Alert - Nibiru is coming

Il Pensiero di Angeli in Astronave

Angeli in Astronave è distaccato da tutti coloro che professano amore…e in realtà guadagnano con la sapienza che non gli appartiene… ribadisco …nomi altisonanti … artefatti di strani effetti speciali …visivi o non… strumentalizzare… gruppi di appartenenza…donazioni … plagio… bugie da effetto… mancanza di umiltà… falsi nel pubblico…violenti nelle mura domestiche… guru e maestri …diffidate da ogni cosa artefatta… l’Amore unisce in semplicità…non ha bisogno di una carta scritta…la Verità non si vende ne si compra…fatene tesoro… Dolbyjack!

"Con riferimento al Decreto legislativo 9 aprile 2003, n.70 che si occupa di Attuazione della direttiva 2000/31/CE. Facendo anche riferimento al libro verde sulla tutela dei minori e della dignità umana nei servizi audiovisivi e di informazione COM (96) 483, il presente sito web: (Angeli in Astronave) è fruibile a soli Maggiorenni e pertanto proibito a tutti coloro che siano sofferenti psichici o vulnerabili ad informazioni di questo tipo e quindi influenzabili dal punto di vista psicologico.”

Buona Navigazione Cari Angeli, Namasté..

Video Discosure-Nibiru e Mauro Biglino

Riflessioni

La dottrina e pratica più blasfema della Chiesa Cattolica è quella della transustanziazione e del sacrificio della messa. La transustanziazione (fatta dogma dal concilio Lateranense IV nel 1215, elaborata in seguito da Tommaso d'Aquino e sancita definitivamente dal Concilio di Trento) insegna che: il pane e il vino, al momento della consacrazione vengono dal sacerdote cambiati nel corpo e nel sangue di Gesù Cristo (ogni giorno quindi vengono all'esistenza migliaia e migliaia di nuovi Gesù). La Scrittura insegna che nella cena c'è solo la presenza spirituale di Gesù (Luca 22:19-20; Giovanni 6:63; 1 Corinzi 11:26). Inoltre, nell'adorazione dell'ostia, la Chiesa di Roma adora un dio fatto dalle mani di uomini. Questo è il colmo dell'idolatria, ed è completamente contrario allo spirito del Vangelo che richiede di adorare Dio in spirito e verità (Giovanni 4:23-24). Carlo Fumagalli ex prete ed antropologo

Rasoio di Ockam suggerisce che: "tra varie spiegazioni possibili di una data osservazione, quella più semplice ha maggiori possibilità di essere vera".

DA QUANDO E' DIVENTATO REATO AVER CARA LA VITA?

"Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa".

Disclose.tv - ANONYMOUS MESSAGE TO NASA ABOUT ETS
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/104638/ANONYMOUS_MESSAGE_TO_NASA_ABOUT_ETS/ Agenzia spaziale più importante del mondo, ti abbiamo osservato e ascoltato per molto tempo, siamo contrariati dalle tue costanti smentite e insabbiamenti, sappiamo tutti i tuoi piccoli e sporchi segreti e i trucchetti che usi. Sappiamo come hai falsato tutte le immagini della superfce dei pianeti e dei satelliti che li circondano, sappiamo come hai falsato e nascosto la verità al mondo. Ora abbiamo abbastanza filmati immagini e informazioni che tu non hai. Saremo capaci di mostrare la verità e lo faremo presto, pensi che stiamo bleffando? allora ascolta, la complessità della loro abilità è incomprensibile[...]l'ormeggio dei loro veicoli sembra molto NASA(non diciamo di più) è per i tuoi trucchi?Sappiamo anche come hai rilasciato strani fotogrammi che mostrano dischi che visitano e poi lasciano la terra e hai consigliato agli astronauti di menzionare volta per volta gli ufo, questo è per far credere che sai molto poco di quello che stà accadendo (mentre altri pensano di aver trovato la verità) ma in realtà la verità è così incomprensibilmente vasta e così semplice che sfugge anche ai migliori dispositivi e menti. Ora, sai che facciamo sul serio. Ora ci rivolgiamo a tutti i cittadini del mondo, le entità extradimensionali non sono malvagie come vogliono farvi credere, al contrario, hanno creato il nostro universo quindi sono presenti da prima di noi, non c'è nienti di cui temere, questo è l'inizio della rivoluzione spirituale ed evoluzione della specie umana Traduzione per Angeli in Astronave Raffaele V.

video prova

La morte non esiste è una invenzione della Chiesa Cattolica - Guarda il video e capirai| Nuove tecnologie ci renderanno liberi

sabato 24 settembre 2011

Le 19 domande di Ahmadinejad che hanno fatto scappare gli USA e i loro soci dalla seduta dell'Assemblea Generale dell'Onu:

Le 19 domande di Ahmadinejad che hanno fatto scappare gli USA e i loro soci dalla seduta dell'Assemblea Generale dell'Onu:
1 - Quali sono le cause ed i motivi che stanno dietro le ingiustizie nel mondo ?
2 - Come è possibile porre rimedio ad esse ?
3 - Non pensate che la causa prima dei problemi va cercata nell'ordine internazionale vigente, ovvero nel modo in cui il mondo viene governato?
4 - Chi ha deportato con la forza decine di milioni di persone dai loro paesi in Africa e da altre reginoi del mondo durante il funesto periodo della schiavitù, rendendole vittime della propria avidità materialistica ?
5 - Chi ha imposto il colonialismo per oltre quattro secoli al mondo intero? Chi ha occupato terre e saccheggiato in modo massiccio le risorse di altri popoli, distrutto talenti, tolto ai popoli la loro lingua, la loro cultura e la loro identità ?
6 - Chi ha scatenato la prima e la seconda guerra mondiale, che hanno lasciato sul terreno settanta milioni di morti e centinaia di milioni di feriti o di senzatetto? Chi ha provocato le guerre nella penisola coreana e in Vietnam ?
7 - Chi ha imposto, con l'ipocrisia e gli inganni la presenza dei sionisti, oltre sessant'anni di guerra, la cacciata dalle abitazioni, il terrore e gli omicidi di massa compiuti contro il popolo palestinese e contro i paesi della regione ?
8 - Chi ha imposto e sostenuto per decenni le dittature militari ed i regimi totalitari nei paesi dell'Asia, dell'Africa e dell'America latina ?
9 - Chi ha usato la bomba atomica contro un popolo indifeso, ed ha ammassato migliaia di testate nei propri arsenali ?
10 - A chi appartengono le economie che si basano sullo scatenare guerre e sul vendere armi ?
11 -C hi ha provocato ed incoraggiato Saddam Hussein perché invadesse l'Iran ed imponesse ad esso una guerra di otto anni, e chi gli ha fornito l'assistenza e gli equipaggiamenti necessari a schierare armi chimiche contro le nostre città e contro il nostro popolo ?
12 - Chi ha usato il misterioso incidente dell'undici settembre come pretesto per aggredire l'Afghanistan e l'Iraq, uccidendo, ferendo e mettendo in mezzo ad una strada milioni di persone in tutti e due i paesi, avendo come obiettivo finale quello di prendere il controllo del Medio Oriente e delle sue risorse petrolifere ?
13 - Chi ha abolito il sistema di Bretton Woods e si è messo a stampare trilioni di dollari senza che fossero coperti da riserve auree o dall'equivalente in moneta, seguendo un comportamento che ha innescato l'inflazione in tutto il mondo e che era finalizzato a predare le risorse economiche delle altre nazioni ?
14 - Qual è il paese le cui spese militari superano ogni anno i mille miliardi di dollari, che sono più delle spese militari di tutti gli altri paesi del mondo messi insieme ?
15 - Quali governi sono i più indebitati del mondo ?
16 - Chi è che controlla tutti i contesti dove si decidono le politiche di controllo dell'economia mondiale ?
17 - Quali sono i responsabili della recessione economica mondiale, che ne stanno imponendo le conseguenze all'America, all'Europa ed al mondo in generale ?
18 - Quali governi sono pronti anche a sganciare migliaia di bombe su altri paesi, ma tentennano ed esitano se c'è da mandare un po' di aiuti alimentari a gente oppressa dalla carestia in Somalia o in altre regioni ?
19 - Chi è che domina sul Consiglio di Sicurezza, che in teoria dovrebbe salvaguardare la sicurezza internazionale ?
[LA PILLOLA ROSSA]

Google EARTH oscura NiBiRu, Planet X, and Elenin UFO? - YouTube.flv Elenin la cometa che sfiorerà la Terra il 17/10/2011

Elenin la cometa che sfiorerà la Terra il 17/10/2011

 

21 settembre 2011 | Autore: misteroonline

cometa<br />        elenin si avvicina alla terra 17 ottobre 2011Chi di voi non si è accorto degli strani cambiamenti climatici di questi ultimi tempi? chi di voi si è accorto della quantità enorme di eventi naturali devastanti negli ultimi anni? Basti pensare alterremoto del Giappone del 2011, del terremoto del Cile del 2010 della voragine di Guatemala e di quella di Berlino, tutti questi eventi sembrano avere un origine propria, invece potrebbero avere un origine comune…

E’ ormai dato per appurato che la cometa Elenin passerà accanto alla Terra (non sappiamo a quale distanza) il giorno 17 ottobre 2011, molti scienziati dicono che il passaggio della cometa non comporterà alcun danno per il nostro pianeta, però qualcosa di strano sta succedendo, come, per esempio, alcuni scienziati russi hanno contattato il Primo Ministro esortandolo a mettere in stato d’allerta le forze armate.

Perchè mobilitare le forze armate per l’arrivo di una cometa?

Questa domanda non ha ancora una risposta reale ma possiamo continuare con l’elenco delle stranezze legate alla cometa Elenin.

Un’altra di queste è che da un giorno all’altro Google ha oscurato i dati delle mappe stellari delle coordinate vicine alla cometa.

Ci sarà dunque qualcosa da nascondere sulla suddetta cometa?

Forse. Secondo alcuni dati forniti dall’agenzia spaziale cinese sembra che dietro questa cometa vi sia un ammasso globulare di natura ignota, forse, come dice Sergio Toscano, direttore per le missioni sulle misure delle ricerche astrologiche, si tratterebbe addirittura di un’astronave aliena.

Una conferma a questa teoria di Toscano ci viene data indirettamente dalla NASA, sembra infatti che l’agenzia spaziale Americana abbia provveduto frettolosamente a cancellare tutti i dettagli relativi alla direzione della cometa dal proprio blog, questo, sembra, sia accaduto perchè gli scienziati della NASA di erano accorti che la cometa prendeva direzioni non naturali e che quindi poteva essere deviata da qualche forza (motore?) interno.

Tutti questi dettagli saranno soltanto coincidenze?

Per chiudere rispondiamo alla domanda iniziale, ovvero se è possibile che tutte queste catastrofi naturali che son successe sulla Terra ultimamente possono esser originate da causa comune, la risposta potrebbe esser si, infatti sembra che il giorno 27 febbraio 2010 la cometa Elenin e il Sole si sono allineati e proprio in questo giorno è avvenuto il terremoto del Cile, un altro allineamento tra la cometa Elenin e il Sole è avvenuto l’11 marzo 2011 proprio la data del terremoto di fukushima, al che ci viene spontanea la domanda: ma ci saranno altri allineamenti che potrebbero provocare altri disastri? ahinoi si, le data sono:

-27 settembre 2011

-23 novembre 2011

http://www.misteroonline.com/elenin-la-cometa-che-sfiorera-la-terra-il-17102011.php

Google EARTH oscura NiBiRu, Planet X, and Elenin UFO? - YouTube.flv

Cosa accadrebbe se l'Area Euro si sgretolasse disordinatamente?

