Alert - Nibiru is coming

Il Pensiero di Angeli in Astronave

Angeli in Astronave è distaccato da tutti coloro che professano amore…e in realtà guadagnano con la sapienza che non gli appartiene… ribadisco …nomi altisonanti … artefatti di strani effetti speciali …visivi o non… strumentalizzare… gruppi di appartenenza…donazioni … plagio… bugie da effetto… mancanza di umiltà… falsi nel pubblico…violenti nelle mura domestiche… guru e maestri …diffidate da ogni cosa artefatta… l’Amore unisce in semplicità…non ha bisogno di una carta scritta…la Verità non si vende ne si compra…fatene tesoro… Dolbyjack!

"Con riferimento al Decreto legislativo 9 aprile 2003, n.70 che si occupa di Attuazione della direttiva 2000/31/CE. Facendo anche riferimento al libro verde sulla tutela dei minori e della dignità umana nei servizi audiovisivi e di informazione COM (96) 483, il presente sito web: (Angeli in Astronave) è fruibile a soli Maggiorenni e pertanto proibito a tutti coloro che siano sofferenti psichici o vulnerabili ad informazioni di questo tipo e quindi influenzabili dal punto di vista psicologico.”

Buona Navigazione Cari Angeli, Namasté..

Video Discosure-Nibiru e Mauro Biglino

Riflessioni

La dottrina e pratica più blasfema della Chiesa Cattolica è quella della transustanziazione e del sacrificio della messa. La transustanziazione (fatta dogma dal concilio Lateranense IV nel 1215, elaborata in seguito da Tommaso d'Aquino e sancita definitivamente dal Concilio di Trento) insegna che: il pane e il vino, al momento della consacrazione vengono dal sacerdote cambiati nel corpo e nel sangue di Gesù Cristo (ogni giorno quindi vengono all'esistenza migliaia e migliaia di nuovi Gesù). La Scrittura insegna che nella cena c'è solo la presenza spirituale di Gesù (Luca 22:19-20; Giovanni 6:63; 1 Corinzi 11:26). Inoltre, nell'adorazione dell'ostia, la Chiesa di Roma adora un dio fatto dalle mani di uomini. Questo è il colmo dell'idolatria, ed è completamente contrario allo spirito del Vangelo che richiede di adorare Dio in spirito e verità (Giovanni 4:23-24). Carlo Fumagalli ex prete ed antropologo

Rasoio di Ockam suggerisce che: "tra varie spiegazioni possibili di una data osservazione, quella più semplice ha maggiori possibilità di essere vera".

DA QUANDO E' DIVENTATO REATO AVER CARA LA VITA?

"Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa".

Disclose.tv - ANONYMOUS MESSAGE TO NASA ABOUT ETS
http://www.disclose.tv/action/viewvideo/104638/ANONYMOUS_MESSAGE_TO_NASA_ABOUT_ETS/ Agenzia spaziale più importante del mondo, ti abbiamo osservato e ascoltato per molto tempo, siamo contrariati dalle tue costanti smentite e insabbiamenti, sappiamo tutti i tuoi piccoli e sporchi segreti e i trucchetti che usi. Sappiamo come hai falsato tutte le immagini della superfce dei pianeti e dei satelliti che li circondano, sappiamo come hai falsato e nascosto la verità al mondo. Ora abbiamo abbastanza filmati immagini e informazioni che tu non hai. Saremo capaci di mostrare la verità e lo faremo presto, pensi che stiamo bleffando? allora ascolta, la complessità della loro abilità è incomprensibile[...]l'ormeggio dei loro veicoli sembra molto NASA(non diciamo di più) è per i tuoi trucchi?Sappiamo anche come hai rilasciato strani fotogrammi che mostrano dischi che visitano e poi lasciano la terra e hai consigliato agli astronauti di menzionare volta per volta gli ufo, questo è per far credere che sai molto poco di quello che stà accadendo (mentre altri pensano di aver trovato la verità) ma in realtà la verità è così incomprensibilmente vasta e così semplice che sfugge anche ai migliori dispositivi e menti. Ora, sai che facciamo sul serio. Ora ci rivolgiamo a tutti i cittadini del mondo, le entità extradimensionali non sono malvagie come vogliono farvi credere, al contrario, hanno creato il nostro universo quindi sono presenti da prima di noi, non c'è nienti di cui temere, questo è l'inizio della rivoluzione spirituale ed evoluzione della specie umana Traduzione per Angeli in Astronave Raffaele V.

