Alert - Nibiru is coming

Il Pensiero di Angeli in Astronave

Angeli in Astronave è distaccato da tutti coloro che professano amore…e in realtà guadagnano con la sapienza che non gli appartiene… ribadisco …nomi altisonanti … artefatti di strani effetti speciali …visivi o non… strumentalizzare… gruppi di appartenenza…donazioni … plagio… bugie da effetto… mancanza di umiltà… falsi nel pubblico…violenti nelle mura domestiche… guru e maestri …diffidate da ogni cosa artefatta… l’Amore unisce in semplicità…non ha bisogno di una carta scritta…la Verità non si vende ne si compra…fatene tesoro… Dolbyjack!

"Con riferimento al Decreto legislativo 9 aprile 2003, n.70 che si occupa di Attuazione della direttiva 2000/31/CE. Facendo anche riferimento al libro verde sulla tutela dei minori e della dignità umana nei servizi audiovisivi e di informazione COM (96) 483, il presente sito web: (Angeli in Astronave) è fruibile a soli Maggiorenni e pertanto proibito a tutti coloro che siano sofferenti psichici o vulnerabili ad informazioni di questo tipo e quindi influenzabili dal punto di vista psicologico.”

Buona Navigazione Cari Angeli, Namasté..

Video Discosure-Nibiru e Mauro Biglino

Riflessioni

La dottrina e pratica più blasfema della Chiesa Cattolica è quella della transustanziazione e del sacrificio della messa. La transustanziazione (fatta dogma dal concilio Lateranense IV nel 1215, elaborata in seguito da Tommaso d'Aquino e sancita definitivamente dal Concilio di Trento) insegna che: il pane e il vino, al momento della consacrazione vengono dal sacerdote cambiati nel corpo e nel sangue di Gesù Cristo (ogni giorno quindi vengono all'esistenza migliaia e migliaia di nuovi Gesù). La Scrittura insegna che nella cena c'è solo la presenza spirituale di Gesù (Luca 22:19-20; Giovanni 6:63; 1 Corinzi 11:26). Inoltre, nell'adorazione dell'ostia, la Chiesa di Roma adora un dio fatto dalle mani di uomini. Questo è il colmo dell'idolatria, ed è completamente contrario allo spirito del Vangelo che richiede di adorare Dio in spirito e verità (Giovanni 4:23-24). Carlo Fumagalli ex prete ed antropologo

Rasoio di Ockam suggerisce che: "tra varie spiegazioni possibili di una data osservazione, quella più semplice ha maggiori possibilità di essere vera".

DA QUANDO E' DIVENTATO REATO AVER CARA LA VITA?

"Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa".

Disclose.tv - ANONYMOUS MESSAGE TO NASA ABOUT ETS
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/104638/ANONYMOUS_MESSAGE_TO_NASA_ABOUT_ETS/ Agenzia spaziale più importante del mondo, ti abbiamo osservato e ascoltato per molto tempo, siamo contrariati dalle tue costanti smentite e insabbiamenti, sappiamo tutti i tuoi piccoli e sporchi segreti e i trucchetti che usi. Sappiamo come hai falsato tutte le immagini della superfce dei pianeti e dei satelliti che li circondano, sappiamo come hai falsato e nascosto la verità al mondo. Ora abbiamo abbastanza filmati immagini e informazioni che tu non hai. Saremo capaci di mostrare la verità e lo faremo presto, pensi che stiamo bleffando? allora ascolta, la complessità della loro abilità è incomprensibile[...]l'ormeggio dei loro veicoli sembra molto NASA(non diciamo di più) è per i tuoi trucchi?Sappiamo anche come hai rilasciato strani fotogrammi che mostrano dischi che visitano e poi lasciano la terra e hai consigliato agli astronauti di menzionare volta per volta gli ufo, questo è per far credere che sai molto poco di quello che stà accadendo (mentre altri pensano di aver trovato la verità) ma in realtà la verità è così incomprensibilmente vasta e così semplice che sfugge anche ai migliori dispositivi e menti. Ora, sai che facciamo sul serio. Ora ci rivolgiamo a tutti i cittadini del mondo, le entità extradimensionali non sono malvagie come vogliono farvi credere, al contrario, hanno creato il nostro universo quindi sono presenti da prima di noi, non c'è nienti di cui temere, questo è l'inizio della rivoluzione spirituale ed evoluzione della specie umana Traduzione per Angeli in Astronave Raffaele V.

video prova

La morte non esiste è una invenzione della Chiesa Cattolica - Guarda il video e capirai| Nuove tecnologie ci renderanno liberi

sabato 20 luglio 2013

Crop Circle: video mostra sfere di Luce sui campi del Wiltshire

Crop Circle: video mostra sfere di Luce sui campi del Wiltshire

download as a pdf file Scarica questo articolo in PDF

Il filmato che vi presentiamo è stato registrato la sera del 9 Luglio 2013 durante la visita all’interno di un crop circle comparso ad Avebury Trusloe vicino alla piramide naturale di Silbury Hill soprannominata la “Collina degli Splendenti”. E proprio in questi campi di frumento, tutti gli anni in questo periodo fanno la loro comparsa i crop circle.

ufo crop1037 Jul. 20 11.07

ufo crop1034 Jul. 20 10.59

ufo crop1033 Jul. 20 10.59

Oltre alla comparsa dei pittogrammi, vengono spesso avvistate sfere di luce che volano a bassa quota sopra i campi e le colline di questa splendida e affascinante zona “magica”.  Nel video spettacolare registrato da uno dei visitatori dei crop circle, la sera del 9 Luglio 2013, mette in evidenza la comparsa di alcune sfere di luce di una luminosità intensa che stazionano sopra una collina della zona di Avebury, per alcuni minuti e la sensazione è come se fosse quella di farsi notare, come per dire “siamo qui”, siamo noi i “creatori dei cerchi”. Guardate il filmato!

