Alert - Nibiru is coming

Il Pensiero di Angeli in Astronave

Angeli in Astronave è distaccato da tutti coloro che professano amore…e in realtà guadagnano con la sapienza che non gli appartiene… ribadisco …nomi altisonanti … artefatti di strani effetti speciali …visivi o non… strumentalizzare… gruppi di appartenenza…donazioni … plagio… bugie da effetto… mancanza di umiltà… falsi nel pubblico…violenti nelle mura domestiche… guru e maestri …diffidate da ogni cosa artefatta… l’Amore unisce in semplicità…non ha bisogno di una carta scritta…la Verità non si vende ne si compra…fatene tesoro… Dolbyjack!

"Con riferimento al Decreto legislativo 9 aprile 2003, n.70 che si occupa di Attuazione della direttiva 2000/31/CE. Facendo anche riferimento al libro verde sulla tutela dei minori e della dignità umana nei servizi audiovisivi e di informazione COM (96) 483, il presente sito web: (Angeli in Astronave) è fruibile a soli Maggiorenni e pertanto proibito a tutti coloro che siano sofferenti psichici o vulnerabili ad informazioni di questo tipo e quindi influenzabili dal punto di vista psicologico.”

Buona Navigazione Cari Angeli, Namasté..

Video Discosure-Nibiru e Mauro Biglino

Riflessioni

La dottrina e pratica più blasfema della Chiesa Cattolica è quella della transustanziazione e del sacrificio della messa. La transustanziazione (fatta dogma dal concilio Lateranense IV nel 1215, elaborata in seguito da Tommaso d'Aquino e sancita definitivamente dal Concilio di Trento) insegna che: il pane e il vino, al momento della consacrazione vengono dal sacerdote cambiati nel corpo e nel sangue di Gesù Cristo (ogni giorno quindi vengono all'esistenza migliaia e migliaia di nuovi Gesù). La Scrittura insegna che nella cena c'è solo la presenza spirituale di Gesù (Luca 22:19-20; Giovanni 6:63; 1 Corinzi 11:26). Inoltre, nell'adorazione dell'ostia, la Chiesa di Roma adora un dio fatto dalle mani di uomini. Questo è il colmo dell'idolatria, ed è completamente contrario allo spirito del Vangelo che richiede di adorare Dio in spirito e verità (Giovanni 4:23-24). Carlo Fumagalli ex prete ed antropologo

Rasoio di Ockam suggerisce che: "tra varie spiegazioni possibili di una data osservazione, quella più semplice ha maggiori possibilità di essere vera".

DA QUANDO E' DIVENTATO REATO AVER CARA LA VITA?

"Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa".

Disclose.tv - ANONYMOUS MESSAGE TO NASA ABOUT ETS
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/104638/ANONYMOUS_MESSAGE_TO_NASA_ABOUT_ETS/ Agenzia spaziale più importante del mondo, ti abbiamo osservato e ascoltato per molto tempo, siamo contrariati dalle tue costanti smentite e insabbiamenti, sappiamo tutti i tuoi piccoli e sporchi segreti e i trucchetti che usi. Sappiamo come hai falsato tutte le immagini della superfce dei pianeti e dei satelliti che li circondano, sappiamo come hai falsato e nascosto la verità al mondo. Ora abbiamo abbastanza filmati immagini e informazioni che tu non hai. Saremo capaci di mostrare la verità e lo faremo presto, pensi che stiamo bleffando? allora ascolta, la complessità della loro abilità è incomprensibile[...]l'ormeggio dei loro veicoli sembra molto NASA(non diciamo di più) è per i tuoi trucchi?Sappiamo anche come hai rilasciato strani fotogrammi che mostrano dischi che visitano e poi lasciano la terra e hai consigliato agli astronauti di menzionare volta per volta gli ufo, questo è per far credere che sai molto poco di quello che stà accadendo (mentre altri pensano di aver trovato la verità) ma in realtà la verità è così incomprensibilmente vasta e così semplice che sfugge anche ai migliori dispositivi e menti. Ora, sai che facciamo sul serio. Ora ci rivolgiamo a tutti i cittadini del mondo, le entità extradimensionali non sono malvagie come vogliono farvi credere, al contrario, hanno creato il nostro universo quindi sono presenti da prima di noi, non c'è nienti di cui temere, questo è l'inizio della rivoluzione spirituale ed evoluzione della specie umana Traduzione per Angeli in Astronave Raffaele V.

video prova

La morte non esiste è una invenzione della Chiesa Cattolica - Guarda il video e capirai| Nuove tecnologie ci renderanno liberi

sabato 8 dicembre 2012

Il Primo Ministro Russo Dmitrij Medvedev in un fuori onda tv: “gli Alieni sono tra noi”

Il Primo Ministro Russo Dmitrij Medvedev in un fuori onda tv:  “gli Alieni sono tra noi”

Sconcertante fuori onda di Dmitri Medvedev. Terminata la registrazione di una trasmissione televisiva, il premier della Federazione russa non si accorge di avere il microfono ancora aperto e si lascia andare a delle dichiarazioni che lasciano a dir poco perplessi i giornalisti e gli operatori in studio: “Io credo in Babbo Natale, anche se non troppo”, esordisce Medvedev. “Non sono di quelli che dicono ai bambini che non esiste”. E poi risfodera un suo vecchio pallino: gli extraterrestri: “Nella valigetta con i codici nucleari il presidente conserva una speciale cartella segreta contenente informazioni sugli alieni che hanno già visitato il nostro pianeta e insieme c’è anche un dossier riservato dei servizi col monitoraggio costante delle presenze extraterrestri sul nostro territorio”, dice il premier che poi cita “Men in black”, il film “in cui potrete trovare informazioni più dettagliate su questo argomento”. Poi, l’annuncio shock: “Non posso dirvi quanti di loro sono tra noi in questo momento, altrimenti si scatenerebbe il panico”

fonte

fonte 

http://www.segnidalcielo.it/2012/12/08/il-primo-ministro-russo-dmitrij-medvedev-in-un-fuori-onda-tv-gli-alieni-sono-tra-noi/

venerdì 7 dicembre 2012

Terremoto Magnitudine 6,3 Mw Regione NORD ISOLA DI NUOVA ZELANDA

Magnitudine
6,3 Mw

Regione
NORD ISOLA DI NUOVA ZELANDA

Data ora
2012/12/07 18:19:06.0 UTC

Posizione
38,35 S, E 175,84

Profondità
146 km

Distanze
2261 km e Sydney (pop 4394576; ora locale 05:19:06.6 2012/12/08)
77 km a S Tauranga (pop 110.338; ora locale 07:19:06.6 2012/12/08)
15 km a S Tokoroa (pop 14.277; ora locale 07:19:06.6 2012/12/08)
8 km a NE Mangakino (pop 1202, ora locale 07:19:06.6 2012/12/08)

Vista globale

http://www.emsc-csem.org/Earthquake/earthquake.php?id=296288

11-12 Dicembre 2012: il ritorno dell’asteroide 4179 Toutatis

Il passaggio di un asteroide nei pressi della Terra

Nel 1989, un asteroide appena scoperto e denominato 4179 Toutatis, sembrò una possibile minaccia di estinzione per la vita sulla Terra. Gli astronomi, dopo accurati calcoli, si accorsero che questa rappresentava soltanto una remota possibilità, in quanto la forza gravitazionale della Terra e di Giove ne avrebbe allargato l’orbita nei successivi seicento anni. L’asteroide, il cui nome deriva da Toutatis, divinità della guerra, della fertilità e della ricchezza della mitologia celtica, transiterà nei giorni 11 e 12 a circa 18 volte la distanza che ci separa dalla Luna. La roccia spaziale, dalla forma irregolare, misura 4.5 × 2.4 × 1.9 km, ed ha un periodo di quattro anni che compie con un’orbita caotica in risonanza 1:4 con la Terra e 3:1 con Giove. La distanza a cui transiterà dal nostro pianeta, seppur di tutta sicurezza, rapppresenta una distanza ravvicinata in relazione alle sue dimensioni. Per confronto, l’asteroide 2012 DA14 che sfiorerà la Terra il prossimo 15 Novembre 2013, seppur ad una distanza molto più ravvicinata, possiede un diametro di “soli” 57 metri. La sua velocità nel cielo mentre attraverserà le costellazioni della Balena e dei Pesci, sarà di circa 20 secondi d’arco al minuto, e sarà visibile anche in un piccolo telescopio come un puntino luminoso di magnitudine 10.9 da cieli bui.

http://www.meteoweb.eu/2012/12/11-12-dicembre-2012-il-ritorno-dellasteroide-4179-toutatis/169670/

Pianeta X: un corpo spaziale semiluminoso, sembra avvicinarsi al nostro Sistema Solare. Forse si tratta di una Nana Bruna?