video prova

La morte non esiste è una invenzione della Chiesa Cattolica - Guarda il video e capirai| Nuove tecnologie ci renderanno liberi

mercoledì 5 novembre 2014

LA VIA VERSO LA LIBERTÀ

è il transito a una nuova civiltà capace di riconoscere la realtà reale
che è organica e non meccanica

PREMESSA al libro di prossima pubblicazione

LA VIA VERSO LA LIBERTA’

Percorrere la via verso la libertà è il desiderio ormai insopprimibile dei popoli, represso finora da un potere che ha cambiato mille volti e regimi, ma ha coltivato sempre un “sapere” che nasconde quella verità essenziale che è necessaria alla libertà: la Vita. Che cos’è la Vita? Un mistero per scienze e religioni, un modo per sfruttare il lavoro per politica e finanze, una profonda e pacifica rivoluzione culturale per chi ammira la Sua Memoria genetica e il Suo grandioso Progetto. È l’evoluzione che avviene in modo repentino, travolge all’improvviso tutto il passato, nonostante la sua lunga “stabilità”. In “attimi” rispetto alla storia geologica, scompaiono i dinosauri e appaiono i mammiferi tra cui quello eretto, l’Uomo, che con un’irresistibile ascesa giunge a dominare il pianeta. Scomparse e comparse delle specie sono avvolte nel mistero, ma svelano una chiara freccia verso stadi di maggiore complessità, in contrasto con quel degrado umano e sociale, quell’entropia crescente che i media ora chiamano “crisi”.

E se fosse, invece, la premessa di un balzo evolutivo, centrato come sempre sulla specie più “elevata” o meglio dominante, cioè quella umana? L’evoluzione riguarderebbe non il corpo dell’Uomo, bensì la Sua mente che ha straordinarie potenzialità ed è tuttavia in uno stato di acuta follia, incatenata a idoli quali il denaro o il capitale che la stessa mente, in fondo ha inventato. Abbiamo creato una società contro natura, siamo vittime e artefici di un “sapere” che crede alla memoria di un passato brevissimo rispetto ai tempi dell’evoluzione biologica, convinti che il futuro dipenda da governi incapaci a risolvere i soliti problemi: il debito che i popoli non hanno fatto, ma devono pagare, il persistere di guerre utili ai grandi business (armi, cemento, farmaci, ecc.), ma non a chi le subisce e poi criminalità, corruzione, il lavoro che “manca”. Eppure ci sono tanti lavori urgenti e necessari per il benessere del pianeta.

Il nostro futuro dipende da noi stessi, dalla realizzazione del Progetto inserito da sempre nel DNA umano, sentito come bisogno di libertà e dignità, unità con la Natura che si rigenera senza combustibili e con un’Intelligenza che oggi cominciamo a comprendere. Dopo millenni di “stabilità”, cioè stragi e dolori, l’umanità sta superando i confini, quelli tra le nazioni e anche quelli tra le discipline, riconoscendo le risorse della Natura tra cui quella più importante e, guarda caso, “dimenticata”. È la Sua organizzazione coerente, indipendente dallo spazio e dal tempo, generata da un unico codice genetico, il DNA, il seme che possiamo infine alimentare con una cultura cosciente delle origini. Sono evidenti in ogni concepimento, non sono sperdute in un passato remoto, né legate a un “dio” che ha cacciato l’uomo dal Paradiso, separato “la luce dalle tenebre” ecc. Alla base di tale “sapere” c’è un bluff colossale: il potere temporale, una falsa concezione del tempo da cui deriva la voluta ignoranza della realtà organica, di come e perché si rigenera, sulla repressione sistematica della sessualità umana.

