 

La pandemia… una gran cavolata…. state al sole… la vitamina D è importante… non fatevi prendere dalla paura… Siate desti… questi sono tempi difficili… i signori della terra sanno che hanno poco tempo… saranno come bestie… sbraneranno con ferocia … ma voi cari Fratelli siate gioiosi… perchè questo significa che siamo vicini alla fine di questo contesto blasfemo… Nessuno muore in realtà… siamo eterni… e quando vi entrerà nella testolina… sarete liberi… Vi auguro un fine settimana sereno… io ci sono sempre… in caso di fatti straordinari … entrerò online in 10 minuti… Siate desti… ma con serenità…perchè il Padre Nostro sa quando possiamo sopportare…. e Noi sappiamo sopportare… Con affetto Dolbyjack…

Ascoltate il cuore… li troverete le risposte!

giovedì 24 settembre 2009

Le dichiarazioni di A.C. Griffith sulle scie chimiche

 
Le dichiarazioni di A.C. Griffith sulle scie chimiche

Il nostro amico Mike del blog Dirty Sky Sardinia ha tradotto un'intervista rilasciata da un ex militare statunitense, A.C. Griffith ad una giornalista radiofonica, Joyce Riley. Abbiamo deciso di pubblicare le parti dell'intervista che contengono notizie credibili, soprattutto perché tangenti o coincidenti con le informazioni finora acquisite dai vari ricercatori (ad esempio, sul progetto R.F.M.P. - V.T.R.P.E.). Abbiamo, invece, omesso le affermazioni superflue e quelle depistanti, come le speculazioni sugli uragani Ivan e Kathrina che sarebbero stati scatenati dai Russi. Sappiamo che non è vero: Russi e Statunitensi e, più in generale, le varie superpotenze e potenze sono coalizzate contro le popolazioni, altrimenti non si comprenderebbe perché i Russi abbiano creato delle basi H.A.A.R.P. proprio come i loro "rivali" e per quale motivo usino le scie chimiche a danno dei cittadini inconsapevoli. Non escludiamo che, in qualche occasione, Federazione russa ed U.S.A. siano stati impegnati in scaramucce, ma da decenni i due stati cooperano in piani strategico-militari (almeno sin dal 1963, quando era presidente John Fitzgerald Kennedy: si ricordi il National security action memorandum n. 271) Si tratta della solita disinformazione o, per lo meno, delle distorsioni dovute ad un malinteso senso del patriottismo. Sono le stesse aberrazioni che incrinano le indagini dell'ingegnere Thomas Bearden: anch'egli, infatti, ritiene che i Russi attacchino gli Statunitensi con armi scalari, come se le forze armate a stelle e strisce non fossero in grado di prevenire e neutralizzare qualsiasi aggressione esterna, come se l'arsenale nucleare nord-coreano non fosse stato sviluppato grazie a tecnologie statunitensi. Insomma Mosca e Washington fanno il paio per malvagità e spregiudicatezza.
Intervista rilasciata da A.C. Griffith a Joyce Riley. Griffith è uno dei ricercatori sulle operazioni globali di irrorazione che è venuto allo scoperto.
A.C. Griffith è stato associato al N.S.A. per il quale ha condotto operazioni top secret, è esperto di crittografia e, in tempi più recenti, è stato coinvolto in operazioni della C.I.A. E’ stato sposato con una donna avvocato e giudice, suo suocero è stato Capo della Giustizia della Corte Suprema della Virginia.
Questa è una trascrizione testuale di quello che ha detto durante l'intervista condotta da Joyce Riley.
Griffith
Alcuni anni fa ho ricevuto una chiamata da Mike Blair della testata "Spotlight", giornale di Washington, ora chiamato "The American Free Press”: egli mi ha chiesto di aiutarlo a lavorare con lui a proposito delle scie rilasciate dagli aerei. Il tempo è passato: credo siano passati circa otto o nove anni.
Siamo stati realmente all'interno del programma. Eravamo le uniche persone nel mondo che sono state effettivamente all'interno del programma, il programma di aerosol, il programma “chemtrails”.
Sto parlando, in realtà, dell’operazione gestita nella base area di Wright Patterson. Il programma era codificato con parecchi acronimi e nessuno avrebbe mai infranto il segreto che lo copriva.
Sappiamo che alcune persone sono morte nel corso di tale programma. Alcune persone sono state colpite, affinché fossero convinte a restare “calme”. Sappiamo che altre cose sono successe a persone-chiave di questo programma. Uno dei personaggi-chiave che ha progettato l'aerosol, aerosol di sali di bario, era stato incaricato dall'amministrazione Reagan, ma ora è rinchiuso nel penitenziario federale. Essi vanno da lui per porgli delle domande, ma è ancora in prigione.