Pianeta X: un corpo spaziale semiluminoso, sembra avvicinarsi al nostro Sistema Solare. Forse si tratta di una Nana Bruna?

Pianeta X: Un’immagine sfumata di un corpo spaziale semiluminoso, sembra avvicinarsi al nostro Sistema Solare. Forse si tratta di una Nana Bruna?

Non è la prima volta che su YouTube compaiono dei video che mostrano fotogrammi o coordinate di corpi spaziali misteriosi che fanno pensare al Pianeta X, c’è anche da dire che è difficile capire quanto possano essere vicini al nostro Sistema Solare, specie se catturati da semplici planetari virtuali.

Nonostante appaiano ai nostri occhi come stelle nelle vicinanze, certe immagini possono ritrarre anche delle nebulose lontane, o dei sistemi stellari distanti “solo” qualche anno luce, come Alfa Centauri o Gliese 876 ad esempio, che anche se sono sistemi stellari relativamente lontani dalla nostra posizione, possono comunque apparire vicini se osservati mediante questi sofisticati “telescopi virtuali” ad alta fedeltà d’immagine.

Proprio in questi giorni, si sta divulgando un video davvero degno d’interesse. Un ricercatore amatoriale, navigando col Microsoft Worldwide Telescope, ha trovato quello che pare essere un piccolo sistema stellare nascosto. Questo corpo, di color rossastro semiluminoso sfumato, non ha alcuna denominazione e questo è molto strano perché in questi software la precisione nei dettagli presenti è impeccabile, tutto ciò aggiunge un ulteriore mistero sulla vera identità di questo “corpo spaziale”, il quale risulta essere addirittura molto vicino al nostro Sistema Solare…tanto da farne parte.

Certamente è un caso da prendere con le pinze, poiché servirebbe il parere specifico da parte di un astronomo afferrato prima di sostenere che si tratti davvero di un sistema stellare “sconosciuto”, ma la vicenda risulta essere davvero intrigante.

Al di là di questo semplice video, ciò che elettrizza maggiormente è la voglia di trovare quello che noi tutti conosciamo col nome di…“Pianeta X”…e sapere finalmente di cosa si tratti realmente! Un pianeta, una nana bruna, un sistema stellare…l’idea che un giorno possa comparire per davvero un pianeta errante nei nostri cieli è sicuramente affascinante, ma sappiamo bene che questo corpo spaziale rappresenterebbe un grave pericolo per il nostro pianeta e che procurerebbe, per motivi legati a scompensi gravitazionali, degli enormi sconvolgimenti climatici che si abbatterebbero su di noi.

Osservando il video, è interessante notare come questo sistema stellare non era visibile in modalità standard, infatti non appena viene selezionata l’opzione di visione all’infrarosso (vedi da 1:30 in avanti) appare proprio, nella zona inquadrata, una macchia rossastra e semiluminosa…il presunto Pianeta X (nana bruna). A nostro modesto parere non sembra affatto essere una nebulosa lontana, ma piuttosto un sistema stellare “completo”…e neanche molto distante da noi.

Non si può nascondere il fatto che negli ultimi tempi stanno davvero girando numerose teorie inerenti all’arrivo di un misterioso corpo spaziale nei nostri cieli e la cosa più interessante è che tali teorie vengono sempre più prese in considerazione da molti scienziati, fisici ed anche da studiosi nel campo dell’esopolitica.

Ad esempio, Alfred Lambremont Webre, da sempre nel campo dell’esopolitica, ha divulgato un video, non molti giorni fa, dove spiega della sua convinzione (o forse ne è a conoscenza per motivi legati alla sua vicinanza a certe fonti governative) sull’arrivo di un secondo Sole nei nostri cieli e che diventerà presto visibile ad occhio nudo. Addirittura asserisce che questa stella, probabilmente una nana bruna, avrebbe già cominciato ad influenzare il nostro Sole il quale potrebbe presto scatenare delle imprevedibili tempeste solari. Ritiene inoltre che gli Extraterrestri ci stiano già proteggendo dalla furia del Sole.

Affermazioni, quelle di Webre, che potrebbero far piegare in due dalle risate una buona percentuale di persone…ma la verità è che la faccenda è molto seria e andrebbe approfondita, analizzata in ogni suo particolare. Ci sentiamo quindi di appoggiare le convinzioni di Webre, aggiungendo che…gli Extraterrestri ci stanno già proteggendo da tempo dalla furia del Sole (anche da meteoriti) e molti di noi sono pienamente coscienti del fatto che da diversi anni, attorno al Sole, sono sempre più presenti le “Loro Ciclopiche Sonde” dalle dimensioni planetarie, che interagiscono con la nostra stella attenuandone probabilmente la potenza…questo giustificherebbe il motivo di un ciclo solare così anomalo…quasi a rilento.

Inoltre, il fisico teorico Dr. Michio Kaku, durante una recente trasmissione radiofonica, ha trattato alcuni temi in maniera piuttosto insolita…sembrava quasi che sapesse qualcosa di importante riguardo un imminente annuncio che potrebbe venire divulgato entro i primi mesi del 2013…facendo riferimenti ad un “Pianeta Solitario”. Inoltre, ha sottolineato che ci stiamo spostando in una fase critica per il nostro pianeta, durante la quale molti hanno previsto arrivare un “ciclo intenso” di tempo meteorologico spaziale anomalo che porterà notevoli disturbi alla vita sulla Terra.

Gli scienziati hanno fatto sorprendenti scoperte sulle nane brune che sfidano le teorie di formazione dei pianeti rocciosi delle dimensioni della Terra attorno a queste strane stelle. Come sappiamo, una nana bruna è troppo piccola per innescare le reazioni termonucleari con cui le stelle riescono a produrre luce e radiazioni. La nana bruna emette solo il calore prodotto dalla lenta contrazione gravitazionale e brilla di un colore rossastro, anche se molto meno intensamente di una stella.

La conferma scientifica che pianeti possano formarsi attorno a nane brune interstellari, in un modo simile a quelli che si formano attorno alle stelle regolari, emerse nel 2001. I dischi di accrescimento furono trovati attorno a queste stelle fallite, alcune di queste erano piccole quanto 10 volte la massa di Giove. Ciò portò a pensare che alcune nane brune in orbitazione libera potevano avere pianeti orbitanti. Potrebbe qualcuno di essi supportare la vita? Se diamo ragione alle teorie di Zecharia Sitchin, la risposta è sì, poiché Nibiru potrebbe in realtà essere proprio uno dei pianeti che orbitano attorno ad una Stella Nana Bruna, la quale ogni 3600 anni circa incrocia la traiettoria orbitale del nostro intero Sistema Solare. Quindi gli Anunnaki, nostri pro-genitori nonché abitanti di Nibiru, potrebbero davvero presto fare ritorno rivelandosi così all’umanità terrestre.

Guardando più volte il video ci si rende conto di quanto questo sistema stellare sembra davvero essere molto vicino al nostro Sistema Solare, l’ingrandimento che viene effettuato per misurarne la distanza è davvero minimo, ciò suggerisce che potrebbe trovarsi addirittura “dentro” al nostro Sistema. Tuttavia questo non è sufficiente per trarre delle conclusioni, ma è plausibile ipotizzare che si tratti proprio di una nana bruna in rapido avvicinamento…proprio come venne raffigurato nel messaggio apparso nel crop circle di Avebury Manor.

