Alert - Nibiru is coming

Il Pensiero di Angeli in Astronave

Angeli in Astronave è distaccato da tutti coloro che professano amore…e in realtà guadagnano con la sapienza che non gli appartiene… ribadisco …nomi altisonanti … artefatti di strani effetti speciali …visivi o non… strumentalizzare… gruppi di appartenenza…donazioni … plagio… bugie da effetto… mancanza di umiltà… falsi nel pubblico…violenti nelle mura domestiche… guru e maestri …diffidate da ogni cosa artefatta… l’Amore unisce in semplicità…non ha bisogno di una carta scritta…la Verità non si vende ne si compra…fatene tesoro… Dolbyjack!

"Con riferimento al Decreto legislativo 9 aprile 2003, n.70 che si occupa di Attuazione della direttiva 2000/31/CE. Facendo anche riferimento al libro verde sulla tutela dei minori e della dignità umana nei servizi audiovisivi e di informazione COM (96) 483, il presente sito web: (Angeli in Astronave) è fruibile a soli Maggiorenni e pertanto proibito a tutti coloro che siano sofferenti psichici o vulnerabili ad informazioni di questo tipo e quindi influenzabili dal punto di vista psicologico.”

Buona Navigazione Cari Angeli, Namasté..

Video Discosure-Nibiru e Mauro Biglino

Riflessioni

La dottrina e pratica più blasfema della Chiesa Cattolica è quella della transustanziazione e del sacrificio della messa. La transustanziazione (fatta dogma dal concilio Lateranense IV nel 1215, elaborata in seguito da Tommaso d'Aquino e sancita definitivamente dal Concilio di Trento) insegna che: il pane e il vino, al momento della consacrazione vengono dal sacerdote cambiati nel corpo e nel sangue di Gesù Cristo (ogni giorno quindi vengono all'esistenza migliaia e migliaia di nuovi Gesù). La Scrittura insegna che nella cena c'è solo la presenza spirituale di Gesù (Luca 22:19-20; Giovanni 6:63; 1 Corinzi 11:26). Inoltre, nell'adorazione dell'ostia, la Chiesa di Roma adora un dio fatto dalle mani di uomini. Questo è il colmo dell'idolatria, ed è completamente contrario allo spirito del Vangelo che richiede di adorare Dio in spirito e verità (Giovanni 4:23-24). Carlo Fumagalli ex prete ed antropologo

Rasoio di Ockam suggerisce che: "tra varie spiegazioni possibili di una data osservazione, quella più semplice ha maggiori possibilità di essere vera".

DA QUANDO E' DIVENTATO REATO AVER CARA LA VITA?

"Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa".

Disclose.tv - ANONYMOUS MESSAGE TO NASA ABOUT ETS
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/104638/ANONYMOUS_MESSAGE_TO_NASA_ABOUT_ETS/ Agenzia spaziale più importante del mondo, ti abbiamo osservato e ascoltato per molto tempo, siamo contrariati dalle tue costanti smentite e insabbiamenti, sappiamo tutti i tuoi piccoli e sporchi segreti e i trucchetti che usi. Sappiamo come hai falsato tutte le immagini della superfce dei pianeti e dei satelliti che li circondano, sappiamo come hai falsato e nascosto la verità al mondo. Ora abbiamo abbastanza filmati immagini e informazioni che tu non hai. Saremo capaci di mostrare la verità e lo faremo presto, pensi che stiamo bleffando? allora ascolta, la complessità della loro abilità è incomprensibile[...]l'ormeggio dei loro veicoli sembra molto NASA(non diciamo di più) è per i tuoi trucchi?Sappiamo anche come hai rilasciato strani fotogrammi che mostrano dischi che visitano e poi lasciano la terra e hai consigliato agli astronauti di menzionare volta per volta gli ufo, questo è per far credere che sai molto poco di quello che stà accadendo (mentre altri pensano di aver trovato la verità) ma in realtà la verità è così incomprensibilmente vasta e così semplice che sfugge anche ai migliori dispositivi e menti. Ora, sai che facciamo sul serio. Ora ci rivolgiamo a tutti i cittadini del mondo, le entità extradimensionali non sono malvagie come vogliono farvi credere, al contrario, hanno creato il nostro universo quindi sono presenti da prima di noi, non c'è nienti di cui temere, questo è l'inizio della rivoluzione spirituale ed evoluzione della specie umana Traduzione per Angeli in Astronave Raffaele V.

video prova

La morte non esiste è una invenzione della Chiesa Cattolica - Guarda il video e capirai| Nuove tecnologie ci renderanno liberi

sabato 25 giugno 2011

LEO ZAGAMI: MASSONERIA, POLITICA E SPETTACOLO - I COLLEGAMENTI 'VATICANI'


GS
- Bene, buonasera e benvenuti all'edizione del giovedì dell'Investigative Journal, sono il vostro conduttore Greg Szymanski e sarò qui con voi per le prossime due ore. L'ospite previsto per oggi èLeo Zagami, dall'Italia, anche se vive in Norvegia ora, siamo in attesa della sua chiamata e sono certo che sarà con noi a breve, quindi lasciate che cominci parlando del fatto che Leo è stato qui con me oramai un certo numero di volte, e quasi un anno fa, quando l'ho ospitato per la prima volta ha fornito alcune straordinarie rivelazioni riguardanti gli Illuminati, grazie alle informazioni da insider a sua disposizione. Egli ha in effetti abbandonato gli Illuminati, ed in ogni occasione in cui è stato ospite della mia trasmissione, ha presentato eccezionali informazioni. Stasera, pare abbia raccolto un po' di materiale che vorrebbe condividere con noi, anche se, come ho detto, siamo ancora in attesa della sua chiamata, ma speriamo sarà presto con noi. Ma lasciate che vi dica questo, se davvero avessimo dei problemi a raggiungere Leo, probabilmente potremmo farvi ascoltare qualcuna delle sue passate interviste, comunque, nel frattempo, fatemi introdurre il mio ospite, mentre siamo in attesa della sua chiamata telefonica. Leo Zagami è un ex-membro del Comitato Esecutivo Massonico della Loggia P2 di Montecarlo, è stato, fino a poco tempo fa, un membro di alto livello degli Illuminati italiani, un massone del 33° grado, un massone, un vero insider, ed un membro di elevato livello della tristemente famosa Loggia massonica P2. Si è parlato di lui come del Principe che avrebbe potuto prendere il posto del Re dell'Ordine degli Illuminati, Licio Gelli. Ora, se il nome Licio Gelli non vi fa venire in mente niente, lasciate che vi spieghi di chi si tratta in realtà. Quest'ultimo era il capo della Loggia P2 nella fase in cui scoppiò quell'incredibile scandalo che coinvolse il Vaticano, si tratta di un membro di altissimo livello connesso a Ronald Reagan, ed in effetti fu fotografato alla cerimonia di inaugurazione di Reagan, senza dimenticare naturalmente le sue connessioni con il Vaticano. Sta invecchiando, ma è comunque un potente personaggio ancora oggi. Leo è stato cresciuto per prendere il suo posto. Leo viene da una linea di sangue aristocratica degli Illuminati, e quindi è stato coinvolto negli ordini degli Illuminati sin dalla nascita, dalla fanciullezza, in ogni caso, Leo ha avuto una crisi di coscienza ed ha deciso di chiudere con tutto il male cui era stato esposto, ovvero orrendi riti satanici di magia nera, controllo mentale e torture che venivano praticati all'interno delle logge, di cui egli era a conoscenza, e che avvenivano a porte chiuse. Quindi… segue …………

Link;

http://connessionecosciente.splinder.com/post/24564766/greg-szymanski-intervista-leo-zagami

Crop circle di Poirino–Approfondimento …

News Stefano!

 

 

 

http://translate.google.com/translate?hl=it&prev=/search%3Fq%3Dnibiru%2Bnl%2Bnew%26hl%3Dit%26biw%3D1280%26bih%3D834&rurl=translate.google.it&sl=nl&u=http://www.cropcircleconnector.com/inter2011/italy/Poirino2011a.html

Il segreto delle tre pallottole - Emilio Del Giudice - Fusione fredda 1/4

Intervista a Mauro Biglino - Traduttore di ebraico antico

Terremoti in Italia , Coste siciliane…

venerdì 24 giugno 2011

UFO - DISCLOSURE PROJECT, Conferenza 2001 - Sottotitoli in Ita. Parte 10...



Disclosure Project: Pianeta Terra dominato dall'Inganno?

Testimonianza della Dott. Carol Rosin
Dicembre 2000


La Dott. Carol Rosin è stata la prima donna manager delle industrie Fairchild e portavoce del Dott. Wernher Von Braun negli ultimi anni della sua vita. Ha fondato l’Istituto per la Cooperazione e la Sicurezza nello Spazio Esterno, a Washington DC, ed ha testimoniato in molte occasioni sulle armi spaziali. Von Braun rivelò al Dott. Rosin un piano che giustificava la presenza di armi nello spazio per fronteggiare una minaccia extraterrestre. Fu anche presente ad incontri negli anni ’70 quando fu pianificato lo scenario per la guerra del Golfo degli anni ’90.

C.R.: Dott. Carol Rosin S.G.: Dr. Steven Greer

C.R.: Il mio nome è Carol Rosin, sono un’educatrice divenuta la prima donna manager di una compagnia aerospaziale: le Fairchild Industries. Sono consulente per la difesa missilistica e spaziale ed ho fornito consulenze ad una quantità di aziende, organizzazioni e dipartimenti organizzativi, perfino ai servizi segreti. Sono stata consulente alla TRW mentre lavorava per il missile MX, così entrai a far parte della strategia che divenne un modello su come vendere al pubblico le armi spaziali. Il missile MX è un altro sistema d’arma di cui non avevamo bisogno. Ho fondato l’Istituto per la Cooperazione e la Sicurezza dello Spazio Esterno, un serbatoio di menti con base a Washington DC. Sono un’autrice ed ho testimoniato davanti alla Commissione Congressuale e Presidenziale sullo Spazio. Quando ero manager alle Fairchild Industries, dal 1974 fino al 1977, incontrai l’anziano Dr. Wernher Von Braun. Ci incontrammo per la prima volta nel 1974. A quell’epoca Von Braun stava morendo di cancro ma mi assicurò che sarebbe vissuto ancora qualche anno per raccontarmi del gioco che stava mettendoin atto, gioco teso a militarizzare lo spazio, a controllare la Terra dallo spazio e lo spazio stesso. Von Braun aveva un passato lavorativo riguardo i sistemi d’arma. Fuggì dalla Germania per venire in questo paese, diventando vice presidente della Fairchild all’epoca in cui lo incontrai. Lo scopo di Von Braun durante gli ultimi anni della sua vita, gli anni del declino, era di educare il pubblico e le autorità sul fatto che le armi spaziali erano stupide, pericolose, destabilizzanti, troppo costose, non necessarie, un’idea non realizzabile e non desiderabile e, ancora, sulle alternative a disposizione. Praticamente dal letto di morte mi istruì su questi concetti e sui giocatori che partecipavano al gioco. Mi affidò la responsabilità, visto che lui era moribondo, di continuare i suoi sforzi per prevenire l’installazione di armi nello spazio.

Quando Von Braun stava morendo di cancro, mi chiese di diventare sua portavoce e di apparire nelle occasioni in cui lui era troppo debilitato per parlare. E lo feci. Ciò che mi interessò maggiormente fu un concetto che mi ripeté più volte durante i quasi quattro anni in cui ho avuto l’opportunità di lavorare con lui. Diceva che la strategia usata per educare il pubblico, da quanti avevano potere decisionale, era basata su tattiche di paura... Ecco come individuiamo un nemico. La strategia di cui mi parlò Von Braun era che all’inizio i Russi erano stati considerati nemici. In effetti, nel 1974, loro erano il nemico, il nemico dichiarato. Ci veniva detto che essi possedevano “satelliti killer”. Ci veniva detto che sarebbero venuti a prenderci, che ci avrebbero controllato – che essi erano Commise (comunisti). Successivamente sarebbero stati individuati i terroristi e ciò sarebbe presto avvenuto. Ne sentimmo molte a proposito di terrorismo. Avremmo dovuto individuare alcuni paesi “pazzi” del Terzo Mondo. Quelli che ora chiamiamo Stati canaglia. Ma mi disse anche che ci sarebbe stato un terzo nemico contro il quale avremmo costruito armi spaziali. Il nuovo nemico erano gli asteroidi. Contro gli asteroidi avremmo costruito armi spaziali. E ora, asteroidi contro asteroidi, stiamo provvedendo a costruire armi situate nello spazio. E la parte più divertente di tutte era quella che riguardava quelli che lui chiamava gli alieni, gli extraterrestri. Quella sarebbe stata la paura finale. E ancora, ancora e ancora, durante i quattro anni che l’ho frequentato ed ho fatto discorsi al suo posto, ha tirato fuori quest’ultima carta. – E ricordati Carol, l’ultima carta è quella degli alieni. Dovremo costruire armi nello spazio per difenderci dagli alieni e tutto ciò è una menzogna. Penso di essere stata troppo ingenua all’epoca per capire la natura di quanto stava per essere introdotto nel sistema. E solo ora le tessere stanno iniziando ad andare al loro posto. Stiamo costruendo sistemi d’arma spaziali sulla premessa che si tratta di una menzogna. Wernher Von Braun stava cercando di farmelo capire nei primi anni ’70 e fino al momento in cui morì, nel 1977.

Mi disse che c’era un’accelerazione in atto. Non menzionò mai un programma temporale ma disse che la questione stava per accelerare al punto di permettere alla gente di capirla, fino ad arrivare al punto di essere già avviata e troppo tardi per tornare indietro. Wernher Von Braun stava morendo davanti ai miei occhi. Il primo giorno che lo incontrai aveva cateteri che usciavano dal suo fianco, tamburellava le dita sul tavolo mentre diceva: - Verrai alla Fairchild -. Io ero un insegnante. Mi disse: - Verrai alla Fairchild e sarai responsabile dell’installazione di armi nello spazio -. Lo disse con questa intensità nei suoi occhi e aggiunse, quel primo giorno, la prima volta che lo incontrai, che le armi spaziali erano un’idea pericolosa, destabilizzante, troppo costosa, non necessaria, non verificabile e non realizzabile. L’ultima carta che aveva in serbo era quella dei nemici extraterrestri. L’intensità con cui me lo disse mi fece capire che egli era a conoscenza di qualcosa che aveva paura di rivelare. Aveva troppa paura per parlarne. Non mi avrebbe parlato dei dettagli. Non sono neanche sicura che sarei riuscita ad assorbire i dettagli, se me ne avesse parlato né che avrei potuto credergli, nel 1974. Ma non c’è dubbio che quell’uomo sapeva ed era deputato a sapere, lo scoprii più tardi. Non ho alcun dubbio nella mia mente che Wernher Von Braun era a conoscenza dell’argomento extraterrestri. Mi spiegò i motivi per cui le armi stavano per essere posizionate nello spazio, i nemici contro i quali stavano per costruire tali armi e che tutto era coperto da menzogna.