Ciò è fonte di preoccupazione, non è vero? L'uomo che ha progettato l'aerosol di sali bario è in prigione!
All'inizio, gli aerei volavano relativamente bassi, 10.000 piedi o meno e, nel frattempo, il programma si stava sviluppando. Erano per la maggior parte aerei della C.I.A. Ora il programma è stato esteso ad aerei commerciali e di linea che sono stati dotati di dispositivi per l’erogazione, dispositivi gestiti da sistemi informatici e satelliti in modo da distribuire le miscele di sali di bario. Il nome in codice del progetto è “Cloverleaf". E' molto riservato: è il più segreto che io abbia mai visto. Delle persone sono morte per averne parlato.
Ho ascoltato la sua trasmissione pochi minuti fa, il generale (che ha parlato, n.d.r.) ha affermato di essere molto patriottico e si sente costretto a parlare ed è esattamente come mi sento io. Sono molto patriottico. Sono nato prima della Seconda guerra mondiale, sono anziano.
Io vengo da quella generazione, con la mente già formata. Questo è il mio paese, lo vedo dissolversi. Il mio paese è stato distrutto, proprio di fronte ai miei occhi e le persone vengono ferite. Questo è il motivo per cui ho accettato di partecipare al programma radiofonico di oggi. Molti di voi mi hanno chiesto tante volte di farlo e sono stato molto riluttante, ma è giunta l'ora, l'ora di parlare e di divulgarlo alla gente.
Riley
Lo fa mettendo a rischio la sua vita, non crede?
Griffith
Sì, è proprio così.
Riley
Quindi ci sono persone che hanno perso la vita, persone che sono ora in carcere a seguito della divulgazione di tali informazioni. Lei dice di essere stato molto patriottico: è ancora molto patriottico e lo sta facendo per patriottismo, per amore per questo paese?
Griffith
Nella stessa misura in cui so che lei lo è (patriottica, n.d.r.).
Riley
Esattamente, esattamente!
Griffith
Veda Joyce, io provengo da Richmond in Virginia, a pochi chilometri dal posto dove ci fu Patrick Henry nel 1775. Egli parlava di Thomas Jefferson, George Washington ed altri nella chiesa di St. John's. Lamentavano l'oppressione proveniente dal Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord in quel periodo. Egli è stato obbligato da loro a non prendere decisioni strategiche in merito e concluse il suo discorso, dicendo loro: "Non so quale altra direzione si possa scegliere, ma datemi la libertà (di decidere, n.d.r.) o la morte". Penso che ci stiamo avvicinando ad un momento come quello. [...]
Continuiamo con lo scandalo Iran Contras. Il computo dei corpi, all'aeroporto militare di Mena, Arkansas, è stato di circa settantacinque persone di cui è stato inscenato il suicidio. La C.I.A. ha gestito tutta la cosa all'aeroporto di Mena. Ci hanno messo in mezzo la società Richmond Aviation (per conto della C.I.A.) e portato gli aerei in tutte le parti del mondo per la rimessa a nuovo. Barry Seals torna alla ribalta: ricordatevi di Barry Seals e dei fatti di J.F.K. e di Carlos Marcello, il trafficante di droga. Barry Seals procurò un KC123 dalla base di Wright-Patterson per l'America del Sud e ricevette la droga in cambio. Ci sono stati affari per centinaia di tonnellate di droga. Era tantissima droga, treni merci carichi di stupefacenti e settantacinque persone che rimasero coinvolte, compreso Vance Pollster, vennero prelevate.
Notare una cosa interessante: l'Ammiraglio Jeremiah Border era a capo di operazioni navali. Era un ebreo. Si era arruolato in Marina, quando aveva diciassette anni. Ci rimase per sei anni e fu in lizza per divenire l'ufficiale numero uno della Marina militare degli Stati Uniti. Be’, inaspettatamente una notte decise di “uccidersi” nella sua casa, sparandosi due volte nel petto con il fucile. Egli si era opposto al progetto chemtrails. Poi il progetto chemtrails cominciò dopo che l'ammiraglio Border fu sostituito. Così, si vede l'immagine di come funziona questa faccenda. La C.I.A. finanzia progetti con fondi acquisiti altrove. Non necessariamente le somme che sono destinate alla C.I.A. provengono dal Congresso. Il Congresso è completamente ignaro del programma di aerosol. Hanno paura di chiedere.