Non abbiamo bisogno di conferme da parte della NASA…i Messaggi degli Extraterrestri rappresentano l’unica vera fonte attendibile che un essere umano “libero” può trovare nel proprio cuore.

Scritto da Dan Keying

Per Segnidalcielo.it

http://www.segnidalcielo.it/2012/12/07/pianeta-x-un-corpo-spaziale-semiluminoso-sembra-avvicinarsi-al-nostro-sistema-solare-forse-si-tratta-di-una-nana-bruna/

Giappone: tsunami con onde alte 1 metri si abbatte sulla costa della prefettura di Miyagi

Uno tsunami con onde alte fino a un metro e’ arrivato sulla costa nord-orientale del Giappone. Lo ha reso noto l’agenzia meteo locale. L’onda anomala e’ stata registrata a Ishinomaki, una citta’ nella prefettura di Miyagi, la stessa pesantemente colpita dallo tsunami del marzo 2011. Il forte sisma (magnitudo 7,3) che ha provocato lo tsunami e’ stato registrato intorno alle 18 ora del Giappone. L’epicentro e’ stato localizzato a circa 284 km a est di Sendai, 459 km a nord di Tokyo. E infatti la scossa tellurica e’ stata avvertita anche nella capitale, dove hanno tremato violentemente numerosi edifici. Le centrali nucleari situate nella zona interessata dal sisma non hanno pero’ registrato ‘anomalie’, ha fatto sapere la societa’ Tepco che gestisce gli impianti.

http://www.meteoweb.eu/2012/12/giappone-tsunami-con-onde-alte-1-metri-si-abbatte-sulla-costa-della-prefettura-di-miyagi/169614/

Censurata l'attività di scienzamarcia - traduzioni sullo zolfo

News Gerda!
 
Censurata l'attività di scienzamarcia - traduzioni sullo zolfo

Ieri ho ricevuto 3 messaggi come questo

The file (Spraying planes - best footage ever_xvid.avi) violates the MediaFire Terms of Service. Due to it being distributed from your account, it has been removed. Also, a Strike has been placed against your account and can lead to a termination of service.

Check our policy violations page for more information.

Thank you for using MediaFire as your cloud based file sharing service provider.

Sincerely,

The MediaFire Team

Tradotto: ho messo su mediafire un filmato sulle scie chimiche realizzato da un attivista, al quale del copyright non può importare di meno, ma non riesco più nemmeno a stilare un reclamo (non riesco più ad accedere per qualche motivo "misterioso".)

Del resto ho ricevuto altri 3 avvisi simili ed è chiaro che il servizio presto sarà "terminato".

Tradotto in altri termini: la lotta contro le scie chimiche, contro i vaccini tossici, contro la chemioterapia sta dando i suoi frutti e siccome il sistema di potere non gradisce occorre attivare la censura.

Al più presto vedrò di capire come mettere su qualche altro server almeno i filmati realizzati da me, ma come ho detto per far cessare una lotta a favore dell'umanità il sistema di potere non ha alcuno scrupolo e inventa ogni sorta di pretesto

Quindi il mio consiglio per tutti è di intallare download helper per firefox o orbit downloader su internet explorer se volete conservare una testimonianza importante condivisa da un attivista su youtube.

Nel frattempo continua l'attività di traduzione dell'articolo sul deficit di zolfo:

deficit di zolfo, atrofia muscolare e morbo di Crohn

http://risveglioglobale.blogspot.com/2012/12/deficit-di-zolfo-atrofia-muscolare.html

deficit di zolfo e morbo di alzheimer

http://risveglioglobale.blogspot.com/2012/12/il-morbo-di-alzheimer-e-con-causato-da.html

NB: lo zolfo è antagonista dell'alluminio, il rame inibisce l'attività dello zolfo, e dal cielo a Lugo di Romagna è piovuta una strana gelatina a base di rame alluminio e bario

fare click per vedere l'immagine ingrandita

fonte: http://scienzamarcia.blogspot.it/2012/12/censurata-lattivita-di-scienzamarcia.html

Terremoto Magnitudine 7,3 Mw Regione OFF EAST COAST di Honshu, GIAPPONE

Magnitudine
7,3 Mw

Regione
OFF EAST COAST di Honshu, GIAPPONE

Data ora
2012/12/07 08:18:23.0 UTC

Posizione
37,92 N; 144,02 E

Profondità
30 km

Distanze
276 km E Sendai (pop 1037562; ora locale 17:18:23.4 2012/12/07)
245 km E Ishinomaki (pop 117.233; ora locale 17:18:23.4 2012/12/07)
235 km SE Kesennuma (pop 59.116; ora locale 17:18:23.4 2012/12/07)

Vista globale

http://www.emsc-csem.org/Earthquake/earthquake.php?id=296231

giovedì 6 dicembre 2012

Gli astrofisici confermano: il sistema solare sta entrando nella Dark Rift o Crepa Oscura della Galassia

Gli astrofisici confermano: il sistema solare sta entrando nella Dark Rift o Crepa Oscura della Galassia

La National Academy of Sciences degli Stati Uniti, insieme con la NASA e molti altri scienziati,  sono abbastanza preoccupati del fatto che la Terra (e il Sistema Solare) sta iniziando ad attraversare il centro assoluto della Galassia, chiamato anche fessura oscura (“spaccatura scura”), o Dark Rift nella Via Lattea, il cui epicentro sarà il il 21 Dicembre 2012. Il Dark Rift, o fessura scura, sarebbe piena di spazzatura spaziale, costituita da pietre e massi ma soprattutto da alcuni asteroidi e oggetti delle dimensioni dei pianeti. Questa “spaccatura scura” è il piano gravitazionale galattico della Via Lattea e nasconde le insidie di questa spazzatura spaziale.

Che cosa accadrà il 21 dicembre 2012?

Secondo il ricercatore John Major Jenkins, a Izapa, dove vi è scritta la storia di questo Dark Rift,  è un sito archeologico pre-colombiano della civiltà Maya, il più grande nello stato messicano del Chiapas, che fiorì nel tardo periodo formativo. La città era sorta sul fiume Izapa vicino al vulcano Tacaná. La città raggiunse il periodo di massimo splendore tra il 600 a.C. e il 100; anche se alcuni archeologi hanno proposto una teoria che daterebbe il primo insediamento nella zona intorno al 1500 a.C. Izapa si trova su un terreno formato da materiale di origine vulcanica, fertile e adatto all’agricoltura, dove si produceva il cacao. Izapa era un sito esteso che comprendeva un gruppo di 80-130 tumuli, dei quali solo metà sono stati scavati e restaurati. Nella città vi erano piramidi, piazze e due giardini da gioco della palla. Izapa è stato costruito allineato con il vulcano Tacaná e sembra essere situato verso l’orizzonte corrispondente al solstizio invernale.

Oggi, una dozzina di siti archeologici presentano costruzioni stilisticamente collegate a quelle di Izapa, che è chiaramente il luogo cerimoniale più importante della regione. Il Sole passa sulla verticale di Izapa, collocata nella fascia tropicale a 15 gradi di latitudine, il 1 maggio e l’11 agosto. Questa felice circostanza divide l’anno in due parti, una di 260 giorni e l’altra di 105. Per questo motivo alcuni studiosi considerano Izapa il luogo di nascita del calendario tzolkin di 260 giorni e del Lungo Computo. La posizione geodetica di Izapa è perfetta, perché ad altre latitudini la divisione dell’anno sarebbe diversa.
Il Lungo Computo compare nei reperti archeologici del I secolo a.C., all’apice della civiltà di Izapa. Le più antiche rappresentazioni del Lungo Computo sono distribuite in un ampio arco attorno a Izapa, e una estremamente affascinante, datata 37 d.C., si trova nella città gemella di Izapa, Takalik Abaj.