Disse che gli extraterrestri stavano per essere identificati come l’ultimo nemico contro il quale stavamo per costruire gli armamenti spaziali, nel 1974. Visto il modo in cui me lo disse, non ho dubbi che fosse a conoscenza di qualcosa di cui aveva paura di parlare. Wernher Von Braun non mi parlò mai dei dettagli di cui era a conoscenza riguardo agli extraterrestri, eccetto il fatto che un giorno essi sarebbero stati indicati come i nemici contro i quali stavamo costruendo un enorme sistema di armi posizionate nello spazio. Wernher Von Braun mi disse veramente che si trattava di un falso – le premesse per le armi spaziali, i motivi che sarebbero stati adottati, i nemici che stavano per essere identificati – era tutto basato sulla menzogna. Sono stata dietro alle armi spaziali per circa 26 anni. Ho affrontato dibattiti con Generali e rappresentanti del Congresso. Ho testimoniato al Congresso e al Senato. Ho incontrato persone provenienti da 100 diversi paesi. Ma non sono stata in grado di individuare chi sono coloro che stanno realizzando questo sistema di armi spaziali. Vedo le notizie. Vedo prendere decisioni amministrative. So che sono tutte basate su bugie e falsità. Ma devo ancora riuscire a capire di che persone si tratta. E questo dopo essere stata dietro a questa faccenda per 26 anni. So che esistono grandi segreti che vengono tenuti nascosti e so che è ora che il pubblico e le autorità prestino attenzione a coloro che stanno cercando di scoprire la verità. E poi abbiamo bisogno di fare alcuni cambiamenti e di costruire un sistema spaziale che porti beneficio ad ogni singola persona, a tutti gli animali e all’ambiente di questo pianeta. La tecnologia è già qui. Le soluzioni per l’urgenza Terra ed i suoi problemi potenziali, a lungo termine, sono qui. Sento che non appena studieremo questa faccenda degli extraterrestri tutte le domande, che mi sono posta per 26 anni, troveranno una risposta.

Però sono arrivata alla conclusione che tutto si basa su poche persone che stanno guadagnando un sacco di soldi e di potere. Si tratta di ego. Non c’entra niente la nostra essenza e chi siamo veramente su questo pianeta, non c’entrano amore reciproco, pace e cooperazione. Non si tratta di utilizzare la tecnologia per risolvere i problemi ed aiutare la gente del pianeta. Non si tratta di questo. Si tratta solo di poche persone che stanno davvero attuando un gioco vecchio, pericoloso e costoso a beneficio del proprio portafoglio e della propria sete di potere. E questo è tutto. Credo che tutto questo gioco di armi installate nello spazio sia iniziato proprio qui, negli Stati Uniti d’America. La mia speranza è che una volta rivelata questa informazione la nuova amministrazione faccia ciò che va fatto. Il che vuol dire trasformare il war game in uno space game in modo da usare le tecnologie disponibili non solo come tecnologie belliche ma come applicazioni dirette, per costruire un sistema di cooperazione spaziale che darà benefici all’intero mondo e che ci permetterà di comunicare con le culture extraterrestri che, ovviamente, sono là fuori. Chi trarrebbe beneficio dalle armi spaziali? Sono coloro che lavorano in quel campo, militari, industria, università e laboratori, la comunità dell’intelligence. Non solo negli Stati Uniti ma nell’intero mondo. Si tratta di un sistema di cooperazione mondiale. Le guerre sono cooperative proprio come lo sarà la pace quando scoppierà. Ma proprio adesso c’è molta gente che ne sta beneficiando. E’ ciò su cui è stata costruita la nostra economia in questo paese ed è stata diffusa nel mondo – la guerra. Il risultato è che la gente soffre. Non è giusto, non lo è mai stato. La gente ha urlato – fateci costruire aratri dalle spade, dateci la pace e diamoci la mano in tutto il mondo -. Ma non ha funzionato perché ci sono troppe persone che ci guadagnano sopra. Non solo finanziariamente ma per esperienza personale, so che c’è gente che crede davvero nell’ Apocalisse e che quindi dobbiamo avere tali guerre.

Va dal libretto tascabile ai diritti religiosi. C’è chi crede davvero che abbiamo bisogno di guerre per questi motivi religiosi. Ci sono persone che, semplicemente, amano la guerra. Ho incontrato guerrieri che adoravano andare in guerra. Poi c’è la brava gente, i soldati che prendono solo ordini. Devono nutrire i loro figli e mandarli al college, e così si tengono i loro lavori. La gente dei laboratori mi ha detto che non desidera lavorare a queste tecnologie di guerra ma che se non lo fanno perdono lo stipendio. Chi li paga? Vedo anche che non ci sono solo due possibili usi di tali tecnologie ma che ci sono innumerevoli usi delle stesse tecnologie. Possiamo costruire ospedali spaziali, scuole, alberghi, laboratori, fattorie agricole, industrie. Può suonare utopico, ma se non lo facciamo ci troveremo a costruire posti di combattimento e armi spaziali puntate verso la nostra gola. Apparentemente lo abbiamo già fatto in parte. Ora c’è una scelta che dobbiamo fare. Possiamo beneficiare tutti – tutta la gente di questo complesso militare – industriale, i servizi segreti, le Università e i laboratori degli Stati Uniti e del mondo intero. Tutti possiamo trovare benefici. Possiamo trasformare questa industria semplicemente con un’unica decisione basata sulle nostre più alte coscienze, la nostra spiritualità e sul fatto che non abbiamo altra scelta se non vogliamo morire tutti. E non vogliamo. Insomma, possiamo goderne tutti, finanziariamente, spiritualmente, socialmente, psicologicamente; è politicamente e tecnologicamente possibile trasformare questo gioco ora e ognuno ne trarrà giovamento.

Nel 1977 ero ad una riunione alle Fairchild Industries in una sala conferenze chiamata la Stanza della Guerra. In quella stanza c’erano molte immagini sulle pareti che rappresentavano i nemici. I nemici identificati. C’erano molti altri nomi oscuri, nomi come Saddam Hussein o Gheddafi. Ma allora si parlava di terroristi, di potenziali terroristi. Nessuno ne aveva mai parlato prima ma si trattava del prossimo stadio, dopo i Russi, contro il quale stavamo costruendo queste armi spaziali. Mi alzai, nel corso di questo incontro, e dissi: - Scusatemi, perché stiamo parlando di questi potenziali nemici contro i quali stiamo costruendo armi spaziali se sappiamo che al momento essi non sono affatto il nostro nemico? - Beh, continuarono la discussione su come avremmo progressivamente creato questi nemici e di come ad un certo punto ci sarebbe stata una guerra nel Golfo. La Guerra del Golfo. Eravamo nel 1977, 1977! Loro parlavano di creare una guerra nella Regione del Golfo mentre c’erano 25 miliardi di dollari investiti nel programma di armi spaziali che dovevano ancora essere identificate. Era chiamata Iniziativa di Difesa Strategica, alla fine. Non fino al 1983. Tale sistema di armi era andato avanti per un bel po’ d’anni ed io naturalmente non ne sapevo nulla, così mi alzai durante la riunione e dissi: - Vorrei sapere perché stiamo parlando di armi spaziali contro questi nemici. Vorrei saperne di più. Qualcuno può dirmi, per favore, di cosa si tratta? -. Nessuno rispose. Continuarono l’incontro come se non avessi detto niente. All’improvviso mi misi al centro della stanza e dissi: - Se nessuno sa dirmi perché stiamo pianificando una guerra nel Golfo, quando c’è un certo ammontare di soldi in bilancio per creare il prossimo sistema d’arma che sarà venduto pubblicamente e del perché abbiamo bisogno di armi spaziali, allora considerate questo: mi dimetto. E non me lo sentirete dire di nuovo! -. Nessuno disse una parola, perché stavano pianificando la Guerra del Golfo e tutto accadde esattamente come pianificato, nel tempo.

S.G.: Chi era presente a questa riunione?

C.R.: La stanza era piena di gente che giocava al gioco delle porte girevoli. C’erano persone che avevo visto una volta in uniforme, un’altra volta in abito grigio e ancora in tuta da operaio. Questa gente fa il gioco delle porte girevoli. Lavorano come consulenti, gente dell’industria e/o militari o agenti dell’intelligence. Lavorano nell’industria e si riciclano attraverso queste porte girevoli dritto fino a posizioni di governo. Mi feci avanti durante questo incontro chiedendo se quello che avevo sentivo era corretto. Che esistevano 25 miliardi di dollari nel budget per le armi spaziali, che ci sarebbe stata una guerra nel Golfo, stimolata, creata in modo che loro, successivamente, potessero vendere pubblicamente o alle autorità la prossima fase di ricerca sulle armi. Questa guerra stava per essere creata in modo da poter smaltire il vecchio arsenale e creare un nuovo arsenale. Così dovetti rassegnare le dimissioni. Non potevo più lavorare per quell’industria.
Nel 1990 sedevo nel mio soggiorno, controllando quanti soldi fossero stati spesi in programmi di ricerca e sviluppo di armi spaziali e realizzai che si era giunti più o meno a quella somma, circa 25 miliardi di dollari, e così dissi a mio marito: - Adesso mi fermo, mi metto seduta e guardo la CNN aspettando che scoppi la guerra -.

Mio marito rispose: -Beh, finalmente hai passato il limite. Sei uscita fuori -. Gli amici mi dissero: - Sei andata davvero troppo in là questa volta. Non ci sarà una guerra nel Golfo, nessuno parla di una guerra nel Golfo -. Io ho risposto: - Ci sarà una Guerra nel Golfo. Mi siederò ed aspetterò qui la guerra del Golfo - . Ed accadde proprio come era stato programmato. Come facenti parte del war game del Golfo, a noi del pubblico fu raccontato che gli Stati Uniti riuscivano ad abbattere i missili SCUD di fabbricazione russa. Sulla base di tale successo vennero approvati nuovi fondi. In effetti, come scoprimmo successivamente dopo che i budget per la nuova fase di riarmo vennero approvati, quella era una bugia. Non li abbattevano con il successo di cui parlavano. Era una bugia, detta apposta per chiedere nuovi fondi per costruire più armi. Fui una delle prime persone a recarsi autonomamente in Russia quando seppi che disponevano dei “satelliti killer”. (Vedere la testimonianza del Dr. Paul Czysz. S.G.) Quando mi recai in Russia nei primi anni ’70 scoprii che essi non avevano alcun satellite killer, era una bugia. In effetti i leader e il popolo russo volevano la pace. Volevano cooperare con gli Stati Uniti e con i popoli del mondo. In un’altra occasione chiamai Saddam Hussein, quando stava incendiando i pozzi di petrolio. Mio marito era in cucina mentre facevo questa telefonata. Ricevetti risposta dal suo Primo Attacchè che aveva Saddam nelle vicinanze e mi chiese: - Lei è un reporter? Un agente? Perché vuole sapere? -.

Risposi di no, che ero solamente un cittadino che sosteneva un movimento per la demilitarizzazione dello spazio ed avevo scoperto che molte storie riguardanti sistemi d’arma e nemici non erano vere. Volevo scoprire cosa avrebbe soddisfatto Hussein allo scopo di farlo smettere di incendiare pozzi e mettere la gente contro. – Bene, nessuno gli ha mai posto questa domanda, cosa vuole -. Così quando sento parlare di una possibile minaccia extraterrestre – e considero la storia di migliaia di anni di possibili visite extraterrestri, ed ascolto le rivelazioni di militari, agenti, industriali onesti che hanno avuto esperienze con gli UFO con atterraggi ed incidenti, con corpi vivi e morti di origine extraterrestre – so che si tratta di una bugia. E se mi fosse detto che essi sono i nemici contro i quali dobbiamo costruire le nostre armi spaziali, basandomi sulla mia esperienza, per aver lavorato all’interno del complesso militare–industriale su sistemi d’arma e strategie, so che si tratterebbe di una bugia. Una bugia. Non solo non ci crederò, ma uscirò allo scoperto e griderò più forte possibile alla gente di aprire gli occhi. Loro (gli ET) ancora non ci hanno spazzato via.

Leggi tutto ...



Il capo della NASA invita a "prepararsi alle catastrofi"

Il direttore della NASA Charles Bolden ha mandato un messaggio “alla famiglia della NASA” talmente ambiguo, talmente pieno di piccole "sorprese", e talmente suscettibile di lettura da angolazioni diverse, che lasciamo siano i nostri utenti a commentarlo.

A cura di Massimo Mazzucco



TESTO DEL MESSAGGIO

"Vorrei solo qualche minuto per parlare a tutti voi nella famiglia della NASA sulla preparazione per le emergenze. Quella della NASA è un'organizzazione assolutamente unica. Siamo l'unica organizzazione nel governo federale che è responsabile per la sicurezza ed il benessere della gente non solo qui sulla Terra ma anche fuori da questo pianeta.

Nella mia esperienza alla direzione degli astronauti, e nella mia esperienza come Marine in attività, abbiamo sempre parlato dell'importanza della preparazione delle famiglie, e di avere un adeguato programma di supporto familiare. E io temo che il nostro programma non sia valido quanto dovrebbe esserlo.

Quindi chiedo a tutti voi della famiglia della NASA, sia che abitiate sulla West Coast, …

… sulla costa Est, sulla costa del Golfo, sui Grandi Laghi, pensate ai disastri naturali che potrebbero avvenire nella vostra zona, pensate ad attacchi come l'11 settembre, che possano arrivare da forze esterne, e parlate con le vostre famiglie dei vostri compiti, e di quello che loro debbono fare per prepararsi ad eventi imprevisti.