Ebbi un incontro con l'amministratore degli stanziamenti del Congresso. Percorse tutto il tragitto da Richmond a Washington per incontrarmi. Trascorremmo circa un'ora e gli feci una panoramica completa (del programma chemtrails, n. d.. r). Lui mi guardò, si alzò e disse: "Che cosa aspetti che faccia, Griff? Essi mentirebbero anche a me". Gli strinsi la mano, abbracciai la segretaria e me ne andai. [...]
Riley
Parliamo di chemtrails: lei ha fatto ricerche significative: è stato lei stesso nel programma? Che cosa ha appreso?
Griffith
Non è così semplice, Joyce, si tratta di una cosa molto complicata. È necessario conoscere la gente, è basilare sapere che cosa sono in grado di fare, è essenziale conoscere le loro intenzioni, è necessario rendersi conto che si tratta di persone senza volto che non sono state elette. Non si sa chi siano, non si sa che cosa stiano mettendo in quegli aerei. La sicurezza delle sostanze che stanno mettendo in quegli aerei... qualsiasi cosa essi mettano nell'aereo viene poi fuori dal velivolo. Questa è la vera preoccupazione.
All''E.P.A. è stato intimato di tenere il naso fuori dalla faccenda. Qui in Virginia, persone di alto livello del Dipartimento della qualità ambientale, mi hanno detto che vogliono essere lasciati in pace e che non si deve verificare la qualità dell'aria, quando si tratta di aerosol. Dicono che bisogna parlare solo di livelli di ozono.[...]
La D.A.R.P.A. è coinvolta negli aerosol. Li abbiamo beccati, mentre irroravano la città di Ashville nel North Carolina diversi anni fa con la sostanza chiamata B.C.T.P. sviluppata sotto contratto presso l'Università del Michigan.
Il rappresentante del Congresso Dennis Kucinich introdusse l'H.R. 2799. Fu chiamato da parte e gli fu ingiunto di ritirare la proposta di legge. Lui lo fece e calò un velo di silenzio sulla faccenda. [...]
I piloti probabilmente non sanno quello che fanno: gli equipaggi che hanno messo lì non hanno idea del perché siano lì. Riteniamo che sia stato comunicato loro che si tratta di operazioni governative per contrastare il global warming. Credono sia così, ma in realtà lo scopo è ben diverso.
Si tratta di un sottoprogramma della Marina chiamato V.T.R.P.E. Questo è ciò che è veramente. Abbiamo sentito tutti i tipi di spiegazioni per sette, otto anni, ma riguardano il V.T.R.P.E. E' un sistema computerizzato: R.F.M.P. e V.T.R.P.E. comprendono programmi e sottoprogrammi. E’ stato messo a punto per la prima volta per la portaerei “Enterprise” e per altre portaerei per la visualizzazione del campo di battaglia. Il sistema non funzionerebbe adeguatamente oltre il terreno o piuttosto con poca precisione, senza la creazione di un corridoio di onde radio sulla terra per cui è necessario spargere una miscela di sali di bario che consente all'intero sistema di funzionare. E 'il sistema che usano gli Stati Uniti in Afghanistan ed Iraq e probabilmente sarà impiegato in Iran e in alcuni altri teatri di guerra. [...]
Nell'ambito del programma della Marina troviamo la D.A.R.P.A. che è addentro alle biotecnologie: è quello di cui parla Clifford Carnicom. Egli ha individuato molte sostanze biologiche nocive provenienti dagli aerosol. Abbiamo la più grande ammirazione per Carnicom ed abbiamo ammirazione per il meteorologo Scott Stevens. Quindi la D.A.R.P.A. è coinvolta. [...]
Il V.T.R.P.E. è un sotto programma, un programma computerizzato riguardante il sistema di pianificazione delle radio frequenze nelle missioni (di guerra, n.d.r.): è la chiave senza la quale noi (esercito U.S.A., n.d.r.) non possiamo combattere le guerre. Nella seconda guerra mondiale tu prendevi un soldato col fucile e gli dicevi: “Spara”. Oggi le operazioni militari sono guidate dai satelliti e da radar a terra. La D.A.R.P.A. è entrata nel programma; un'altra agenzia è entrata nel programma e non si sa che cosa venga fuori (dall'aerosol, n.d.r.) di quegli aerei [...] Gli Statunitensi sono all'oscuro di tutte queste operazioni, vivono le loro vite senza sapere [...]
Joyce
Parlami dei misteriosi boati.
Griffith
I boati si odono in tutti gli U.S.A. Non sappiamo quale sia la vera causa: probabilmente è l'effetto di un trasmettitore interferometro che scuote la terra, può scatenare terremoti. A volte si possono udire delle deflagrazioni che attraversano le città. È o stesso sistema che sta provocando uragani, aumentandone la potenza. [...]