News Stefano!

Cosa accadrebbe se l'Area Euro si sgretolasse disordinatamente?

Di Fabrizio Aurilia

Cosa accadrebbe se l'Area Euro si sgretolasse disordinatamente?

Cosa succederebbe davvero se si verificasse un disordinato smembramento dell'Area Euro? Se lo sono chiesto gli analisti di Credit Suisse in un report di oggi sulle strategie globali. La banca è convinta che le future valute dei Paesi periferici (Portogallo, Spagna, Irlanda, Grecia, Italia esclusa) si svaluterebbero di circa il 50%, spingendo i debiti in mano agli altri Paesi esteri al 200-250% del Pil per i Paesi periferici e creando un calo del 40% dei crediti statali e privati. 

Le perdite delle principali banche europee si aggirerebbero intorno ai 300 miliardi di euro, di quelle periferiche, escluse quelle italiane, intorno ai 630 miliardi e la Banca centrale europea avrebbe un buco di 150 miliardi. I debiti esteri della banche dell'Europa periferica salirebbero di circa 800 miliardi.
Storicamente, nei default disordinati, il Pil crolla del 9% e le sofferenze aumentano del 22%. Il forex team di Credit Suisse vede inoltre probabili questi tre scenari: un congelamento dei depositi, un nuovo forte marco tedesco supervalutato del 40% e una "guerra commerciale".
L'utile per azione potrebbe a questo punto crollare del 40%, l'S&P 500 potrebbe andare a 750 punti e le banche europee potrebbero perdere ancora un altro 40%. I grandi esportatori europei potrebbero soffrire, mentre, al contrario, i piccoli potrebbero avvantaggiarsi. 

Dopo aver prospettato questo scenario apocalittico, Credit Suisse rassicura dicendo che "una circostanza del genere ha solo il 10% di possibilità di verificarsi". I debiti e i disavanzi pubblici europei sono inferiori rispetto a quelli del Regno Unito e degli Stati Uniti. Inoltre converrebbe sempre salvare i Paesi periferici dell’Area, perché il costo del loro salvataggio sarebbe comunque più conveniente per l’Europa rispetto al loro default. 

Il prezzo da pagare per l’uscita della Grecia infatti sarebbe il 10-20% del Pil, mentre un default di Italia e Spagna non è nemmeno preso in considerazione dalla banca svizzera. Gli analisti credono che il rischio maggiore sia rappresentato non tanto dal fallimento improbabile dell'Italia, quanto da una sua volontaria uscita dall'Euro.

Le soluzioni, quindi, per risolvere razionalmente la crisi dell’Area Euro, prospettate da Credit Suisse, sono varie. Gli Eurobond, per esempio, potrebbero funzionare, ma ci vuole troppo tempo per mettere d’accordo i Governi. Oppure potrebbe essere utile trasformare l'Efsf, il fondo salva Stati, in una banca, ma sarebbe necessaria l'approvazione parlamentare degli Stati.

Ma la migliore tra le soluzioni è quella di aumentare la disponibilità dell'Efsf a 900 miliardi di euro, di cui 400 utilizzati strutturalmente, 300 per il riacquisto del debito a prezzi di mercato e il resto messo in una banca dell'Efsf utilizzata per l'acquisto di bond periferici. Infine parte della soluzione dovrebbe essere: un più soft quantitative easing, cioè meno denaro in circolazione, e un Euro più debole.

http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201109231255358307&chkAgenzie=TMFI&sez=news&testo=&titolo=Cosa%20accadrebbe%20se%20l%27Area%20Euro%20si%20sgretolasse%20disordinatamente

Tra meno di cinque settimane un altro satellite cadrà sulla Terra

News Stefano!

Mentre il mondo attende con il fiato sospeso il rientro nella notte del satellite della Nasa ‘Uars’, con la sua scia di circa 26 detriti che potrebbero colpire la nostra penisola, tra meno di cinque settimane un altro satellite, stavolta tedesco, precipiterà sulla Terra. Si tratta del Roentgensatellit da 2,4 tonnellate che dopo essere stato spento nel 1999 ha vagato senza meta, ma sempre piu’ vicino all’atmosfera.

http://www.meteoweb.eu/2011/09/tra-meno-di-cinque-settimane-un-altro-satellite-cadra-sulla-terra/88564/

venerdì 23 settembre 2011

Le catastrofi naturali affossano le assicurazioni

Le catastrofi naturali affossano le assicurazioni

I Lloyd's di Londra avvertono che il settore rischia di cadere in profondo rosso. Uragani, terremoti, inondazioni e tragedie di ogni genere costringono le compagnie a risarcimenti record
del nostro corrispondente ENRICO FRANCESCHINILe catastrofi naturali affossano le assicurazioniLa sede londinese dei Lloyd'sLONDRA - C'è un altro settore in difficoltà nel terremoto economico e finanziario che spaventa il mondo: le compagnie di assicurazioni. L'allarme viene da uno dei capostipiti del campo, i Lloyd's di Londra, che avvertono che l'industria delle assicurazioni sta scivolando nel passivo e deve affrontare uno degli anni più duri della sua storia, se non diventerà il peggiore in assoluto. Una serie di catastrofi naturali senza precedenti, la sequenza di tifoni, uragani, maremoti e simili che hanno sconvolto l'Australia, la Nuova Zelanda, il Giappone, gli Stati Uniti e altri paesi, ha costretto le compagnie di assicurazioni a pagare miliardi di sterline di polizze dall'inizio del 2011. I primi sei mesi di quest'anno sono stati in effetti i sei mesi più costosi nei 323 anni di esistenza del mercato delle assicurazioni, nate di fatto nel 1688 quando i Lloyd's aprirono un ufficio in un coffee-shop della City di Londra.
Richard Ward, amministratore delegato dei Lloyd's, ha dichiarato ieri che il 2011 è in procinto di diventare il secondo anno più costoso di tutti i tempi per il settore delle assicurazioni, dopo il 2005, l'anno in cui l'uragano Katrina seminò la distruzione a New Orleans e in buona parte del sud degli Usa. Altre compagnie, riporta il quotidiano Guardian, credono che, se i disastri naturali continueranno sino alla fine dell'anno, il 2011 potrebbe addirittura entrare negli annali come l'anno peggiore di sempre per la loro industria.
Il maltempo, per dirla con un understatement all'inglese, non è tuttavia il solo responsabile di un momento così difficile per il settore. A peggiorare le cose contribuisce la coincidenza fra le catastrofi naturali e la catastrofe finanziaria che ha attraversato il mondo a partire dal 2008 e che, dopo momentanei segnali di miglioramento, sembra ora minacciare di nuovo tempesta. "La situazione finanziaria è tale che non possiamo contare su rendite sufficienti da parte dei nostri investimenti per sovvenzionare le perdite che subiamo nel pagare le polizze", afferna l'amministratore delegato Ward. Le cifre sono impressionanti: nei primi sei mesi del 2011, i Lloyd's  -  che assicurano di tutto, dai disastri naturali ai rapimenti, dai furti di opere d'arte a incidenti a satelliti e a navi spaziali  -  hanno sofferto un passivo pre-tasse di 697 milioni di sterline, rispetto a un profitto di 628 milioni nei primi sei mesi dell'anno precedente.
Quanto ai disastri naturali, l'ad dei Lloyd's riconosce che la frequenza di uragani e tsunami rende la vita sempre più difficile per gli assicuratori e induce a domandarsi se non sia il segno di un cambiamento climatico. "C'è effettivamente la sensazione che questi eventi accadono sempre più spesso  -  osserva Ward  -  anche se occorre valutare queste cose nell'arco di 100 anni, non di 10".http://www.repubblica.it/economia/2011/09/23/news/jkdfhgbkfdhbkjhad-22081649/?rss

Ufo in Serbia e le immagini della TV: Probabile Blurfo.

Ufo in Serbia e le immagini della TV: Probabile Blurfo.

NotizieFresche.info scrive un articolo su di un presunto caso di avvistamento U.F.O in Serbia.
Tra le montagne di Fruska Gore, dalle parti di Novi Sad, in una limpida giornata di sole viene fotografato un “oggetto volante” che in prospettiva sembrerebbe sorvolare il vicino paese di Bukovac.

 

 

Il sig. Vladimir Šeguljev si è accorto solamente dopo aver passato i files sul computer la presenza di qualcosa di insolito nell’inquadratura.
La fotografia è stata successivamente analizzata da Dusan Mrdja del dipartimento di Fisica e Facoltà di Scienze e giudicata autentica. In Settembre nessun aereo ha transitato su Bukovac, come confermato dall’Aviazione Civile alla Direzione di RTV Serbia Vojvodina, quindi il caso è stato classificato come U.F.O.

Ma non è la prima volta che a Bukovac si verificano avvistamenti U.F.O. Il pilota Stevan Popov racconta che nel 1990 un intero equipaggio, su un volo di emergenza da Zagabria a Belgrado, ha visto un oggetto volante non identificato solcare il cielo mentre il controllo del traffico aereo ha più volte ribadito che non c’era niente sui radar.

Analizzando la situazione, prima dell’immagine, cogliamo alcune sfumature che potrebbero sfuggire agli inesperti.
L’autore degli scatti non ha notato nulla mentre scattava la fotografia e solo in seguito si è accorto dell’oggetto. Se prima non c’era è difficile credere che sia apparso dopo aver riversato il file sul Pc. Quell’oggetto quindi molto presumibilmente c’era anche al momento dello scatto.

I dati exif della fotografia non ci sono perchè bisognerebbe avere l’originale, mentre le immagini che girano sul web sono tratte dal telegiornale locale. In questo caso non siamo in grado di capire quale macchina sia stata impiegata per lo scatto e quali parametri siano stati impostati. Dal momento che è stato fotografato un panorama la messa a fuoco avrebbe dovuto essere su “infinito”.

Secondo questo disegno molto esplicativo tutto ciò che passa davanti al“cono” che si crea viene sfocato e mosso man mano che la distanza dall’obiettivo diminuisce.

Ufo in Serbia e le immagini della TV: Probabile Blurfo.

In questi casi si parla di “blurfo”, cioè un uccello o un insetto (siamo in montagna in un giorno di fine Estate) che viene “catturato” dall’obiettivo assieme al panorama. Una tipica anomalia fotografica che i professionisti del settore ben conoscono. Accade con tempi di esposizione superiori a1/60 secondi o con l’apertura massima del diaframma.

Se il testimone giura di non aver notato nulla sul momento è probabile che si tratti proprio di un insetto perchè un volatile, grande o piccolo, avrebbe sicuramente attirato l’attenzione.
Osservando la fotografia ingrandita (non troppo o si rischia di cadere nella pareidolia) si vede che l’oggetto è abbastanza sfocato, non ben definito. Tempo fà avevo postato una foto del genere (anche in questo caso l’autore giura di non aver notato nulla al momento dello scatto) e le somiglianze sono molto forti:

Ufo in Serbia e le immagini della TV: Probabile Blurfo.

Se confrontiamo le dimensioni dell’oggetto con una casa bianca che si scorge sullo sfondo si riesce a comprendere meglio la prospettiva. L’oggetto sembra molto più grande e di conseguenza si trova molto più vicino all’obiettivo anzichè alla città.