Mettete a punto un piano di preparazione familiare, in casa vostra. Pensate ad una strategia di comunicazione per la famiglia. Dove possiamo riunirci tutti, se arriva un'emergenza e ci troviamo tutti in punti diversi della città? Cosa faremo? Ci chiameremo fra di noi con il cellulare? Pensate a cose del genere. Se avete animali pensate ad un piano di emergenza per gli animali. Come fare a garantire che qualcuno pensi a loro, se vi trovate tutti sparpagliati in luoghi diversi? Se poi qualche membro della vostra famiglia ha delle necessità speciali, preparatevi anche per quelli.

La cosa più importante per noi, al fine di portare al termine con successo la nostra missione, è che la nostra gente, le nostre famiglie soprattutto, vengano protette, in modo da poter venire al lavoro tranquilli che nel caso di una emergenzale nostre famiglie saranno protette.

Quindi torno a chiedervi di riunire le vostre famiglie e pensare a cosa dovreste fare in una situazione di emergenza. Spero che adotterete il programma di preparazione delle famiglie, mentre tutti ci prepariamo al meglio per affrontare queste emergenze. Sappiate quello che fate. Sappiate che cosa farete, che cosa vorrete che faccia la vostra famiglia nel caso di una emergenza. Ma soprattutto siate preparati."

http://www.segnidalcielo.it/index.php/segnidalcielo-news/461-il-capo-della-nasa-charles-bolden-annuncia-qpreparatevi-alla-catastrofiq



Omicidio in Amazzonia‏

Cari amici,


La foresta amazzonica è a rischio. Il Congresso brasiliano haseriamente indebolito le leggi che proteggono le foreste e i coraggiosi attivisti brasiliani sono stati ammazzati per essersi opposti al progetto. E' arrivato il momento per noi d'intervenire e di fare di questa una battaglia globale: se tutti noichiederemo alla Presidente Dilma di mettere il suo veto alla legge, potremmo salvare l'Amazzonia!

Sign the petition

L'Amazzonia è in serio pericolo: una delle due camere del Congresso del Brasile ha deciso di cestinare le leggi che oggi proteggono la foresta. Se non agiremo immediatamente la gran parte del polmone verde del nostro pianeta potrebbe essere distrutta.
La decisione ha scatenato un' indignazione diffusa e manifestazioni in tutto il paese. E la tensione sta crescendo: nelle ultime settimane molti ambientalisti sono stati uccisi, probabilmente da criminali commissionati dai latifondisti che disboscano illegalmente le foreste. Il tempo stringe, e ora stanno cercando di mettere a tacere ogni opposizione proprio mentre la legge è in discussione al Senato. Ma la Presidente Dilma può mettere il proprio veto, se solo riusciremo a convincerla che deve respingere le pressioni politiche nel paese e mostrarsi invece una leader a livello mondiale.
Il 79% dei brasiliani è in favore del veto di Dilma contro la modifica delle leggi che proteggono le foreste, ma le loro voci si scontrano con quelle della lobby dei latifondisti. Ora sta a noi alzare la posta e fare della protezione dell'Amazzonia una battaglia globale. Uniamoci in un appello enorme per fermare gli omicidi e la deforestazione illegale, e soprattutto per salvare l'Amazzonia. Firma la petizione sotto - sarà consegnata a Dilma non appena riceveremo 500.000 firme:
http://www.avaaz.org/it/save_the_amazon/?vl
Tutti noi amiamo il Brasile! Il sole, la musica, il ballo, il calcio, la natura: è un paese che affascina milioni di persone in tutto il mondo. Questo è il motivo per cui il Brasile ospiterà la prossima Coppa del mondo, le Olimpiadi del 2016 e il vertice sulla terra del prossimo anno, un incontro che potrebbe fermare la morte lenta del nostro pianeta.
E tutta questa nostra passione per il paese non è ingiustificata: l'Amazzonia è fondamentale per la vita sulla terra, visto che ben il 20% del nostro ossigeno e il 60% dell'acqua dolce provengono dalle sue magnifiche foreste pluviali. E' per questo che è cruciale che tutti noi la proteggiamo.
Ma il Brasile è un paese che sta crescendo a ritmi da record, nel tentativo di far uscire dalla povertà decine di milioni di persone, e la pressione in favore della deforestazione e dell'estrazione di minerali è molto forte. Ed è questo il motivo per cui il paese sta per abbandonare la protezione dell'ambiente. Gli attivisti del posto sono stati uccisi, minacciati e fatti tacere, e ora sta ai membri di Avaaz di tutto il mondo mettersi dalla parte dei brasiliani e chiedere ai politici brasiliani di essere coraggiosi.
Molti di noi hanno visto nei propri paesi come sia la natura a pagare le conseguenze della crescita economica, e l'acqua e l'aria sono sempre più inquinate e le nostre foreste muoiono lentamente.
Per il Brasile però l'alternativa è possibile. Il predecessore di Dilma ha ridotto sensibilmente la deforestazione e ha costruito la reputazione internazionale del paese come leader nella difesa dell'ambiente, allo stesso tempo godendo di una fortissima crescita economica. Uniamoci tutti insieme e chiediamo a Dilma di seguire quella strada - firma la petizione per salvare l'Amazzonia, e inoltra questa e-mail a tutti:
http://www.avaaz.org/it/save_the_amazon/?vl
Negli ultimi 3 anni i membri brasiliani di Avaaz hanno fatto passi avanti enormi e hanno portato avanti campagne che vanno verso il mondo che vogliamo: hanno ottenuto una coraggiosa legge anti-corruzione, hanno fatto pressione sul governo per chiedere di giocare un ruolo cruciale all'ONU, proteggere i diritti umani e intervenire in favore della democrazia in Medio Oriente, in Africa e altrove.
Ora che coraggiosi attivisti brasiliani sono stati uccisi per avere protetto una preziosa risorsa naturale per tutti noi, uniamoci e costruiamo un movimento internazionale per salvare l'Amazzonia e proclamiamo il Brasile come leader internazionale anche questa volta. Firma la petizione e inoltra l'e-mail a tutti:
http://www.avaaz.org/it/save_the_amazon/?vl
Con speranza,
Emma, Ricken, Alice, Ben, Iain, Laura, Graziela, Luis e tutto il resto del team di Avaaz.
PIU' INFORMAZIONI
Ambientalisti uccisi in Brasile mentre una legge minaccia l'Amazzonia:
http://www.salvaleforeste.it/201106011458/ambientalisti-uccisi-in-brasile-mentre-una-legge-minaccia-lamazzonia.html
Brasile, Amazzonia a rischio con la nuova legge sulle foreste:
http://www.tmnews.it/web/sezioni/videonews/20110617_video_15463389.shtml
La maggioranza dei brasiliani è contraria alle modifiche alle leggi sulla foresta amazzonica (in inglese):
http://news.mongabay.com/2011/0611-amazon_code_poll.html
Amazzonia, la mafia del legno uccide ancora:
http://www.dirittodicritica.com/2011/06/06/amazzonia-brasile-legname-omicidi-21428/
Hanno lottato contro la deforestazione in Amazzonia: uccisi:
http://www.ambienteambienti.com/news/2011/05/news/hanno-lottato-contro-la-deforestazione-in-amazzonia-uccisi-39165.html/comment-page-1
La Camera bassa del Brasile adotta leggi meno stringenti sulla protezione delle foreste (in inglese):
http://www.washingtonpost.com/world/brazils-lower-house-approves-looser-forest-protections/2011/05/25/AGgXnaBH_story.html

Terremoto Magnitude mb 4.2 Region SICILY, ITALY

Magnitude
mb 4.2

Region
SICILY, ITALY

Date time
2011-06-23 22:02:46.0 UTC

Location
38.06 N ; 14.76 E

Depth
7 km

Distances
68 km NW Catania (pop 304,061 ; local time 00:02:46.0 2011-06-24)
9 km E Sant'agata di militello (pop 13,049 ; local time 00:02:46.0 2011-06-24)
1 km SW San salvatore di fitalia (pop 1,545 ; local time 00:02:46.0 2011-06-24)

Global view

http://www.new-dimension-software.com/seismology/index.php

Terremoto Magnitude Mw 6.2 Region SANTA CRUZ ISLANDS

Magnitude
Mw 6.2

Region
SANTA CRUZ ISLANDS

Date time
2011-06-24 06:33:05.0 UTC

Location
10.89 S ; 166.00 E

Depth
51 km

Distances
1560 km NW Suva (pop 199,455 ; local time 18:33:05.9 2011-06-24)
529 km NW Luganville (pop 13,397 ; local time 17:33:05.9 2011-06-24)
372 km NW Sola (pop 1,171 ; local time 17:33:05.9 2011-06-24)

Global view

http://www.new-dimension-software.com/seismology/index.php

Terremoto Magnitude Mw 7.3 Region FOX ISLANDS, ALEUTIAN ISLANDS

Magnitude
Mw 7.3

Region
FOX ISLANDS, ALEUTIAN ISLANDS

Date time
2011-06-24 03:09:40.0 UTC

Location
52.11 N ; 171.83 W

Depth
60 km

Distances
1698 km SW Anchorage (pop 276,263 ; local time 19:09:40.1 2011-06-23)
1532 km SE Anadyr (pop 10,332 ; local time 16:09:40.1 2011-06-24)
404 km SW Unalaska (pop 3,571 ; local time 19:09:40.1 2011-06-23)

Global viewhttp://www.new-dimension-software.com/seismology/index.php

LA PROFEZIA, NWO...il film 1/9 assolutamente da vedere tutto!!!


News Stefano!

mercoledì 22 giugno 2011

Terremoto Italia…Magnitude ML 3.6 Region TYRRHENIAN SEA

Magnitude
ML 3.6

Region
TYRRHENIAN SEA

Date time
2011-06-22 19:48:25.0 UTC

Location
39.86 N ; 14.87 E

Depth
322 km

Distances
92 km S Salerno (pop 135,054 ; local time 21:48:25.2 2011-06-22)
56 km S Agropoli (pop 20,226 ; local time 21:48:25.2 2011-06-22)

Global view

http://www.new-dimension-software.com/seismology/index.php

UFO over Volcano Puyehue CHILE, 5 June 2011 (HD 1080).mp4


OGGETTI NON IDENTIFICATI NEI PRESSI DEL VULCANO PEYEHUE, CILE

Una foto scattata il 5 Giugno 2011 al Vulcano Puyehue, Cile, mentre stava riprendendo l'attività vulcanica dopo 50 anni di riposo, ci mostra degli oggetti non identificati (UFO) nelle vicinanze della bocca del vulcano. Nessun esperto ha potuto ancora stabilire con certezza la natura degli oggetti della foto - se convenzionali o meno. D'altro canto gli abitanti del posto che hanno visto diverse luci e oggetti anomali volare attorno al vulcano proprio quando stava riprendendo l'attività eruttiva sono conviti che si è trattato di UFO. Il Cile ha avuto un sacco di avvistamento UFO in questi ultimi anni, quindi nessun dubbio che questa immagine contiene qualcosa di strano. Potrebbe essere qualcosa che viene da fuori pianeta?


CROP CIRCLE 2011: UNA STREPITOSA FORMAZIONE COMPARSA A POIRINO

Adesso non è solo un'ipotesi, una bella ipotesi, adesso è certezza. Grazie a Federico Peron, inviato speciale in terra poirinese, possiamo dare questa notizia con assoluta certezza: l'e-mail ricevuta da Space Freedom, come altri siti che di cerchi nel grano si interessano, era veritiera.

di Margherita Campaniolo e Federico Peron

20 Giugno 2011

Nel primo pomeriggio di oggi, Federico, seguendo le indicazioni presenti nella suddetta e-mail, ha facilmente scorto il nuovo cerchio nel grano di Poirino. Mi telefona dall'interno della formazione, è titubante se entrare o meno, non vuole rovinare l'opera; scorge poi le tramlines (seppur semicoperte, a bordo strada, da piante di grano allettate dal maltempo dei giorni scorsi) e le percorre, inoltrandosi così in una figura che non c'è dubbio alcuno si tratti di un agroglifo.

Foto del pittogragramma di Poirino, tratta dal sito Cropcircleconnector.com

La parte centrale è descritta come contenente una figura che apparirebbe essere un fiore, poi si corregge, una stella; attorno come dei petali. Esternamente a tutto un grande anello.
Mi dice di non notare alcun segno di passaggio e che non c'è nessuno nella zona e nel campo; è molto probabile che Federico è il primo ad entrare in questa formazione.
Faccio domande al nostro amico non senza una certa emozione (vorrei essere lì? Voi che ne pensate?!) mentre lui continua a guardare e spostarsi cercando di rendermi partecipe di cosa i suoi occhi notano. Mi dice: "C'è dell'asimmetria evidente". Cerco di capire meglio: "Ci sono piccoli anelli e cerchi sia dentro i petali che in altre parti, e la disposizione, come anche il numero e il tipo, appaiono diversi da zona a zona. Questo  richiama ad entrambi, ed in immediato, certe particolarità del cerchio di Poirino 2010 (che cerchio, indimenticabile cerchio!). Forse queste premesse ci promettono un crop circle di, se non pari bellezza, almeno pari "dignità"?
Mi racconta come ogni petalo è totalmente costellato, sul bordo esterno, da tanti, piccoli anelli. Commento: "Come un merletto?" - "Sì, come un merletto, esatto" è la risposta.
"Quanto ti sembra grande Federico?" Risposta: "E' grande, ma non grandissimo, forse 40 metri ma non sono sicuro".
Mi dice che il campo è in pendenza; si inerpica verso la parte più alta e da lì ha una visione più chiara del disegno ed adesso è certo: si tratta di un fiore a sette petali con dentro una stella a sette punte, il tutto iscritto in un grande anello. Esclamo: "La stella a sette punte. E' un eptagramma. Federico, da che mi ricordi è la prima volta che compare in zona un eptagramma. Simbolo dal grande fascino".
Federico ha con sé solo il cellulare, mi dice che proverà a scattare qualche foto anche se teme che il risultato potrebbe non essere come verrebbe che fosse, sia in termini di qualità d'immagine che di luce (il sole è ancora piuttosto alto ed è una bella e soleggiata giornata). Tornato a casa mi invierà il tutto mentre io (che sono al mare) raccolgo asciugamano e crema solare e mi dirigo verso casa per scrivere questo aggiornamento.
E mentre vi sto scrivendo vi annuncio che il buon Peron non solo ha inviato le foto (di cui non era soddisfatto) ma, presa la sua macchinetta fotografica digitale, è ritornato sul posto e ha fatto nuovi scatti che, man mano, io aggiungerò a questo pezzo.
Mi pare non ho, anzi, abbiamo, io e Federico, altro da aggiungere per il momento, in attesa di scatti dall'alto che ci "parlino" con totale chiarezza.
Prima foto scattata con un cellulare:

E come promesso ecco i successivi scatti di Federico

In evidenza la cascina che era indicata nella e-mail, sulla strada vecchia di Riva presso Chieri subito oltre il cavalcavia di Madonna della Rovere.