Trattato di Lisbona: firma per chiedere il referendum
Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/
TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale
FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE IL CANONE RAI
http://zret.blogspot.com/2009/09/psicofanti.html

Ammalarsi di… paura

 

 

Ammalarsi di… paura

Il Giornale OnlineLa paura che fa più danni della malattia. Come rimediare. Parla l'esperta.
di Luigi Mondo e Stefania del Principe
"Lo stress fa male e riduce le difese del sistema immunitario". Quante volte ci siamo sentiti ripetere questa frase. E la paura, invece, cosa procura? Ve lo siete mai chiesti?
Noi sì, dato che gli "attentati" alla nostra serenità si fanno di giorno in giorno sempre più frequenti. Tra i tanti, in questo periodo, si è anche aggiunto quello delle malattie, come la tanto temuta influenza A.
C’è chi afferma che si tratta di una normale influenza e chi, invece, prende la cosa più seriamente. Insomma, ognuno dice la sua e alla fine si crea soltanto confusione. Fattostà che il problema esiste e, come tale, è bene non prenderlo sottogamba.
Quello che comunque appare chiaro, è che per molte persone il fatto di potersi prendere qualche "strana" malattia è fonte di paura. Ecco quindi la domanda di cui si accennava all'inizio: se già lo stress danneggia il nostro equilibrio psico-fisico, non lo fa ancora di più la paura?
Facendo un po' di ricerche scopriamo che c’è chi già conosceva la risposta negli anni '30. Si chiamava Edward Bach ed era un medico, immunologo, omeopata, patologo e autore del libro "Guarisci te stesso".
In questo testo parla proprio della paura delle malattie e di quanto, questa, giochi un ruolo fondamentale nello sviluppo delle stesse.
Così ci siamo rivolti a Liliana Gimenez Haas, floriterapeuta, esperta in fiori di Bach per capire qualcosa di più.
Liliana, ci può dire cosa pensava esattamente il dr. Edward Bach della paura delle malattie?
«Edward Bach arrivò a pensare che convivere con la paura - e quindi con l'infelicità - portasse ad avere una salute cagionevole. Credeva che la paura fosse uno stato d'animo principe, che stava alla base dei maggiori disequilibri psicofisici.
Secondo il pensiero di Bach, nella nostra era "la paura della malattia" si è sviluppata fino a diventare potenzialmente dannosa, perché aprirebbe appunto la porta a tutto ciò che temiamo (in questo caso la infermità), facilitandone l'ingresso nell'organismo, e riuscendo a volte addirittura a radicarsi nella personalità dell'individuo, che in questo modo potrebbe diventare cronicamente timido, assoggettato sia ai medici che ai farmaci, e talvolta facendolo arrivare a vivere nel terrore.
La paura gioca un ruolo molto importante nell'intensificazione delle patologie, e la scienza moderna ha forse aumentato il "terrore" attraverso la diffusione delle sue scoperte verso il suo Grande Pubblico, le quali ancora non sarebbero altro che delle mezze verità.
Quindi la conoscenza dell'azione dei vari batteri, virus e germi associati alla malattia, potrebbe sviluppare un vero e proprio caos nella mente di migliaia di persone sprovvedute, e il terrore suscitato in loro avrebbe il potere di renderle più suscettibili all'attacco dell'infermità, fisica e/o mentale.
C'è però un fattore che la scienza non è in grado di spiegare: sottoposte agli stessi rischi di contagio, e alla medesima possibilità d'infezione, alcune persone possono diventare affette da una determinata patologia, mentre altre ne risultano "immuni" naturalmente.
Il Materialismo dimentica che c'è un fattore che è al di sopra del piano fisico esistenziale, che nel corso della vita quotidiana proteggerebbe e renderebbe insensibile qualsiasi persona verso la malattia, di qualunque natura essa sia: l'equilibrio psicofisico, cioè stare bene con se stessi, come individui coraggiosi, sereni, gioiosi e ottimisti.
Pertanto saremmo in grado di mettere da parte tutte le paure e le fobie, considerando la causa della malattia come qualcosa che è all'interno della nostra mente, e ricordando che solamente questa angoscia sarebbe capace di renderci sensibili ad essa.
Ma se ci impegnassimo per portare armonia nella nostra personalità, temeremmo la malattia non più di quanto essere colpiti da un fulmine o da un frammento di una meteora cadente».
Secondo lei, cosa direbbe se fosse ancora in vita, in merito alla "fobia" da influenza A?
«Bach era convinto del fatto che il potere di autoguarigione avesse una forza immane. Partendo dal concetto che la paura è una emozione che agisce deprimendo le nostre difese naturali, e quindi peggiorando l'atteggiamento verso la vita, essa sarebbe la causa di una disarmonia fisica ed elettromagnetica all'interno dell'organismo, aprendo così la strada per l'invasione dei microorganismi che possono provocare una determinata infezione, si chiami raffreddore comune o Influenza A.
Allora davvero si potrebbe essere incoraggiati ad avere paura. Ma quando ci rendiamo conto che nella peggiore delle epidemie o delle pandemie solo una parte degli individui esposti al contagio vengono attaccati, e che, come abbiamo già visto, la vera causa della malattia risiederebbe in uno squilibrio della personalità, allora saremmo in grado di tenerla sotto controllo, e potremmo vivere senza timore, essendo consapevoli che il rimedio si trova dentro di noi stessi, e si chiama benessere psicofisico».
Quali sono le conseguenze a livello fisico (secondo Bach) sulle persone che hanno paura di ammalarsi e cercano sempre qualche stratagemma perché ciò non avvenga?
«Aver paura di ammalarsi sarebbe come "aver paura della paura". Ed è meglio ricordare che le paure si avverano.
Infatti, il soggetto pauroso può arrivare sia ad una subdola ipocondria (sentendosi contaminato, contagiato, avvelenato da qualcosa), che a far ammalare le persone che sono sotto le sue attenzioni esagerate - confuse in maniera distorta con "attenzioni amorevoli" - (vedi Sindrome di Münchausen, e SdM per procura).
Si sa che la troppa asepsi porta ad un indebolimento del sistema immunitario. I bambini troppo protetti, per esempio, "troppo curati" con antibiotici e cortisonici - noti farmaci depressori del sistema immunitario - hanno una salute sicuramente più debole di quelli che vivono una vita più libera, a più contatto con la natura, che in questo modo si "vaccinano" naturalmente».
Quali erano i consigli generali che dava per mantenerci in buona salute?
«Essere a contatto con la natura possibilmente incontaminata (anche se oggi non è tanto facile come negli anni '30...), allontanare da sé i sentimenti negativi come la paura, l'odio, l'invidia, l'egoismo, l'intolleranza, l'impazienza, lo scoraggiamento, il rancore, l'attaccamento al passato, i pensieri circolari, l'incertezza, l'indecisione ecc.
Tutti atteggiamenti armonizzabili con l'uso delle sue 38 essenze floreali, che ripristinano e promuovono l'amore, la pace, la volontà, la fede, la rigenerazione fisica e mentale, il superamento del passato, la gioia, la saggezza...».

Quali sono gli errori più comuni che commettiamo?