Alla luce di queste analisi credo che l’oggetto da U.F.O possa essere classificato come I.F.O, naturalmente fino a prova contraria…
Volevo far notare anche che il sito Notiziefresche.info tratta le notizie con il giusto spirito critico senza cercare scoop e senza “pompare” i titoli solo per qualche click in più.

http://it.paperblog.com/ufo-in-serbia-e-le-immagini-della-tv-probabile-blurfo-592522/

Superata la velocità della luce. Un esperimento Cern-Ifn mette in crisi le teorie di Einstein

News Stefano!

C'è la conferma ufficiale: la velocità della luce è stata superata. I neutrini sono più veloci della luce di circa 60 nanosecondi. Il risultato è ottenuto dall'esperimento Cngs (Cern Neutrino to Gran Sasso), nel quale un fascio di neutrini viene lanciato dal Cern verso i Laboratori del Gran Sasso dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Un fantasma si aggira cupo nei Laboratori di fisica di tutto il mondo da 24 ore: è quello di Einstein, sconsolato perché i risultati di un esperimento compiuto fra Cern, il grande centro di Fisica Nucleare Europeo di Ginevra, e i Laboratori italiani del Gran Sasso, dell'Istituto di Fisica Nucleare, metterebbero in crisi, grave crisi, tutto l'impianto della fisica attuale.

VIDEO

Si chiama Uars, ha girato nello spazio per vent'anni e ora precipiterà sulla Terra

Intendiamoci, sono voci e le prime notizie consigliano di prendere il tutto con mille pinze, anche perché finora nessuno ha letto il lavoro scientifico in cui si annuncia che particelle partite, "sparate", dal Cern verso il Gran Sasso sarebbero arrivate lì ad una velocità superiore a quella della luce.

Un risultato "pazzo" come è stato definito da alcuni partecipanti all'esperimento, e tutto da confermare che hanno confuso i fisici del Cern e italiani che hanno portato a termine misure incredibilmente delicate.

La distanza fra la sorgente e il bersaglio è di 732 chilometri e i neutrini, fra le più sfuggenti particelle esistenti dato che, come ci dice il nome, non interagiscono con altre particelle se non con estrema difficoltà, sarebbero arrivati al Gran Sasso pochi miliardesimi di secondo prima di quanto avrebbe fatto la luce.

L'esperimento pare sia stato ripetuto con 15mila diversi gruppi di neutrini e nonostante la difficoltà di rilevare tempi di questa minuscola entità i risultati ci sarebbero e minerebbero alla base, se confermati , le basi della fisica moderna, quella sviluppata a partire dal 1905, data dei primi lavori di Albert Einstein. La velocità della luce non può infatti essere superata senza perdita di informazione da nessuna particella o segnale.

Altro da dire? Meglio di no, lo sostengono gli stessi fisici, piuttosto indispettiti per le voci messe in giro anche da personaggi piuttosto noti.

http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2011-09-22/gran-sasso-cern-velocita-luce-213224.shtml

Grecia, Knot (Bce) vede default tra scenari possibili

Grecia, Knot (Bce) vede default tra scenari possibili

News Stefano!

AMSTERDAM (Reuters) - Non è più possibile escludere una situazione in cui la Grecia si trovi nell'incapacità di far fronte al proprio debito pubblico.

Lo ha detto Klaas Knot, membro del consiglio governativo della Banca centrale europea, uscendo dal coro dei banchieri centrali europei che hanno sempre escluso la possibilità di un default sovrano di Atene.

Parlando al quotidiano olandese Het Financieele Dagblad del fallimento della Grecia, Knot ha preso atto che è una possibilità.

"E' uno degli scenari" ha detto Knot. "A lungo sono stato convinto che la bancarotta non fosse necessaria. Le notizie da Atene, tuttavia, non sono incoraggianti".

Il banchiere centrale olandese, che ha iniziato il suo mandato questa estate dopo una nomina controversa, ha spiegato che i paesi europei hanno lavorato duramente per aiutare la Grecia, ma il paese non ha compreso la gravità della situazione.

"Tutti gli sforzi sono mirati a prevenire questo [scenario], ma ora sono meno certo di quanto non fossi alcuni mesi fa riguardo alla possibilità di escludere la bancarotta".

http://borsaitaliana.it.reuters.com/article/businessNews/idITMIE78M02M20110923

Terremoto Magnitude Mw 6.8 Region TONGA

Magnitude
Mw 6.8

Region
TONGA

Date time
2011-09-22 23:07:02.0 UTC

Location
15.41 S ; 175.21 W

Depth
2 km

Distances
741 km NE Suva (pop 199,455 ; local time 11:07:02.9 2011-09-23)
411 km SW Apia (pop 40,407 ; local time 12:07:02.9 2011-09-22)
257 km SE Mata'utu (pop 1,295 ; local time 11:07:02.9 2011-09-23)

Global view

http://www.new-dimension-software.com/seismology/index.php

giovedì 22 settembre 2011

Ufo - Le Verita Nascoste - (DOC. National Geographic )

Buona Visione…

I delfini "parlano" come gli esseri umani

I delfini "parlano" come gli esseri umani

Il Giornale OnlineI delfini “parlano” come gli esseri umani, secondo un nuovo studio Jeanna Bryner – LiveScience dallo SchwartzReport dell' 11 settembre 2011
Traduzione a cura della redazione di coscienza.org - Erica Dellago
Questa è l'ultima sulla tendenza che dimostra che altri mammiferi, come i delfini, sono molto più intelligenti di quanto mai compreso in precedenza. Ma anche in questo caso si vede l'arroganza: “I delfini non stanno realmente parlando, però”. “Non significa che parlano come gli esseri umani, solo che comunicano con un suono prodotto nello stesso modo”, ha detto Madsen a LiveScience.
Non abbiamo idea di cosa stiano facendo, e quante siano le informazioni che si scambiano. Ma solo che lo fanno.
Di fronte a tutto ciò, la caccia alle balene dovrebbe essere davvero vista come un crimine di guerra.
Sappiamo così poco del mondo, eppure crediamo di sapere così tanto.
Stephan A. Schwartz.

I delfini “parlano” tra di loro, e per produrre i loro suoni acuti usano lo stesso processo usato dagli esseri umani, secondo una nuova analisi dei risultati di un esperimento degli anni Settanta. I risultati dicono che i delfini in realtà non fischiano come si è a lungo pensato, ma invece si basano sulle vibrazioni dei tessuti nelle loro cavità nasali, analoghe alle nostre corde vocali. Solo ora gli scienziati stanno comprendendo tutto questo, “perché certamente il suono è simile a un fischio”, ha detto il ricercatore dello studio Peter Madsen dell'Istituto di Bioscienze presso la Aarhus University in Danimarca, aggiungendo che il termine è stato coniato in un articolo pubblicato nel 1949 sulla rivista Science. “Ed è rimasto così da allora”. La scoperta chiarisce una questione che ha fatto scervellare a lungo gli scienziati: Come possono i delfini produrre fischi identificativi della loro identità sulla superficie dell'acqua e durante le immersioni profonde dove la compressione determina che le onde sonore viaggiano più velocemente e potrebbero cambiare la frequenza di questi suoni. [Deep Divers: A Gallery of Daring Dolphins]
Per rispondere a questa domanda, Madsen e i suoi colleghi hanno recentemente analizzato le registrazioni digitalizzate di un delfino tursiope maschio di 12 anni (Tursiops truncatus) dal 1977. A quel tempo, i ricercatori avevano fatto respirare al delfino una miscela di elio e ossigeno chiamata Heliox. (Usata dagli esseri umani, la miscela Heliox produce un suono tipo Paperino).
La miscela Heliox aveva lo scopo di imitare le condizioni durante una immersione in profondità in quanto provoca un cambiamento nella frequenza. Sia respirando aria sia respirando heliox il delfino maschio, tuttavia, ha continuato a produrre gli stessi fischi, con la stessa frequenza. [Into the Blue: The Ocean's Deepest Divers (Infographic)] Al posto delle corde vocali, i delfini probabilmente usano le vibrazioni dei tessuti nelle loro cavità nasali per produrre i loro “fischi”, che in fin dei conti non sono veri fischi. I ricercatori indicano che responsabili del suono sono strutture nella cavità nasale, chiamate labbra foniche. I delfini non stanno realmente parlando, però.
“Non significa che parlano come gli esseri umani, solo che comunicano con un suono prodotto nello stesso modo”, ha detto Madsen a LiveScience. “Gli antenati dei cetacei vivevano sulla terra circa 40 milioni di anni fa e producevano suoni con le corde vocali nella loro laringe”, ha detto Madsen, riferendosi al gruppo di mammiferi a cui appartengono i delfini. “Hanno perso tutto ciò nel corso dell’adattamento ad uno stile di vita completamente acquatico, ma hanno sviluppato la produzione del suono nel naso che funziona come quello delle corde vocali”.
Probabilmente questa facoltà vocale dà ai delfini anche una gamma più ampia di suoni.
“Poiché la frequenza è cambiata cambiando il flusso d'aria e la tensione delle labbra del tessuto connettivo nel naso, il delfino può cambiare frequenza molto più velocemente che se dovesse farlo cambiando i volumi dell’alveolo”, ha detto Madsen. “Ciò significa che vi è un potenziale molto più grande per produrre una gamma di suoni più ampia e aumentare quindi il passaggio delle informazioni”. [Read: Dolphins & 9 Other Animal Recruits in War] – (Delfini e altri 9 animali recluta in guerra)
I dettagli della ricerca sono pubblicati questa settimana sulla rivista Biology Letters.
Fonte:

http://www.altrogiornale.org/news.php

Perù, cibo avvelenato in mensa: 3 bimbi morti Preparato in un contenitore dove prima vi erano pesticidi

Perù, cibo avvelenato in mensa: 3 bimbi morti

Preparato in un contenitore dove prima vi erano pesticidi

I bambini erano inseriti in un programma nutrizionale del governo per gli indigenti, in un remoto villaggio di montagna nel nord del Paese. Gravi altri 50 ragazzini

Una poliziotta peruviana (Reuters)

Una poliziotta peruviana (Reuters)

Roma, 22 settembre 2011 - Tre bambini sono morti e altri cinquanta sono rimasti gravemente intossicati in Perù, dopo aver mangiato alla mensa scolastica un pasto contaminato con pesticidi. Lo hanno reso noto le aurorità del Paese.

I bambini, scrive il sito internet della Bbc, erano inseriti in un programma nutrizionale del governo per gli indigenti, in un remoto villaggio di montagna nel nord del Paese. A quanto si è appreso, il pasto a base di riso e pesce è stato preparato in un contenitore dove in precedenza si trovava veleno per topi. Anche tre adulti sono stati contagiati.

L’avvelenamento di massa è avvenuto nel villaggio di Redondo nella regione di Cajamarca, 750 chilometri a nord della capitale Lima. Le tre vittime avevano tra i sei e i dieci anni.

http://qn.quotidiano.net/esteri/2011/09/22/586039-peru_cibo_avvelenato_mensa_bimbi_morti.shtml

Giovani senza lavoro e senza casa: il settore immobiliare va in crisi Il direttore del Censis: «Urgente prospettare abitazioni di proprietà che incontrino le esigenze dei giovani»

UN RAGAZZO SU TRE È COSTRETTO L'AFFITTO

Giovani senza lavoro e senza casa:
il settore immobiliare va in crisi

Il direttore del Censis: «Urgente prospettare abitazioni di proprietà che incontrino le esigenze dei giovani»

(Ansa)

(Ansa)

MILANO - Generazione senza lavoro: uno su tre è senza un'occupazione. Generazione senza rappresentanza: la gran parte dei contratti del nuovo millennio sono ispirati alla flessibilità e a tipologie para-subordinate e a partita Iva, poco tutelate anche dal punto di vista sindacale. E soprattutto generazione senza casa: il 36,3% degli under 40 è costretto all'affitto, in un Paese in cui i canoni sono i più alti d'Europa.