Izapa venne scavata negli anni ’60 da una squadra di archeologi della Brigham Young University. Vennero portate alla luce sessanta stele scolpite, alcune delle quali nello stesso luogo in cui si trovavano quando la città venne abbandonata circa 1800 anni fa. Per questo motivo è possibile mappare con precisione l’orientamento delle stele e dei loro principali raggruppamenti. Il libro di John Major Jenkins “Maya Cosmogenesis 2012″ richiamò l’attenzione su Izapa e sul collegamento tra le divinità e gli episodi mitologici incisi nella pietra e i moti astronomici celesti sulla verticale del sito. E’ perfettamente logico, perché sappiamo che la mitologia e l’astrologia maya sono strettamente interconnesse. Le scene mitologiche sono facilmente riconoscibili: i due Eroi Gemelli, il presuntuoso reggitore Seven Macaw e il padre solare dei gemelli, Uno Hunaphu. Il mito della creazione è quindi un elemento centrale delle stele di Izapa. Anzi, alcuni dei più antichi miti di creazione maya sono già presenti a Izapa, suggerendo che, assieme al Lungo Computo, anche il mito della creazione abbia avuto origine qui.

I tre principali gruppi di stele di Izapa, i gruppi A, B e F, rappresentano i tre centri cosmici dell’astronomia maya: il centro polare, zenitale e galattico. Lo si evince dal loro orientamento e dai simboli. Più sorprendenti sono le figure delle tre note divinità associate ai tre centri cosmici, rappresentate in varie scene e gesta: Seven Macaw (a sinistra), Quetzacoatl e Uno Hunab Ku. Seven Macaw è una divinità in forma di uccello raffigurata nel gruppo A e simbolo dell’Orsa Maggiore, la costellazione che circonda la stella polare. Un’altra divinità a forma di uccello presente a Izapa è probabilmente una precedente versione di Quetzacoatl, raffigurato mentre ascende allo zenit nelle stele del gruppo B. Siamo di fronte a un complesso collegamento misterico di tre forze cosmiche che sono altrettanti insegnamenti spirituali per l’umanità, soprattutto in relazione alle dinamiche della fine di un ciclo. L’intero mito della creazione parla di un’età del mondo formata da ere lunghissime e dai loro momenti di transizione, con riferimento diretto al mistero del 2012.

Per comprendere la profezia e gli insegnamenti racchiusi nel cortile del gioco della palla nel gruppo F, dobbiamo rivolgere l’attenzione alle dinamiche tra Seven Macaw e Uno Hunab Ku. Queste storie non sono semplici racconti di fantasia, ma racchiudono una profonda saggezza perenne, insegnamenti spirituali rivolti all’umanità che si trova a vivere alla fine di un ciclo.
Queste sculture sono rivolte verso nord, in direzione del vulcano Tacanà, dietro il quale sorge e tramonta l’Orsa Maggiore. La raffigurazione di Seven Macaw rappresenta l’elemento profondamente umano dell’ambizione, della tracotanza e della caduta. E’ il presuntuoso e falso reggitore della precedente età del mondo, deciso a ingannare l’umanità. Il suo potere mondano deriva dall’essere completamente votato all’egoismo e all’opportunismo, ma questo potere ha un prezzo, perché il suo votarsi a questa visione limitata del mondo lo esclude dalla conoscenza del suo vero creatore, della sua fonte infinita ed eterna. E’ un’alienazione che lo fa soffrire e lo spinge a proiettare la sua sofferenza sul mondo.

Gli Eroi Gemelli entrano in scena quando il loro padre, Uno Hunaphu, ha la testa mozzata dai Signori del Mondo Sotterraneo. Il loro destino è quello di vendicare la morte del padre, farlo rinascere e reinsediarlo nel ruolo di reggitore della nuova età del mondo. Ma prima devono eliminare Seven Macaw. L’illustrazione su questa stele mostra uno dei due Eroi Gemelli che colpisce Seven Macaw facendolo cadere dal suo trespolo, simbolo del suo trono nel centro polare del cielo boreale.

La bellissima scena riportata in questa stele, definita una nuova “stele di Rosetta” cosmologica, è conservata nel museo di Tapachula, una cittadina a una quindicina di chilometri da Izapa. Si noti l’uccello in cima all’albero: Seven Macaw. Hunaphu, figlio di Uno Hunaphu, vuole far cadere Seven Macaw. Il coccodrillo a sinistra rappresenta la Via Lattea e la sua testa rappresenta il rigonfiamento del nucleo nel centro galattico. Si noti anche l’asse che collega le fauci del coccodrillo in basso alla divinità polare in alto. In questa immagine è contenuto uno stupefacente messaggio, una sorprendente conoscenza della dialettica tra il centro polare e il centro galattico. Gli attori astronomici determinano l’azione mitologica, che si sviluppa come un’azione misterica mirata a offrire un insegnamento spirituale sulla fine di un ciclo: il 2012. Le fauci del coccodrillo sono un importante elemento della mitologia maya che rappresenta il “dark rift”, la zona oscurante di polvere interstellare che percorre verso nord la Via Lattea a partire dal rigonfiamento del nucleo del centro galattico. I Maia la chiamavano Xibalbà be, la “strada per l’altro mondo”. Le fauci del coccodrillo vengono anche rappresentate come la bocca di una rana.

Nella scrittura geroglifica maya, il segno della bocca aperta della rana significa “nascere”. La divinità che emerge dalla bocca della rana è Uno Hunaphu, il Primo Signore del Sole che all’alba di una nuova era misura l’universo con le braccia aperte. Uno Hunaphu ha associazioni calendariali, direzionali e stagionali che lo identificano con il Sole del solstizio d’inverno. La stele 11 rappresenta il Sole al solstizio d’inverno che rinasce dal dark rift, ed è quindi un’immagine del raro allineamento galattico che avverrà nell’era-2012. La stele 11, incisa oltre 2.000 anni fa, rappresenta il raro allineamento astronomico che si verifica ogni 26.000 anni cadendo il prossimo nell’era-2012. Poiché la strada che conduce nell’altro mondo è associata alle caverne cerimoniali, alle porte dei templi e al canale della nascita umana, comprendiamo perché i Maya pensassero all’allineamento del 2012 come a una rinascita sacra. Il codice iconografico di Izapa, antico di 2.000 anni, fa un’affermazione sorprendente: il mondo rinascerà quando il Sole del solstizio d’inverno si allineerà, lungo il dark rift, con il centro galattico.

Il gioco della palla Maya e l’allineamento del Sole

Prima di tutto, occorre capire in che modo il gioco della palla riflette l’allineamento galattico. Dai paralleli simbolici, ampiamente accertati, tra l’astronomia e il gioco della palla, emergono con certezza alcuni elementi. Osservando l’immagine più in basso, il cortile rappresenta la Via Lattea. La palla rappresenta la testa recisa di Uno Hunaphu, ovvero il Sole al solstizio d’inverno. Il cerchio infisso nel muro rappresenta il dark rift, la nube di polvere interstellare al centro esatto della Via Lattea (foto in basso).

I giocatori mettono in scena il mistero narrato nel mito di creazione del Popol Vuh in cui i due Eroi Gemelli combattono contro i Signori Oscuri del Mondo Sotterraneo nel campo di gioco cosmico del sacrificio, della giustizia e della resurrezione. Ecco come il gioco della palla si può considerare l’evento centrale dell’allineamento galattico dell’era-2012 cifrato nel mito della creazione. Quando la palla entra nell’anello, il Sole solstiziale entra nel dark rift e un ciclo temporale giunge alla sua fine. In quel momento ha fine anche la vecchia età del mondo dell’inganno e dell’illusione, sostituita da una coscienza rinnovata e più elevata attraverso la rinascita a una luce più alta.