«Sono tutti quegli atteggiamenti di vita quotidiana eccessivi o non moderati, per esempio, bere bevande e mangiare pietanze troppo calde o troppo fredde, nutrirsi con cibi non biologici, lavarsi le mani troppo spesso quando siamo dentro casa (preferite le saponette meno "aggressive" cioè che non interrompono la difesa naturale già prodotta da la nostra pelle), banalizzare le sofferenze o il riposo, dormire poco e male, dipendere da certe abitudini dannose come fumo, cibo, gioco, alcol, psicofarmaci, vivere freneticamente o in maniera piuttosto sedentaria, credere di essere autosufficienti, trascurare gli affetti o, altrimenti, provare a tenere le persone care sotto costante controllo, preoccuparsi anziché occuparsi, giudicare gli altri, non ascoltare i messaggi che ci invia il nostro corpo, vivere nel passato o nel futuro, cioè, non provare a vivere il qui e l'ora ecc.».
E se alla fine di tutto la paura è più forte di noi, quali rimedi floreali consiglia?
«Ci sono 5 Fiori per trattare specificamente la paura: Mimulus per la paura delle cose conosciute, Aspen per la paura dell'ignoto, Rock Rose quando la paura diventa terrore e/o panico, Cherry Plum per la paura di perdere il controllo e commettere atti inconsulti, e Red Chestnut per la paura che succeda qualcosa di pericoloso agli esseri cari.
Per conoscerle meglio è possibile visitare . Non dimentichiamo, però, che l'origine della paura può "celarsi" dietro alle 38 essenze floreali di Bach, ecco perché i rimedi floreali non vanno presi come un prodotto da banco, ma devono necessariamente essere scelti in maniera personalizzata ed in base ad una buona conoscenza del loro repertorio, o meglio ancora, affidandosi ad un esperto Floriterapeuta.
Altrimenti, se scelte erroneamente o approssimativamente, si rischierebbe poi di affermare che i rimedi floreali "non funzionano", o che "sono soltanto un effetto placebo", e questo non farebbe minimamente onore all'importante scoperta che il Dr. Edward Bach ci ha donato con tanto amore».
Chi è Liliana Gimenez Haas
Di origine argentina è Fisioterapeuta, Naturopata specializzata in Fiori di Bach e in Tecniche Naturali per smettere di fumare. Musicista e scrittrice. Fa volontariato per bambini, anziani e mascotte. Vive a Roma dal 1982.
Fonte:

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5336

Suopervulcano spento nelle Alpi Occidentali: scoperta italo-americana.

 

Suopervulcano spento nelle Alpi Occidentali: scoperta italo-americana.

Il Giornale OnlineSegnalata da Marì
Scoperto supervulcano spento in Valsesia Poteva oscurare l'intera atmosfera
È unico al mondo perchè mostra tutto il suo
apparato profondo, permettendo la comprensione
dei meccanismi di alimentazione

ROMA - Scoprire un antico e gigantesco vulcano nelle Alpi Occidentali, tra le vallate e i rilievi della Valsesia, non è da tutti giorni. Ma trovare che questo «supervulcano fossile» espone tutto il suo sistema di alimentazione, «dalla cima agli inferi», come dicono soddisfatti gli scopritori, è ancora più eccezionale. La straordinaria avventura scientifica è frutto di una collaborazione italo-americana che ha come rispettivi capi il geologo James Quick, prorettore all’università di Dallas, e Silvano Sinigoi, professore di petrografia all’Università di Trieste.
UN CASO UNICO AL MONDO - «Di supervulcani, cioè di apparati vulcanici di grandi dimensioni, che nel passato hanno prodotto eruzioni notevoli, con la formazione di caldere del diametro di svariati chilometri, ce ne sono diversi in tutto il mondo. Averne trovato e descritto uno nelle Alpi Occidentali è sicuramente una grande soddisfazione», dice il professor Sinigoi, da noi raggiunto per telefono da proprio alla conclusione di un sopralluogo in Valsesia con il collega Quick. Ma l’autentica novità della scoperta, annunciata e descritta nell’ultimo numero della rivista internazionale «Geology», sta nel fatto che per la prima volta è possibile guardare in diretta le parti profonde e inaccessibili dei condotti attraverso cui il vulcano era alimentato.
«Ciò è stato possibile grazie al fatto che l’orogenesi alpina, cioè quella lenta dinamica che ha portato al sollevamento e alla formazione delle Alpi ha rivoltato la crosta terrestre facendo emergere tutto l’apparato magmatico che un tempo stava sotto il vulcano, fino a una profondità di circa 25 km, mettendoci a disposizione per la prima volta uno spaccato del suo complesso sistema di alimentazione –aggiunge il professor Sinigoi- . Per questo non esito a dire che il nostro supervulcano fossile della Valsesia è finora unico al mondo».