Un petalo: particolare dei piccoli gruppi di spighe lasciati volutamente sollevati e che, visti dall'alto, dovrebbero apparire come cerchi che costellano i petali; nei vari petali sono in numero e dimensione differente.

Visione dalla parte più alta del declivio: in evidenza la stella centrale.

Uno dei sette segmenti che si dipartono dal punto di congiunzione tra un petalo e l'altro. E' composto da cerchi e anelli (a dimensione a degradare; la tipologia delle figure è differente per ciascun segmento, nell'alternarsi di cerchi e anelli).

Una delle sette punte della stella vista dal cerchio centrale.

Altra foto tratta da Cropcircleconnector.com

La Torino-Piacenza con il suo tran tran di auto. Si accorgeranno, gli autisti, di costeggiare un "segno celeste"?
In seconda battuta il nostro inviato ha misurato "a passi" il crop circle. E' sicuramente più esteso di quanto inizialmente ipotizzato.
Autore: Margherita Campaniolo
Inviato sul campo: Federico Peron
Fonte

http://www.segnidalcielo.it/index.php/cerchi-nel-grano/460-crop-circle-2011-una-strepitosa-formazione-comparsa-a-poirino

Terremoti in Italia 21/06/2011

Angeli o Alieni 1 3 History Channel

Contatti alieni:in india i bambini cominciano a parlare una lingua scono...

martedì 21 giugno 2011

Risorgere dalla radice terrestre

Risorgere dalla radice terrestre


“Siamo disposti o no ad ammetterlo, noi siamo piante che devono crescere radicate nella terra, se vogliamo fiorire nell’etere e dare i loro frutti”
(Johann Peter Wenzel Hebel)

Gurdjieff paragona la condizione umana a quella del prigioniero che deve diventare consapevole della sua prigione poiché, se l’uomo non sa di essere in prigione non può attuare nessun piano di fuga. Nessuno può tentare la fuga se non è insofferente alla sua prigione, poiché non possiamo liberare chi vuole restare dov’è, infatti nessuno può essere costretto a lasciare una condizione che non vuole abbandonare, perciò non possiamo considerare a favore ciò che ci si oppone.Se l’uomo è insofferente alla sua prigione e se vuole scappare deve trovare chi è già evaso e gli può indicare la via e i mezzi adatti per l’evasione. Le potenzialità umane sono straordinarie, infatti l’uomo può aspirare anche all’immortalità, ma questo non significa che il progresso sia garantito e neppure che tutti ne siano capaci, per questo diventa necessario ricordare ciò che l’uomo può divenire, perché la “sequenza corretta del suo possibile sviluppo” ci rammenti le potenzialità straordinarie di cui siamo forniti. La conoscenza ci fa acquisire maggiore modestia perché l’uomo deve smettere di millantare il possesso di qualità che è ben lontano dall’avere, infatti i progressi sono possibili, ma solo a costo di molta fatica e molto sacrificio.
L’evoluzione richiede sforzi ma, soprattutto richiede degli sforzi che siano consapevoli dell‘obiettivo: la predisposizione a faticare è il requisito essenziale e l’interesse per il lavoro si verifica valutando il possesso di questa attitudine. L’uomo deve faticare per lo sviluppo, infatti può definirsi completo solo quando possiede quattro corpi che sviluppa tramite delle sostanze sottili e raffinate. Questi corpi devono potersi sviluppare compenetrandosi uno nell’altro, perciò devono saper funzionare in reciproca relazione, ma devono essere anche capaci di funzionare in modo indipendente uno dall’altro, perciò devono essere sia collegati che autonomi. Sull’evoluzione sarà bene sapere che non può esistere un’evoluzione meccanica, perché possiamo evolvere solo sviluppando la volontà di voler lavorare in modo sempre più specializzato. La possibilità evolutiva inizia dal corpo fisico, poiché esso possiede una organizzazione talmente complessa che ci permette di sviluppare “un organismo nuovo e indipendente” che offre alla nostra coscienza uno strumento più sensibile e più elevato del corpo fisico. L’evoluzione avviene se separiamo “il sottile dal denso” che è il lavoro specializzato a cui l’uomo si dedica quando possiede la consapevolezza della sua condizione e se possiede la volontà di voler cambiare.
Nella discriminazione tra denso e sottile vanno usati gli “idrogeni” delle nostre capacità migliori per portarle ad un livello ancor più elevato, perciò facciamo il raffinamento in modo sempre più accurato e come in ogni lavoro che è molto complesso potremmo anche non riuscire a conseguire dei risultati, ma il fatto di aver tentato lo sforzo diventa sufficiente per poter avere una possibilità futura, che non è un fatto scontato, poiché tutto va saputo meritare.Secondo la concezione cristiana il primo corpo che possediamo è quello carnale, il secondo corpo è quello naturale dei sentimenti e dei desideri, il terzo corpo è quello spirituale del pensiero e il quarto corpo è il “corpo divino.” I teosofi dicono che il primo corpo è quello fisico, il secondo corpo è quello astrale dei sentimenti e desideri, il terzo corpo è quello mentale e il quarto corpo è quello causale che è il corpo della volontà di chi ripone in se stesso la causa delle sue azioni. Gli indù usano la simbologia della carrozza e del cocchiere, perciò dicono che il primo corpo è la carrozza cioè l’involucro carnale, il secondo corpo è il cavallo delle emozioni, il terzo corpo è il cocchiere che è il pensiero, mentre il quarto corpo è il Padrone che è l’Io, la coscienza e la volontà.
Seppure con diversi termini la ripartizione è presente in tutte le dottrine però, tutti dimenticano di dire che l’uomo non nasce con i suoi corpi sottili e che tali corpi vanno coltivati in modo artificiale, perciò la coltivazione può essere ostacolata o facilitata da alcune condizioni. Nulla si ottiene senza fatica e senza la discriminazione, infatti l’organismo deve saper elaborare le sue sostanze nutritive per portandole dallo stato grezzo in cui sono inutilizzabili a quello raffinato in cui si possono usare, sia in senso fisico che cosmico.
L’uomo deve rendere il suo corpo più raffinato, affinché anche la coscienza sia elevata agli stati più alti dei centri superiori: i nutrienti da usare sono le componenti del cibo che mangiamo, l’aria che respiriamo e le impressioni sensoriali, sebbene crediamo di poter mangiare solo i cibi che permettono la nostra sopravvivenza fisica. L’uomo che funziona come una macchina dipende solo dalle sue impressioni esteriori, perciò tutto gli accade mentre egli vive passivamente rendendo vero il detto che: “Polvere sono e polvere tornano a essere.”
Gli uomini inerti sono degli organismi con materiali che muoiono e che sono sepolti, perché nulla resta dopo la loro morte: essi mangiano per mantenere un’apparente vita fisica, ma non hanno nulla che possa essere permanente e che sappia sopravvivere. Solo se il corpo fisico produce delle sostanze fini che lo sanno nutrire egli può accrescersi, infatti può sfruttare le sue scorte energetiche per sviluppare il suo corpo astrale, ma la formazione richiede l’ulteriore accumulo di surplus di energia da usare per sviluppare il corpo mentale, perciò sono necessarie delle ulteriori sostanze raffinate di cui disporre per la costruzione del quarto corpo superiore. Il nostro organismo deve saper produrre dei surplus crescenti facendo degli incrementi energetici per formare dei corpi che sanno dominano le strutture inferiori, fino al corpo superno che possiede delle capacità sconosciute e superiori.
Chiaramente l’evoluzione è possibile solo in determinate condizioni, poiché è un lusso anche saper sviluppare il corpo astrale, poiché non tutti possono tornare sulla terra per rivestire nuovamente l’involucro fisico, perciò questo dono non va disprezzato poiché l’incarnazione ci offre l’opportunità di completare l‘evoluzione. Saper sviluppare un corpo astrale è essenziale, poiché esso sopravvive alla morte del corpo fisico e permette la rinascita: il corpo astrale permette una nuova incarnazione entro il tempo in cui resta permanente, infatti in seguito anche il corpo astrale deve dissolversi non essendo immortale.
Poiché il corpo astrale dura molto tempo dopo la morte del corpo fisico si crede che sia facile da ottenere, ma il suo sviluppo è un vero lusso, dice Gurdjieff. Ma se pensiamo che qualcosa sopravvive alla morte, poiché permane è solo perché l’uomo sa creare “qualcosa capace di resistere alle influenze esterne“ facendo una “cristallizzazione” che permette la permanenza di qualità che acquisisce. La cristallizzazione si ottiene con la “fusione” in un nucleo interiore di prerogative che guadagniamo durante la dura lotta tra “si” e “no” e come frutto del duro lavoro interiore che è necessario per ottenere quello che può resistere per sopravvivere anche alla morte fisica. La cristallizzazione è costituita dalla “certa fusione delle qualità interiori dell’uomo: una certa indipendenza dalle influenze esteriori” prodotta per frizione, cioè come risultato della lotta delle nostre opposte tendenze. Se l’uomo vive senza provare dei conflitti interiori, allora egli vive in modo passivo e meccanico, perciò tutto gli accade e lui vive seguendo la corrente, infatti è passivo in un mondo immobile, perciò tutto sarebbe immutabile.
Se l’uomo sente una rivolta interiore e sa lottare per andare verso una direzione che avverte come definita, allora riesce a sviluppare delle caratteristiche permanenti e specifiche, infatti inizia a cristallizzare queste particolarità: questo è lo strumento per costruire il nucleo che dobbiamo saper nutrire come un bambino e che permette il perfezionamento futuro. La cristallizzazione è la capacità che usiamo per creare la forza interiore che ci rende capaci di sopportare ogni cosa pur di poter ottenere ciò che vogliamo, perciò rappresenta la determinazione di una volontà irriducibile. Dobbiamo anche sapere che questa capacità è indipendente dalla qualità del desiderio e dalla nobiltà dell‘obiettivo che ci siamo prefissati, in quando è possibile poter sviluppare qualunque facoltà se usiamo lo sforzo continuo, il lavoro e la determinazione di voler essere vincenti. Solo la cristallizzazione permette di conservare le caratteristiche in modo indipendente dalle condizioni esterne e offre una consistenza che possa restare: tutte le sostanze che mangiamo ci sono necessarie per vivere, perciò sappiamo come usare il cibo e l’aria per conservare la vita dell’organismo.
Abbiamo molta difficoltà a capire come i suoni, le immagini e gli odori possano plasmarci, infatti spesso ci dimentichiamo del fatto che l’energia possiede delle precise qualità di vibrazioni, perciò dimentichiamo che l’energia è un nutrimento. Le impressioni sensoriali entrano nel corpo come energie che ci nutrono impregnando il nostro corpo, perciò dobbiamo saper usare ciò che ci nutre sapendolo usare in modo adeguato e completo. L’impatto delle emozioni diventa lo shock che può stimolare una trasformazione, poiché senza stimolazioni non possiamo trasformare dei vili metalli in oro, perciò resteremmo dei materiali inerti.
Solo l’azione del mondo ci permette di produrre quegli idrogeni sottili che sanno fornire una consistenza alla sostanza che sarà cristallizzata, infatti senza cibo e acqua possiamo vivere molti giorni, ma senza aria e senza impressioni sensoriali resistiamo pochissimo tempo. Il flusso delle impressioni sensoriali funziona su di noi come una puleggia che è collegata all’albero motore, perché il mondo ci offre sempre l’impulso per evolvere: Il motore è il mondo circostante e la natura che ci trasmettono il loro movimento energetico usando le impressioni sensoriali con cui ci sottraggono all’inerzia. Tutto quello che esiste possiede uno scopo e una finalità evolutiva, perché tutto l’universo è in evoluzione, perciò tutto insegna come poter andare verso la nostra meta se impariamo ad applicare la legge dell’ottava a tutto quello che accade nella nostra vita.
Buona erranza
Sharatan
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7028

IL GOVERNO INGLESE LO HA CLASSIFICATO «RISCHIO NAZIONALE» Il Sole minaccia reti elettriche e satelliti Dalle trasmissioni agli impianti di energia: perdite di cento milioni di dollari all'anno

News Stefano!
Dovremo assicurare la nostra tecnologia per difenderla dai danni provocati dal Sole? Nell'ottobre 2003 si scatenò la «tempesta di Halloween» come rimase celebre per i danni provocati a terra e nello spazio dagli effetti di una eruzione solare. I satelliti Gps degradarono i loro segnali causando problemi di rotta a numerosi aerei, in Svezia si verificarono interruzioni di corrente elettrica, 45 satelliti riportarono serie anomalie di funzionamento e un satellite scientifico del valore di 640 milioni di dollari andò perduto. È uno dei tanti casi studiati per arginare un problema destinato a diventare grave se viene ignorato. 
LONDRA - I primi a muoversi sono gli inglesi e il governo di Sua Maestà lo ha già ufficialmente definito un «rischio nazionale» organizzando un gruppo di esperti per trovare risposte rapide. La Camera dei Comuni, inoltre, sta per sottoscrivere un piano varato dall'Esa (Space Situation Awareness Programme) finalizzato ai rischi portati da quello che è generalmente noto come «Space Weather», il tempo spaziale, che come il tempo terrestre con le sue piogge e calure è talvolta fonte di disastri. La causa è il fiume di particelle (elettroni e protoni, soprattutto) diffuse nel cosmo dal nostro astro e generate dalle esplosioni che avvengono sulla sua superficie. Le particelle, interagendo con il nostro campo magnetico, scatenano appunto, oltre alle magnifiche aurore boreali, anche pericolose tempeste magnetiche in grado di aggredire apparati terrestri o spaziali. «Gli effetti dannosi si possono registrare anche durante i momenti di bassa attività dell'astro e persino uno o due anni dopo i periodi di maggior virulenza» rileva il professor Richard B. Horne del British Antartic Survey. 
VALUTAZIONE - Una valutazione dei danni provocati dalle perturbazioni spaziali emerge da diverse indagini americane. Il National Security Space Architect ritiene che almeno tredici satelliti siano andati perduti nell'arco di sedici anni. Il dipartimento della Difesa stima in circa cento milioni di dollari all'anno le perdite subite. L'amministrazione per l'atmosfera e gli oceani (Noaa) ha raccolto un data base trentennale dal quale risulta che 259 satelliti hanno sofferto di 5.033 anomalie dovute ai cicli solari undecennali. Altri allarmi arrivano dai Bell Laboratories, Lucent Technologies impegnati in una ricerca specifica. 