Il complesso monumentale del cortile del gioco della palla di Izapa contiene un messaggio rivelatore di questo gioco misterico, inteso dagli astronomi di Izapa come una rivelazione ricevuta da una fonte superiore. Il messaggio del 2012 va quindi compreso alla luce dell’orientamento del cortile verso il punto occupato dal Sole al solstizio d’inverno, del significato degli sciamani seduti in trono, del vero significato del sacrificio (che rappresenta le energie alla fine di un ciclo) e del rapporto tra l’io e il sé divino. Incominciamo da quest’ultimo punto.

Il mito di creazione maya di Seven Macaw e Uno Hunahpu riflette un insegnamento perenne riassunto da Aldous Huxkey nella sua introduzione a The Song of God: Bhagavad-Gita. Distillando la saggezza universale al centro delle grandi religioni del mondo, Huxley elenca quattro principi. Primo, gli esseri umani contengono due sé: l’io limitato, che serve a scopi pratici ma che può trasformarsi in megalomania, e il sé divino, lo sfondo eterno e infinito della manifestazione. Il mondo costituito di elementi, oggetti, stelle, pianeti e fenomeni (tra cui gli esseri viventi) sgorga da questo divino sfondo incondizionato. Secondo, l’eccessiva identificazione con l’io provoca la dimenticanza del sé divino. Terzo, il sé divino illimitato non può essere compreso né conosciuto dalla mente razionale, ma va sperimentato direttamente. Questa esperienza comprende l’iniziazione presente negli insegnamenti esoterici di tutte le religioni. Quarto, lo scopo dell’esistenza umana è la riunificazione dell’io con il sé divino, per vivere in piena coscienza dello sfondo eterno e infinito della manifestazione.

La chiave per la nostra epoca è una visione iniziatica che abbia valore e significato per il mondo moderno. In che modo sviluppare questa visione? Il messaggio nelle pietre di Izapa allude a tre metodi: il tantrismo, la guarigione sciamanica mediante le piante sacre e la meditazione sul respiro. La chiave di tutte e tre le pratiche è il sacrificio (il lasciar andare), e la chiave del sacrificio è l’umiltà e la compassione.
L’immagine in alto schematizza il cortile del gioco della palla di Izapa e le sue costruzioni. Il cortile è orientato a sud-est, verso il punto in cui al solstizio d’inverno del 2012 il Sole nascerà allineato al dark rift e quindi al centro galattico. Circa 2.100 anni fa, gli astronomi di Izapa dovettero vedere il dark rift sorgere all’orizzonte prima dell’alba di un solstizio d’inverno. Quegli antichi cosmologi osservarono l’allineamento e calcolarono che si sarebbe ripetuto nel 2012, ponendo il termine del loro calendario in questa data. (Vi sono validi motivi per ritenere che questo allineamento preannunci un importante cambiamento energetico nei cieli temporali, come spiegato da John Major Jenkins in Galactic Alignment).

All’estremità più lontana del cortile, una stele rappresenta Hunahpu eretto su Seven Macaw caduto a terra. Osservando questa stele alla luce del prossimo allineamento che avverrà nel punto indicato dalla stele, l’antico iniziato vedeva reiterarsi il mito della creazione: Seven Macaw (l’io) deve cadere affinché Uno Hunahpu (il sé divino) possa rinascere. L’antico dio polare muore e il nuovo dio galattico nasce. Un modello solare-galattico viene così a sostituirsi a un modello geo-polare. L’io deve umiliarsi per poter recuperare il giusto rapporto con il sé divino, consentendo alla saggezza eterna di risplendere.

L’unione di astronomia, mitologia e insegnamento spirituale è la cifra di quella che Jenkins definisce la profezia del 2012, lo scenario che si presenta nel punto di transizione alla fine di un’età. Che cosa dice questa profezia? Seven Macaw, l’egoismo che pensa solo a se stesso, governerà il mondo e lo porterà alla rovina, facendo dimenticare agli uomini la loro natura eterna e spingendoli a identificarsi con l’io limitato. Secondo Jenkins, è questa la vera profezia del 2012. La seconda parte della profezia, perfettamente leggibile nel mito della creazione, dice che l’io può farsi umile, lasciar andare la credenza illusoria di essere il vero centro e ricollegarsi al sé divino eterno. In questo modo Uno Hunahpu, l’anima rinata al giusto rapporto con il sé superiore, può risplendere. L’io diventa trasparente ed è illuminato dalla mene divina che sinora era celata al suo interno. La chiave di questa profezia è la volontà, perché ciò di cui facciamo esperienza dipende dalle nostre scelte: che scegliamo di rimanere aggrappati per paura alla familiare illusione o che scegliamo di aprirci con amore e fiducia al grande mistero che vuole elevarci e trasformarci.

Al centro della parete settentrionale del cortile del gioco della palla troviamo la stele 67, che mostra la vittoriosa rinascita di Uno Hunahpu dentro una canoa che simboleggia la Via Lattea. Come nella stele 11, appare nella posizione dell’allineamento galattico, “in mezzo” alla Via Lattea. Dietro la stele, a nord, l’osservatore ha davanti a sé il vulcano Tacanà, su cui Seven Macaw sorge e tramonta, un memento delle vicissitudini e della follia dell’egoismo.

Sul lato opposto del cortile si trovano sette sedili o troni di osservazione. Su questi troni sedeva un gruppo di maestri o sciamani-astronomi che osservavano il gioco misterico che si svolgeva nel cortile e il cielo sopra l’orizzonte.
Questi tre elementi (il trono, il gioco della palla e la bocca del serpente) racchiudono il triplice insegnamento del 2012, simboleggiando nello stesso tempo l’allineamento del Sole al solstizio con il centro galattico. Il primo (il trono) rappresenta il centro del cosmo, dalle cui gambe stilizzate emerge una divinità solare. Rappresenta anche il sole e il canale della nascita, simboleggiando il futuro allineamento all’orizzonte durante il solstizio d’inverno. E’ un’immagine di rinascita. Il secondo (la testa di serpente che in origine recava i bocca un piccolo disco solare) è un’altra immagine del Sole nel dark rift, ma con una connotazione di divoramento e di morte.
Abbiamo quindi la morte e la rinascita, una polarità usata spesso per indicare il solstizio d’inverno, che segna la fine di un anno e l’inizio di un successivo. La nascita del nuovo è preceduta dalla morte del vecchio. Ma l’immagine divoratrice simboleggia anche la trasformazione. Ciò che muore non finisce, ma si trasforma in ciò che rinasce. Allo stesso modo, l’io non va distrutto, ma trasformato attraverso il contatto con la luce rinnovatrice del sé divino. Questo è il vero significato del sacrificio e della trascendenza, perché la trascendenza non annulla ciò che trascende ma lo include in una visione più globale.
La palla e l’anello nella parte inferiore della figura rappresentano il gioco della palla e, come abbiamo già visto, l’allineamento galattico tra il Sole solstiziale e il dark rift. Qui entra a far parte della simbologia anche il gioco, che è la danza o l’attività della coscienza, il movimento dell’umanità verso la rinascita e la partecipazione cosciente a questo processo. E’ un’esigenza di trasformazione positiva attraverso la volontà di lasciar andare l’illusione che vincola l’io ai suoi stati limitati. Nel mito, Seven Macaw cade perché rifiuta di lasciar andare l’attaccamento all’io. Uno Hunahpu, che perse la testa recandosi volontariamente a Xibalbà, la riottenne alla rinascita, assieme a molte altre cose.

di  John Major Jenkins

http://www.segnidalcielo.it/2012/12/06/gli-astrofisici-confermano-il-sistema-solare-sta-entrando-nella-dark-rift-o-crepa-oscura-della-galassia/

3MIN News December 6, 2012

UFO Crash a Okinawa: la Marina Militare pubblica la prima fotografia dell’UFO

UFO Crash a Okinawa: la Marina Militare pubblica la prima fotografia dell’UFO

GIAPPONE -  Ufficiali della Marina hanno rilasciato la prima foto in assoluto di un UFO che si è schiantato al largo della costa di Okinawa. La foto appare granulosa e un pò troppo chiara, dovuto al fatto che tale immagine è stata presa nel fondale dell’Oceano, ma mostra chiaramente una fonte di energia ancora incandescente, poi visibile anche la cima della cupola del velivolo.