POTEVA OSCURARE L'ATMOSFERA
- Collocato nell’area tra Varallo e Borgo Sesia, il supervulcano fu attivo circa 290 milioni di anni fa, dando luogo a possenti eruzioni che erano in grado di oscurare l’atmosfera e alterare il clima globale. Poi, dopo alcuni milioni di anni di attività, ebbe tregua e, non più alimentato dai magmi profondi, collassò su se stesso, formando una caldera, cioè uno sprofondamento, di una quindicina di km di diametro.
«Dallo studio del suo sistema di alimentazione –conclude Sinigoi- stiamo imparando che la semplificazione scolastica dei vulcani, con una camera magmatica profonda che alimenta i crateri in superficie attraverso un sistema di condotti, è troppo schematica e sicuramente dovrà essere modificata».
SCOPERTA RIVOLUZIONARIA - Il supervulcano della Valsesia, in altri termini, anche se ormai è inattivo, promette di rivoluzionare le nostre conoscenze sulla struttura profonda di quella che gli antichi greci indicavano come la «fucina di Efesto», il temibile dio del fuoco.
Soddisfazione nella comunità scientifica italiana, per il risultato dei ricercatori italo-americani: «Le ricerche condotte dai professori Quick, Sinigoi e loro collaboratori, sono di estremo interesse per almeno due ordini di motivi –commenta dall’Osservatorio vesuviano il professor Giovanni Orsi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia-. Il primo è che esse permettono di studiare direttamente i processi che avvengono nel sistema di alimentazione di un vulcano, a profondità di chilometri all’interno della crosta terrestre.
Il secondo è rappresentato dalle implicazioni che i risultati di queste ricerche hanno sulla definizione del comportamento di un vulcano attivo e, quindi, sulla capacità da parte della comunità scientifica di interpretare correttamente i segnali che esso invia, sia in termini di definizione dello stato attuale sia di previsione di una eventuale eruzione. Questi sono gli obiettivi che la moderna vulcanologia si pone a livello mondiale e, in particolare, in aree vulcaniche densamente abitate come ad esempio l’area napoletana, in Italia».
Franco Foresta Martin
22 settembre 2009
Fonte:

http://www.altrogiornale.org/news.php

Messaggi subliminari: Long john della Sammontana

Terremoto in Turchia, nessun danno

 

2009-09-23 13:40

Terremoto in Turchia, nessun danno

Scossa di 4, 3 gradi Richter su costa mediterranea

(ANSA) - ANKARA, 23 SET - Una scossa di terremoto di magnitudo 4,3 gradi sulla scala Richter e' stata registrata la scorsa notte al largo della costa turca.Il sisma si e' verificato al largo della localita' turistica di Antalya, sulla costa del Mediterraneo. Lo ha riferito l'agenzia Anadolu. Il sisma, secondo l'Istituto di ricerca per la meteorologia e i terremoti dell'Universita' di Kandilli,sul Bosforo,e' avvenuta alle 01:11 locali (le 00:11 in Italia).

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mondo/news/2009-09-23_123403691.html

ULTIMATUM ALLA TERRA - ( L'ESERCITO DEI CONSAPEVOLI ) - PARTE 1

 

ULTIMATUM ALLA TERRA - ( L'ESERCITO DEI CONSAPEVOLI ) - PARTE 1
2:21:51
http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.individual&VideoID=63458751
ULTIMATUM ALLA TERRA - ( L'ESERCITO DEI CONSAPEVOLI ) - PARTE 2
2:22:23
http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.individual&VideoID=63462659

Documentario realizzato da Menphis75_

Quasi 5 ore di filmato.

Un video bomba che consiglio a tutti di vedere per intero e di diffonderlo in internet o farne dei dvd e darli a chi non ne ha il mezzo per visionarlo..
oltre ovviamente quelli che ho raccolto in questi mesi, che sono oltre 260..
http://menphis75.mastertopforum.com/265-documentari-del-risveglio-open-your-mind-vt11881.html

"La paura ci impedisce di vedere e di cogliere le occasioni di salvezza che ancora ci restano e che sono spesso a portata di mano. Ecco perché, per affrontare pericoli improvvisi, le doti più importanti sono il sangue freddo e la presenza di spirito. Il primo consiste nel silenzio della Volontà, affinché l'intelletto possa agire; la seconda nell'attività indisturbata di quest'ultimo, nonostante le pressioni che gli

mercoledì 23 settembre 2009

RAISE YOUR VOICE - HRH the Crown Prince of Denmark

RAISE YOUR VOICE - HRH the Crown Prince of Denmark

UFO 'S OVER FRANCE !! UNEXPLAINED SHAPE !!

interessante!

HOLLAND UFO INVASION 22SEPT2009

Bello!

UFO - LIGHTSHIPS IN FORMATION ( PART 1) - ASHTAR HELLAS-

Interessante

Former Canadian Defence Minister on Ufo's

The 1st Contact with UFO at Singburi

UFO Battles With Real Testimonials Part 1/7

ufo flottillas di notte 20 settembre 2009

Enduring Freedom fino al 2050 - di Pepe Escobar

Enduring Freedom fino al 2050 - di Pepe Escobar


15/09/2009

And it's one, two, three
what are we fighting for?
Don't ask me, I don't give a damn
next stop is Vietnam*
Country Joe and the Fish, 1969