IMPATTO - «Occorrono iniziative per valutare il reale impatto di questi fenomeni» aggiunge David Wade di Atrium Space Insurance Consortium spiegando che tutto deriva dal fatto che oggi viviamo in un mondo sempre più ricco di tecnologia sofisticata e questo ci rende vulnerabili. A farne le spese ci sono le reti di comunicazioni terrestri e satellitari, la distribuzione elettrica, gli impianti solari, le trasmissioni radio che coinvolgono dai viaggi aerei ai radar. Tutti elementi potenzialmente rischiosi per la nostra sicurezza, oltre alle perdite economiche. «Fino a ieri nei rischi si consideravano i problemi manifestati da satelliti e razzi quando si spedivano in orbita; ma oggi bisogna ampliare lo spettro della valutazione perché con i satelliti si svolgono numerose attività oltre alle telefonate e alla Tv, ad esempio la telemedicina. Inoltre ci sono aspetti naturali come le attività solari e i micrometeoriti o quelli portati dall'uomo, tipo la spazzatura cosmica», commenta Benito Pagnanelli, esperto del settore e organizzatore a Roma della Conferenza internazionale dedicata alle assicurazioni spaziali. «Altre nuove tecnologie saranno introdotte nella nostra vita quotidiana nei prossimi anni», sottolinea David Wade, «ed è opportuno considerare caso per caso al fine di proteggerle così da svolgere il lavoro per cui sono nate senza mettere in crisi utilizzatori e gestori». Si temono infine effetti eccezionali. «Se si verificassero tempeste magnetiche come quella del 1859, ritenuta la più grande mai avvenuta», conclude il professor Horne, « che cosa potrebbe capitare alle nostre tecnologie è difficile immaginarlo».

AVVISTAMENTO UFO E FLOTTILLAS A ROMA - I TESTIMONI RACCONTANO

Alle ore 21 di ieri 20 Giugno 2011, in zona Flaminio, vicino allo Stadio Olimpico, viene avvistato un oggetto di colore nero ma vedendolo più attentamente, erano due dischi sovrapposti, uno sull'altro, da dove fuoriuscivano degli oggetti a grappolo, più piccoli, neri e di forma strana, "a freccia".
Di Massimo Fratini
Ho ricevuto la telefonata della mia amica Angela verso le 21, era in preda al panico!! Urlava dicendomi di affacciarmi dalla finestra che da casa mia guarda verso il Flaminio. "Massimo sbrigati, prendi la telecamera e registra tutto..." - E gli domando: "Ma cosa succede Angela? - lei mi risponde - " ci sta un oggetto formato da due dischi uniti, uno sull'altro da cui fuoriescono degli oggetti a grappolo più piccoli...non so cosa siano, ma non sono uccelli. I gabbiani scappano, sono terrorizzati e i miei genitori, i miei figli sono sbalorditi dalla scena che è davanti a noi..".


Ovviamente, mentre ero al telefono con Angela, raccontandomi i fatti in tempo relae, mi armavo di videocamera all'Infrarosso/HD (24X) cercando di osservare il fenomeno verso la direzione di casa di Angela, che dista in linea d'aria circa 4-5 km. Io quindi mi affaccio e vedo una sfera di luce che riesco a riprendere, ma non vedo l'oggetto o gli oggetti di cui Angela mi segnalava, anche perchè la vista era ostruita da un palazzo poco distante. Ovviamente lei stessa è riuscita a fotografare e filmare con la fotocamera (di bassa qualità) gli oggetti volanti.
L'UFO si muoveva lentamente, verso il centro storico di Roma e gli oggetti più piccoli, espulsi dall'UFO, andavano verso nord. L'oggetto primario era di colore nero, formato da due dischi sovrapposti che poi successivamente si sono divisi, proseguendo il proprio precorso verso EST della capitale. Gli oggetti più piccoli, un centinaio, erano neri ma a forma di freccia.
La Redazione Segnidalcielo si sta informando presso le circoscrizioni e presso la Questura di Roma, se ci sono state manifestazioni con lancio di palloncini o simili. Ma i testimoni escludono questa ipotesi, anche perchè la dinamica di volo degli oggetti era ben diversa da qualsiasi volatile o palloncino. Gli oggetti più piccoli fuoriuscivano da quello più grande e andavano verso il basso e poi in volo orizzontale, quindi in direzione Nord- Colle Salario, dove si trova appunto la nostra Redazione.

I testimoni sono 5, in elenco: Angela Merletti, Patrick Gioia, Thomas Gioia, Emilia Marinelli, Alberto Merletti. Praticamente la famiglia al completo, ma è da dire che i coniugi Merletti (padre e madre di Angela) hanno avvistato per primi l'oggetto dalla loro abitazione, che si trova in una via adiacente all'abitazione di Angela, che dista circa 500 metri. Il filmato non è di buona qualità e lo stiamo analizzando, ma i fermo immagine appunto del video, fanno capire lo scenario che si sono trovati davanti i testimoni. Le foto digitali sono venute mosse perchè Angela era nel panico e attonita per la misteriosa presenza. Siamo in attesa che Thomas e Patrick, ci possano inviare le fotografie scattate con Iphone, in modo da avere maggiori dettaggli del fenomeno occorso nella zona Flaminio. Nel frattempo vi presentiamo una parte delle immagini (foto sopra) riprese con la macchina fotografica digitale. Il caso quindi viene seguito dal nostro Team investigativo (Segnidalcielo/Dossier Alieni).
Più tardi ci sarà un aggiornamento, in attesa di altro materiale video e fotografico. Se eventualmente qualcuno avesse avvistato lo stesso oggetto, può contattare la nostra redazione:
segnidalcielo@tiscali.it - dossieralieni@gmail.com - Grazie
Massimo Fratini
http://www.segnidalcielo.it/index.php/segnidalcielo-news/459-avvistamento-ufo-e-flottillas-a-roma-i-testimoni-raccontano-

L'altra faccia di Obama: il libro rivelazione!

lunedì 20 giugno 2011

Perego, il Console degli UFO

Perego, il Console degli UFO

Il Giornale Onlinedi Ivan Ceci (da enricobaccarini.com)
Ferrarese e della ricca borghesia
Alberto Perego nasce a Ferrara nel 1903 in una famiglia appartenente alla ricca borghesia italiana. A ventiquattro anni, dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza a Bologna, entra per concorso nella carriera diplomatico consolare ricoprendo da subito importanti incarichi di rappresentanza presso ambasciate e sedi diplomatiche italiane all’estero. Il Ministero degli Affari Esteri Italiano, all’epoca sotto la direzione di Galeazzo Ciano, lo invia dapprima in Brasile a Rio De Janeiro in qualità di segretario di ambasciata, poi in Africa, dove raggiungerà la carica di console generale presso la sede diplomatica di Susa, Tunisia. Dopo il matrimonio a Roma, nel 1937, con una donna austriaca, Perego sarà inviato dallo stesso Ciano in estremo Oriente, prima a Bangkok e in seguito a Singapore,con l’incarico di curare le delicate relazioni con il Giappone in vista dell’alleanza contro l’Inghilterra.
In quegli anni, come ricorderà anche Ciano nel suo Diario, Perego sarà anche protagonista di una delicata azione di intelligence per il recupero dei piani delle basi inglesi a Singapore. Piani che Mussolini, aveva intenzione di donare al Giappone per rinsaldare i rapporti diplomatici in vista di una futura alleanza contro gli Inglesi. Finita la guerra Perego viene messo a riposo dal tribunale per le epurazioni istituito subito dopo la fine del conflitto mondiale e si stabilisce a Roma trova impiego presso la Chinotto-Neri in qualità di rappresentante delle vendite di acque minerali.
La “croce” sui cieli del Vaticano
Sarà proprio a Roma, sul tetto dello stabilimento Neri, che Perego assisterà, la mattina del 6 novembre 1954, alla comparsa della famosa formazione “a croce” sui cieli del Vaticano, composta da centinaia di piccoli globi luminosi, del tutto simili alle odierne flotillas sudamericane. Quell’avvistamento, testimoniato direttamente da Perego e da molti altri testimoni oculari, fu solo l’inizio del suo interesse per la questione dei dischi volanti.
Dapprima convinto dal suo approccio estremamente pragmatico che fossero apparecchi russi, Perego si convinse pian piano, anche a seguito di numerosi altri avvistamenti, effettuati da lui stesso e raccolti dalle moltissime persone che si recavano da lui per raccontare le loro esperienze, che il fenomeno non poteva avere una matrice umana ma che al contrario dovesse avere inevitabilmente un’origine extraterrestre. Nel giugno del 1957, a soli due anni e mezzo dal suo primo avvistamento (racconterà poi di averne avuti in tutto circa 70, in diverse parti del mondo) pubblicò sue spese il suo primo rapporto sugli Ufo, dal titolo “Svelato il mistero dei dischi volanti”.
In quel primo libro, che egli dedica simbolicamente ai Deputati della Republica italiana, Perego mostra di aver già compreso appieno non soltanto la dimensione e l’importanza del fenomeno, ma anche le infinite implicazioni sociali, politiche, religiose che sottendono al fenomeno Ufo. In assoluto anticipo sui tempi, insomma, quando ancora la parola “ufologia” non era utilizzata, egli introduce nel dibattito ufologico, concetti che saranno ripresi solo cinquant’anni più tardi, quali per esempio la relazione tra gli avvistamenti Ufo in tutto il mondo e la delicata situazione internazionale durante la guerra fredda, quando il mondo era effettivamente ad un passo dalla terza guerra mondiale sotto la minaccia dell’impiego delle armi nucleari. Perego era ben consapevole che il fenomeno Ufo non fosse solo una questione scientifica, bensì anche profondamente politica, perché riguardava non solo la nostra storia ma anche il nostro presente e soprattutto il nostro futuro.
Più volte tentò, invano, di sensibilizzare la classe politica italiana rispetto alla necessità di prendere formalmente atto del fenomeno e di avviare tutta una serie di riforme istituzionali e sociali al fine di prepararsi a quello che lui stesso considerava “il più grande evento della storia mondiale”. Nonostante l’apatia della classe politica, Perego ricevette l’attenzione di molte importanti personalità del mondo politico, scientifico e persino religioso. Tra queste l’allora Ministro delle Forze Armate Giulio Andreotti, il Senatore Angelo Cerica, il Maresciallo dell’Aria Lord Dowding, il Generale della Nato Alfred Gruenther, e persino la Segreteria del Presidente americano John Fitzgerald Kennedy al quale egli volle dedicare il suo terzo rapporto intitolato “L’aviazione di altri pianeti opera tra noi. Rapporto agli italiani”.
Leggi tutto ...

http://www.altrogiornale.org/news.php

COMETA ELENIN: DOBBIAMO PREOCCUPARCI?

Quello che fa preoccupare tutta la comunità scientifica è che questa grande cometa, che giaceva tranquilla nella nube di Oort, come tanti altri corpi cosmici, è stata spinta dentro il nostro sistema Solare, almeno si suppone, da un corpo gigantesco, forse più grande di Giove

di Filippo Mariani

Accademia KRONOS è diventata un'organizzazione adulta, ha ormai raggiunto i suoi 15 anni di età. Con le sue spedizioni e iniziative scientifiche in tutti i continenti ( vedere sul sito www.accademiakronos.it ) ha potuto fare proseliti anche all'estero. Ora annovera tra i suoi associati: svedesi, norvegesi e russi, i maggiori però si trovano in America Latina, in India e in Asia, a Shanghai c'è addirittura una sezione di Accademia KRONOS. Tutto questo ha determinato e determina un continuo scambio d'informazioni che raramente si possono trovare nei media italiani. Su quanto avviene nel Mondo e su quanto la stampa nostrana ignora potremmo scrivere decine di libri, per fortuna oggi c'è internet che supplisce a questa deficienza. Fatto questo preambolo ora cercheremo d'entrare nel merito di questo breve servizio dal titolo" Dobbiamo cominciare a preoccuparci?"

Abbiamo già parlato nelle ultime newsletter di Accademia KRONOS del fenomeno che  il Sole quest'anno nell'estremo nord della Scandinavia è sorto, dopo il lungo inverno, con due giorni d'anticipo, in precedenza abbiamo anche informato i nostri lettori e soci che lo spiaggiamento dei cetacei e il grande disorientamento degli uccelli migratori è attribuibile allo spostamento in atto dei poli magnetici della Terra, nonché dello sfaldamento continuo della protezione geomagnetica del nostro pianeta. Ma cosa centrano i soci stranieri di Accademia KRONOS in tutto questo? Centrano perché quest'ultime persone sono professionisti, naturalisti  e studiosi dei fenomeni dell'alta atmosfera e del cosmo. Ebbene queste persone due anni fa ci informarono che soprattutto in Norvegia si stavano costruendo immensi rifugi per contenere migliaia e migliaia di persone, lo scorso anno ci hanno informati che la stessa cosa stava avvenendo in Svezia.

Abbiamo a quel punto chiesto lumi anche agli altri associati internazionali e così siamo venuti a sapere che la stessa cosa si sta facendo in Russia, USA e Israele. Il perché non si conosce, alcuni nostri amici hanno interrogato le autorità locali, ma le risposte sono sempre state evasive....Strano, non vi pare?  E' stato alla fine il nostro socio Yakov di Solnecnogorsk, una grande città vicino a Mosca, che ha cominciato a farci capire qualcosa. Con lui dialoghiamo in francese e nel suo perfetto francese ci ha scritto: "Mio cognato, che è un dirigente dello Stato, mi ha informato che giorni fa il Primo Ministro Dmitri Medvedev ha convocato i capi dell'esercito per mettere  in stato di allerta le Forze Armate. Il motivo è legato ad un evento che potrebbe creare problemi all'intero pianeta e che potrebbe portare disordini sociali. Di quale evento non sappiamo, ma mio cognato ha parlato di un qualcosa che non viene dalla Terra ma dallo spazio....più non so. Allora ho cominciato a capire perché si stanno costruendo rifuggi in molte località della Russia."