L'INDAGINE – Se il noto centro studi Censis certifica l'esistente, dando una base statistica alla nota tendenza che parla di una fortissima domanda di contratti di locazione presente soprattutto nelle grandi città (e che alimenta spesso un meccanismo perverso secondo il quale i canoni d'affitto schizzano sempre più verso l'alto data la mole di studenti e lavoratori alla ricerca di una stanza in condivisione) sorprende che a pagare le conseguenze di questo trend sia soprattutto il settore immobiliare. Dice Giuseppe Roma, direttore generale del Censis, che le difficoltà del comparto da congiunturali rischiano di diventare strutturali: «La domanda dei giovani e dei nuovi nuclei familiari alimenta sempre meno il mercato della casa. Ecco perché è urgente prospettare un'offerta di abitazioni di proprietà che incontrino le esigenze delle nuove generazioni».

LA VULNERABILITA' – In un settore che ha sempre fatto da volano al prodotto interno lordo il rischio che si staglia nell'immediato è l'esaurimento. In altre parole: non c'è più richiesta di nuove abitazioni residenziali, perché non si può sostenerne la spesa e le banche – deputate ad accendere mutui – mal digeriscono condizioni lavorative iper-precarie e preferiscono non accollarsi l'onere di un cliente a rischio insolvenza. D'altronde in un Paese in cui circa otto famiglie su dieci vivono in una casa di proprietà i margini di crescita del mercato residenziale si restringono al lumicino e il fattore che conta davvero per chi vuole acquistare casa è il welfare di tipo familiare, unico ammortizzatore sociale per i giovani alla ricerca di un'abitazione.

IL PARADOSSO – E il fattore casa finisce per configurare un paradosso, per una società che veleggia ormai versa il trionfo dei lavori nel settore dei servizi e richiede sempre manodopera nell'agricoltura e nell'industria. Quale? Accertato che il mercato del lavoro offre maggiori opportunità solo a chi vive nelle grandi città metropolitane, contenitori delle occupazioni del terziario, il settore immobiliare offre invece maggiori possibilità per chi vive in provincia e nelle regioni meridionali. Scrive il Censis che «nel nord-Est (patria delle piccole imprese a vocazione familiare) e nel Mezzogiorno si registra una maggiore incidenza di casi in cui le famiglie più giovani vivono in una casa che appartiene a un parente, di fatto appoggiandosi al patrimonio della famiglia allargata». E soprattutto nei comuni fino a 30mila abitanti l'accesso alla proprietà appare meno problematico per le famiglie più giovani, data una domanda minore e un prezzo per forza di cose più alla portata.

CONTROCORRENTE – E se da un punto di vista sociale più generale lo schema che si profila all'orizzonte è quello di cinture metropolitane sempre più allargate (con un pendolarismo sempre più diffuso) è chiaro che per intercettare questa tendenza bisognerà fare qualcosa visto che siamo uno dei pochi Paesi europei che disincentiva le nuove generazioni a uscire dall'alveo familiare: in Francia il 28,7% dei giovani è in una casa con contratto d'affitto calmierato. E se oltralpe spuntano sempre più modelli residenziali basati sul low-cost, da noi, a stento, i giovani riescono (sempre meno) ad accedere ai finanziamenti pubblici (a carattere regionale) per lenire le spese per l'affitto.

Fabio Savelli

http://www.corriere.it/economia/11_settembre_17/giovani-censis-fabio-savelli_35349d54-e12c-11e0-98a6-ace789a755c8.shtml

Terremoto Magnitude Mw 5.5 Region EASTERN TURKEY

Magnitude
Mw 5.5

Region
EASTERN TURKEY

Date time
2011-09-22 03:22:36.0 UTC

Location
39.79 N ; 38.84 E

Depth
5 km

Distances
57 km W Erzincan (pop 114,027 ; local time 06:22:36.0 2011-09-22)
51 km SW Siran (pop 14,692 ; local time 06:22:36.0 2011-09-22)
14 km SE Refahiye (pop 5,579 ; local time 06:22:36.0 2011-09-22)

Global view

http://www.new-dimension-software.com/seismology/index.php

L'allarme del Fmi: "In Europa 300 miliardi di crediti a rischio"

News Stefano!

L'allarme del Fmi: "In Europa
300 miliardi di crediti a rischio"

Secondo l'ultimo Global financial stability report del Fondo monetario gli istituti di credito hanno urgente bisogno di robuste iniezioni di capitale per rassicurare gli investitori e tornare a finanziare l'economia reale

di MARCO MASCIAGAMILANO - Secondo il Fondo monetario internazionale la crisi economica ha generato 300 miliardi di euro di crediti a rischio nelle banche del Vecchio continente, rendendo indispensabile una robusta iniezione di liquidità negli istituti. La stima è contenuta nel Global financial stability report pubblicato oggi.
Secondo l'organizzazione guidata da Christine Lagarde le divisioni tra i leader politici europei circa i modi e i tempi con cui combattere la crisi stanno accrescendo il rischio di default dei governi più indebitati. Di riflesso numerose banche europee si trovano di fronte a grosse difficoltà nella raccolta di fondi perché i potenziali investitori sono preoccupati dalle possibile perdite degli istituti di credito sul fronte obbligazionario.
"Alcune banche devono raccogliere ulteriori capitali per potersi guadagnare la fiducia dei loro creditori e correntisti", scrive l'Fmi. Senza ulteriori ammortizzatori sul fronte dei capitali, le difficoltà di accesso ai capitali rischiano di spingere gli istituti a tagliare i loro prestiti alle imprese".

http://www.repubblica.it/economia/2011/09/21/news/l_allarme_del_fmi_in_europa_300_miliardi_di_crediti_a_rischio-22008031/?rss

mercoledì 21 settembre 2011

Pezzi di satellite in arrivo potrebbero cadere sull'Italia - Repubblica.it

CHI LO DICE....????



SPAZIOPezzi di satellite in arrivo


potrebbero cadere sull'ItaliaIl vecchio apparato della Nasa dovrebbe rientrare nell'atmosfera nei prossimi giorni. Le simulazioni effettuate al computer indicano anche il nostro paese tra le possibili traiettorie di impatto di alcuni componenti

Pezzi di satellite in arrivo potrebbero cadere sull'Italia




ROMA - Potrebbero finire sull'Italia alcuni componenti del vecchio satellite della Nasa (l'Uars, Upper Atmosphere Research Satellite) che dovrebbe rientrare nell'atmosfera terrestre nei prossimi giorni, probabilmente venerdì. Fonti qualificate sostengono che questo è uno degli scenari che si stanno delineando nelle simulazioni effettuate dalle agenzie spaziali. Per analizzare questi scenari e mettere a punto gli eventuali interventi che potrebbero coinvolgere il sistema di Protezione civile, il capo del Dipartimento, Franco Gabrielli, ha convocato per domani mattina una riunione del comitato operativo d'intesa con l'Asi, l'Agenzia spaziale italiana.




Al momento, precisano le fonti, non ci sono dati certi ma le simulazioni della Nasa darebbero come possibile e probabile che, al momento del rientro, quando il satellite brucerà nell'atmosfera, 26 suoi componenti raggiungano il suolo in un raggio di 800 chilometri. Tra le traiettorie possibili di caduta, secondo quanto previsto dalle simulazioni, viene indicata anche l'Italia. Nella mappa messa a punto dalla Nasa si vede che il satellite passa abitualmente su Emilia Romagna, Toscana e Liguria. Ma le fonti sottolineano anche che si tratta di simulazioni al computer che dovranno essere confermate, o smentite, dall'analisi dei dati che arriveranno nelle prossime ore.



Secondo gli scienziati è probabile che all'origine del rientro dell'Uars ci sia un impatto, alcuni anni fa, con i frammenti di un altro satellite. La Nasa ha comunque assicurato che il rischio che possano

esserci danni per le persone è pari a 1 su 3.200. "Da quando è cominciata l'era spaziale alla fine degli anni '50 non si è mai registrato alcun problema a causa del rientro di satelliti o navicelle. Nessuno è mai stato colpito", hanno sottolineato fonti dell'ente spaziale americano.



In ogni caso, il Joint Space Operations Center del Comando Strategico della Vandenberg Air Force Base, in California, che da sempre segue i rientri di tutti gli oggetti mandati nello spazio e dei loro frammenti, non perderà di vista il vecchio Uars, grande quanto un autobus che per oltre 20 anni è rimasto in orbita raccogliendo informazioni preziose sulla fascia di ozono che protegge la Terra. Il Centro sarà in grado di fornire prima informazioni ogni 24 ore, quindi ogni 12 ore, poi ogni due ore prima del rientro di Uars.

(21 settembre 2011)






FONTE:Pezzi di satellite in arrivo potrebbero cadere sull'Italia - Repubblica.it

Il satellite Uars cadrà venerdì sulla Terra - Corriere della Sera

INFATTI NIENTE PANICO MA ORECCHIE DRITTE.....NON...SI SA' DOVE CADE NE NON LO SANNO LORO CHI LO DEVE SAPERE......?????





Ma non ci dovrebbero essere pericoli: il rischio di incidenti per l'uomo è di 1 su 3.200


Il satellite Uars cadrà venerdì sulla Terra

Il grosso si disintegrerà all'ingresso in atmosfera, ma 26 pezzi raggiungeranno il suolo in un area di 800 km
 

 
 


 
La Nasa conferma il rientro del corposo satellite scientifico UARS per le ultime ore di venerdì 23 settembre mentre ricorda di non essere in grado di predire l’area di caduta definitiva. Il veicolo spaziale pesante 6,5 tonnellate dovrebbe disintegrarsi quasi completamente, ma secondo le ultime simulazioni 26 frammenti per un peso complessivo di 532 chilogrammi potrebbero sopravvivere e raggiungere il suolo lungo una fascia di 800 chilometri. I pezzi sono costituiti in genere di titanio e berillio. Queste simulazioni coinvolgono oltre la Nasa anche il Dipartimento della Difesa e l’Inter-Agency Space Debris Coordination Committeee. In questo ambito è coinvolto anche il centro ESOC dell’agenzia spaziale europea ESA di Darmstadt in Germania.




I RISCHI PER L'UOMO - Mentre la NASA precisa che finora mai nessuno è stato vittima di frammenti di satelliti caduti al suolo per l’occasione si è calcolata comunque la probabilità che è di 1 su 3200 perché un essere umano possa essere coinvolto. UARS (Upper Atmosphere Research Satellite) era un satellite per studiare l’atmosfera e venne portato in orbita dallo shuttle Discovery nel settembre 1991 occupando quasi interamente la sua stiva. Volava ad una quota di 575 chilometri ma nel dicembre 2005 il centro di controllo Goddard ha iniziato le operazioni di fine vita del satellite abbassando il suo perigeo (il punto più vicino alla Terra) a 370 chilometri. Questo ha provocato lentamente un decadimento dell’orbita sino ad arrivare alle sue ultime ore previste appunto per venerdì.