Dopo otto lunghi anni, ora più che mai l'invasione e la parziale occupazione dell'Afghanistan da parte degli Stati Uniti va a pieno ritmo, grazie alla “nuova strategia” del Presidente Barack Obama.
Questa strategia – che secondo il capo del Pentagono Robert Gates “sta funzionando” - prevede che gli Stati Uniti e l'Organizzazione del Trattato Nord Atlantico (NATO) mettano in scena delle mini-Guernica, ispirandosi al bombardamento di Guernica, Spagna, compiuto dagli aerei tedeschi e italiani nel 1937 e rappresentato nel quadro di Pablo Picasso.
Prevede anche che il Generale Stanley McChrystal – ex sicario numero uno del Generale David Petraeus in Iraq – vada all'assalto di Washington per chiedere (serve altro?) altri 45.000 soldati.
Aggiungeteci 52.000 soldati americani e niente meno che l'impressionante cifra di 68.000 mercenari a partire dalla fine di marzo – senza tener conto della NATO – e presto ci saranno più americani a voltolarsi nel pantano afghano di quanti fossero i sovietici al culmine della loro occupazione negli anni Ottanta. In soli 450 giorni le truppe di Enduring Freedom più NATO sono passate da 67.000 a 118.000 unità.
Importa forse che, secondo un sondaggio McClatchy/Ipsos, a quasi otto anni dai bombardamenti della “guerra al terrore” contro i taliban il 54% degli americani pensi che gli Stati Uniti stiano “perdendo” la guerra mentre il 56% è contrario all'invio di altre truppe? Certo che no.

Vogliamo la nostra fetta
L'ultima mini-Guernica è il raid aereo compiuto contro due autocisterne di carburante sequestrate dai taliban e incastrate nel letto di un fiume nei pressi di un mercato nel distretto di Ali Abad, nella provincia di Kunduz. Il raid è stato ordinato da un minus habens, un incapace colonnello tedesco, sotto la bandiera della NATO, ed è ora degenerato in una caustica guerra verbale tra Washington e Berlino.
La “missione” della NATO in Afghanistan è estremamente impopolare in Germania. Secondo gli abitanti di Kunduz, il raid aereo NATO ha ucciso più di 100 civili; secondo la NATO non più di 25; e tutto questo continuando a dire che prima di colpire ci si era accertati che nell'area non si trovassero civili. Lo scenario di questa mini-Guernica è lo stesso di Herat nell'agosto del 2008 e di Farah nel maggio del 2009.
Niente di tutto questo rallenta la marcia inarrestabile di Gates/Mullen/McChrystal – il trio superstar del Pentagono ossessionato dall'idea di sfruttare un'escalation in stile Vietnam della sedicente “guerra necessaria” di Obama, il cui obiettivo finale, secondo il super-inviato Richard Holbrooke, è del genere “sapremo riconoscerlo quando lo vedremo”.
Per quanto riguarda la United States Agency for International Development, l'Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale, si è appena “scoperto” che i taliban – come racket di protezione – si prendono una parte degli aiuti allo sviluppo internazionale che si riversano in Afghanistan. Ma quella fetta impallidisce se confrontata con le somme che il governo di Hamid Karzai e dei signori della guerra suoi compari distraggono dalle casse dell'Unione Europea sotto la supervisione delle Nazioni Unite – con una baldoria dopo l'altra in nome della “ricostruzione afghana” (Tokyo 2002, Berlino 2004, Londra 2006, Parigi 2008).
Forse non quanto gli americani, ma anche i contribuenti europei vengono derubati. In un fantastico post sul blog italiano byebyeunclesam, Giancarlo Chetoni spiega come l'Afghanistan stia costando ai contribuenti italiani 1000 euro (1433 dollari) al minuto, o 525,6 milioni di euro all'anno, per “liberare il paese dal terrorismo e dalle droghe”. Il surrealismo è la regola. È rimasta famosa la decisione dell'Italia di destinare 52 milioni di euro alla “riforma del sistema giudiziario dell’Afghanistan”, quando in Italia “sono attualmente pendenti 3,5 milioni di processi penali e 5,4 milioni di processi civili”. Nei prossimi quattro anni l'Italia praticamente raddoppierà il suo contingente, che passerà dagli attuali 3250 militari a più di 6000.
Il nuovo segretario generale della NATO, il danese Anders Rasmussen amico dell'ex presidente George W. Bush, ha cercato di spiegare la nuova “strategia” agli scettici europei usando un “natese” pirotecnico. Ma la vera trama di questa tragicommedia senza fine non viene mai svelata. Gli Stati Uniti e i loro alleati della NATO faranno – e spenderanno – tutto quello che serve per piazzare le loro basi militari sulla soglia della Russia e della Cina e – lo sa Allah – riportare in carreggiata il Trans-Afghan Pipeline.
Dal novembre del 2001 al dicembre del 2008 l'amministrazione Bush ha bruciato 179 miliardi in Afghanistan, la NATO 102 miliardi. L'ex capo della NATO Jaap de Hoop Scheffer disse che l'Occidente avrebbe mantenuto le proprie truppe in Asia Centrale per 25 anni. Il capo di Stato maggiore britannico, Generale David Richards, lo corresse: gli anni sarebbero stati 40. Potete contare sul fatto che nel 2050 i taliban – “cattivi”, in forma e immuni al surriscaldamento globale – combatteranno ancora contro Enduring Freedom.

*E uno, due, tre
ma si combatte perché?
Frega niente, non chiederlo a me
prossima fermata Vietnam.

Pepe Escobar Asia Times8/9/2009

Traduzione di Mirumir

Manuela Vittorelli è membro di Tlaxcala, la rete di traduttori per la diversità linguistica. Questo articolo è liberamente riproducibile, a condizione di rispettarne l'integrità e di menzionarne autori, traduttori, revisori e la fonte.