Siamo oggi in una fase di evoluzione, di fronte al crollo del “sapere” meccanico e alla nascita della coscienza organica, la rivelazione del Messaggio Intelligente che si manifesta nel DNA e nelle sue straordinarie abilità selettive. La Vita, infatti, non fa elezioni ma selezione che è in fondo un’auto-selezione; è la scelta se dipendere dal “potere” o divenire coscienti che è del tutto impotente, l’espressione di un “sapere” che non ha realtà, né tanto meno futuro.

Il vero “capitale” è l’Intelligenza della Natura di cui l’Uomo può divenire la migliore espressione.

La Natura oggi ci offre mutamenti senza precedenti, utili a riconoscere che questo mondo è una prigione le cui “sbarre” sono le convinzioni false di un’umanità caduta nell’oblio delle proprie origini, in un sonno millenario da cui può risvegliarsi. È la tesi di questo libro, tesi che ha indizi crescenti, ma non le “dimostrazioni scientifiche”, non le “certezze” cercate dalla mente meccanica, incapace di sentirle dentro di sé. Alla ricerca di “idee” che conservino la “necessità” del “potere”, questa mente dovrebbe riconoscere che le sue convinzioni non sono mai state provate, ma solo imposte con la così detta “educazione”. Ciò che una volta era ovvio ad antiche civiltà, capaci di costruire templi grandiosi su tutto il globo, ora è trattato come un mistero, sopraffatto da una “civiltà” che crede al vincolo innaturale tra tempo e denaro. È sorto circa seimila anni fa con l’istituzione dell’usura che ha reso pochi sempre più ricchi e tanti sempre più poveri, schiavi di una “scarsità” fittizia ma utile a rafforzare il loro dolore.

La mente meccanica è convinta che sia sempre stato così e così sempre sarà. Non è vero, ma non c’è modo di convincerla che la sua memoria è parziale e di parte, promossa dai pochi che hanno diretto la cultura mondiale. Mentre la memoria storica è stata artefatta, la Memoria genetica è stata ignorata e quella emozionale relegata a letteratura e poesia. Questo libro è rivolto a chi vuole un futuro prospero per tutti, a chi sente che dipende da azioni intelligenti e coerenti con il fine, il grande Progetto della Vita, la libertà appunto, che comprende anche la giustizia vera, la dignità, l’armonia di tutti con il tutto.

La “crisi” economica è un’opportunità per imparare a soddisfare i nostri bisogni senza “potere” e, invece, con l’amicizia e il rispetto, sviluppando i propri talenti, usando innovazioni utili al benessere generale, riscoprendo quell’Intelligenza collettiva che la Natura dimostra e che sembra, invece, frantumarsi a livello umano. Non è un caso, né un destino crudele, legato alle “colpe” dell’uomo; è l’effetto di una memoria “caduta” nell’oblio del grandioso Progetto: l’ascesa. La vera crisi riguarda, infatti, anche la gravità, finora creduta “universale” e invece un problema terreno su cui la scienza seria s’interroga, finora senza risolverlo. Qui si propone una soluzione semplice e ardita, imperniata sui nomi reali, cioè capaci di riflettere i sentimenti dell’umanità.

L’uomo ha il “compito di dare nomi”, cita un passo della Bibbia.

Ebbene sono i nomi vani che hanno nascosto la potenza del genere umano ed esaltato il credo in un “sapere” che ignora i suoi talenti e dà potere a coloro che li sfruttano. Scisso tra religioni, che si sono appropriate di un “sovrannaturale” inverosimile, e scienze che si sono limitate a osservare il “naturale”, questo “sapere” ignora l’immane energia oscura che è presente nel nostro cervello, energia “sovrannaturale” che possiamo usare per ricordare le nostre origini e la nostra comunione naturale con l’eternità.

Il “sapere” è un grande bluff cui l’umanità “colta” crede senza capire che così lo rende “reale”, funzionale a un potere che ha un disperato bisogno di conflitti per conservare i propri business e l’attenzione su se stesso. Ora c’è un’instabilità generale; è l’opportunità per interrogarsi sulla validità del “sapere”, di riconoscere sensazioni e fatti che lo smentiscono.

Oggi la coscienza umana è prossima al grande risveglio che svela la sua potenza.

http://www.giulianaconforto.it/

Nessun commento:

Posta un commento