Giovanni Caprara

21 settembre 2011 18:03



FONTE:Il satellite Uars cadrà venerdì sulla Terra - Corriere della Sera

Nasa, un satellite sta cadendo sulla Terra - Corriere della Sera

si teme che alcune parti non si disintegrino


Nasa, un satellite sta cadendo sulla Terra

Lanciato 20 anni fa per lo studio dell'atmosfera. Pesa 6,5 tonnellate e potrebbe precipitare già il 23 settembre














Il satellite in orbita

Il cielo talvolta inquieta. Nel giro di qualche settimana, ma forse già il 23 settembre, un corposo satellite scientifico della Nasa cadrà sulla Terra, e, come sempre accade in questi casi, c’è chi teme che possibili frammenti possano arrivare in superficie provocando danni. L’oggetto è il satellite per lo studio dell’atmosfera UARS portato in orbita esattamente vent’anni fa, nel settembre del 1991 con lo shuttle Discovery del quale riempiva quasi l’intera stiva essendo lungo 12 metri e largo poco più di quattro. Massiccio anche nel contenuto, raggiungeva le sei tonnellate e mezza.



L'IMPATTO- Ecco perché qualcuno immagina che certe parti non riescano a disintegrarsi completamente quando precipiterà definitivamente nell’atmosfera sbriciolandosi nella vampata dell’attrito. La Nasa lo sta seguendo, ma non potendolo gestire con assoluta perfezione qualcosa potrebbe sfuggire. Però i controllori stanno facendo di tutto per governarne la caduta in modo da provocarla quando si troverà a sorvolare l’Oceano Pacifico come sempre accade in questi casi. Intanto lentamente si abbassa e quando incontrerà gli strati atmosferici più densi il suo tuffo senza speranza si farà rapido e definitivo. La Nasa informando di quanto sta succedendo e pur non essendo in grado di indicare il giorno preciso, garantisce che nulla di pericoloso si verificherà ricordando che da mezzo secolo numerosi satelliti piovuti sulla Terra alla fine della loro vita non hanno mai causato danni alle persone o alle cose. Non si può tuttavia dimenticare che il satellite militare sovietico Cosmos 954 per la sorveglianza oceanica e dotato di un reattore nucleare, cadde nel gennaio 1978 in zone per fortuna disabitate del Canada e che il recupero immediatamente avviato da americani e canadesi con l’ «Operation Morning Light» portò alla raccolta di dodici pezzi di non trascurabile entità, alcuni dei quali carichi di radioattività.



UN LAVORO PREZIOSO- Ma, ovviamente, non è il caso di UARS (Upper Atmosphere Research Satellite) che non ha reattori atomici a bordo e che comunque viene in qualche modo ancora seguito. Pur essendo stata la sua vita piuttosto difficile ancora prima di essere lanciato, per la scienza dell’atmosfera rimarrà uno strumento che ha fatto storia. Intanto era partito con anni di ritardo perché lo scoppio dello shuttle Challenger nel 1986 provocava la paralisi dei voli. Una volta lanciato cominciava presto a soffrire di disturbi al pannello di celle solari che forniva energia e in seguito a vari sensori per cui veniva in qualche occasione interrotta la sua attività finendo poi per funzionare solo parzialmente. Tuttavia i suoi dieci strumenti scientifici (sei sono ancora funzionanti) hanno compiuto un lavoro prezioso. E’ stato UARS infatti, tra i numerosi risultati, a compilare la prima mappa del clorofluorcarburi che distruggono la fascia di ozono atmosferico proteggendo dalla radiazioni ultraviolette e rilevandone anche le variazioni stagionali. Decifrava in seguit i vortici atmosferici nelle zone polari, il ruolo di particelle energetiche nella chimica della stratosfera e per la prima volta misurava i venti dallo spazio. Nel team di scienziati che lavoravano con i dati ricevuti al centro Goddard della Nasa c’era anche il premio Nobel Paul Crutzen. Volava a seicento chilometri d’altezza ma dal 2005 non era quasi più utilizzabile perché troppo acciaccato. Doveva lavorare per tre anni e invece diventava il satellite atmosferico più longevo mai lanciato. Ora la sua storia e il suo tormentato ruotare intorno alla Terra si sta per concludere. Speriamo senza lasciare cattivi ricordi finali.



Giovanni Caprara

19 settembre 2011 13:59



FONTE:Nasa, un satellite sta cadendo sulla Terra - Corriere della Sera

Terremoto in Himalaya, piogge e frane peggiorano la situazione

KATHMANDU, Nepal — Si è ulteriormente aggravato il bilancio delle vittime e dei danni nella zona Himalyana, colpita da un forte terremoto tre giorni fa. Ad oggi si contano un centinaio di morti, e decine di migliaia di abitazioni distrutte: i sopravvissuti sono costretti a dormire all’aperto sotto la pioggia perchè non hanno più una casa e gli aiuti faticano a raggiungerli.

Il terremoto di magnitudo 6,8 della scala Richter si è verificato l’altro giorno nelle regioni himalayane, lungo la frontiera tra India, Nepal e Tibet. Le scosse sono state avvertite chiaramente nelle città di Bangladesh e New Delhi che si trovano a mille chilometri di distanza, così come sugli ottomila.

I collaboratori del Comitato EvK2Cnr che si trovavano al Laboratorio-Osservatorio Piramide a 5.050 metri di quota hanno sentito il terremoto e i conseguenti crolli di neve e ghiaccio sull’Everest. Anche diversi alpinisti che si trovavano sulle altre montagne hanno confermato l’accaduto, tra cui il diciotenne Arjun Vajpai, sul Manaslu per tentare un nuovo record.

L’epicentro è stato localizzato nel Sikkim, un piccolo Stato che si trova nella zona nord-est e che ha subito i maggiori danni: 60 morti e oltre 100.000 case danneggiate. Quaranta i morti nelle regioni circostanti, in Nepal e in Tibet. A tutto questo si aggiungono piogge e smottamenti che costringono le persone rimaste senza casa a dormire all’addiaccio e rendono ancor più difficoltosi i soccorsi. Secondo quanto riportato dai giornali indiani infatti, al momento alcune zone del Sikkim sono ancora isolate a causa delle frane che ostruiscono le vie d’accesso. Il maltempo inoltre non permette nemmeno agli elicotteri di alzarsi in volo e raggiungere le regioni più inaccessibili.

http://www.montagna.tv/cms/?p=36497

Cartoon Network: Verne on Vacation

News Alternativo!
Cartoon Network: Verne on Vacation

http://subliminal-chemtrails.blogspot.com/2011/09/cartoon-network-verne-on-vacation.html

Inps, è ufficiale: i precari saranno senza pensione. Silenzio dei media o scatta la rivolta

Inps, è ufficiale: i precari saranno senza pensione. Silenzio dei media o scatta la rivolta

pubblicata da PUGLIAmo l'Italia: NICHI VENDOLA candidato premier 2013 il giorno lunedì 11 ottobre 2010 alle ore 17.27

La notizia è arrivata e conferma la peggiore delle ipotesi. Rimarrà sotto traccia per ovvi motivi, anche se in Rete possiamo farla circolare. Se siete precari sappiate che non riceverete la pensione. I contributi che state versando servono soltanto a pagare chi la pensione ce l'ha garantita. Perché l'Inps debba nascondere questa verità è evidente: per evitare la rivolta. Ad affermarlo non sono degli analisti rivoluzionari e di sinistra ma lo stesso presidente dell'istituto di previdenza, Antonio Mastropasqua che, come scrive Agoravox, ha finalmente risposto a chi gli chiedeva perché l'INPS non fornisce ai precari la simulazione della loro pensione futura come fa con gli altri lavoratori: "Se dovessimo dare la simulazione della pensione ai parasubordinati rischieremmo un sommovimento sociale".

Intrage  scrive che l'annuncio è stato dato nel corso di un convegno: la notizia principale sarebbe dovuta essere quella che l'Inps invierà, la prossima settimana, circa 4 milioni di lettere ai parasubordinati, dopo quelle spedite a luglio ai lavoratori dipendenti, per spiegare come consultare on line la posizione previdenziale personale. Per verificare, cioè, i contributi che risultano versati.

La seconda notizia è che non sarà possibile, per il lavoratore parasubordinato, simulare sullo stesso sito quella che dovrebbe essere la sua pensione, come invece possono già fare i lavoratori dipendenti. Il motivo di questa differenza pare sia stato spiegato da Mastrapasqua proprio con quella battuta. Per dire, in altre parole, che se i vari collaboratori, consulenti, lavoratori a progetto, co.co.co., iscritti alla gestione separata Inps, cioè i parasubordinati, venissero a conoscenza della verità, potrebbero arrabbiarsi sul serio. E la verità è che col sistema contributivo, i trattamenti maturati da collaboratori e consulenti spesso non arrivano alla pensione minima.

I precari, i lavoratori parasubordinati come si chiamano per l'INPS gli "imprenditori di loro stessi" creati dalle politiche neoliberiste, non avranno la pensione. Pagano contributi inutilmente o meglio: li pagano perché l'INPS possa pagare la pensione a chi la maturerà. Per i parasubordinati la pensione non arriverà alla minima, nemmeno se il parasubordinato riuscirà, nella sua carriera lavorativa, a non perdere neppure un anno di contribuzione.

L'unico sistema che l'INPS ha trovato per affrontare l'amara verità, è stato quello di nascondere ai lavoratori che nel loro futuro la pensione non ci sarà, sperando che se ne accorgano il più tardi possibile e che facciano meno casino possibile.

Quindi paghiamo i nostri contributi che non rivedremo sotto forma di pensione. Se reagiamo adesso, forse, abbiamo ancora la speranza di una pensione minima.

http://contintasca.blogosfere.it/2010/10/inps-e-ufficiale-i-precari-saranno-senza-pensione-silenzio-dei-media-o-scatta-la-rivolta.html


https://www.facebook.com/notes/pugliamo-litalia-nichi-vendola-candidato-premier-2013/inps-%C3%A8-ufficiale-i-precari-saranno-senza-pensione-silenzio-dei-media-o-scatta-la/160952463932245

Giappone: scossa magnitudo di 5,3 vicino a Fukushima

News Stefano!

Giappone: scossa magnitudo di 5,3 vicino a Fukushima

ZoomImmagine dell'articolo

La centrale nucleare distrutta in aprile dal terremoto/tsunami

Foto: Keystone

Un forte terremoto di magnitudo 5,3 è stato registrato in Giappone alle 22.30 locali (le 15.30 in Svizzera), con l'epicentro individuato alla profondità di 10 km nella prefettura di Ibaraki (Hokubu), a ridosso di quella di Fukushima, al punto da motivare ispezioni su possibili danni alla disastrata centrale nucleare.

Nessun allarme tsunami è stato lanciato dalla Jma, la Japan Meteorological Agency, che ha misurato la scossa in 5- sulla scala di rilevazione nipponica di 7.

La Tepco, gestore dell'impianto danneggiato dal sisma/tsunami dell'11 marzo, ha fatto sapere - secondo quanto riferito dalla tv pubblica Nhk - che non sono state segnalate anomalie alle attività di raffreddamento dei reattori, messe peraltro a dura prova dal passaggio nell'area del potente tifone Roke.

(ats)

Tags
Disastri e incidenti

http://www.bluewin.ch/it/index.php/572,465167/Giappone__scossa_magnitudo_5,3_vicino_a_Fukushima/it/news/diversi/sda/

SPAGNA: IBIZA A FUOCO, EVACUATE 1.200 PERSONE

SPAGNA: IBIZA A FUOCO, EVACUATE 1.200 PERSONE

MADRID - Circa 1.200 persone sono state evacuate per precauzione questa notte a Ibiza, nelle Baleari, a causa di un violento incendio divampato nel comune di Santa Eulalia, riferisce la stampa spagnola.