Redazione Segnidalcielo

ufo crop1035 Jul. 20 10.59

http://www.segnidalcielo.it/2013/07/20/crop-circle-video-mostra-sfere-di-luce-sui-campi-del-wiltshire/

venerdì 19 luglio 2013

Avvistamento UFO massivo a Città del Messico

Avvistamento UFO massivo a Città del Messico

download as a pdf file Scarica questo articolo in PDF

Tutto è accaduto il pomeriggio del 18 Luglio 2013, quando centinaia e centinaia di persone assitono ad un avvistamento UFO. Tre sfere di colore grigio stazionano sul quartiere residenziale di Colonia Condesa, ubicato nella zona centrale di Città del Messico. Moltissime persone attratte dal fenomeno fotografano e riprendono la scena riguardante la presenza di UFO su Mexico City. Guardate il filmato pubblicato grazie al ricercatore e giornalista Yohanan Diaz. Guardate!

Redazione Segnidalcielo

ufo condesa1029 Jul. 19 13.26

ufo condesa1030 Jul. 19 13.26

ufo condesa1027 Jul. 19 13.26

http://www.segnidalcielo.it/2013/07/19/avvistamento-ufo-massivo-a-citta-del-messico/

Altro UFO avvistato vicino al vulcano Popocatepetl

Altro UFO avvistato vicino al vulcano Popocatepetl

download as a pdf file Scarica questo articolo in PDF

Un altro UFO è stato registrato vicino al Vulcano Popocatepetl. Come potete vedere dalle immagini riportate dal sito web ADG UK (alien-disclosure-group) qui sotto, un oggetto di tipo globo d’argento si osserva nei pressi del vulcano. L’UFO è stato registrato tramite webcam Timelapse. Rammentiamo che il Vulcano Popocatepetl è stato investito in quest’ultimo periodo, da una intensa attività UFO che non possiede precedenti, con centinaia di avvistamenti registrati anche dalle telecamere del CENAPRED e da TELE VISA.

Redazione Segnidalcielo

fonte

http://www.segnidalcielo.it/2013/07/19/altro-ufo-avvistato-vicino-al-vulcano-popocatepetl/

Sonde invisibili inviate da civiltà aliene potrebbero già essere nel nostro sistema solare

Sonde invisibili inviate da civiltà aliene potrebbero già essere nel nostro sistema solare

download as a pdf file Scarica questo articolo in PDF

Flotte di sonde robotiche spaziali provenienti da civiltà aliene potrebbero già essere arrivate nel nostro Sistema Solare! Detta così, sembra la trama di un romanzo fantascientifico o l’affermazione di un ‘fuffaro’ appassionato di Ufo.

Si tratta, invece, dell’ipotesi avanzata da un autorevole studio pubblicato sull’International Journal of Astrobiology da Duncan Forgan e Arwen Nichols, due matematici dell’Università di Edimburgo. Secondo i due ricercatori, in un remoto passato, civiltà aliene potrebbero aver lanciato sonde robotiche nello spazio, allo stesso modo in cui gli umani hanno spedito la Voyager dalla Terra.

Attenzione però, si tratterebbe di manufatti altamente tecnologici, capaci di occultare la loro presenza e di autoreplicarsi, cioè in grado di produrre nuove versioni di se stesse utilizzando gas e polveri interstellari incontrate durante la navigazione cosmica. “Possiamo concludere che una flotta di sonde autoreplicanti può esplorare l’intera galassia in un tempo sufficientemente breve, in periodo di tempo inferiore all’età della Terra”, spiegano i ricercatori.

Le sonde, infatti, per esplorare tutta la nostra galassia in 10 milioni di anni, avrebbero bisogno di viaggiare al 10% della velocità della luce. Per ottenere tali velocità, le navicelle robotiche potrebbero usare l’effetto fionda garantito dalla gravità delle stelle.

“Sonde interstellari possono effettuare manovre ‘fionda’ intorno alle stelle che visitano, ottenendo la spinta necessaria per continuare l’esplorazione”, scrivono i ricercatori. D’altra parte, le nostre stesse sonde Voyager hanno usato una tecnica simile, utilizzando i grandi pianeti del Sistema Solare, ma la gravità di una stella garantirebbe una spinta molto più grande.

La domanda è, se sono qui, perchè non le abbiamo ancora viste? I due ricercatori ipotizzano che le sonde possano essere state programmate in modo da non arrivare in grande numero, dato che “potrebbe essere interpretato come ostile, causando il panico”.

Altri scienziati, convinti che le sonde potrebbero già essere qui, hanno fornito spiegazioni alternative. “Manufatti extraterrestri potrebbero già essere nel nostro Sistema Solare a nostra insaputa, semplicemente perchè non abbiamo ancora cercato abbastanza”, scrive Jacob Haqq del Rock Ethics Institute in un documento del 2011. “L’esplorazione del Sistema Solare è sufficientemente incompleta da non poter escludere la possibilità che artefatti non terrestri siano presenti e ci stiano osservando”.

Ducan Forgan, inoltre, cita l’esperto della Nasa Robert Freitas, che già nel 1983 aveva suggerito che eventuali sonde nel nostro Sistema Solare potrebbero essere state progettate per non essere rilevate, utilizzando tecnologie ben al di là di quelle a nostra disposizione.

“La sonda potrebbe mimetizzarsi impostandosi in una condizione non rilevabile dalla civiltà che viene esplorata”, spiega Forgan a Yahoo! Notizie. “E’ da escludere anche la possibilità che le sonde abbiano smesso di funzionare o si siano rotte. Chi ha progettato le sonde deve essere un ingegnere altamente qualificato, dotando le sonde della capacità di autoripararsi, a causa delle grandi distanze e i tempi necessari per compiere l’intera missione”.