Fonte: http://sitoaurora.altervista.org/Eurasia/Afganistan22.htm

martedì 22 settembre 2009

Candy Candy(Dolce Candy) 004 1/2

Candy Candy(Dolce Candy) 004 2/2

Il vento solare «soffia» imprevisto - Timori per le telecomunicazioni

 

Il vento solare «soffia» imprevisto - Timori per le telecomunicazioni

Il Giornale OnlineSegnalata da Marì
Fisici americani scoprono che anche in fase di scarsa attività della nostra stella i flussi di radiazioni e particelle possono essere molto intensi
di Franco Foresta Martin
ROMA - Il Sole può lanciare verso la Terra pericolosi flussi di radiazioni e di particelle anche quando raggiunge il minimo del suo ciclo undecennale di attività -come in questo periodo- e la sua superficie appare priva di macchie solari. La scoperta, fatta da un numeroso gruppo di ricercatori americani e annunciata sul Journal of Geophysical Research, arriva proprio mentre si sta prolungando un eccezionale minimo dell'attività solare che lascia sbalorditi gli stessi scienziati. «Per ora il Sole ci riserva una sorpresa dopo l'altra - ha dichiarato Sarah Gibson, portavoce del gruppo e geofisica al National Center for Atmospheric Research (NCAR) di Boulder, Colorado-. Finora si pensava che il cosiddetto vento solare toccasse i livelli più bassi in corrispondenza del minimo dell'attività, quando anche le macchie quasi scompaiono dalla sua superficie. Invece, studiando il comportamento della nostra stella, durante l'ultimo minimo del 2008, e confrontandolo con il precedente minimo del 1996, abbiamo trovato che questa convinzione non è fondata: il vento solare può investire la Terra come un lanciafiamme anche quando non ci sono macchie».
SISTEMI DI COMUNICAZIONE - La metafora del lanciafiamme, ovviamente, non è da prendere alla lettera. In realtà può succedere che un intenso flusso di particelle elementari di origine solare, giunto al livello dell'orbita terrestre con velocità di centinaia di km al secondo, colpisce il campo magnetico terrestre che ci fa da scudo contro questo tipo di radiazioni e riesce a penetrarlo, scatenando tempeste elettromagnetiche. Il fenomeno può avere risvolti rilevanti anche per la nostra vita quotidiana poiché la maggior parte dei moderni sistemi elettronici e di telecomunicazioni è vulnerabile rispetto a questi eventi e può andare in tilt, causando una serie di blackout a catena che investono i satelliti artificiali, le linee elettriche e quelle telefoniche, i trasporti, le trasmissioni radio e televisive, gli apparati GPS, eccetera.
STRATEGIE - Secondo i ricercatori americani i flussi di radiazioni durante il « Sole quieto» del 2008, piuttosto che alle inesistenti macchie, sono associati a «buchi» che si producono nella rovente atmosfera solare. Dei rischi associati alle tempeste solari si è parlato nei giorni scorsi anche nel corso di un seminario internazionale presso la sede dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (INGV) a Roma. «Abbiamo ospitato un meeting internazionale patrocinato dallo SCAR (Comitato Scientifico per la Ricerca in Antartide) che ha avuto come tema centrale il prossimo massimo di attività solare atteso nel 2012 e le contromisure per mitigarne gli effetti sui sistemi di navigazione satellitare, quali il ben noto GPS, ma anche il russo GLONASS e l’imminente sistema europeo GALILEO -riferisce la dirigente di ricerca Giorgiana De Franceschi -.
Le regioni polari forniscono un laboratorio naturale per l’osservazione e lo studio dei disturbi atmosferici di origine solare, che influenzano la prestazione degli apparati tecnologici basati sui sistemi di navigazione satellitare, riducendone la precisione e l'affidabilità. Gli esperti di diverse nazioni, guidati dal gruppo di fisica dell’alta atmosfera dell’INGV, si sono perciò riuniti per pianificare l’osservazione e lo studio dell’atmosfera polare attraverso una rete internazionale di speciali ricevitori GPS posizionati sul continente Antartico”. Da questi studi ci si aspetta una migliore conoscenza di due caratteristiche dell'atmosfera: il vapore d’ acqua nella bassa atmosfera (troposfera) e il contenuto di elettroni nella parte alta (ionosfera) che influenzano la propagazione delle onde radio.
Fonte: corriere.it
Vedi:

http://www.altrogiornale.org/news.php

Terremoti: forte scossa in India

Notizie Ansa
Ansa

Terremoti: forte scossa in India

Nel Nord est, avvertita anche nel Bhutan e a Calcutta, no danni


Terremoti: forte scossa in India (ANSA) - NEW DELHI, 21 SET - Un terremoto di magnitudo 6,3 ha scosso la parte nord orientale dell'India. Lo riferisce l'ente Usa United States Geological Survay. L'epicentro della scossa, che e' stata registrata ad una profondita' di 7,2 km, e' stato calcolato a 125 km a nord ovest di Gauhati, nello stato nord orientale dell'Assam. La scossa e' stata avvertita anche in tutto il Bhutan e a Calcutta. Al momento non ci sono notizie di vittime o di danni a cose.
21 Set 12:16

http://www.borsaitaliana.it/borsa/area-news/news/ansa/dettaglio.html?newsId=147572