Abbiamo voluto rilasciare questa foto al mondo e confermare la relazione elaborata ieri”, ha detto il portavoce della Marina militare giapponese Yoshido Hari. “Questa immagine darà credito a quello che alcuni dei nostri cittadini che vivono ad Okinawa hanno assistito ieri a questo incidente. E ‘evidente che ancora ci sono molti giorni prima che il misterioso aereo venga recuperato, ma ci prenderemo il nostro tempo necessario per portare  atermine le operazioni, in modo tale da portare in superficie l’aereo in un unico pezzo. Dobbiamo preservare l’oggetto il più possibile. “

Numerosi rapporti hanno cominciato a circolare in tutto il mondo da ieri in merito a un possibile incidente UFO al largo della costa di Okinawa. Molte persone, tra cui i grandi media, credevano che i rapporti fossero solo un falso o uno scherzo elaborato. L’immagine scattata dai sommozzatori della Marina giapponese metterà termine ai pensieri di falsità.

Questo non è uno scherzo”, ha detto Hari, candidamente parlando con i giornalisti. “Abbiamo prove evidenti che sul fondo del mare ci sia la presenza di un UFO. Quello che il mondo si pensava praticamente impossibile è ora una realtà. Spetta a noi di conservare quella realtà, al fine di studiare la struttura della nave aliena e forse anche le forme di vita che la abitano. “

Diversi scienziati provenienti dagli Stati Uniti sono già stati inviati dal governo degli Stati Uniti e arriveranno a Tokyo oggi.  Non è chiaro, tuttavia, se la nave sarà spostata nella capitale per ulteriori studi e ricerche o se rimarrà ospitata in un hangar a Okinawa.

“A questo punto, non si può dire con certezza dove ci condurranno i nostri studi”, ha detto Hari. “Il nostro obiettivo principale in questo momento è il recupero del velivolo gigante in un unico pezzo. Dobbiamo farlo uscire dall’acqua salata prima che corroda i pezzi critici. Ovviamente, mantenendo intatta la struttura sarebbe ottimale. “

Alla domanda se la Marina giapponese aveva alcuna intenzione di rilasciare le foto future del UFO abbattuto, Hari ha commentato: “In questo momento non abbiamo altre foto da far vedere al pubblico. L’acqua è un po ‘torbida e l’immagine rilasciata al mondo questa mattina è la migliore qualità disponibile in questo momento. Cercheremo di produrre altre foto del velivolo, in attesa che le condizioni migliorano. “

E? previsto nella giornata di domani,  l’arrivo a Okinawa del primo ministro giapponese Yoshihiko Noda, per parlare con i rappresentanti della Marina per quanto riguarda il recupero degli UFO. Inutile dire che, il governo giapponese ha un enorme interesse nel preservare l’aereo in quanto verrà utilizzato per le imprese di ricerca future.

Ovviamente questa notizia è riapparsa sul ben noto sito web inothernewz.com che molti appassionati affermano che sia sito web poco attendibile, quindi di conseguenza anche la notizia di questo UFO crash sarebbe altrettanto falsa. Attendiamo comunque ulteriori news su questo caso, che sta diventando peggio di una telenovela…poi ognuno è libero di credere o meno.

Redazione Segnidalcielo

link

http://www.segnidalcielo.it/2012/12/06/ufo-crash-a-okinawa-la-marina-militare-pubblica-la-prima-fotografia-dellufo/

mercoledì 5 dicembre 2012

Fulmine colpisce un campanile di una chiesa nel vibonese…

Anche il cielo è infuriato con le campane delle chiese…sono spente e morte…è un onda di consapevolezza che arriva…e mio Dio…che casino sta facendo questa data 21 dicembre 2012…

La Russia e l’Ucraina sono nel panico più assoluto…http://www.segnidalcielo.it/2012/12/05/maya-2012-psicosi-da-fine-del-mondo-in-russia-nel-kit-apocalisse-ci-sono-vodka-e-fiammiferi/

E quello che più mi da soddisfazione…e che le pecore lasciano il gregge del mal pastore…perchè comprendono che c’è qualcosa di più…chi sa quanto milioni di persone nel 21 dicembre di questo 2012… vivranno la voglia di cambiamento…e quando sono in tanti…diventa una forza infinita…che va indirizzata al nostro Universo…si desidera un nuovo cambiamento… e questo sicuramente è una bellissima cosa… la Legge dell’attrazione ascolta sempre… Buona lettura… sperando che le campane del mondo iniziano a suonare a festa…Dolbyjack

 

In serata durante un forte temporale un fulmine si è abbattuto sul campanile di una chiesetta di Paravati, un paese del vibonese. La saetta ha colpito la croce e le campane facendo cadere dei detriti. Sulla strada per fortuna in quel momento non vi erano dei passanti e non si sono registrati conseguenze per le persone. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Vibo Valentia che hanno messo in sicurezza il campanile. Diversi gli interventi dei vigili del fuoco in tutto il territorio regionale per far fronte all’ondata di maltempo che si sta abbattendo sulla Calabria in questi giorni.

http://www.meteoweb.eu/2012/12/fulmine-colpisce-un-campanile-di-una-chiesa-nel-vibonese/169310/

Terremoto Magnitudine 5,4 mb Regione ORIENTALE IRAN

Magnitudine
5,4 mb

Regione
ORIENTALE IRAN

Data ora
2012/12/05 17:08:12.0 UTC

Posizione
33,54 N; 59,59 E

Profondità
2 km

Distanze
304 km a S Mashhad (pop 2307177; ora locale 20:38:12.5 2012/12/05)
81 km a NE Birjand (pop 196.982; ora locale 20:38:12.5 2012/12/05)
41 km a SE Qa'nat (pop 18768; ora locale 20:38:12.5 2012/12/05)

Vista globale

http://www.emsc-csem.org/Earthquake/earthquake.php?id=296060

Non solo Malta: ben 2 meteoriti sono stati avvistati ieri sera nei cieli della Sicilia, le segnalazioni »

Abbiamo già parlato stamani inquest’articolo del meteoroide avvistato ieri sera da centinaia di persone a Malta. Quello stesso “bolide” è stato avvistato su gran parte della Sicilia sud/orientale, soprattutto nel siracusano, nel catanese e nel ragusano, da molte persone. Poche ore prima, intorno alle 18:00, da tutta la Sicilia arrivano segnalazioni di un altro fenomeno analogo. Tutti i testimoni si dicono stupefatti da una “stella cadente gigante e molto luminosa” dal colore “verdastro” che è durata circa 15 secondi. In questo periodo dell’anno questi fenomeni possono essere ancor più frequenti in quanto proprio verso la metà di dicembre transita intorno al nostro pianeta lo sciame delle meteore Geminidi, quindi nei prossimi giorni questi fenomeni potranno essere ancor più frequenti.  Come abbiamo già spiegato stamattina, si è trattato di un meteoroide, ossia un frammento di roccia delle dimensioni di un piccolo sasso, che è entrato nella nostra atmosfera a velocità molto elevata, che in talune circostanze può arrivare a superare i 260.000 Km/h. La visione di questi corpi è caratterizzata da una palla di fuoco che cade velocemente dal cielo, lasciando dietro di sè una scia di luce della durata di qualche secondo. Possono assumere varie colorazioni: dal bianco al rosso, dal verde all’arancione. In alcune circostanze possono addirittura esplodere, dando vita a lampi di luce spettacolari (denominati flare) e/o cambiare colorazione, originando uno spettacolo memorabile per i fortunati osservatori. Questi fenomeni infatti non possono essere previsti. Essendo imprevedibili hanno spesso osservatori del tutto occasionali. Ci sono inoltre circostanze dove i bolidi producono anche un boato dovuto all’esplosione, simile ad un tuono lontano. Questi casi però sono davvero molto rari.  Meteore poco luminose possono essere osservate in qualsiasi notte dell’anno, a patto di essere in luoghi bui e lontani da inquinamento luminoso. Per capire cosa andremmo incontro se la nostra atmosfera non ci proteggesse da questi oggetti, basta osservare la superficie lunare, butterata da enormi crateri d’impatto. La scia si rende visibile in quanto l’attrito con le molecole dell’aria li riscalda sino all’incandescenza, generando luce. Bruciano generalmente ad una quota di 80 Km nella nostra Ionosfera e quando assumono una luminosità molto elevata si definiscono “bolidi”, un termine utilizzato comunemente dagli appassionati ma non accettato dalla comunità scientifica, la quale non classifica questi oggetti a seconda della loro luminosità. Non tutte le meteore sono associate a veri e propri sciami, ed in questo caso si parla di meteore sporadiche (proprio come nel caso di stasera), granelli di polvere casuale che orbitano nel sistema solare intorno al Sole, e che in modo imprevedibile possono finire sul cammino del nostro pianeta.