Le sonde di Von Neumann

Solitamente, quando proiettiamo la nostra immaginazione nel futuro dell’esplorazione spaziale, ci viene in mente il classico metodo alla ‘Star Trek’, dove un capitano coraggioso e il suo equipaggio, a bordo di una nave stellare a curvatura, esplorano la galassia in cerca di nuovi mondi e nuove civiltà.

Tuttavia, il metodo più efficace per esplorare lo spazio potrebbe essere molto meno romantico: l’invio di sonde di Von Neumann in tutta la galassia. La ‘Macchina di Von Neumann’ è un costrutto artificiale che è teoricamente capace in modo autonomo di produrre migliaia copie di se stesso usando materiali grezzi presi dall’ambiente.

Eventuali sonde aliene progettate secondo il principio di Von Neumann, potrebbero tranquillamente riprodursi utilizzando le polveri interstellari, ma anche i depositi naturali di ferro, nichel, ecc… degli asteroidi incontrati durante la navigazione. Se una sonda aliena di Von Neumann trovasse un pianeta con la vita nascente, o con una civiltà agli albori del suo sviluppo, potrebbe rimanere inerte per migliaia o milioni di anni, aspettandone in silenzio l’evoluzione.

Un ipotesi del genere è stata proposta dal fisico Paul Davies, dell’Università di Adelaide, secondo il quale una sonda di Von Neumann potrebbe esistere attualmente sulla nostra Luna, arrivata in un passato remoto e in attesa di attivazione.

“Il fatto che non abbiamo ancora visto sonde di questo tipo non significa che la nostra galassia sia un luogo solitario”, avverte Forgan. “E’ difficile credere che civiltà capaci di tale tecnologia non siano esistite negli ultimi milioni di anni”.

Ma c’è un’altra cosa da considerare: il mese scorso, il Mufon, (Mutual UFO Network), ha ricevuto più di 600 segnalazioni di avvistamento UFO solo negli Stati Uniti. Anche se il 95% potrebbero essere dei falsi o degli errori, rimangono almeno 30 avvistamenti senza spiegazione.

Forse Fegan e Nicholson dovrebbero considerare che alcuni di questi oggetti non identificati potrebbero essere le sonde aliene che stanno cercando.

fonte

fonte

link

http://www.segnidalcielo.it/2013/07/19/sonde-invisibili-inviate-da-civilta-aliene-potrebbero-gia-essere-nel-nostro-sistema-solare/

DNA Progetto Alieno

DNA Progetto Alieno

download as a pdf file Scarica questo articolo in PDF

Un messaggio alieno è codificato nel nostro DNA? È questa la rivoluzionaria conclusione dello studio di due scienziati kazaki. L’analisi della struttura del DNA mostra sorprendenti analogie con un linguaggio complesso di tipo artificiale. È quello il luogo dove possiamo cercare l’origine aliena della razza umana?

La risposta se siamo soli nell’universo potrebbe essere proprio sotto il nostro naso, o, più letteralmente, all’interno di ogni cellula del nostro corpo. I nostri geni potrebbero nascondere il “timbro del produttore” intelligente al loro interno, codificatovi eoni fa altrove in qualche luogo del cosmo. Tale “griffe” sarebbe un timbro indelebile di una maestra civiltà aliena che ci ha preceduto di milioni o miliardi di anni. Il suo lascito finale si sarebbe diffuso nella Via Lattea “a immagine e somiglianza” biologica. È quello che hanno ipotizzato lo scorso mese di marzo due scienziati kazaki, il matematico Vladimir I. shCherbak dell’Università Nazionale del Kazakistan al-Farabi, e Maxim A. Makukov dell’Istituto Astrofisico Fesenkov. I due studiosi ipotizzano che un segnale intelligente potrebbe essere incorporato nel nostro codice genetico attraverso un messaggio matematico e semantico che non è coerente con l’evoluzione darwiniana. Lo chiamano “SETI biologico” e, sostengono, abbia maggiore longevità e possibilità di essere rilevato rispetto a qualsiasi altra forma di segnale extraterrestre. In un articolo scientifico pubblicato sulla rivista Icarus dal titolo “The Wow! Signal of the terrestrial genetic code”, affermano: «Una volta fissato, il codice potrebbe rimanere invariato su scala temporale cosmologica, essendo la più durevole struttura conosciuta. Costituisce quindi una memoria eccezionalmente affidabile per una firma intelligente. Una volta che il genoma è opportunamente riscritto, il nuovo codice con la firma inseritavi rimarrà congelato nella cellula e nella sua progenie e potrebbe quindi essere spedito attraverso lo spazio e il tempo». Per superare il test di progettazione, questa firma deve possedere modelli nel codice genetico statisticamente molto significativi e funzioni intelligenti che non sono coerenti con qualsiasi altro processo naturale conosciuto. I due scienziati, nella loro analisi dettagliata, sostengono che il genoma umano mostri proprio un approfondita precisione e ordine nella mappatura dei nucleotidi del DNA e negli aminoacidi. «Accordi semplici del codice – hanno scritto i due – rivelano un insieme di impronte aritmetiche e ideografiche tipiche del linguaggio simbolico», con l’uso della notazione decimale, trasformazioni logiche e l’uso del simbolo astratto dello Zero. «Accurate e sistematiche, queste impronte appaiono come un risultato di assoluta precisione» hanno scritto.

Questa interpretazione li porta a una sola conclusione: che il codice genetico «sembra sia stato inventato al di fuori del sistema solare diversi miliardi di anni fa», una dichiarazione che offre credito all’idea della panspermia, l’ipotesi che la Terra sia stata inseminata di vita interstellare. Una sorta di conquista della galassia basata sull’eternità di un’impronta genetica aliena studiata e impiantata ovunque da super-esseri.