Le fiamme si sono estese nelle zone boschive di Cala Llonga, Roca Lisa, Sol d'en Serra e Cala Olivera. Circa 150 pompieri stanno lottando contro l'incendio, con l'aiuto di 150 militari dell'Unità di emergenza dell'esercito spagnolo.

http://www.abruzzoweb.it/contenuti/spagna-ibiza-a-fuoco-evacuate-1200-persone/36213-324/

Neuer Taifun vor Japan

News Stefano!

Il Buon Consumatore

Giappone, si avvicina tifone a Tokyo Le autorità chiudono gli impianti

21-09-2011
Giappone, si avvicina tifone a Tokyo
Le autorità chiudono gli impianti

A cura della Redazione Esteri
Sembrerebbe che almeno quattro persone siano morte e due scomparse in Giappone mentre il tifone Roke si sta avvicinando alla capitale Tokyo, scatenando piogge torrenziali e forti venti.  Sta provocando disagi a tutto il sistema dei trasporti e dei vari servizi pubblici.

Toyota Motor sta cercando di chiudere in anticipo almeno 11 fabbriche nell'area centrale del Paese, eliminando i turni serali, mentre la nota società elettrica Chubu Electric Power ha perduto quansi 2mila megawatt di energia.

Alle ore 3 del fuso orario italiano, l'occhio del tifone era al largo della costa Pacifica e si muoveva verso nord-est a 35 km orari. Secondo le previsioni dovrebbe arrivare in giornata nella regione di Tokyo, secondo l'agenzia meteorologica. Sul fronte areo sono stati cancellati almeno 287 voli aerei.

La società che gestisce la centrale atomica di Fukushima Daiichi ha fatto sapere che ha già messo in campo tutte le misure per evitare che l'acqua piovana possa entrare all'interno della stessa centrale. Nell'impianto sono presenti ancora bacini pieni di acqua radioattiva, messa a disposizione per il raffreddamento dei reattori.

Si teme che la forte pioggia possa provocare la fuoriuscita e l'infiltrazione nei terreni circostanti. Finora il tifone non ha provocato danni alla centrale.

http://www.italiaglobale.it/GiapponesiavvicinatifoneaTokyo/tabid/5155/Default.aspx

martedì 20 settembre 2011

Studio finanziato dall'UE scopre che il nucleo interno della Terra si muove molto più lentamente di quanto si credesse

Studio finanziato dall'UE scopre che il nucleo interno della Terra si muove molto più lentamente di quanto si credesse

Il Giornale OnlineUna nuova ricerca finanziata dall'UE offre al mondo una stima precisa della velocità di rotazione del nucleo della Terra, suggerendo che essa sia molto più lenta di quanto si ritenesse in precedenza. Comunque, il nucleo continua a ruotare a velocità superiori rispetto al resto del pianeta.
Presentate nella rivista Nature Geoscience, le scoperte sono un risultato del progetto EARTH CORE STRUCTURE ("Thermal and compositional state of the Earth's inner core from seismic free oscillations"), che è stato finanziato con una sovvenzione Starting Grant del Consiglio europeo della ricerca (CER) del valore di 1,2 milioni di euro nell'ambito del Settimo programma quadro (7° PQ). Queste informazioni permetteranno di correggere i valori abitualmente utilizzati nei modelli, che precedentemente prevedevano delle velocità di rotazione superiori per il nucleo. Se i modelli erano basati su ipotesi errate, tutti i calcoli precedenti dovranno essere corretti sulla base di questi nuovi dati e conoscenze.
Ricercatori dalla University of Cambridge nel Regno Unito dicono che le precedenti stime che affermavano che il nucleo ruota un grado all'anno più veloce rispetto al resto del pianeta erano completamente sbagliate. In base ai loro dati, il nucleo si muove in realtà circa un grado più veloce ogni milione di anni. Il team ha calcolato la velocità di rotazione dallo spostamento dei limiti del nucleo e dalla velocità di crescita del nucleo interno. Il capo della ricerca Lauren Waszek, una dottoranda dal dipartimento di Scienze della terra a Cambridge, ha detto: "Le velocità di rotazione più alte sono incompatibili con gli emisferi osservati nel nucleo interno, poiché non lascerebbero abbastanza tempo alle differenze per congelarsi nella struttura. In precedenza questa era stato un grosso problema, poiché le due proprietà non possono coesistere. Tuttavia, noi abbiamo ricavato le velocità di rotazione dall'evoluzione della struttura emisferica, e quindi il nostro lavoro è il primo che riesce a conciliare emisferi e rotazione."
Gli scienziati sanno che il nucleo interno cresce man mano che il materiale dal nucleo fluido esterno si solidifica sulla sua superficie. Quando ciò avviene, affermano i ricercatori, una differenza emisferica est-ovest della velocità si congela nella struttura del nucleo interno. Usando le onde sismiche di corpo che attraversano il nucleo interno, il team ha misurato la differenza tra il tempo impiegato da quelle onde con quello impiegato da onde riflesse dalla superficie del nucleo interno del pianeta. Questo li ha aiutati a determinare la struttura delle velocità dei primi 90 chilometri del nucleo interno. Essi hanno usato queste informazioni per stabilire la velocità degli emisferi est e ovest del nucleo interno. "Il nucleo solido della Terra è stato scoperto per la prima volta mediante l'osservazione della PKiKP, un'onda sismica che attraversa il mantello e il nucleo esterno prima di essere riflessa dal duro bordo del nucleo interno," scrivono gli autori. Composto principalmente da ferro, il nucleo interno cresce grazie alla solidificazione del materiale del nucleo esterno sulla superficie del limite del nucleo interno con il raffreddamento del pianeta. Il risultato è una struttura profonda più antica. "Anche se la storia termica del nucleo interno è dibattuta, la sua struttura più superficiale è il risultato di processi avvenuti nel recente passato e che abbiamo compreso benissimo," scrivono i ricercatori. "Questa conseguente variazione di tempo e profondità del nucleo interno superiore è fondamentale per studiare qualsiasi cambiamento ambientale nella regione di confine del nucleo interno associato con la sua sovrarotazione."
Posizionato a 5200 chilometri sotto la superficie terrestre, il nucleo interno gioca un ruolo fondamentale sulla superficie del pianeta. Il calore rilasciato durante la solidificazione, man mano che il nucleo interno cresce, alimenta le correnti convettive nel nucleo fluido esterno. Questa convezione è responsabile della produzione del campo geomagnetico del pianeta, che a sua volta ci protegge dalle radiazioni solari e, in definitiva, assicura la vita sulla Terra. "Questo risultato rappresenta la prima osservazione di questa lenta velocità di rotazione del nucleo interno," ha detto la Waszek. "Esso ci fornisce quindi un valore confermato che ora può essere usato nelle simulazioni che modellizzano la convezione nel nucleo fluido esterno della Terra, dandoci ulteriori informazioni sull'evoluzione del nostro campo magnetico."
Per maggiori informazioni, visitare:
Consiglio europeo della ricerca (CER):
Scheda informativa del progetto EARTH CORE STRUCTURE su CORDIS
University of Cambridge:
Nature Geoscience:
Categoria: Risultati dei progetti
Fonte: Nature Geoscience; University of Cambridge
Documenti di Riferimento: Waszek, L., et al. (2011) Reconciling the hemispherical structure of Earth's inner core with its super-rotation. Nature Geoscience, pubblicato online il 20 febbraio. DOI: 10.1038/ngeo1083.
Immagine:
Fonte:

http://www.altrogiornale.org/news.php

India: terremoto, 74 morti, emergenza a Gangtok

Sono ancora in pieno svolgimento nello Stato settentrionale indiano del Sikkim le operazioni di soccorso per raggiungere le popolazioni colpite dal terremoto di magnitudo 6,9 sulla scala Richter di domenica scorsa, che ha causato nella regione almeno 74 morti. Lo riferiscono oggi le autorità a New Delhi. L'attività di migliaia di soccorritori e di militari indiani sono ostacolate dalle cattive condizioni del tempo, per cui l'avvicinamento ai villaggi più remoti, dove presumibilmente esistono vittime non ancora verificate, è fortemente rallentato da frane e smottamenti del terreno. La Protezione civile ha realizzato con elicotteri numerosi lanci di generi alimentari e di prima necessità. I morti finora segnalati nel Sikkim e nei vicini stati del Bengala occidentale e del Bihar sono nel complesso 58, con centinaia di feriti, mentre nove sono le vittime in Nepal e sette in Tibet. Molto grave infine la situazione a Gangtok, capitale del Sikkim e centro universale della religione e della cultura tibetana, dove sono stati numerosi i crolli di edifici e dove gli abitanti hanno passato due notti all'aperto. (

http://www.unionesarda.it/Articoli/News/235856

'100 Metri di altezza-'fiamme: rock Blasts piattaforma petrolifera in Oklahoma Testimone 'esplosioni con lampi enormi' rapporti; diverse abitazioni evacuate

http://translate.google.com/translate?hl=it&prev=/search%3Fq%3Dzetatalk.com%26hl%3Dit%26biw%3D1024%26bih%3D551%26prmd%3Divns&rurl=translate.google.it&sl=en&u=http://poleshift.ning.com/profiles/blogs/7-of-10-status-as-of-april-21

Manhattan NYC Water Main Break - Explosion Heard - Subway System Cripple...

Giappone/ Tifone Roke, oltre un milione i probabili evacuati

Giappone/ Tifone Roke, oltre un milione i probabili evacuati

Piogge torrenziali e venti che soffiano a oltre 144 km orari

Giappone/ Tifone Roke, oltre un milione i probabili evacuati

Tokyo, 20 set. (TMNews) - E' scattato l'allarme in Giappone per il tifone Roke che attraversa il Paese. Le autorità nipponiche hanno consigliato a 1 milione e 320 mila persone di lasciare le proprie abitazioni a causa della tempesta in arrivo nella zona di Nagoya, nel centro del Paese, con venti che soffiano a oltre 144 chilometri orari e piogge torrenziali.
Strade e sottopassi di questa vasta regione, dove ha sede la casa automobilistica Toyota, sono già sommerse dall'acqua, secondo le immagini della televisione pubblica Nhk.
Il tifone Roke, il 15mo dell'anno, avanza lentamente. L'occhio del ciclone si trova ancora nel sud-ovest dell'arcipelago anche se la vasta perturbazione si appresta ad attraversare una gran parte dell'isola principale di Honshu, senza risparmiare Tokyo.
"Nel passato, i tifoni che hanno seguito questa traiettoria hanno causato enormi danni", ha ricordato il meteorologo, Yutaka Kanda, durante una conferenza stampa, lanciando l'allarme "al più alto livello" contro Roke, la cui principale caratteristica è che può restare per delle ore sulla stessa zona.
Nelle ultime 24 ore, sono caduti 400 millimetri di pioggia sulla provincia meridionale di Miyazaki.
(Fonte Afp)

http://www.tmnews.it/web/sezioni/esteri/PN_20110920_00173.shtml

CADO DALLE NUBI E "PRENDO COSCIENZA"


Foto bacheca

> CADO DALLE NUBI E "PRENDO COSCIENZA"