Accademia KRONOS annovera tra i suoi associati anche un paio di astrofisici e altri astronomi, il più attivo nei confronti nostri è un francese che vive a Nizza. Lui ci ha fornito ulteriori informazioni, utili alla nostra indagine. Ad esempio a dicembre dello scorso anno è stata individuata una grande cometa, battezzata Elenin, dal nome dello scopritore, che sta avvicinandosi al nostro Sole e che a settembre di quest'anno potremo vedere tutti ad occhio nudo nel cielo notturno. Questa cometa, che sembrerebbe di dimensioni ragguardevoli, verso la fine di quest'anno e l'inizio del prossimo intersecherà con il piano dell'orbita del nostro pianeta, questo ovviamente non vuol dire nulla, di questi eventi ne accadono spesso, nessun pericolo quindi di impatti. Quello che però preoccupa non solo il nostro astronomo, ma tutta la comunità scientifica è che questa grande cometa, che giaceva tranquilla nella nube di Oort, come tanti altri corpi cosmici, è stata spinta dentro il nostro sistema Solare, almeno si suppone, da un corpo gigantesco, forse più grande di Giove.

Un nuovo pianeta che alcuni scienziati lo hanno già battezzato Tyche e che ora sta entrando nel nostro Sistema Solare. Per gli irriducibili catastrofisti  questo è il segno che le previsioni fosche del 2012 non sono poi così campate in aria, noi di Accademia KRONOS ci andiamo più cauti, non crediamo ad un nuovo millenarismo o alle predizioni Maya, tuttavia restiamo perplessi sia su questa frenetica costruzione di grandi rifuggi in molte nazioni, sia perché i nostri soci esteri ci confessano che le loro domande relative al senso dei rifuggi rivolte alle autorità locali, ricevono risposte omertose o di grande disagio. E' di questi giorni anche la strana comunicazione della NASA fatta ai suoi dirigenti  perché “si preparino”, mettendo online una serie di informazioni per organizzare l’emergenza nelle famiglie. Ovviamente questa comunicazione non ha specificato bene da cosa proteggersi, oppure l'ha fatto ma noi non lo sappiamo. Infine è molto sospettoso l'oscuramento di alcuni siti internet che avevano messo in rete immagini sia della cometa Elenin che del presunto nuovo pianeta in fase di avvicinamento al Sole. Ciò che ci insospettisce di più è che Google nasconde i dati delle mappe stellari, nelle immediate vicinanze della cometa, come già confermato da Agentia.org nella pubblicazione di materiale inerente appunto i dati della cometa Elenin.


E' allora? Il nostro Governo sa qualcosa? Crediamo proprio di no!

Perché i nostri soci esteri ci hanno fatto ben capire che considerazioni si ha dell'Italia nel resto del Mondo, soprattutto ora con la nuova e vergognosa questione dei rifiuti napoletani..... Sicuramente invece ben informato è il Vaticano, ma si guarderà bene, com'è nel suo modo di fare, di informare noi poveri mortali.
Allora noi cercheremo di supplire a questa mancanza di informazioni interne al nostro Paese, quindi proseguiremo nelle indagini, sperando di non essere"oscurati", quindi vi terremo informati periodicamente, ma questo lo potete fare anche voi indipendentemente da noi.....e poi informarci dei vostri risultati.......buona "caccia".

Filippo Mariani

fonte

http://www.segnidalcielo.it/index.php/segnidalcielo-news/457-cometa-elenin-dobbiamo-preoccuparci

Un ufo a spasso per i cieli di Benevento

Un ufo a spasso per i cieli di Benevento

Il Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano (CUBMGC) in una nota diffusa agli organi di informazione rievoca “l’avvistamento di un ufo, una strana sfera di colore rossastro, che da diversi giorni sta sorvolando il beneventano e che sembra sia stata avvistata anche in altre località della Campania.
Le segnalazioni della presenza dell’ovni al CUBMGC sono arrivate a decine, anche da parte di persone che mai si sono occupate di oggetti volanti non identificati. A partire dalla serata dell'11 giugno, molti visitatori del nuovo sito del centro sannita hanno segnalato all’indirizzo www.centroufologicobenevento.com l’inquietante presenza nei cieli di una strana sfera rossastra, piuttosto grande, da alcuni vista in posizione stazionaria, da altri in movimento discendente e da altri ancora in un movimento irregolare a scatti. Grande è stata la curiosità e l’apprensione delle tante persone che hanno assistito alle evoluzioni di questo bizzarro oggetto volante non identificato”.

“Benevento – prosegue la nota - è una città che, insieme a tutta la Campania e più in generale a diverse località nel mondo, è diventata crocevia di strani avvistamenti, alcune volte davvero inspiegabili. Si ricorda in particolare, il periodo che abbraccia tutto l’anno 2010, quando gli ufo sono stati segnalati a più riprese insieme anche a strani fasci di luce verde visti in alcune zone della città, uno dei quali aveva addirittura 'scannerizzato' una collina del capoluogo sannita.
Ritornando alla sfera, essa è stata vista anche dal presidente del CUBMGC Angelo Carannante e dal socio Giuseppe Tresca in due momenti differenti (quest’ultimo, insieme ad altri testimoni, aveva forse visto il “velivolo” già il 5 giugno nel vicino paese di Pietrelcina, con tanto di foto, purtroppo anche in questo caso non chiare, perché piuttosto mosse per l’emozione e la sorpresa).

Lo stesso identico oggetto, almeno così si presume a meno che non ce ne fosse più di uno, è stato avvistato anche nei giorni 11, 12 e 13 giugno in orari molto diversi e qualche testimone ha detto che l’ovni era rotondo, grande rossa-viola e sembrava che bruciasse. Tutti indistintamente hanno asserito che l’ufo era silenzioso. Aveva dei movimenti circolari e scendeva pian piano ed alla fine si è ingrandito.

Un'altra persona ha riferito che nella serata tra l'11 e il 12 giugno, verso le 23, una sfera rossa sorvolava Benevento. Successivamente è stata segnalata un’ altra sfera rossa o forse la stessa, alle ore 02.00 circa, mentre l’allibito testimone che era in compagnia di altre due persone assisteva incredulo alle sue evoluzioni, coronate infine da un manovra verticale con la quale si dileguava improvvisamente.

Altri testimoni hanno visto probabilmente la stessa sfera librarsi per più di 5 minuti per poi letteralmente sparire e qualcun altro è pure riuscito a scattare qualche altra foto, riferendo al CUBMGC che non è di grande qualità. Tuttavia gli esperti del centro ne hanno chiesto l’acquisizione.

Le indagini proseguono a tutto campo, per stabilire se un ufo volava nei cieli del beneventano, nei giorni 11,12 e 13 giugno. In conclusione, nessuna ipotesi è esclusa. L’ovni sfugge ad ogni classificazione ed inquadramento, difficoltà accentuata dalla pochezza dell’unica immagine disponibile che pochissimo può dire. Però, e questo è un dato molto importante, i testimoni sono a decine”.

http://www.ntr24.tv/it/news/15661

Terremoti in Italia…19/06/2011

domenica 19 giugno 2011

David Wilcock: il Risveglio dell'Errante, Capitolo 3 - Esperienze mistiche nell'adolescenza

David Wilcock: il Risveglio dell'Errante, Capitolo 3 - Esperienze mistiche nell'adolescenza

Il Giornale OnlineCrescendo nel "Mondo Reale"
Il mio adattamento alla vita presente sulla Terra non è avvenuto senza sfide. Gli "Erranti" o le anime ET che si incarnano sulla Terra, possono spesso rimanere legati alla pesantezza e all'oscurità delle vibrazioni planetarie e quindi fare molte scelte sfortunate di conseguenza. I miei genitori si sono separati mentre frequentavo la quinta elementare e questo mi ha casuato moltissimo dolore, superficialmente non volevo riconoscerlo. A causa della crescente pressione dell'adolescenza e dei problemi famigliari, ho preso molto peso e rapidamente, divenendo un "grasso bambino". Affondai in una profonda e prolungata depressione che è durata per tutto il percorso della scuola media, fino al primo anno delle superiori. Il mio peso e la mia intelligenza mi hanno reso molto impopolare a scuola e sono rimasto con uno strettissimo gruppo di amici.
Nel secondo anno delle superiori ho ceduto sotto il peso della depressione e ho iniziato ad usare la marijuana. L'uso ricreativo di questa droga era piuttosto comune nei miei coetanei e questo mi ha reso più popolare a scuola. Questo mi ha anche fornito un rimedio chimico fugace, temporaneo e devastante alla mia costante depressione. Si sarebbe rivelato una dipendenza di quattro anni, un problema che spinge all'auto-conoscenza e consapevolezza. Ogni volta che una persona si trova nella grande oscurità, questo prepara la via al grande trionfo quando si supera la sfida. Spesso dobbiamo creare il "materiale grezzo" per lottare nelle nostre vite e crescere. Un esempio di trionfo personale è stato dimagrire di 65 libbre durante la scuola superiore. Quindi, la presenza di questa fase di difficoltà nella mia vita personale è una mappa necessaria per capire il lavoro interiore della mia psiche e del mio sviluppo.
Passando in questa esperienza di lungo termine, ho appreso ad obbedire ai desideri del mio Sè Superiore, nonostante il mio Ego che premeva per tornare ai suoi vizi abitudinari. Questo stesso ciclo di dipendenza/recupero sarebbe riemerso altre volte in diversi modi, incluso il mio sforzo per adattarmi alla dieta rigorosa indicata dalle mie letture e dalla mia ricerca. Mi è stato detto che la ragione definitiva alla base di ogni dipendenza, è la nostra illusione d'essere separati daDio. Nel dolore che ne deriva, iniziamo a cercare come matti una soluzione di breve termine nel mondo fisico. Grazie alla mia forza di volontà sviluppata nell'abbandonare le vecchie abitudini alimentari, ero più capace di abbandonare alcol, caffeina, carne rossa, zuccheri raffinati, latticini, cibi fritti, pre-confezionati o conservanti e farina bianca.
Sono infine riuscito a seguire le linee indicate dalle Letture di Cayce sull'alimentazione, cosa che Cayce non riuscì a fare da vivo. Cayce non riuscì anche ad abbandonare caffeina e sigarette e io ho disprezzato entrambe le cose per tutta la vita. Cosa più importante della dieta, le mie letture mi insegnavano anche ad abbandonare la paura! Seguendo il corso del mio sviluppo, vedremo una persona schiacciata dalle emozioni negative e il peso che hanno avuto sul suo corpo, la sua mente e la sua carriera. Cayce veniva costantemente avvisato dalle sue letture, che questa costante perdita di energia NON era casuata dalle stesse letture psichiche, ma dalla sua costante attitudine del portare preoccupazioni e paure nei suoi stati di trance. Se Cayce avesse mantenuto una certa positività, le sue stesse letture insegnavano che quel lavoro psichico avrebbe aumentato la sua energia vitale invece di diminuirla.
Cayce non ebbe mai successo finanziariamente e questo lo stressava molto. Questo è stato un demone che anche io ho dovuto affrontare nella mia vita. Mentre mi rendevano consapevole del mio essere più che un corpo fisico, droga e alcol mi rendevano anche consapevole della mia capacità di auto-distruzione. Infatti, alla fine del mio secondo anno di college, ho superato una serie incredibile di balzi di crescita. (Per chi fosse interessato, ho scritto molto di questo periodo, ma come i "prequel" di Star Wars, questo richiederebbe un libro apposito. Non voglio rendere questo libro un mammut di 800 pagine, i mammut si sono estinti ormai).
Da quell'intera esperienza sono uscito col desiderio bruciante di conoscere l'Uno Creatore e di seguire i suoi desideri per me. Con mia meraviglia, avrei appreso più tardi che il mio intero processo di dipendenza/recupero è stato scritto e guidato da una Intelligenza Superiore. Avrei anche scoperto infine che il mio processo di dipendenza/recupero era un parallelo con la saga delle vite passate di Cayce. Secondo le Letture di Cayce, mi sono incarnato come il "perditempo" John Bainbridge due volte, una nel '600 e un'altra nel '700. In entrambe le incarnazioni ho scelto nomi identici e apparentemente identici obiettivi. Entrambi erano Europei che arrivarono in America e divennero dipendenti dalla droga, dall'alcol, dal sesso e dal gioco d'azzardo. Nella mia vita presente, a quanto pare ho avuto necessità di passare in ogni ciclo degli sviluppi precedenti, inclusi i capitoli dello sfortunato Bainbridge. Uno dei pezzi d'informazione più interessante nelle Letture di Cayce, è il fatto che fossero passati 300 anni esatti dall'arrivo di Bainbridge a Virginia Beach, in Virginia e l'arrivo di Cayce nella stessa zona, spinto dalle sue stesse Letture.
Anche io sarei stato spinto ad andare a Virginia Beach, senza poter capire il perchè fino a due mesi dopo l'arrivo. Molti incredibili segni della vita che avrei affontato, si sono manifestati negli anni in cui ero "attivo" nell'uso di sostanze. Appena passato alle superiori, ho scoperto il lavoro del Dr.Stephen La Berge, pioniere nel campo del sogno lucido. Usando le sue tecniche, ho potuto rapidamente stimolare i miei sogni lucidi, totalmente favolosi. Chiaramente, le droghe non erano necessarie per queste esperienze trascendentali. Nello stesso periodo, mia madre portò a casa il libro "Communion" di Whitley Strieber. Sulla copertina c'era il classico alieno Grigio con i grandi occhi neri. E' stata la prima volta che vidi quell'immagine. "Non voglio guardarlo", dissi nervosamente e rivoltai il libro. In qualche modo nella mia mente, ricordavo il conflitto sulla Terra tra forze positive e negative per il controllo dell'anima umana. Non tutti i "Grigi" erano cattivi o al solo proprio servizio, ma c'erano sicuramente degli ET negativi la fuori.
Queste forze non vogliono che gli umani di terza densità Ascendano o che nasca la nuova Terra, anche se non possono fermare tutto questo. Sicuramente potrebbero concedere a quante più persone possibili, l'"opportunità della schiavizzazione". Loro rimanevano in contatto col vero governo della Terra, secondo le fonti che avrei letto più tardi, come il Ra Material. Pochi mesi dopo ero all'ascolto della canzone dei Rolling Stones "Sister Morphine". La canzone descrive una persona che si avvicina alla morte per una overdose di eroina. Nel mezzo della canzone, Mick Jagger canta, "Perchè il dottore non ha faccia?". Quando ascoltai questo, si formò una vivida immagine nella mia mente. L'immagine era molto chiara e la disegnai il giorno dopo a scuola.