Tuttavia, ci sono altre possibilità alla possibilità di un Disegno Intelligente nel nostro genoma. Che l’Universo sia una sorta di Matrice, simile ad un programma informatico (idea che ha fatto la fortuna della triologia cinematografica di Matrix). L’idea che qualche programmatore ha generato il codice genetico della vita nell’“universo modello” è coerente con i suggerimenti degli autori.

Lo studio dei due scienziati kazaki si inserisce nella lotta tra i sostenitori dell’evoluzionismo darwiniano e quelli di una corrente alternativa di pensiero chiamata “Teoria del Disegno Intelligente”. Un insieme di scienziati che sostengono l’inadeguatezza delle attuali teorie scientifiche relative alla nascita e all’evoluzione della vita. Più specificamente questi affermano che l’evoluzione delle specie enunciata da Darwin presenta troppi punti oscuri e che le specie viventi hanno avuto troppo poco tempo per poter evolvere nelle forme diversificate che vediamo oggi. Dunque la risposta a queste inadeguatezze è stata la nascita del Movimento del Disegno Intelligente, i cui membri sostengono che una forma di intelligenza ha agito in un preciso momento della storia universale per provocare i “salti evolutivi” che Darwin e la sua teoria non sono stati in grado di spiegare. Non si tratta però della ridefinizione scientifica del Creazionismo biblico, né il Disegno Intelligente si esaurisce alle specie viventi. Questo infatti estende il progetto creativo del Disegno Intelligente all’intero universo (o multiverso). Per quanto incredibile, sono scienziati ad affermarlo, dunque le loro affermazioni vanno prese seriamente, anche in considerazione del fatto che tale Disegno Intelligente sembra sposarsi perfettamente con quanto affermano tutte le grandi tradizioni spirituali e le loro Dottrine di Sapienza.

Un’intelligenza creatrice

Uno dei sostenitori di questa visione è lo spagnolo Antonio Martinez (foto in ultima pagina), dottore in medicina e oftalmologia, membro dell’associazione internazionale Medici e Chirurghi per l’Integrità Scientifica il quale, in un’intervista rilasciata al giornalista David Zurdo, ha affermato: «La teoria del Disegno Intelligente si limita ad offrire un altro paradigma alla biologia, un altro modello, che si basa sulla prova che nello sviluppo delle specie viventi è intervenuta un’intelligenza non necessariamente ascrivibile ad alcun libro sacro. Semplicemente constata che la vita non si può spiegare con il fattore “caso”, con il trascorrere del tempo o con l’intervento di mutazioni. In base a ciò, la biologia deve cambiare modello, accettando che la complessità delle informazioni immagazzinate nel DNA, all’interno del nucleo di una cellula, non può essere attribuita solo a questi fattori. Dunque il Disegno Intelligente propone un nuovo sistema di intendere la biologia, non darwinista, che implica la necessità di questa intelligenza nel disegno della vita. Darwin parlava di “selezione naturale” attraverso un meccanismo per cui il più forte sopravvive. Il Neodarwinismo parla delle mutazioni alla base del meccanismo di selezione naturale. Ma oggi, con la conoscenza del materiale genetico, con la conoscenza del fatto che le leggi dell’esistenza risiedono nel carico genetico di ciascuna specie, ci troviamo di fronte a una grande domanda: come è stato possibile che una specie si sia evoluta in un’altra più complessa? Le mutazioni avanzate dai neodarwinisti non sono in grado di spiegarlo in quanto una minima mutazione del patrimonio genetico o non produce nulla oppure produce infermità e morte. Le mutazioni positive sono una chimera teorica e non una realtà sperimentale. Non si conosce nessun meccanismo biologico che produca un incremento delle informazioni nel DNA in una specie per migliorarla». Dunque Martinez disconosce, come i suoi colleghi aderenti al nuovo paradigma, il darwinismo e i suoi meccanismi, sebbene l’Intelligenza da questi chiamati in causa non sia quella dei libri sacri. Dunque, anche il Disegno Intelligente, stando alle parole di Martinez, sebbene ascriva a un’intelligenza la genesi della Vita, non specifica di quale intelligenza si tratti, lasciando un alone irrisolto sulla sua natura, chiarendo solo che la teoria non parla di Dio, o almeno non del Dio dei libri sacri.

Il DNA e la geometria del Cosmo

Se andiamo a osservare la struttura stessa del DNA, ci rendiamo conto di come questa sia profondamente legata alle forme universali e macrocosmiche, a conferma di un Disegno Intelligente non solo teorizzato, ma reale, fatto di matematica e geometria all’interno della natura. Il DNA di cui stiamo parlando è infatti una doppia spirale, un binario scalare che è la matrice della Vita e che sembra possedere una coscienza insita nella sua struttura, un mediatore-matrice tra un mondo fatto di spirito e uno fatto di materia. È il DNA il messaggio nascosto nell’episodio biblico della visione di Giacobbe e della Scala Divina, su cui salivano e scendevano angeli di Genesi 28:12 «Una scala poggiava sulla terra, mentre la sua cima toccava il cielo; e gli angeli di Dio salivano e scendevano per la scala».