Le PERSONE SEMPRE a LAMENTARSI del TEMPO! [...] IL CONTADINO vuole "LA PIOGGIA", ALTRI "IL SOLE" per andare al MARE, in VACANZA o USCIRE con gli AMICI [...] INSOMMA.. se DIO dovrebbe "ACCONTENTARE TUTTI" SAREBBE IMPOSSIBILE! [...] Cerca quindi di "NON LAGNARTI.." perchè così ATTIRERAI SOLO "IL RISULTATO OPPOSTO" a ciò che VUOI REALMENTE! [...]
"OGNUNO" di
NOI ha IL POTERE di INFLUIRE "IN PARTE" anche sul "CLIMA" [...] INFATTI se SU una CITTA' si ABBATTE un FORTE ACQUAZZONE.. gli ABITANTI della ZONA INTERESSATA "COSCIENTI o MENO.." se VOGLIONO che TORNI PRESTO IL SOLE.. LO SARA'! [...] Ma se "I LORO PENSIERI" come un MANTRA diranno CONSAPEVOLMENTE o meno: "NON VOGLIO che PIOVE, NON voglio LA PIOGGIA, UFF.. NO NO NO!!! Etc. Etc. EBBENE stati PUR CERTI che PIOVERA' per L'INTERA GIORNATA e anche di una INTENSITA' MAGGIORE a quella PRESENTE! [...]
LA MAGGIORANZA "NON HA COSCIENZA" di SE.. e a MAGGIOR RAGIONE di COSA può FARE con "IL PROPRIO PENSIERO.." soprattutto UNITO a quello della COSCIENZA di un GRUPPO, della CITTA in CUI VIVE o dell'INTERO MONDO! [...] L'UMANITA' attira gli EVENTI "POSITIVI o NEGATIVI" in base alla LEGGE di CAUSA-EFFETTO del PROPRIO SPECCHIO INTERIORE! [...] "LA PAURA" è IL PRIMO LIMITE su cui LAVORARE! INFATTI si dice che ATTIRI ciò che più TEMI [...]
Ma "NON INCOLPARE MAI" chi CREDI ti METTA PAURA con NOTIZIE CATASTROFICHE o ALTRO CHE SIA.. perchè SEI SOLO TU che lo "HAI ATTIRATO A TE.." anzi, "BENEDICILO e RINGRAZIALO" perchè TI PERMETTE di LAVORARCI SOPRA e SUPERARE QUESTA PAURA! [...] ECCO LA DIFFERENZA tra CHI ha PAURA di una CERTA COSA.. e chi INVECE ne può RIMANE INDIFFERENTE! Pertanto è TUTTO solo ed ESCLUSIVAMENTE DENTRO DI TE! [...] NOI SIAMO "IN PARTE" gli ARCHITETTI del NOSTRO DESTINO [...] PERTANTO PENSA BENE, AGISCI BENE e LAVORA SU TE STESSO per "IL BENE COMUNE" [...]
INOLTRE LA PIOGGIA ha un "GRAN BENEFICIO" oltre ciò che TUTTI CONOSCIAMO [...] INFATTI "PULISCE L'ATMOSFERA" dai "PENSIERI FORMA NEGATIVI" generati da TUTTI gli ABITANTI del PIANETA.. inoltre RIVITALIZZA L'AURA di questo MONDO chiamato anche GAIA o SARAS! [...] IL PROBLEMA è che L'UOMO sta "MANIPOLATO IL CLIMA" attraverso "LE SCIE CHIMICHE e HAARP.." violando appunto "LE LEGGI DIVINE" e COSMICHE.. e purtroppo ne STIAMO SUBENDO già "LE CONSEGUENZE TUTTI QUANTI"
[...] QUESTO finchè LE PERSONE anzichè DEDICARSI solo AI PIACERI e "DIVERTIMENTI MONDANI.." NON comincerà una VOLTA per TUTTE a PRENDERE LE REDI in MANO e LA SUA RESPONSABILITA' come CITTADINO del MONDO.. e CERCARE quella VERITA' che RENDE LIBERI.. ma "LIBERI DAVVERO" per FERMARE questo "GOVERNO OCCULTO" che da DIETRO LE QUINTE TIENE IN SCHIAVITU' "L'INTERA RAZZA UMANA.." oltre che per CONOSCERE "SE STESSI" e quindi CAMBIARE di CONSEGUENZA IL MONDO perchè ne SIAMO I CO-CREATORI! [...] CHE "LA LUCE DIVINA" SCENDA SUL TUO CUORE, SPIRITO e d ANIMA..
(Scritto da @ Menphis75)

> Si prega di "NON ALTERARE" il testo e di citare sempre la fonte e la firma.
GRAZIE.

ATTESO SBARCO ALIENO A ROMA IL 24-25 SETTEMBRE 2011…verità del fisico nucleare Stanton Friedman nella storia di Travis Walton e dei coniugi Hill, sul primo contatto. Pineta Palace Hotel

Evento mondiale in Italia nel 50mo anniversario del primo presunto rapimento ufficiale alieno dei coniugi Betty e Barney Hill negli Usa, (Nella foto). Gli Extraterrestri sbarcano a Roma nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ecco la verità del fisico nucleare Stanton Friedman nella storia di Travis Walton e dei coniugi Hill, sul primo contatto.

ATTESO SBARCO ALIENO A ROMA IL 24-25 SETTEMBRE 2011

Gli extraterrestri atterreranno nella Caput Mundi il 24-25 settembre 2011 con l’arrivo del famoso Travis Walton, il rapito dagli alieni, protagonista della storia raccontata dal film “Bagliori nel buio”. Pellicola che la Rai dovrebbe mandare in onda in prima serata Tv. Travis Walton, in contatto con Esseri di altri mondi, li porterà anche a Roma? Stanton Friedman rivela in esclusiva:“Gli alieni ci stanno visitando, non saprei se vivono in mezzo a noi, forse sono esseri ibridi, ma esistono e ci osservano. Conosco molto bene Travis Walton e sono solidamente convinto della veridicità della sua storia. Travis appare nel mio documentario del 1978 “Gli UFO sono reali” quando lo intervistai nei luoghi del rapimento alieno”. Il 50mo anniversario di Betty e Barney Hill sarà celebrato a Indian Head (Lincoln) nel New Hampshire il 23 e 24 settembre 2011 insieme con Kathleen Marden, nipote di Betty, coautrice del libro “Captured! L’esperienza Betty e Barney Hill con gli UFO”, e del nuovo dvd “In Their Own Words”. Stanton T. Friedman, scienziato americano e canadese impegnato per 14 anni nei progetti più segreti del mondo, afferma:“gli alieni sono già nel nostro Sistema Solare, ci osservano e studiano da migliaia di anni.

E’ il momento di dire che siamo parte di un vicinato galattico; sfortunatamente non siamo i più grandi del quartiere; esistono prove schiaccianti di intelligenze extraterrestri che visitano la nostra Terra”. Il conforto dei dati scientifici offerti dall’astrofisica è evidente: i sistemi stellari vicini al nostro, probabilmente non sono solo molto più antichi. Sono coevi, quindi tutto è possibile. “Dopo 55 anni di investigazione – rivela Friedman – sono convinto che abbiamo a che fare con un Watergate cosmico. Questo significa che poche persone all’interno dei governi più potenti sanno, almeno dal 1947, che alcuni UFO sono astronavi aliene controllate da intelligenze extraterrestri: questa è la storia più grande del millennio”.

Nicola Facciolini

fonte
http://www.segnidalcielo.it/index.php/segnidalcielo-news/549-atteso-sbarco-alieno-a-roma-il-24-25-settembre-2011

Giappone: tifone Roke, consigliata evacuazione Si dirige verso l'isola Honshu, avviso per 400 mila persone

Giappone: tifone Roke, consigliata evacuazione

Si dirige verso l'isola Honshu, avviso per 400 mila persone

TOKYO - Le autorita' giapponesi hanno consigliato a circa 400 mila persone di lasciare le loro case prima dell'arrivo del tifone Roke. L'avviso e' stato emanato dalla municipalita' di Nagoya (centro), ma l'evacuazione non e' obbligatoria, ha precisato l'agenzia di stampa Jiji. Roke, il 15/o tifone di quest'anno nei pressi del Giappone, avanza lentamente, ma porta con se' forti piogge e venti con punte fino a 144 km orari. Il tifone si trova a sud-ovest dell'arcipelago e si appresta a colpire domani l'isola principale di Honshu che potrebbe attraversare da ovest a est senza risparmiare Tokyo, secondo le previsioni dell'agenzia meteorologica giapponese.

Guatemala colpito da quattro scosse di terremoto, 3 morti

CITTA' DEL GUATEMALA (Reuters) - Quattro terremoti sono stati registrati nel sud del Guatemala ieri sera, nell'arco di due ore e mezzo, provocando la morte di tre persone.

Le scosse si sono verificate lungo la costa sudoccidentale del Guatemala nella regione produttrice di canna da zucchero intorno a Santa Rosa, provocando l'evacuazione di circa 400 persone e l'interruzione dell'energia elettrica e dei servizi telefonici, secondo quanto riferito dalle agenzie di soccorso.

"A Chiquimulilla c'è una frana ... con veicoli sepolti. Ci sono danni materiali ai veicoli e due morti finora", ha detto Mario Morales, portavoce dei vigili del fuoco volontari.

Sono state ricoverate 13 persone e le scuole sono state chiuse nella regione di Santa Rosa, ma non si attendono altre scosse importanti.

"La situazione è sotto controllo", ha detto Alejandro Maldonado, a capo dell'agenzia nazionale di protezione civile.

Una prima scossa di magnitudo 4.8 ha avuto luogo alle 20 ora italiana, seguita da un'altra di magnitudo 5.8 e da altre due meno forti.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE78J04Y20110920

Denunciato uno dei massimi sponsor scientifici della somministrazione di psicofarmaci ai bambini

 

Sembra un film di puro orrore… creare bambini zombi…sveglia genitori… che fate ai vostri Bimbi? Dolbyjack!

 

Denunciato uno dei massimi sponsor scientifici della somministrazione di psicofarmaci ai bambini

Il Giornale OnlineIl New York Times denuncia un clamoroso conflitto di interessi: il Dott Biederman – il più famoso esperto mondiale di psicofarmaci antipsicotici, sul cui lavoro si basano anche le linee guida utilizzate in Europa - costruiva sperimentazioni favorevoli agli interessi commerciali delle aziende farmaceutiche che lo pagavano.
Poma (Giù le Mani dai Bambini): aziende e medici senza scrupoli per aumentare il numero di prescrizioni di psicofarmaci, utilizzati poi anche per l’ADHD (bambini agitati e distratti)”. Roberti di Sarsina (psichiatra, AUSL di Bologna): “questi eventi non sono affatto rari, e influiscono sulle prescrizioni anche in Italia”

L'autorevole quotidiano americano New York Times ha diffuso la notizia secondo la quale il Dott. Joseph Biederman, uno dei massimi esperti mondiali sul disturbo bipolare, aveva presentato i risultati dei propri trials clinici sull'efficacia del Risperidone a esponenti della Johnson & Johnson, azienda produttrice dell'antipsicotico Risperdal, prima ancora di iniziarli. L'esperto, che ha redatto molte delle linee guida a livello internazionale che regolano la somministrazione di antipsicotici ai bambini, utilizzati anche su bambini iperattivi e distratti, citava apertamente e con certezza – in via anticipata - la circostanza che le sperimentazioni di questa molecola sui minori avrebbero dato esito positivo.
Gli inquirenti hanno inoltre esibito email e documenti interni della multinazionale farmaceutica che dimostrano come la società intendesse servirsi del suo rapporto privilegiato con il dottor Biederman per aumentare le vendite degli psicofarmaci, incluso il famoso “Concerta”, psicofarmaco per la sindrome “ADHD” (Iperattività e Deficit di Attenzione), con studi pilotati atti a ridimensionare i pericoli di effetti collaterali sui piccoli pazienti. Il medico, che è al centro di una vera e propria bufera mediatica e giudiziaria, anche per non aver saputo spiegare in modo convincente la provenienza di ingenti somme in dollari sui propri conti bancari personali, ha tardivamente redatto una lettera di scuse e di assunzione di responsabilità, firmata con altri due colleghi coinvolti nell’inchiesta, che sta circolando in ambiente medico.
"Siamo di fronte all'ennesimo caso di corruzione e di grave conflitto di interessi - ha commentato Luca Poma, giornalista e portavoce nazionale di Giù le Mani dai Bambini®, la più visibile campagna di farmacovigilanza per l'età pediatrica in Italia (www.giulemanidaibambini.org) - con ricerche apparentemente indipendenti sull'efficacia e sicurezza di psicofarmaci per i bambini che erano in realtà studiate a tavolino in collaborazione con i produttori della molecola stessa, cui veniva garantito un risultato positivo, a beneficio delle vendite dello psicofarmaco. Questa vicenda fa riflettere anche e soprattutto se pensiamo a quanti medici quotidianamente - spesso in buona fede - si affidano a studi scientifici come quelli di Biederman per sostenere l'opportunità di terapie a base di psicofarmaci sui minori. La ricerca scientifica non è affatto indipendente - conclude - dobbiamo arrenderci a questa evidenza".