Eppure, gran parte dei meteoroidi che raggiungono il suolo, e che quindi prendono la denominazione di meteoriti, appartengono proprio a questa categoria. Probabilmente questo accade in quanto questi frammenti appartenevano ad asteroidi ormai disgregati, mentre gli sciami rappresentano i resti di antiche comete periodiche che viaggiano lungo il nostro Sistema Solare. Siamo di fronte ad un evento sempre più frequente o è frutto della normalità? Senza ombra di dubbio il fenomeno delle meteore ha affascinato gli osservatori del cielo sin dalla notte dei tempi; ogni giorno l’atmosfera della Terra riceve milgiaia di corpi rocciosi, delle dimensioni di granelli di sabbia e rocce un pò più grandi, che vengono attratte dall’attrazione gravitazionale terrestre. Affinchè si possa tracciare un quadro più completo, è necessario fornire alcune indicazioni di base, come la data precisa e l’ora, la località e la luminosità dell’evento, la traiettoria, la morfologia, il colore, la durata, la persistenza dell’eventuale scia, eventuali flare o boati uditi. L’osservazione di grandi bolidi andrebbe sempre riferita a centri di raccolta o ai gruppi astrofili più vicini, in modo da fornire elementi preziosi per il loro studio. Abbiamo quindi appreso che nonostante qualcuno possa impaurirsi di fronte a questo spettacolo, si tratta di un bellissimo fenomeno naturale che soltanto i più fortunati riescono ad ammirare e che alle volte una vita intera non basta a non farci meravigliare.

http://www.meteoweb.eu/2012/12/non-solo-malta-ben-2-meteoriti-sono-stati-avvistati-ieri-sera-nei-cieli-della-sicilia-le-segnalazioni/169257/

Il Sogno Italiano

News Stefano!

Citigroup taglia 11mila posti di lavoro

News Stefano !

Michael Corbat

Michael Corbat

New York, 05-12-2012

Citigroup riduce la propria forza lavoro di 11.000 unità. Lo comunica Citigroup. "Queste azioni sono il successivo passo logico nella trasformazione di Citigroup" afferma l'amministratore delegato Michael Corbat in una nota.

"Siamo impegnati sulla nostra strategia, ma abbiamo identificato aree e prodotti in cui la nostra dimensione non offre significativi ritorni" afferma Corbat.

I tagli costeranno a Citigroup nel quarto trimestre 1 miliardo di dollari ante imposte ma si tradurranno in risparmi per oltre 1,1 miliardi di dollari l'anno a partire dal 2014. Nel 2013, invece, i risparmi saranno 900 milioni di dollari

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=172325

Città del Vaticano….per Urgenza …Suonate spesso le Campane di tutti i Campanili del mondo….

 

Salve Papa Ratzinger…vado al dunque… Le persone nel mondo hanno paura del 21 dicembre,,,

Come calmarli ?’….… …specialmente i Cattolici sparsi  nel mondo ….?

Le campane , il loro suono --- calmano le persone …

Perchè  tenere spente le Campane?

Perché non date Voce che ci siete?

Datevi una mossa nel fare il Vostro Servizio a Dio… lo dite Voi che portate la tonaca …per privilegio divino …  ammaestrare il gregge…a Dio…

Date Prova con il suono delle Campane della Vostra presenza…

Aprite le vostre porte… e che il vostro parlare non sia fatto di cavolate…dite la verità…sui fatti…ora Loro i Cattolici sanno la Verità…apriamoci tutti… e basta con l’Ego de turba  e angoscia l’Anima…

Suonate le Campane…le persone si informano in questi giorni …anche quello che non ha mai creduto…ora si domanda se è vero… (Presenza UFO ) ( Nuove Verità che la Bibbia dice altro …Alieni del Passato…) Mi viene in mente questo Versetto della Bibbia …

Ecco il Testo:

Dal Vangelo secondo Luca
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte.
Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con grande potenza e gloria.
Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina.
State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso all’improvviso; come un laccio infatti esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. Vegliate in ogni momento pregando, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».
Parola del Signore

Ecco detto questo … A voi il credere o no … questo verso sembra risuonare su molti intelligenti ….sembra che Luca stia parlando al Notiziario globale…

Ora studiano la Verità su internet…perchè non è nascosto …Apocrifo è il silenzio delle religioni che tremano…Ora sanno e voi dite ; gli abbiamo nascosto la Verità…e tremate ancora…perchè questa farsa è quasi dissolta…

 

Per Favore….state Calmi… Sarà solo la coscienza che va risvegliandosi dal torpore del Tam Tam della vita…

Con questa Botta… finalmente vi state informando…la Paura fa 90 …M

Ma state Calmi…p.s. Bello questo Video… Forse è tempo che Conosceremo presto Coloro che vengono dal Cielo…Dolbyjack  Namastè!

Nuovo video mostra enorme UFO sulle Hawaii

Nuovo video mostra enorme UFO sulle Hawaii

Il video che vi presentiamo è stato registrato il 3 Dicembre 2012 da due diverse angolazioni e mostra quello che sembra essere un enorme UFO composto da svariate luci. IL fatto è accaduto nella località di Hilo Big Island, il più importante centro abitato delle isole Hawaii dove molte persone hanno assitito all’avvistamento di questo enorme oggetto. Gira voce, ma di questo si dovrebbe avere conferma, che il velivolo misterioso emetteva dei suoni, ovvero…una musica molto ambient mentre sorvolava a bassa quota l’isola.

Ovviamente la musica che ascolterete nel video della registrazione dell’Ufo non a nulla a che vedere con l’emissione o trasmissione di musica ambient da parte dei piloti alieni. Beh..comunque molti contattisti affermano che gli extraterrestri amano la musica, come nel film Incontri Ravvicinati del terzo Tipo.

Redazione Segnidalcielo

http://www.segnidalcielo.it/2012/12/05/nuovo-video-mostra-enorme-ufo-sulle-hawaii/

3MIN News December 5, 2012: Magnetic Highway

Terremoto Magnitudine ML 3,2 Regione ITALIA MERIDIONALE,Padulli, Benevento

Magnitudine
ML 3,2

Regione
ITALIA MERIDIONALE

Data ora
2012/12/05 05:20:16.0 UTC

Posizione
41,13 N; 14,85 E

Profondità
2 km

Distanze
213 km a SE di Roma (pop 2563241; ora locale 06:20:16.8 2012/12/05)
50 km a N Salerno (pop 135.054; ora locale 06:20:16.8 2012/12/05)
7 km a E Benevento (pop 63.399; ora locale 06:20:16.8 2012/12/05)
5 km a SO Paduli (pop 4194, ora locale 06:20:16.8 2012/12/05)