Questa scala è proprio il DNA, con i pioli rappresentati dalle molecole nucleotidi, e gli angeli che salgono e scendono che, a mio parere, sono proprio i poteri mediatori (o messaggeri) tra il mondo della pura energia a quello della forma. Poteri che si esprimono attraverso le caratteristiche del suono e della luce; in breve attraverso le frequenze. È la scienza ad averlo confermato. Il biofisico e biologo molecolare Pjotr Garjajev e i suoi colleghi hanno studiato le qualità vibrazionali del DNA, dunque le sue frequenze, verificando che questo reagisce alle onde elettromagnetiche e a quelle luminose. Impiegando le giuste frequenze, il DNA è in grado di autoripararsi. All’interno di quest’esperimento, Garjajev e il suo team hanno affermato di aver anche scoperto che il DNA può creare delle interferenze nel vuoto, arrivando a produrre dei microtunnel spazio-temporali, equivalenti ai cosiddetti “ponti Einstein-Rosen” del macrocosmo. Ponti di connessione tra due livelli “multiversali” di esistenza, la cui funzione è del tutto analoga all’operato degli angeli (i messaggeri) nel sogno di Giacobbe. Questa relazione tra il DNA e la teoria del Disegno Intelligente è molto più di una chimera. Non solo i saggi compilatori della Bibbia ma anche gli antichi Greci conoscevano la struttura del DNA ben due millenni prima che Francis Crick e James Watson la scoprissero, e l’avevano eletta a emblema di medicina, simbolizzandola nel Caduceo di Hermes, caratterizzato da due serpenti arrotolati intorno a un bastone. Anche il Caduceo era simbolo sia di guarigione che del messaggero celeste. Dunque le antiche conoscenze e la più moderna scienza confermano le qualità multidimensionali del DNA e aggiungono ulteriore validità alla nuova teoria scientifica del Disegno Intelligente, che nel tempo non potrà non tenerne conto.

Abbiamo detto, infatti, che il DNA è una doppia scala a chiocciola. Questa scala necessita di dieci pioli per effettuare un giro completo, esattamente come avviene per l’Albero della Vita della Cabala, che conta dieci Sephirot. Lo studioso Stephen Skinner, nel suo saggio Geometria Sacra, ha dimostrato come il progetto geometrico del DNA si apprezzi meglio se visto dall’alto. «Se osserviamo il DNA dalla verticale – afferma Skinner – la sua struttura ricorda molto la forma della lettera greca Phi (F), cioè la proporzione aurea equivalente a 1,6180, e geometricamente consiste in una serie di pentagoni doppi che formano la vista assiale composita della doppia ellisse del DNA, la cui rotazione completa contiene dieci molecole di fosfato e zucchero. Il Phi è parte integrante della costruzione del pentagono e il patrono geometrico più importante della citata vista assiale del DNA, che rivela tre grandi doppi pentagrammi. Ogni pentagono crea un’intersezione con altri due, in modo tale che queste intersezioni presentano la proporzione aurea iscritta nella struttura assiale di questa molecola». Dunque, se il DNA è relazionato attraverso la sua struttura geometrica di base, all’intera creazione ne consegue che l’Uomo è fondato su tale Progetto Geometrico Intelligente. Non è quindi un caso se questi sia inseribile in un pentagono, visto che è il solido alla base del progetto del DNA. Non deve meravigliare, dunque, se nel corso della sua storia le civiltà hanno voluto imitare l’atto creativo divino, erigendo templi e piramidi secondo le stesse proporzioni. Questi non sono altro che simulacri della relazione vibrazionale e per derivazione geometrica esistente tra Dio, quale energia creante, e l’Uomo, quale unico essere su questo piano che non solo contiene in sé tale potenza (solo se ne è consapevole), ma che è anche in grado di renderla manifesta.

Un Universo Cosciente

Il fisico americano Andrei Linde, come molti suoi colleghi, afferma che l’Universo, o meglio, il Multiverso, possiede un’impronta uniforme e sembra essere disegnato affinché non sia l’Uomo a doversi adattare ad esso, ma il contrario. Questo Universo sarebbe strutturato per adattarsi all’Uomo. È ciò che è conosciuto come “Principio Antropico”, divulgato per la prima volta dal fisico Brandon Carter dell’Università di Cambridge nel 1973. Carter affermò che una serie casuale di leggi avrebbe lasciato l’universo morto e oscuro e che le leggi della fisica stesse, per come le conosciamo, sono “tarate” per far emergere la vita e, dunque, l’Uomo. Un’innumerevole serie di fattori concomitanti avrebbe quindi fatto sì di permettere la vita, un numero talmente alto che è contro ogni legge statistica e ogni calcolo delle probabilità, secondo questi fisici contemporanei. «La Vita non sembra essere una componente accidentale dell’Universo – ha detto Linde – ma pare esserne il suo fine ultimo. Se solo uno di questi innumerevoli fattori fosse stato solo di poco diverso da quello che è, oggi non esisteremmo». Linde ha anche speculato che la coscienza potrebbe essere una componente fondamentale dell’Universo, proprio come lo spazio e il tempo, e questo sarebbe dimostrato dalla relazione rilevata in laboratorio tra l’osservatore e le particelle osservate: le due componenti si influenzano vicendevolmente. Ciò dimostra che tutto forma un sistema unico dove la coscienza ha la sua parte. In breve, la Creazione esiste in quanto esiste qualcuno che la osserva. Non è forse questa la ragione insita nella creazione dell’Uomo, narrata da tutte le Grandi Tradizioni Spirituali di ogni epoca e luogo, semplicemente spogliata dei suoi elementi allegorici e simbolici? Non è stato sempre detto in antico che Tutto è Uno? «Senza qualcuno che osservi l’Universo – ha affermato Linde – l’Universo non esisterebbe». Anche il Fisico James Gardner si è espresso in termini simili con la sua teoria dell’Universo Autocosciente, affermando che la vita e l’intelligenza sono i primari fenomeni cosmologici e che tutti gli altri fenomeni, vale a dire ciò che la fisica definisce “costanti fondamentali” per l’Universo, sarebbero in realtà solo secondarie. Gardner ha speculato che alla base di questa creazione, nei primi momenti di vita di questo e di altri universi, vi sia stata una “forma di vita intelligente altamente evoluta” che lo ha provvisto di un “codice cosmico” (un insieme di leggi fisiche e costanti) finalizzato alla vita, in grado, una volta giunta al massimo stadio di evoluzione (consapevolezza) di ripetere il ciclo. Chi può mai essere questa forma di vita altamente evoluta alla base della creazione? Alieni? O un Super-Essere primordiale? Non si può, in effetti, escludere una forma di Coscienza Universale. L’Uomo, quale essere al massimo stadio di evoluzione, si comporterebbe come il DNA, avendo come compito quello di essere l’organo riproduttivo della creazione stessa, in grado di spargere il seme della creazione e le sue costanti geometriche in lui insite, e questo sembra essere proprio quello che ipotizzano i sue studiosi kazaki Vladimir I. shCherbak e Maxim A. Makukov . A questo punto, siamo giunti a definire quello che è lo scopo ultimo del grande Disegno Intelligente, che riunifica Scienza e Spirito, vale a dire la Coscienza/Consapevolezza.