Ho impiegato quasi tutta la vita per capire cosa fosse e da quale angolatura arrivasse. Questa era un'immagine di qualcuno sdraiato sulla schiena a terra, che puntava verso il cielo, con due extraterrestri che lo fissavano dall'alto. L'oggetto luminoso al centro sarebbe stato un UFO con tre luci simmetriche sotto, in sospensione sopra di me. Diversi anni dopo e in seguito a molte esperienze, avrei "incontrato" telepaticamente queste entità, che si facevano chiamare Vecchio Uno o Nonno e Luce o Lucia. Sì, so cosa potreste pensare, è totalmente illuso. Però considerate questo: se questo contatto telepatico fosse stato solo immaginazione, allora come avrebbero potuto predire il futuro con tale grandiosa accuratezza? Vedremo una continua documentazione nella seconda metà di questo libro. Ammetto che anche con tutta l'accuratezza psichica che ricevevo, nei primi giorni in cui eseguivo "letture", per me era molto difficile accettare tutta questa informazione illuminante. Ero molto scettico sulla maggioranza dei libri "canalizzati" che ho trovato durante le mie ricerche e ora stavo divenendo io stesso uno di quei pazzi.
Tornano al mio disegno, non avevo idea di quello che stavo descrivendo nel farlo, che in teoria era un uomo morente in ospedale sotto gli occhi dei dottori, dal viso invisibile. La mia vera immagine mentale indicava una mascella più conica di quelle facce, come nel caso dei Grigi, ma dato che credevo di disegnare dei dottori umani, evitai di rappresentarli in quel modo. Nello stesso periodo seguivo lezioni di scultura e creazione di gioielli. Non c'era molto da fare per un maschio, a parte spille. La prima che ho fatto, era un modello del communicator di Star Trek e la seconda la decisi dopo varie ipotesi messe su carta. Una volta rifinito, appariva così:

Solo dopo cinque anni ho capito il vero significato di queste due immagini. La risposta mi sarebbe arrivata nel modo più inatteso.
Vite Passate, Connessioni Future
Il mondo della fantasia e dell'arte era sicuramente una buona distrazione, un modo per rallegrare la mia immaginazione. Le vere esperienze mistiche, pensavo, erano poche e rare. La mia attitudine su questo, cambiò istantaneamente una notte, dopo aver fatto qualcosa di davvero stupido e rischiato di morire. Nonostante tutte le esperienze di trance vissute dopo quel momento, questa avventura iniziale nello sconosciuto si dinstingue nettamente dal resto dei miei viaggi. Secondo le mie letture, questa è stata un tipo di "esperienza di pre-morte". Preferisco chiamarla "esperienza di pre-Vita" e questa vita a cui mi sono avvicinato, non era sicuramente come quella che conosco ora!
Il mio buon amico Jude, venne a casa mia un sabato notte e penso d'aver fumato da solo, lui non era interessato. Avevo sperimentato brevemente una tecnica a scuola, che chiamavo "party pass-out". Facevo dei profondi respiri, riempivo i polmoni al massimo e soffiavo molto forte tenendo il pollice in bocca. Questo tagliava temporaneamente sangue e ossigeno dal cervello. Per i pochi terrificanti e brevi momenti che seguivano, avresti dimenticato la tua identità, la tua posizione e quanto ti accadeva. La forte emozione che dava veniva dallo spavento e dall'alterazione della realtà che percepivi.
Avevo sentito parlare di qualcosa di peggio, che causava esperienze più forti. In questa versione si sta contro un muro, piegati a metà e si respira molto rapidamente, come in iperventilazione. Quindi stando contro il muro si fa una grande inspirazione. Allo stesso tempo un'altra persona vi preme su entrambi i lati del torace, sotto le spalle. Questo per non più di 7 secondi. Il risultato sarebbe dovuto essere molto potente e psichedelico. Quindi quella notte insegnai a Jude come procurare in modo esatto questa "Grande Iperventilazione", come la chiamavo. Lui accettò e provai. Avevo aggiunto però qualcosa, avevo detto a Jude di tenere le sue mani sul mio petto per 15 secondi, non sette. Non lo avevo avvisato che sette doveva essere il limite massimo. Volevo l'effetto massimo. Non sapevo però che quell'effetto poteva significare la mia morte!
Ero lì pietrificato davanti casa. Ho sentito il mio sedere premere contro la porta anteriore in rovere massello, mentre facevo l'iperventilazione. Poi ho inalato con forza a mi sono alzato. Jude si era avvicinato a circa 55° e con i palmi premeva contro il mio petto con tutto il peso del suo corpo. Mi sono immediatamente sentito molto strano e sentivo Jude mentre contava i secondi, ma la sua voce si allontanava: "uno, due, tre, quattro, cinque...sei....sette....otto..." Quindi tutto sembrava scomparire e non sentivo alcun numero. Infatti, non percepivo nulla di quanto conoscessi. Avevo dimenticato chi ero, dov'ero e cos'ero. Mi sono ritrovato in un'esperienza totalmente diversa, come se vivessi nella vita di un altro. Sembrerebbe che abbia sperimentato una specie di revisione della vita, anche se non era la mia vita! Ho visto solo alcune scene, ma ogni volta avevo tutta la memoria delle esperienze di quella entità. Questo mi ha fatto percepire che fossero passati 24 anni. Io non avevo vissuto 24 anni, ma percepivo le memorie, gli alti e bassi di una persona che aveva vissuto almeno 24 anni. E' stata un'esperienza molto prolungata nel mio tempo soggettivo, nonostante la sua natura compartimentalizzata.
Era come se la mia vita mi passasse davanti agli occhi, ma non era la mia. Era comunque molto specifica. Ricordo che vivevamo vicino ad un fiume, in una capanna a forma di cupola, creata usando l'argilla circostante e il calore del Sole. C'era un fuoco nel mezzo e penso un foro nel soffitto per la ventilazione. I nostri letti erano pezzi di stoffa o pelle che stavano sul pavimento. Arrostivamo la carne e cucinavamo delle zuppe vegetali in larghe ciotole d'argilla, usando il fuoco. La nostra dieta era molto semplice, grano coltivato lì vicino, alcuni vegetali e animali o pesci. Sapevo di avere una moglie e che fin da giovani eravamo innamorati. Ricordo che avevamo anche dei figli, anche se questa memoria non è molto certa, è come se lei li seguisse più di me. La relazione con mia moglie sembrava più pratica che romantica, lottavamo continuamente per sopravvivere. La vita non era facile e anche se cercavamo di risparmiare il cibo, non bastava mai. Stavo passando in tutti gli alti e bassi, le gioie e i dolori di questa famiglia di coltivatori.
Era stato costruito un sistema di irrigazione piuttosto complesso fatto di canali in pietra, che ci permetteva di portare l'acqua dal fiume ai campi, molto ben organizzati. I canali erano costruiti con blocchi d'argilla marrone lunghi circa un metro e larghi circa un piede. Avevano tutti la forma a U, con un canale nel mezzo per l'acqua. Il problema più grande è che perdevamo molta acqua per le crepe nei blocchi. Era un serio problema, l'acqua era fondamentale per i raccolti. Quindi ero divenuto una specie di eroe nel villaggio, avendo inventato una forma di adesivo per sigillare le crepe. Avevo capito che lavorando certe piante con l'acqua, per poi estrarne i succhi, potevo produrre una sostanza appiccicosa che diveniva una colla. Questo migliorava molto il trasporto dell'acqua e riduceva le perdite. Con altra ricerca che vedremo sotto, sono arrivato a credere che mi veniva "fornita" questa invenzione tramite un processo di canalizzazione conscia in quella vita.
Sapevo anche che nel villaggio c'era una grande scultura, come un piedistallo di petra molto alto. Ognuno aveva la casa a pochi passi da quel luogo. Ogni mezzogiorno, un uomo andava sul piedistallo e dava le notizie al gruppo riunito sotto. Spesso raccontava i successi o i fallimenti con i raccolti, l'attività metereologica, riguardavano le stagioni e il fiume, ogni nascita o morte, gli arrivi e le partenze, i matrimoni e i divorzi ecc.. Sembra che venissero anche raccontati dei miti, tramandati per generazioni. Questo attirava l'interesse delle persone. Giravano anche molti argomenti spirituali e sapevano parlare della coscienza. Era una società sorprendentemente avanzata per il tipo di tecnologia che avevano. Ognuno sembrava ricordare i propri sogni, lavorare sulle abilità psichiche e la padronanza di sè. Anche se può sembrare incredibile, sono riuscito a connettermi telepaticamente con questa incarnazione precedente di me stesso e a sentire cos'avevo da dire. Apparentemente questo era un "dono" che ho potuto recuperare grazie alle letture fin dall'inizio, quando ancora cercavo di capire l'argomento delle vite passate. Questo ci darà una prima immagine della qualità di alcune iniziali fasi dell'informazione "canalizzata" telepaticamente che stavo ricevendo dal mio Sè Superiore. Dovete capire che questo avveniva molto prima che le forze mi rivelassero la mia connessione con Edgar Cayce, cosa avvenuta il 26 Novembre 1997. Non avevo idea che mi sarei spostato a Virginia Beach o di quale fosse il proposito delle mie letture.
Domenica 17/3/97 - 8.00 am
(Nota: Il prossimo blocco sembra riferirsi ad una mia vita passata come Sumero. Implica che fossi una specie di innovatore nell'uso della scrittura cuneiforme per cose diverse dal commercio e una connessione con una fonteextraterrestre, forse. E' importante ricordare che stavo traducendo l'informazione in linguaggio, quest'uomo non parlava Inglese, ma il linguaggio universale delle immagini e delle emozioni).
(Una voce:) Possiamo farlo senza infastidire?
(Risposta:) Oh, sì.
(Nota: Questa era una conversazione tra due "entità guida" che decidevano se darmi questa informazione.)
Non capivo al tempo che le forze mi "proteggevano" dal "fastidio" dell'apprendere in merito alle vite passate, a cui si riferiscono le letture di Cayce. Apparentemente Cayce non parla di questa vita, quindi loro potevano darmi questa informazione "senza essere di disturbo".)
Quando vorrà farà una dichiarazione sul cuneiforme. Sembra che il tempo sia passato venti anni fa, dieci anni fa persino.
(L'uomo potrebbe essere morto a questo punto e rifletteva sulla sua vita, anche se (io) ero consapevole che si trattava del lontano passato. Queste due frasi potevano venire dalla mia Superanima o Sè Superiore, che commentava questa particolare vita, dalla prospettiva in cui era tutto visibile. Il cuneiforme lega chiaramente con i Sumeri).
Lo stemma a quel tempo erano i rubini ed erano splendidamente brillanti. Ogni volta che vedevo quelle figure (cuneiformi), scherzavo, specialmente quando ho visto la prima, perchè sapevo che veniva da altrove. Non era spazzatura. Le persone al tempo lo usava solo per il commercio, ma c'era molto altro. Lo usavo per l'equivalente delle riviste.
(Nota: le implicazioni di questo sono fantastiche! Ero inconsapevole di quanto stessi dicendo a livello conscio, comunque indicava chiaramente che questo mia passata identità era consapevole di una influenza extraterrestre positiva che stava "seminando" di informazioni la cultura Sumera, in questo caso col dono della scrittura cuneiforme. Sembra che sia stato un innovatore nell'uso di questa scrittura, che l'abbia usata per altri scopi.)
Il tempo ora è 23 dopo l'11°
(Nota: Questo dev'essere collegato ad un calendario ciclico come quello dei Maya, forse indica il 23 Novembre, dalla sua prospettiva. Nella seguente linea sembra che sapesse che ero collegato con lui in qualche modo.)
Sono preparato per registrarlo nel mio appartamento, ma questo servirà per ora; la carne è divertente. L'esperienza delle diverse modalità, forse. E' ancora qua dopo tutto questo tempo, perchè possiamo vedere. Quando vi descrivo quello che mi hanno detto, verrà spesso fuori distorto, ci sono troppe pentole e padelle per descriverlo accuratamente.
(Nota: Chiaramente anche lui è entrato in contatto con la stessa fonte e voleva riferirmi quello che aveva appreso. Dice che questo lavoro psichico lo fa solitamente in casa, ma questa volta sembrava avvenire a livello energetico.)
Le modalità a cui si riferisce possono essere dimensioni o densità spirituali d'esistenza. Quindi sembra implicare che anche sei Sumeri fanno parte di un lontano passato, "è ancora qua dopo tanto tempo perchè così possiamo vedere", tramite un processo psichico come la visione remota. Sembra che volesse darmi un'informazione che aveva ricevuto dagli extraterrestri, che come da lui scoperto, erano responsabili del progetto della scrittura cuneiforme. Inoltre, sembra che il suo stesso linguaggio stesse distorcendo alcuni messaggi che cercava di passarmi. L'immagine mentale che vidi nell'ultima frase è stata quella di una persona che camminava in una cucina piena di pentole e padelle appese al soffitto. Era impossibile evitare di fare rumore e ha usato questa analogia per descrivere le difficoltà a comunicare con la mia mente.)
(Ora le forze commentano ancora su questo scambio di informazioni.)
La tua vita dovrebbe avere un grande proposito, grande complessità. Parte di questo è l'abilità di ricordare le vite passate. Il tuo subconscio non è abbastanza sintonizzato ancora da permetterci di passarti precisa informazione, ecco perchè arriva in modo paradossale, come hai visto.
Il problema è che altre persone ottengono questi risultati paradossali e non sanno come usarli e così informazioni dal potenziale incredibile finiscono ignorate. Però stai lavorando bene e ci fa molto piacere. E' risultato che molte altre persone hanno usato la loro Email, la loro Email cosmica. Quando stavo guidando e stavo passando la superficie del veicolo, in quel momento ho capito il cambiamento, la trasformazione era avvenuta. Tutte queste cose richiedono la tua "pratica diligente", come ho detto molte volte. Però devo insistere ripetendo quelle parole che descrivono adeguatamente le condizioni del tuo programma di addestramento. E' per noi imperativo che tu inizi a cercare a fondo altre informazioni di natura personale, in modo che possiamo eliminare i tuoi blocchi per arrivare al nucleo. Ci sarà sempre un altro modo migliore in cui potrai agire o rispondere; un modo che esiste oltre il tuo punto spazio-temporale e la tua normale concentrazione. Questo modo è illustrato dalla tua propensione al coinvolgimento nel programma spaziale, come lo chiamiamo noi; il tuo coinvolgimento con le specie extraterrestri.
Questo diviene una chiave per rivelare la mappa della tua psiche, come abbiamo visto, troppi potenziali rimarrebbero inattivi senza quest'altro sistema. Quindi, prima di poter trasferire l'argomento di queste letture da te a fuori di te, devi pulire a sufficienza il tuo karma, per rendeti indipendente da questa guida. Può servire del tempo. Nel frattempo, non prenderti troppo seriamente, è problematico, perchè questo porta a depressione e ansia. Sappiamo che i tuoi tempi e le tue situazioni sono difficili, ma sei fortunato, puoi essere sicuro che c'è una uscita e che ti avvicini. Molte volte nel passato vi abbiamo cercato di insegnare il potere delle vostre credenze, che possono modificare la realtà. La ragione per cui non approfondiamo è che hai una fonte adeguata con i libri di Seth, utili a rivelare questa informazione, di importanza cruciale. Solo la scorsa notte hai decodificato il fatto che quando rifiuti la marijuana, rifiuti il piacere e così, ti tagli fuori dalla terza dimensione come la conosciamo.
(Nota: Arriveremo a questa storia più avanti. Scrivere questa parte del libro è incredibile per me, molte di queste memorie erano completamente affossate nella mia mente subconscia, come se non fossero mai esistite.)
Ora, stai capendo che il piacere di una compagna è di nuovo tuo, puoi approfondire aree della tua mente ancora nascoste. Senza dover essere concentrato sulla sopravvivenza, ti liberi da un grande peso e da tanta ansia. Avete ereditato un intero sistema d'azione e pensiero e sensazioni, che causa grande limitazione ed è inerentemente stressante. Il sistema non vi farà espandere ulteriormente se non lo trascendiamo. Tutte le cose che dico dovreste saperle, ma nell'organizzare il vostro pensiero e nell'agire, i significati diverranno più chiari.
D: (Una domanda introdotta nella mia mente:) "Sono nato davvero lì?"
Sei nato molte volte e hai avuto molti cancri. Questo è un fatto che dovreste comprendere indagando il problema della rabbia. Nel momento presente, non siete sfuggiti da questi sistemi. E' importante assicurarci che vengano espulsi e puliti. E' terribile che vi sentiate così arrabbiati con voi stessi. Stiamo facendo tutto il possibile perchè non continui. Gli scienziati stanno impazzendo, con tutto l'avanzamento delle informazioni attorno a loro, così rapido che non riescono a gestirlo. Questo diverrà più interessante mentre vedrete i progressi, perchè nessuno sarà più esperto in nulla, l'informazione diviene così diversificata da diversi canali, che non c'è altra via dove può passare..
Questa è la fine della trascrizione. Ora, torniamo a discutere delle implicazioni delle mie scoperte in questa vita passata. Un caso molto interessante e una conferma dell'esperienza che ho fatto! In quella vita ho ottenuto parti più grandi della storia, per esempio, non sapevo di questa persona Sumera con le abilità psichiche utili a contattarmi in quel modo. Nella mia visione a scuola, non mi era stato "permesso" di vedere il contenuto riguardante il cuneiforme o gli esperimenti per contattare l'intelligenza extraterrestre. La visione di quella vita sembrava concentrata solo sui punti principali, anche se il periodo di tempo sembrava enorme. Chiaramente, la parte più epica è arrivata alla fine. Ero uscito nei campi e ho sentito scuotere la terra. Ho percepito qualcuno che gridava e avvisava di una invasione sanguinaria.
Arrivato a quel punto ero molto avanzato nella meditazione e nella pratica spirituale e così invece di correre e nascondermi, sapevo che non c'erano speranze. Sarei morto in pochi minuti, per una coltellata o investito dai cavalli. Fortunatamente avevo un fiore di loro in mano, mi sono seduto e ho iniziato a fissarlo. Sapevo che era il grande test. Tutta la mia vita avevo lavorato su questa tecnica per indurre un'esperienza extra-corporea, ma con poco successo. Ora, con l'avanzare dell'armata, dovevo concentrarmi. Ho spento tutto e sono entrato a fondo in me stesso. Ho raggiunto il punto di immobilità. Sapevo che arrivando a vedere la mia faccia nel centro del fiore, avrei potuto trasferirla e finire per osservare il mio corpo dal punto di vista del fiore stesso. A quel punto sarei stato libero e la mia morte sarebbe stata indolore, in quanto sarei uscito dal mio corpo. Continuando a lavorare, con la terra che tremava e l'armata che avanzava, inziò ad accadere! Ho potuto vedere la mia faccia nel fiore di loto. Quindi ho notato qualcosa di inusuale.
Non era il mio viso come David Wilcock, che viveva questo dramma bizzarro, ma piuttosto la faccia di un uomo nero con gli occhi che sembravano identici ai miei, ma con un naso più largo e delle labbra più spesse. Non potevo credere a quanto vedevo. Anche se sapevo che era il grande momento e che quella sarebbe dovuta essere la mia faccia, qualcosa non andava. Cercate di capire che a quel punto, come ho detto, l'esperienza era durata tanto da sembrare come fossero passati 24 anni. Non stiamo parlando di qualcosa di rapido. Era molto strano, come se avessi visto rapidamente un album di foto, fermandomi solo in certi punti, ma in un altro senso, avevo vissuto, respirato e percepito tutte le sfide, le tribolazioni, le lunghe giornate, le gioie e i dolori di una intera vita.
C'erano tempi in cui il fiume era secco e soffrivamo profondamente, quasi fino alla morte. C'erano altri tempi in cui il fiume straripava e scoppiavano pestilenze che rovinavano i campi. Avevamo evitato la morte di continuo. Ora, tutto arrivava alla fine ed ero arrivato al risultato, riuscivo a spingere la mia anima fuori dal corpo. Quando ho fissato questa faccia strana dal largo naso e dalle grandi labbra e con i miei occhi, sono rimasto molto confuso. Quindi nello sfondo ho sentito chiamare il mio nome. "Dave! Dave! Tutto bene? Dave! Dave! Mi senti? Stai bene? Dave! Dave!" Mi chiedevo perchè mi stessero chiamando e sono corso in quella direzione. Con mia totale sorpresa, la forma a spirale del loto si era espansa in un vortice geometrico profondo in cui volavo a velocità tremenda. Arrivando rapidamente alla fonte del suono, ho iniziato a vedere dei visi. Ho riconosciuto quelle facce in mio fratello a sinistra e Jude a destra.
WHAM!
Improvvisamente sono tornato nel mio corpo fisico. Qualcosa era molto sbagliato. Le mie orecchie suonavano come cinque allarmi antincendio. L'intero mondo era distorto diagonalmente, dall'alto a sinistra al basso a destra e non potevo fermarlo. Non riuscivo a tenere le immagini al centro, tutto andava su e giu. Sembrava come se qualcosa mi facesse venire le vertigini e non potevo evitarlo con tutta la concentrazione possibile. Il corpo era incredibilmente dolorante e non capivo da dove venisse il dolore, ero nel panico totale. La mia coscienza era molto distante e sembravo molto fuori dalla realtà. E' stato terrificante, orribile, incredibile. Non potevo credere d'essermene andato per così tanto tempo e che ora tornavo da questa "Grande Iperventilazione", seduto a terra nel dolore e circondato da persone che mi fissavano. Ho iniziato a urlare, per assicurarmi d'essere vivo.
"Oh Mio Dio! Sono tutto Devastato! Sono tutto Devastato!"
Mio fratello e Jude erano nel panico e cercavano di calmarmi, toccandomi. "Stai bene, Dave, stai bene, tutto andrà bene, stai bene!" Erano più deliranti di me, dopo avermi visto in quello stato.
"Qualcosa non Va! Il Dolore! Qualcosa mi fa davvero Male!"
"Starai bene!"
"No, il Dolore! E'...Nel mio piede! E' il mio Piede! Il Dolore è nel mio Piede!"
Ero caduto sopra il mio piede, l'ho spostato con le mani e il dolore era cresciuto. (Saltate la parte seguente se siete sensibili)
Il mio mignolo sinistro era dislocato di 75° a sinistra. Non c'era sangue, non c'erano fratture, ma un dito molto storto.
"Oh mio Dio, rimettilo a posto! Rimettilo a posto!"
Jude prese il dito e lo rimise a posto. Faceva davvero male, specialmente dopo il suo ritorno in posizione. Dopo questa esperienza, fasciai tre dita assieme per far guarire il mignolo. In qualche modo ero caduto in quel modo. Una volta migliorato, mi resi conto che potevo allargare le dita del piede sinistra come faccio con le mani. Ancora oggi non riesco a farlo col piede destro, è una "prova" che è accaduto veramente.
Diviene ancora intorpidito e può fare molto male quando il piede diventa troppo freddo o se suono la batteria in un certo modo e sembra come se le mie ossa sfreghino.
Ho sentito subito che quell'incidente fosse dovuto al karma. Qualcuno mi diceva che non dovevo scherzare assolutamente con la "Grande Iperventilazione". Mi ero quasi ucciso. Anni dopo, chiesi alle mie letture cosa mi fosse accaduto e la risposta è stata che quell'esperienza di vita passata aveva un proposito. Apparentemente, se non l'avessero fatto, allora sarei passato nei primi stadi della morte e avrei avuto una esperienza di pre-morte al posto dell'altra. Avrei visto il mio corpo a terra con Jude e Mike sopra di me, sarei passato in un tunnel buio, avrei incontrato un angelo di luce che mi avrebbe rimandato indietro.
Quell'esperienza è stata molto meno traumatica e più interessante da un punto di vista karmico. Spostando la mia consapevolezza fuori dalla situazione, sono riusciti a guarire il mio corpo e a riportarmi indietro più rapidamente, in termini di tempo lineare. Dopo aver sistemato il dito, ho iniziato a raccontare tutto a Jude.
"Non capisci! Sono stato via per 24 anni! Non posso crederci!"
Jude: "Di cosa diavolo parli, Dave?"
"E'...durato 24 anni! Sono stato 24 anni in quella capanna vicina al fiume! Non posso credere d'essere tornato!"
Jude voleva chiarimenti ed entrai nei dettagli. Quindi lui mi disse qualcosa che mi sconvolse. Prima la mia domanda è stata:
"Quanto tempo mi avete visto seduto a terra? Dev'essere stato molto tempo."
"No, per nulla", rispose Jude.
"Cosa intendi? Cos'è avvenuto?"
"Premevo sul tuo petto e non sono arrivato a 15. Sei caduto improvvisamente a peso morto e sembravi senza coscienza. Abbiamo subito iniziato a urlare per svegliarti e subito non è avvenuto. Quindi dopo circa sei-sette secondi sei tornato e hai iniziato ad urlare, dicendo "Sono devastato, sono devastato." (11:11 pm 23-3-99)
"Allora è così? Sette secondi? Tutto qua?"
"Sì, non più di 7 secondi, al massimo."
"Mio Dio, incredibile!"
"Non chiedermi di farlo mai più, fratello. Mi hai spaventato a Morte."
"Non ti preoccupare, non lo farò", ho risposto. "Sicuramente questo non voglio ripeterlo mai più".
La Magia del 3:33
Il passo avanti più grande è arrivato un giorno dopo essere tornato a casa da una visita ad alcuni amici dopo la scuola. Guardavo le case fuori e avevo un pensiero molto strano. Erano così quadrate, isolate, inorganiche, pensavo. Non sarebbe meglio che tutti vivessero assieme? Guardavo la spazzatura davanti ogni casa e pensavo che non c'era molta differenza tra le case e la spazzatura, entrambe cose create dagli umani, non necessarie e distruggevano l'ambiente. Entrai in casa e mi sedetti al tavolo della cucina, con questa idea bruciante in mente. Mi girai per controllare l'orario e le cifre azzurre sul forno a microonde dicevano 3:33.
"Ora è il momento di spingere l'interruttore", disse Nonno. "Questo lo abbiamo regolato bene. E' entrato al momento esatto."
"Quale dispositivo dobbiamo attivare?" chiese Lucia.
"Le orecchie. Voglio assicurarmi che ci ascolti quando impostiamo questa sincronicità dell'orario per lui."
"3:33?" Mi chiedevo. Allo stesso momento, sento una pressione incredibile alle orecchie e ho la sensazione che parte della mia consapevolezza si alzi oltre il mio corpo. E' stata l'esperienza più insolita che abbia mai avuto.
Questo evento http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7023esplosivo ora è avvenuto oltre 500 volte nella mia vita e non so mai quando accadrà. A volte passa più di un mese senza che avvenga e altre volte accade diverse volte in una settimana.
Sembrano eventi collegati alla crescita che ottengo nella mia coscienza e nessun altro l'ha mai provato allo stesso momento a parte me. Sono così potenti che devo smettere di parlare finchè non finisce e ora so come restare calmo e meditare quando avviene. Ho riflettuto infinitamente sul significato probabile di queste tre cifre e sul perchè di questa esplosione nelle mie orecchie. Anche se non ho ottenuto risposta immediata, ho iniziato a vedere le cifre ripetute sempre più spesso. Per il secondo anno di college, poteva accadere quasi ogni giorno. Non l'ho mai pianificato, avveniva costantemente. Potevo essere seduto a leggere, non guardare l'orologio a lungo e ogni volta che volevo sapere l'orario erano le 3:33, 2:22, 4:44, 5:55, 1:11, 11:11, 12:12 e simili. Avviene ancora giornalmente mentre scrivo queste parole. Ma non andiamo oltre.
Tradotto da Richard per Altrogiornale.org
Nota: chiaramente si sconsiglia vivamente di imitare le pericolose azioni respiratorie descritte da Wilcock in questo capitolo, come da lui stesso descritte sono stupide e rischiose per la vita.

Fonte:

 

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7023