Vista globale

http://www.emsc-csem.org/Earthquake/earthquake.php?id=295973

Terremoto Magnitudine ML 4,0 Regione ITALIA CENTRALE,Appignano,Ascoli piceno,

Magnitudine
ML 4,0

Regione
ITALIA CENTRALE

Data ora
2012/12/05 01:18:19.0 UTC

Posizione
42,91 N; 13,66 E

Profondità
27 km

Distanze
148 km a NE di Roma (pop 2563241; ora locale 02:18:19.0 2012/12/05)
67 km a NO di Pescara (pop 124.135; ora locale 02:18:19.0 2012/12/05)
9 km a NE Ascoli piceno (pop 51934 , ora locale 02:18:19.0 2012/12/05)
1 km a NO Appignano del Tronto (pop 2013, ora locale 02:18:19.0 2012/12/05)

Vista globale

http://www.emsc-csem.org/Earthquake/earthquake.php?id=295943

Apocalisse nelle Filippine per il tifone Bopha: centinaia di morti, foto e video della catastrofe

Con il tifone Bopha ormai in uscita dall’arcipelago delle Filippine, il bilancio delle vittime del suo distruttivo passaggio e’ oggi salito bruscamente: 283 quelle del provvisorio conteggio ufficiale, con altri centinaia di dispersi a causa delle valanghe di fango causate dalle piogge torrenziali che hanno colpito l’isola meridionale di Mindanao, nel piu’ grave disastro naturale di quest’anno nel Paese. La maggior parte delle vittime e’ concentrata nelle aree rurali di Mindanao. La provincia che ha maggiormente sofferto l’impatto di Bopha e’ Compostela Valley, dove smottamenti e allagamenti hanno travolto edifici, piantagioni e scuole: 151 i morti. Nell’incidente piu’ grave, due centri per gli sfollati sono stati distrutti dalle acque nella citta’ di New Bataan, dove le devastazioni prodotte dal mare di fango hanno causato 142 vittime.
”Le inondazioni sono arrivate all’improvviso e inaspettatamente, e i venti erano fortissimi”, ha detto il governatore Arthur Uy, spiegando come alcuni bacini acquiferi per l’irrigazione abbiano tracimato, alimentando le inondazioni. ”Intere famiglie sono state spazzate via”, ha dichiarato il ministro degli interni Manuel Roxas, aggiungendo che alcuni corpi sono stati ritrovati a 10 km di distanza. Alcune delle zone piu’ gravemente colpite non sono ancora state raggiunte dai soccorritori a causa dei pesanti danni alle infrastrutture, che rendono necessari soccorsi con gli elicotteri dell’esercito. In diverse aree le linee elettriche non sono ancora state ristabilite, impedendo le comunicazioni. Mentre oggi Bopha ha scaricato piogge torrenziali sull’isola occidentale di Palawan, senza causare vittime, il timore delle autorita’ e’ che nelle zone piu’ colpite si diffondano epidemie, dato il caldo tropicale – oggi a Mindanao e’ tornato il sole – e l’impossibilita’ di seppellire velocemente le vittime: al momento, decine di cadaveri rinvenuti dal fango sono stati allineati e coperti solo da foglie di banano. Nonostante l’aggravarsi del bilancio, secondo gli esperti il numero delle vittime sarebbe potuto essere di molto maggiore, se le autorita’ questa volta non avessero preso precauzioni come l’evacuazione preventiva di 170 mila persone. Lo scorso dicembre, il tifone Washi – di intensita’ minore rispetto a Bopha, il piu’ devastante del 2012 – causo’ 1.500 morti seguendo un percorso simile. Ogni anno le Filippine sono interessate da una ventina di tempeste tropicali.

 

PHILIPPINES-WEATHER-STORMPhilippines TyphoonPhilippines Typhoon

http://www.meteoweb.eu/2012/12/apocalisse-nelle-filippine-per-il-tifone-bopha-centinaia-di-morti-foto-e-video-della-catastrofe/169142/

La TV Nazionale Giapponese “Nippon Television Network” comunica la caduta in mare di un UFO vicino la costa di Okinawa

La TV Nazionale Giapponese “Nippon Television Network” comunica la caduta in mare di un UFO vicino la costa di Okinawa

La TV nazionale giapponese ha trasmesso sul notiziario televisivo un dispaccio circa la caduta in mare di un UFO. Sono partite le operazioni di recupero da parte della Marina Militare nipponica al largo di Okinawa.

Cosi inizia il notiziario della NTV l’emittenze nazionale giapponese, con un comunicato da lasciar di stucco qualsiasi persona:

“Segnatevi questa data, gente!! La cosa che non abbiamo mai pensato prima, il fatto più impossibile è appena accaduto.

4 Dicembre 2012
Nippon Television ha riferito che un oggetto volante non identificato, un UFO, è caduto nel mare al largo della costa di Okinawa, un’isola sulla punta meridionale del Giappone. Diverse troupe televisive, insieme con la polizia e mezzi di soccorso, sono accorsi sul posto appena in tempo per vedere l’ UFO sprofondare in acqua, questo secondo le fonti multiple che sono giunte in redazione NTV.

Abbiamo visto qualcosa di simile ad una piccola imbarcazione con una cupola che lentamente si immergeva in acqua… come siamo arrivati sulla scena“, cosi dichiara il capo della polizia della Prefettura di Okinawa Dr. Hideki Suzuki. “Abbiamo visto chiaramente fumo che saliva e poi riscendeva in acqua. C’era una quantità enorme di vapore generato, poi il misterioso velivolo è scomparso nelle profondità dell’oceano. Prevediamo di indagare  sulla misteriosa nave non appena ci verrà messa a disposizione l’attrezzatura per tirare sulla superficie la misteriosa imbarcazione dall’acqua.”

Diversi testimoni oculari raccontano quello che hanno visto. Secondo Nippon Television, un uomo anziano che stava pescando al largo della costa in una piccola barca, ha detto di aver visto una palla di fuoco gigante scendere dal cielo ad una velocità molto elevata. L’oggetto ha attraversato il cielo e si è fracassato in acqua e poi tornato in un unico pezzo. L’uomo anziano dice che parve di udire il suono lontano di motori che cercano di ripartire pochi minuti prima che l’oggetto sconosciuto ha iniziato a fumare.

Prefettura di Okinawa, Giappone

Un team di scienziati sono stati inviati da Tokyo per indagare su l’UFO non appena le autorità competenti solleveranno la nave sommersa dall’acqua.

Questa potrebbe essere una delle più grandi scoperte dell’umanità“, ha detto il dottor Daisuke Matsui, un professore di ingegneria aeronautica all’Università di Tokyo. “Se questo è quello che crediamo che sia, allora si parlerà di questo evento dai figli dei nostri figli. Teniamo le dita incrociate…e speriamo che la cosa sia reale. “

Nippon Television ha intervistato un ragazzo senza nome che ha visto l’incidente dell’UFO in acqua.

E ‘stato come nei film“, ha detto il ragazzo. “Non riuscivo a credere ai miei occhi. Ho pensato che fosse un aereo che si era schiantato in acqua, ma non aveva l’aspetto di un aereo normale. Era rotondo in alto e sembrava tutto metallico. E ‘era molto lucido e emanava luci rosse e verdi. Corsi a casa, non appena si è rotto in acqua. “

Secondo Nippon Television, il primo ministro del Giappone, Yoshihiko Noda, ha già ricevuto notifica del atterraggio di fortuna  del velivolo ed è in attesa di comunicazioni da parte delle autorità circa gli eventi di Okinawa.

La Marina militare giapponese ha già transennato e circoscritto la zona dell’incidente dello schianto e si prepara ad inviare i sub in acqua per avere un assaggio sulle condizioni della nave e prendendo le foto per scopi di recupero. Senza dubbio, la Marina sarà fortemente impegnata nel recuperare l’UFO dalle profondità dell’oceano.

Ovviamente la Redazione Segnidalcielo vi terrà aggiornati su questa notizia.

Traduzione a cura della Redazione Segnidalcielo

Segnidalcielo.it

link

http://www.segnidalcielo.it/2012/12/05/la-tv-nazionale-giapponese-nippon-television-network-comunica-la-caduta-in-mare-di-un-ufo-vicino-la-costa-di-okinawa/