La Creazione, frutto di un’intelligenza che è Coscienza genererebbe nuova Coscienza in forma embrionale: l’Uomo. Questi possiede i semi di questa coscienza ma li esprimerebbe solo al suo massimo grado evolutivo. Insomma, tutto nel creato sembra basarsi su un progetto preciso, e la teoria del Disegno Intelligente, nata in seno a un gruppo di scienziati che non accettano le teorie evolutive tradizionali, sebbene non parli di una divinità, a questa si lega indissolubilmente, per quanto involontariamente, essendo le sue acquisizioni del tutto sovrapponibili e corrispondenti al Sapere che da lontane epoche, civiltà e uomini sapienti, ci arriva: Tutto è Uno, quell’Uno è Dio e quel Dio è in noi.

Adriano Forgione

tratto dalla rivista X-Times n°56

http://www.segnidalcielo.it/2013/07/19/dna-progetto-alieno/

giovedì 18 luglio 2013

Spettacolare avvistamento UFO durante un concerto in Colorado (USA)

Spettacolare avvistamento UFO durante un concerto in Colorado (USA)

download as a pdf file Scarica questo articolo in PDF

Pubblichiamo di seguito uno spettacolare video di un avvistamento UFO avvenuto in Colorado durante un concerto. Quanto segue è la testimonianza diretta di chi ha assistito e registrato l’avvistamento di una sfera di luce che staziona sopra il palco dell’Anfiteatro di Fiddler dove centinaia e centinaia di persone assistevano ad un concerto. Il fatto è accaduto alle ore 21 del 15 Luglio 2013.

Ecco la testimonianza di chi ha assistito e documentato l’avvistamento:

“Il 15 luglio 2013, poco dopo le 21:00, mentre assistevo ad un concerto a Fiddlers Green con mio marito, ho notato un oggetto che viaggiava molto velocemente verso proveniente da nord-ovest.

C’erano stati parecchi aeroplani che volavano sopra le nostre teste, tuttavia questo oggetto non sembrava viaggiare o spostarsi come un aereo o un elicottero. Subito dopo ho notato che, l?UFO ha rallentato e si librò per qualche secondo sopra l’anfiteatro poi si è spostato in avanti e indietro sul lato ovest di Fiddlers Green. Ho subito pensato che fosse qualcosa di strano e questo mi ha indotto a far notare a mio marito la presenza del misterioso oggetto, in modo che potesse dirmi quello che pensava. Ha anche pensato che fosse qualcosa di strano, e non solo un aereo o un elicottero.

Non avevamo mai visto nulla muoversi in quel modo e in tutte le direzioni che sia a noi identificabile. Quando era al suo punto più vicino a noi abbiamo potuto vedere chiaramente sia le sue luci verdi, blu, bianco e rosse pulsanti e sicuramente sembrava ruotare su se stesso.  Ho iniziato la registrazione con il telefonino (smartphone) e ho documentato il tutto per più di un minuto e mezzo.  L’oggetto sembrava incuriosito, come se stesse sondando la zona, in particolare il luogo dove eravamo. Dopo girando un paio di volte questa sfera di luce si diresse a nord-ovest rispetto alla nostra visuale. Ho pensato se fosse qualcosa di militare to decidere se era qualcosa di militare o qualcosa che “non era di questo mondo”.

ufo colorado1019 Jul. 18 17.31

ufo colorado1017 Jul. 18 17.30

riferimenti: fonte

http://www.segnidalcielo.it/2013/07/18/spettacolare-avvistamento-ufo-durante-un-concerto-in-colorado-usa/

Irlanda: spettacolare avvistamento UFO a Dublino – il video

Il video che vi presentiamo è la testimonianza di uno spettacolare avvistamento UFO avvenuto martedì 16 Luglio 2013 a Dublino (Irlanda ) . Nel filmato è visibile una sfera di luce che dopo aver percorso un volo in orizzontale, si ferma per poi abbassarsi a livello delle abitazioni . Sicuramente non si tratta di un velivolo terrestre o comunque un DRONE, anche perchè determinati velivoli non possiedono caratteristiche simili all’oggetto volante avvistato a Dublino la sera del 16 Luglio 2013 e che ha stazionato per qualche minuto sulle abitazioni per poi scomparire nel nulla. Guardate il video!

Redazione Segnidalcielo

ufo irlanda1012 Jul. 18 13.35

ufo irlanda1014 Jul. 18 13.35

ufo irlanda1015 Jul. 18 13.35

http://www.segnidalcielo.it/2013/07/18/irlanda-spettacolare-avvistamento-ufo-a-dublino-il-video/

mercoledì 17 luglio 2013

Allarme degli esperti: uno tsunami potrebbe spazzare via la Cornovaglia!

CornwallAlcuni esperti temono che uno tsunami generato da un evento come il terremoto di Lisbona del 1755possa abbattersi sulla costa britannica: potrebbe sommergere la Cornovaglia, lasciando gran parte della costa sommersa e spazzando via per sempre le Isole Scilly.

Questa prospettiva catastrofica è emersa dal meeting del Local Resilience Forum, del Devon e della Cornovaglia, che riunisce le forze di polizia, esperti di urbanistica e i servizi di emergenza.

Secondo i membri del Local Resilience Forum l’Inghilterra potrebbe rivivere l’esperienza dello tsunami che ha colpito l’Oceano Indiano nel 2004.