Paolo Roberti di Sarsina (Dirigente di Psichiatria all’AUSL di Bologna) commenta: “Il venir meno della sorveglianza etica da parte di tutti noi ha queste esatte conseguenze: serve più attenzione e vigilanza preventiva da parte degli enti regolatori e dei comitati di bioetica rispetto a questi eventi, che nonostante quello che si possa pensare non sono affatto rari. Biederman ha fatto scuola per noi psichiatri: è desolante scoprire a posteriori su quali elementi non genuini erano costruite queste false certezze – conclude Roberti di Sarsina - sulle quali peraltro si sono basate molte prescrizioni di antipsicotici ai bambini, anche in Italia”

Media relation: +39 337 415305 - -email-
Luca Yuri Toselli - Coordinatore operativo
Fonte:
Vedi:

http://www.altrogiornale.org/news.php

TSUNAMI EUROPEO: FOTO

TSUNAMI EUROPEO: FOTO

cliccate sull'immagine  x ingrandirla.....nuova mappa sul presunto tsunami europeo

 

http://wwwcosmicyoga.blogspot.com/

Terremoti in Italia…20/09/2011

Alluvioni disastrose in Cina: decine di morti, milioni di sfollati

Alluvioni disastrose in Cina: decine di morti, milioni di sfollati
Una settimana di piogge torrenziali ha devastato il nord, il centro e il sudovest del Paese, distruggendo case e raccolti. Frane e alluvioni hanno ucciso 57 persone; altre 29 mancano all’appello. Danni per un miliardo e 900 milioni di euro.
Pechino (AsiaNews/Agenzie) – Alluvioni e frane in Cina, causate da una settimana di piogge intense hanno ucciso almeno 57 persone, e hanno obbligato milioni di altre ad abbandonare le loro case. I dati ufficiali forniti dalle autorità parlano di 12 milioni e 300mila persone sfollate nel Sichuan, nell’Henan e nello Shaanxi, nel nord, nel centro e nel sudovest del Paese. Le previsioni affermano che le alluvioni in Sichuan sono probabilmente le peggiori mai avvenute dal 1847.
Le alluvioni hanno distrutto grandi estensioni di coltivazioni agricole e hanno ritardato le operazioni di raccolta. Secondo dati provvisori, più di 120mila case sono crollate a causa delle piogge, delle alluvioni e delle frane. Le perdite economiche sono stimate attualmente in due miliardi e 700 milioni di dollari (un miliardo e 900 milioni di euro), ha dichiarato il ministero per gli Affari civili. Oltre alle vittime riconosciute ci sono 29 persone che mancano all’appello. Il governo centrale ha organizzato squadre di soccorso per distribuire tende, coperte e vestiti.
Il sindaco di Xi’an, la capitale dello Shaanxi, ha dichiarato che una frana il 17 settembre ha colpito un quartiere suburbano, seppellendo una fabbrica di mattoni e un dormitorio per operai, uccidendo 17 persone; altre 15 mancano all’appello. In Sichuan più di 600mila persone sono state evacuate dalle loro abitazioni, dal momento che i maggiori tributari dello Yangtze, il fiume più lungo della Cina, hanno superato tutti i livelli di pericolo.

http://www.asianews.it/notizie-it/Alluvioni-disastrose-in-Cina:-decine-di-morti,-milioni-di-sfollati-22678.html

lunedì 19 settembre 2011

Situazione Critica - ( Verso il Nuovo Ordine Mondiale ) by menphis75


Quando l’economia statunitense va al collasso, prende forma uno stato di polizia per una “nuova normalizzazione”

Dimenticate i vostri diritti! Quando i grandi feudatari delle imprese multinazionali hanno impadronirsi anche di quel poco che resta della rete di protezione sociale ormai ridotta a brandelli (adieu Servizio Sanitario Statale per la cura degli anziani e per i meno abbienti! Previdenza Sociale? Au revoir!), l’amministrazione Obama si sta muovendo a rotta di collo per espandere ed intensificare i programmi di stato di polizia in precedenza impostati dal governo Bush.

Dopo tutto, con le quotazioni azionarie preda di vortici selvaggi, occupazione e salari in una spirale mortale, e fondi pensione e patrimoni pubblici inghiottiti completamente dagli speculatori e dalla feccia dei possessori di rendite e dei grandi patrimoni, lo Stato rispolvera, migliorandoli, i piani di emergenza, per paura che il “contagio” dalla Grecia, Spagna o Gran Bretagna si estenda dai mitici lidi della “vecchia Europa” e vada ad infettare questo popolo timorato di Dio, qui nella sua Heimat, nella sua cara patria che sono gli Stati Uniti.Niente paura, coloro che detengono il potere possiedono formule magiche, a cui hanno conferito entusiasticamente il titolo di Civil Disturbances: Emergency Employment of Army and Other Resources, (Disordini civili: impiego dell’esercito e di altre risorse in situazioni emergenziali), diversamente note come Disposizioni per l’Esercito 500-50, riguardanti alle “politiche, responsabilità, e direttive per il Ministero della difesa relative alla pianificazione di operazioni che vedono l’uso delle strutture dell’esercito in funzione del controllo di disordini civili in atto, o per la loroprevenzione.”

Quando i politici della Gran Bretagna, sull’onda delle rivolte londinesi, esigono un clampdown, vale a dire provvedimenti restrittivi nei confronti dei mezzi di comunicazione sociali, e quando l’agenzia Bay Area Rapid Transit (BART) a San Francisco, nell’ultima settimana, ha interrotto in modo clandestino il servizio telefonico mediante cellulari per agevolare la repressione di una protesta contro la violenza della polizia, allora nelle cosiddette “democrazie occidentali” stanno diventando di norma tattiche di controllo autoritario, che scimmiottano quelle impiegate in Egitto e in Tunisia (che così tanto bene hanno funzionato!).
Legge segreta, programmi segreti

Intanto, sulla Collina del Campidoglio, il Congresso ha fatto la sua parte per difenderci da questa fastidiosa Carta Costituzionale dei diritti del cittadino; questo è avvenuto prima che 81 dei “nostri” Rappresentanti eletti – quasi un quinto dei Rappresentanti – se ne andassero in Israele per visite ufficiali pagate dall’AIPAC. (1)

Secrecy News ha riferito che la Commissione Servizi Informativi del Senato “aveva respinto un emendamento che avrebbe dovuto imporre al Ministro della giustizia e sovrintendente ai procuratori distrettuali, e al Direttore dei servizi informativi nazionali, di affrontare il problema della ‘normativa sulla segretezza’, per cui agenzie governative dipendono legalmente da autorità poco o nulla conosciute dall’opinione pubblica.”

Questo emendamento, proposto dai Senatori Ron Wyden (D-OR) e Mark Udall (D-CO) veniva respinto con voto espresso verbalmente, ed inoltre venivano assegnati rafforzati poteri di sorveglianza senza precedenti ad agenzie del Settore Esecutivo, come l’FBI e la NSA [Ufficio investigativo federale e Agenzia per la sicurezza nazionale].

Come precedentemente riportato da Antifascist Calling, la Electronic Frontier Foundation (Fondazione per la Frontiera Elettronica) ha intentato una causa al fine di ottenere un provvedimento legislativo sulla libertà di informazione contro il Ministero della giustizia, “per ingiungere la pubblicazione di un memorandum legale segreto volto a giustificare la possibilità di accesso dell’FBI alle registrazioni telefoniche degli Statunitensi, anche in assenza di un qualsiasi processo o di tutela di natura legale.”

Il Ministero della giustizia ha fatto opposizione ed ora si assiste ad un Senato che ha affermato come la “normativa sulla segretezza” dovrebbe stare all’interno dei principi-guida della nostra ex Repubblica.
Inoltre, Secrecy News ha reso di dominio pubblico che la Commissione ha respinto un secondo emendamento per una norma di autorizzazione che avrebbe impegnato l’Ispettorato Generale del Ministero della giustizia “nella valutazione del numero degli Statunitensi che avevano avuto i contenuti delle loro comunicazioni sottoposti a controllo, in violazione del FISA Amendments Act del 2008 [FAA].” (2)

Come puntualizzato svariate volte, il FAA è un frammento pernicioso di quel detrito legislativo bushista che legalizzava i programmi segreti spionistici della passata amministrazione, da allora abbelliti dal nostro attuale Presidente “speranza e cambiamento”.

Durante il periodo precedente l’approvazione del FAA, i Democratici del Congresso, compreso l’allora senatore Barack Obama, e i suoi colleghi Repubblicani di corridoio, avevano dichiarato che la legge costituiva un “compromesso” tra i diritti alla privacy dei cittadini degli Stati Uniti e le necessità delle agenzie per la sicurezza di “bloccare i terroristi” in procinto di aggredire il paese.

Se questo era il motivo, perché il popolo usamericano non poteva rendersi consapevole se i suoi diritti erano stati compromessi?
Forse, come suggeriscono recenti documenti di Truthout ed altre pubblicazioni, l’ex “zar” del controterrorismo degli Stati Uniti Richard Clarke aveva sollevato “accuse esplosive contro tre ex funzionari al vertice della CIA -- George Tenet, Cofer Black e Richard Blee – imputando loro di non avere condotto, in tutta complicità, un’opportuna azione di intelligence …su due dei terroristi dell’11/9 che erano entrati negli Stati Uniti ben un anno prima degli attacchi.”
Le accuse di Clarke seguivano strettamente l’inchiesta dei giornalisti di “Truthout”, Jeffrey Kaye e Jason Leopold.

“Sulla base di documenti ottenuti sotto l’egida del Freedom of Information Act (Legge sulla libertà di informazione) e di una intervista con un ex ufficiale di alto grado del controterrorismo,” Kaye e Leopold si erano resi conto che

Continua a leggere su Tlaxcala

http://www.vocidallastrada.com/2011/09/quando-leconomia-statunitense-va-al.html

________________

Dall'USA all'Italia passando per l'Unione Europea: preparativi per la legge marziale e l'eliminazion

Situazione Critica - ( Verso il Nuovo Ordine Mondiale ) by menphis75

"A nessun uomo libero dovrà mai essere escluso l'uso delle armi. Il motivo più forte per cui mantenere il diritto delle persone di possedere armi è come ultima risorsa per proteggere sé stessi contro la tirannia del governo".

> Thomas Jefferson