Paul Netherton, presidente del Local Resilience Forum, sostiene che molti Paesi hanno pagato molto caro il fatto di non avere previsto un piano d’emergenza, prima di qualunque avvisaglia. “Non ci sono stati tsunami per 250 anni e speriamo di non vederne per altri 250. Ma dopo aver visto la devastazione in Giappone e Thailandia dobbiamo porre delle domande alla comunità scientifica: quale potrebbe essere e dove potrebbe avere luogo l’impatto, che probabilità c’è, e se dobbiamo avere un piano d’emergenza.”

tsunami_2540396bMolte zone potrebbero farcela ma in altri casi sarebbe un grosso problema. Dobbiamo considerare se fare le cose diversamente rispetto ad ora. Gli tsunami sono differenti, non sai quando arriveranno.”

L’ultima volta che uno tsunami ha colpito il Regno Unito è stato nel 1755, l’anno in cui Lisbona è stata colpita da un terremoto di magnitudo 8.5 della scala Richter.

E’ stato anche previsto cosa succederebbe se una lastra di pietra grande due volte l’Isola di Man si distaccasse dall’isola di La Palma, nelle Canarie, e si abbattesse sull’Oceano Atlantico. Lo tsunami prodotto, di altezza superiore a 52 m e veloce come un jet, devasterebbe il litorale orientale del Nord America ed inonderebbe gran parte del Regno Unito. Il Local Resilience Forum ha fatto notare a scienziati, accademici, al Met Office e al governo che il muro d’acqua potrebbe colpire la zona occidentale del Regno Unito con pochissimo preavviso e che vari Paesi europei, tra cui Francia, Spagna e Portogallo, hanno già intrapreso studi approfonditi per prevedere gli effetti di tsunami di varia entità.

http://www.meteoweb.eu/2013/07/allarme-degli-esperti-uno-tsunami-potrebbe-spazzare-via-la-cornovaglia/215625/

Terremoti: una forte scossa potrebbe innescare un’eruzione del Monte Fuji

Monte Fuji

Secondo alcuni i ricercatori delNational Institute of Advanced Industrial Science and Technology(AIST), il celeberrimoMonte Fuji, alto 3.776 metri, potrebbe eruttare violentemente nel caso in cui avesse luogo una forte scossa, in quanto potrebbe aprire una crepa nella sua camera magmatica.

Il Monte Fuji, incluso nella lista dei beniPatrimonio dell’Umanità UNESCO proprio lo scorso mese, è uno strato vulcano che ha eruttato l’ultima volta nel 1707 in quella che viene ricordata come l’eruzione “Hoei”, che ha rilasciato una grande quantità di ceneri vulcaniche nella regione di Kanto, dove oggi si trova Tokio.

I ricercatori, come il vulcanogo Akira Takada mettono in guardia su una possibile futura eruzione, in quanto hanno rilevato pressione nella sua camera magmatica che è andata accumulandosi negli ultimi 300 anni, ed una scossa rilevante potrebbe fare in modo che questa energia accumulata venga rilasciata improvvisamente.

Il team ha studiato i numerosi crateri tra le montagne limitrofe grazie a foto aeree e ricerche da terra per analizzare le eruzioni pregresse da 10.000 anni fa all’eruzione del 1707. Lo studio ha mostrato che un gran numero di formazioni rocciose superficiali, generate precedentemente all’eruzione del 1707, hanno impedito al magma di risalire in superficie. Nel caso dell’eruzione Hoei, due scosse di magnitudo 8 hanno colpito il Monte Fuji nel 1703 e nel 1707, permettendo al magma, appena sotto la superficie, di risalire in modo violento.

http://www.meteoweb.eu/2013/07/terremoti-una-forte-scossa-potrebbe-innescare-uneruzione-del-monte-fuji/215666/

Esperti delle forze speciali USA hanno previsto l’impatto di un meteorite sulla Terra

Esperti delle forze speciali USA hanno previsto l’impatto di un meteorite sulla Terra

download as a pdf file Scarica questo articolo in PDF

Cosa sta succedendo la fuori, oltre il nostro sistema solare? Cosa spinge verso di noi asteroidi e comete? In un drammatico video documentario di 47 minuti, scienziati cercano di mettere in evidenza i pericoli e i progetti per evitare un eventuale impatto di asteroide sulla Terra. Infatti si parla appunto di diversi asteroidi che sono stati scoperti all’ultimo momento dalla NASA e tutto inaspettatamente.  Lo stesso ente spaziale americano sta segnalando sempre più e in modo crescente, la presenza di questi piccoli corpi spaziali che potrebbero cadere sulla Terra.

Il seguente comunicato è degno di nota ed è da ricordare: “fino a non molto tempo fa aveva scienziati di tutto il mondo avevano l’accesso ai dati da satelliti per monitorare asteroidi e meteoriti. Improvvisamente, però, nell’estate del 2009, da parte della NASA è stato annunciato che questo non era più possibile, perché questo tipo di informazioni da tale data è stato classificato come “segreto”. Perchè?

Nell’Istituto Farsight, due esperti, Lyn Buchanan e Glenn Wheaton appartenenti alle forze speciali statunitensi, nell 2008 hanno partecipato a un progetto di Remote Viewing ovvero, visione a distanza. Quello che hanno entrambi visto è stato l’impatto di un meteorite che da qualche parte in un oceano, causando grandi maremoti e altre catastrofi. Gli stessi due esperti durante la RV hanno visto terremoti ed eruzioni vulcaniche e il tutto concentrato nel periodo di tempo tra il 2013-2014.

I due esperti RV menzionano un “oggetto” misterioso che è in qualche modo legato all’evento catastrofico in cui 1,5 miliardi di esseri umani periscono. Essi indicano un oggetto del diametro di circa 13 per 30 chilometri, a forma di punta di freccia e che si sta dirigendo verso il nostro Sole. Dicono che hanno iniziato a vedere questo oggetto da alcuni anni e che creerà un evento catastrofico che molti altri RV hanno visto e confermato.

Scoperta nuova Cometa – Un asteroide fiorerà la Terra il 29 Luglio 2013

Nel frattempo una nuova cometa è stata scoperta pochi giorni fa’, ufficializzata il 13 luglio 2013. La cometa è denominataC/2013 N4 (BORISOV), prendendo il nome dal suo scopritore, un astrofilo ucraino,Gennady Borisov. Questa cometa non è visibile ad occhio nudo, attualmente ha una magnitudine pari a 15.6 magnitudine.

Anche questa cometa sembra avere caratteristiche simili alla C/2012 S1 Ison e secondo l’orbita attualmente calcolata oggi dalla NASA – JPL, dovrebbe avere un’orbita parabolica.

Anche un asteroide transiterà vicino al nostro pianeta. L’ultimo passaggio è avvenuto lo scorso 31 maggio quando una roccia spaziale 1998 QE2, avente un diametro di 1,4 km, passò vicino alla Terra ad una distanza di 5,8 milioni di km.

Il prossimo, invece, si verificherà alla fine di luglio, precisamente il 29, e potremo osservare un vero e proprio spettacolo astronomico. L’asteroide interessato è 2003 DZ15, ha un diametro di 153 m e transiterà vicino al pianeta ad una distanza di 2,7 milioni di km. Il passaggio potrà essere osservato munendosi di attrezzature adeguate che vengano posizionate in punti in cui non ci sia inquinamento luminoso. L’alternativa sarebbe quella di seguire l’evento in diretta sul sito del JPL della Nasa.

Redazione Segnidalcielo

http://www.segnidalcielo.it/2013/07/17/esperti-delle-forze-speciali-usa-hanno-previsto-limpatto-di-un-meteorite-sulla-terra/

3MIN News July 17, 2013: Seismic Uptick, State of Flux, Spaceweather

Francia: misteriose sfere stazionano sulla cittadina francese di Milly La Foret

Francia: misteriose sfere stazionano sulla cittadina francese di Milly La Foret

download as a pdf file Scarica questo articolo in PDF

Il filmato che vi presentiamo oggi riguarda la testimonianza di un avvistamento di alcune misteriose sfere di colore scuro, che stazionano sulla cittadina francese di Milly La Foret situato nel dipartimento dell’Essonne nella regione dell’Île-de-France.

Di seguito riportiamo la testimonianza scritta:

Questo è certamente uno dei miei migliori avvistamenti che ho fatto fino adesso. Dopo molto tempo, finalmente sono tornato a casa con una osservazione incredibile, avendo registrato 4 sfere nere e una sfera di colore argenteo durante il tramonto, un evento spettacolare per me, ed è la prima volta della mia vita che ho visto così tanti UFO che volano insieme. E ‘stato così emozionante! Ho girato questo durante il mio soggiorno in campagna, a Milly-la-Forêt, in Francia. Ho soggiornato in un hotel chiamato “Mercure”, da Accor Hotels.  Era l’ultima sera del mio soggiorno. Prima di tutto, ho camminato nel grande giardino dietro l’edificio dell’hotel. Quando li ho visti – sai che ho sempre la mia macchina fotografica con me – ho buttato il mio iPhone per terra, ho preso la mia videocamera (Panasonic SDR-S70), perché il suo zoom è molto meglio (x78) rispetto ad altre fotocamere che ho. Ho iniziato a registrare, e in questo momento, non ho notato le altre 3 sfere nere appena sotto le altre due grandi. Io ero la maggior parte del tempo a guardare il cielo direttamente, con i miei occhi (è molto più impressionante se si guarda cose come queste con i propri occhi, non su uno schermo), quindi non ho prestato attenzione a questi altri 3 oggetti. tardi, mi sono trasferito per avere una visione più chiara, ho potuto li filmare per un piccolo momento. Poi mi sono trasferito di nuovo al fine di evitare l’albero. Non avrei dovuto farlo, ho perso gli oggetti … In ogni caso, sono davvero felice di questa segnalazione, chiaramente uno dei miei migliori video ma fatti prima.

Redazione Segnidalcielo

ufo francia1009 Jul. 17 15.09

ufo francia1008 Jul. 17 15.08

http://www.segnidalcielo.it/2013/07/17/francia-misteriose-sfere-stazionano-sulla-cittadina-francese-di-milly-la-foret/

2013 IS STRANGE Part 13 JUNE - JULY

Terremoto Magnitudo mb 4.9 Regione Nord dell'Algeria

Magnitudo
mb 4.9

Regione
Nord dell'Algeria

Data
2013/07/17 03:00:56.0 UTC

Posizione
36.55 N; 3,02 E

Profondità
10 km

Distanze
22 km a S di Algeri, Algeria / pop: 1.977.663 / ora locale: 2013/07/17 04:00:56.0
3 km a S di Chebli, Algeria / pop: 19.901 / ora locale: 2013/07/17 04:00:56.0

Vista globale

http://www.emsc-csem.org/Earthquake/earthquake.php?id=326289

Terremoto Magnitudo Mw 6.0 Regione Perù meridionale

Magnitudo
Mw 6.0

Regione
Perù meridionale

Data
2013/07/17 02:37:43.0 UTC

Posizione
15.64 S; 71.81 W

Profondità
10 km

Distanze
402 km a O di La Paz, Bolivia / pop: 812.799 / ora locale: 22:37:43.0 2013/07/16
88 km a N di Arequipa, Perù / pop: 841.130 / ora locale: 21:37:43.0 2013-07 - 16
22 km a NO di Chivay, Perù / pop: 4.543 ora / locale: 2013/07/16 21:37:43.0

Vista globale

http://www.emsc-csem.org/Earthquake/earthquake.php?id=326283